Show Menu
ARGOMENTI×

Creare una connessione

Una connessione consente di integrare i set di dati da Adobe Experience Platform a Workspace. Per creare rapporti sui set di dati Experience Platform bisogna prima stabilire una connessione tra i set di dati in Experience Platform e Workspace.
Fai clic qui per una panoramica video.
È possibile combinare più set di dati Experience Platform in una singola connessione.
  1. Fai clic sulla scheda Connections .
  2. Fai clic su Create new connection in alto a destra.
  3. Scegliete una sandbox in Experience Platform che contenga i set di dati a cui desiderate creare una connessione.
    Adobe Experience Platform fornisce sandbox che dividono una singola istanza della piattaforma in ambienti virtuali separati per sviluppare e sviluppare applicazioni per esperienze digitali. Potete considerare le sandbox come "silos di dati" contenenti set di dati. Le sandbox vengono utilizzate per controllare l'accesso ai set di dati. Non potete accedere ai dati tra le sandbox. Dopo aver selezionato la sandbox, la barra a sinistra mostra tutti i set di dati nella sandbox da cui è possibile eseguire il pulling.
  4. Seleziona uno o più set di dati da richiamare in Customer Journey Analytics e fai clic su Add .
    Se sono presenti molti set di dati tra cui scegliere, puoi cercare quelli giusti utilizzando la barra di ricerca sopra l’elenco dei set di dati.
  5. Successivamente, per ogni set di dati aggiunto alla connessione, Customer Journey Analytics imposta automaticamente il tipo di set di dati in base ai dati in arrivo.
    Esistono 3 tipi diversi di set di dati: dati Event, dati Profile e dati Lookup.
    Tipo di set di dati
    Descrizione
    Timestamp
    Schema
    ID persona
    Event
    Dati che rappresentano eventi nel tempo (ad esempio visite web, interazioni, transazioni, dati POS, dati dei sondaggi, dati ad impression, ecc.). Questi possono essere ad esempio tipici dati di click-stream, con un ID cliente o un ID cookie e un timestamp. Con i dati evento hai la flessibilità di scegliere quale ID usare come ID persona.
    È impostato automaticamente sul campo timestamp predefinito dagli schemi basati sull’evento in #.
    Qualsiasi schema predefinito o personalizzato basato su una classe XDM con il comportamento “Serie temporali”. Alcuni esempi includono “XDM Experience Event” o “XDM Decision Event”.
    Puoi scegliere l’ID persona da includere. Ogni schema di set di dati definito in Experience Platform può avere un proprio set di una o più identità definite e associate a uno spazio dei nomi identità. Ognuno di questi può essere utilizzato come ID persona. Alcuni esempi includono Cookie ID (ID cookie), Stitched ID (ID di unione), User ID (ID utente), Tracking Code (Codice di tracciamento), ecc.
    Lookup
    Analogo a un file classificazioni. Questi dati vengono utilizzati per cercare i valori o le chiavi presenti nei dati evento o profilo. Ad esempio, puoi caricare dati di ricerca che mappano gli ID numerici nei dati evento ai nomi dei prodotti.
    N/D
    Qualsiasi schema predefinito o personalizzato basato su una classe XDM con comportamento “Record”, ad eccezione della classe “Profilo individuale XDM”.
    N/D
    Profile
    Analogo a Customer Attributes per attributi non modificabili e non temporali. Dati applicati a visitatori, utenti o clienti nei dati Event. Ad esempio, consente di caricare dati di gestione delle relazioni con i clienti riguardanti i tuoi clienti.
    N/D
    Qualsiasi schema predefinito o personalizzato basato sulla classe “Profilo individuale XDM”.
    Puoi scegliere l’ID persona da includere. Ogni set di dati definito in Experience Platform presenta un proprio set di uno o più ID persona definiti, ad esempio Cookie ID (ID cookie), Stitched ID (ID di unione), User ID (ID utente), Tracking Code (Codice di tracciamento) e così via.
    ​Nota:  se crei una connessione che include set di dati con ID diversi, il reporting lo rifletterà. Per unire in modo efficace i set di dati è necessario utilizzare lo stesso ID persona.
  6. Fate clic Next per passare alla Create Connection finestra di dialogo.
  7. Nella finestra di dialogo Create Connection, definisci le seguenti impostazioni:
    Campo
    Descrizione
    Name Connection
    Assegna alla connessione un nome descrittivo. Impossibile salvare la connessione senza un nome.
    Description
    Aggiungi ulteriori dettagli per distinguere questa connessione dalle altre.
    Datasets
    Set di dati inclusi in questa connessione.
    Automatically import all new datasets in this connection, beginning today.
    Seleziona questa opzione se desideri stabilire una connessione continua in modo che tutti i nuovi batch di dati aggiunti ai set di dati in questa connessione passino automaticamente in Workspace.
    Import all existing data
    Quando selezioni questa opzione e salvi la connessione verranno importati tutti i dati esistenti (storici) da Experience Platform per tutti i set di dati presenti in questa connessione. In futuro verranno importati automaticamente anche tutti i dati storici esistenti per eventuali nuovi set di dati aggiunti a questa connessione salvata.
    Ricorda che una volta salvata la connessione questa impostazione non può essere modificata.
    Nota bene:
    • Se la dimensione cumulativa dei dati storici per tutti i set di dati della connessione supera 1,5 miliardi di righe un messaggio di errore indicherà che non è possibile importare questa quantità di dati storici. Tuttavia, se aggiungessi un set di dati con 1 miliardo di righe di dati storici e importassi tali dati e una settimana dopo aggiungessi un altro set di dati della stessa dimensione e importassi i dati storici, ciò funzionerebbe.
    • Diamo priorità ai nuovi dati aggiunti a un set di dati nella connessione in modo che questi dati abbiano la latenza più bassa.
    • Eventuali dati di backfill (storici) vengono importati a una velocità più bassa.
  8. Fai clic su Save .
Il passaggio successivo nel flusso di lavoro consiste nel creare una visualizzazione dati .