Show Menu
ARGOMENTI×

Domande frequenti su Attribution

Qual è l’elemento di riga “None” quando si utilizza l’attribuzione?
L’elemento di riga “None” è un elemento catch-all che rappresenta tutte le conversioni che si sono verificate senza punti di contatto all’interno dell’intervallo di lookback. Prova a includere un intervallo di tempo più lungo nel periodo definito per la generazione del rapporto.
Perché talvolta visualizzo date al di fuori del periodo definito per la generazione del rapporto quando utilizzo modelli di attribuzione?
Queste date aggiuntive sono dovute all’intervallo di lookback inerente al rapporto sui visitatori. Per ulteriori informazioni, vedi Dati visualizzati all’esterno del periodo definito per la generazione del rapporto nel portale di aiuto di Analytics. Adobe prevede di escludere queste righe aggiuntive in una delle prossime versioni.
È possibile utilizzare un intervallo di lookback personalizzato con i modelli di attribuzione?
I modelli di attribuzione si basano attualmente su un intervallo di lookback basato su visitatore o visita. Uno di questi intervalli di lookback può essere regolato modificando l’intervallo di date definito per il rapporto (per il lookback su visitatore) o utilizzando una definizione di visita personalizzata come parte delle suite di rapporti virtuali. Per ulteriori informazioni, vedi Elaborazione dei tempi di report .
Quando dovrei usare un lookback di attribuzione basato su visita o visitatore?
La scelta del lookback di attribuzione dipende dal caso di utilizzo. Se le conversioni in genere richiedono più tempo di una singola visita, si consiglia di effettuare un lookback su visitatore. Inoltre, la creazione di una suite di rapporti virtuale con una definizione di visita più lunga rappresenta una soluzione potenziale.
Come si confrontano proprietà e eVar quando si utilizza l’attribuzione?
L’attribuzione viene ricalcolata in fase di esecuzione dei report, quindi non c’è differenza tra proprietà e eVar (o qualsiasi altra dimensione) per la modellazione dell’attribuzione. Le proprietà possono persistere utilizzando qualsiasi intervallo di lookback o modello di attribuzione e le impostazioni di allocazione/scadenza eVar vengono ignorate.
I modelli di attribuzione sono disponibili in altre funzionalità di Analytics, ad esempio Feed dati o Data Warehouse?
No. I modelli di attribuzione utilizzano l’elaborazione dei tempi di report, disponibile solo in Analysis Workspace. Per ulteriori informazioni, vedi Elaborazione dei tempi di report .
I modelli di attribuzione sono disponibili solo se si utilizza una suite di rapporti virtuali ed è abilitata l’elaborazione dei tempi di report?
I modelli di attribuzione sono disponibili al di fuori delle suite di rapporti virtuali. Sebbene utilizzino l’elaborazione dei tempi di report in back-end, i modelli di attribuzione sono disponibili sia per le suite di rapporti standard che per le suite di rapporti virtuali.
Quali sono le dimensioni e metriche non supportate?
Il pannello di attribuzione supporta tutte le dimensioni. Le metriche non supportate includono:
  • Visitatori unici
  • Visite
  • Occorrenze
  • Visualizzazioni pagina
  • Metriche A4T
  • Metriche Tempo trascorso
  • Rimbalzi
  • Percentuale non recapitate
  • Voci
  • Uscite
  • Pagine non trovate
  • Ricerche
  • Visite a pagina singola
  • Accesso singolo
In che modo l’attribuzione in Analysis Workspace differisce dall’attribuzione in Data Workbench?
Data Workbench offre in modo incrementale:
  • La capacità di assegnare l’attribuzione per più sorgenti dati per visitatore, ad esempio impressioni di annunci e punto vendita.
  • Modellazione algoritmica. L’attribuzione in Analysis Workspace include solo modelli basati su regole. Vedi il modello Best Fit Attribution nella guida utente di Data Workbench.
  • Visualizzazioni aggiuntive, come ad esempio tabelle di latenza. Vedi Tabelle di latenza nella guida utente di Data Workbench.
L’attribuzione funziona con le classificazioni?
Sì, le classificazioni sono completamente supportate.
L’attribuzione funziona con origini di dati?
Sì, la maggior parte delle origini di dati sono supportate. L’attribuzione non è possibile con origini di dati di livello sintetico perché non si collegano a un identificatore visitatore di Analytics. Sono supportate anche le origini di dati per ID transazione, a meno che sia utilizzata una suite di rapporti virtuali e che sia selezionata l’elaborazione dei tempi di report.
L’attribuzione funziona con l’integrazione Advertising Analytics?
Le dimensioni dei metadati, come tipo di corrispondenza e parola chiave, funzionano con l’attribuzione. Tuttavia, le metriche (comprese impressioni, costi, clic, posizione media e valutazione della qualità media) utilizzano origini di dati a livello di riepilogo e sono pertanto incompatibili.