Show Menu
ARGOMENTI×

Attributi supportati per le chiamate API DCS

Elenca e descrive la sintassi e gli attributi supportati (o coppie chiave-valore) che potete trasmettere al Data Collection Servers (DCS). Queste informazioni sono utili per formattare DCS le richieste e comprendere i parametri restituiti dal sistema.

Prefissi attributi

Per classificare il tipo di dati che si sta trasmettendo, le chiavi vengono aggiunte DCS a specifici prefissi nelle coppie chiave-valore.
Prefisso chiave Riservato per
c_
Attributi definiti dal cliente.
d_
Attributi di Audience Manager .
h_
Dati dell’intestazione HTTP.
p_
Attributi privati definiti dal cliente.
Il DCS accetta dati privati personalizzati quando la chiave ha un prefisso p_ . I dati privati vengono utilizzati per la valutazione delle caratteristiche, ma non vengono registrati o memorizzati nel nostro sistema. Ad esempio, consente di specificare che la caratteristica è definita come clienti = p_age<25 e di passare in p_age=23 in una chiamata all’evento. Date queste condizioni, l'utente che soddisfa i criteri di qualifica basati sull'età si qualifica per la caratteristica, ma la coppia chiave-valore viene eliminata dopo che Audience Manager riceve la richiesta e non viene registrato.

d_Attributes

Tutte queste opzioni sono facoltative, a meno che non desideriate ricevere una risposta dal DCS. Se si desidera che DCS restituisca una risposta, d_rtbd=json è necessario.
Attributo Descrizione
d_chiamer
Utilizzato per identificare il chiamante che esegue la chiamata all'API DCS .
d_cb
Specifica una funzione JavaScript da eseguire utilizzando la risposta DCS come parametro di funzione della funzione di callback.
d_cid
Contiene una o più coppie di ID provider di dati ( DPID ) e ID utente provider di dati ( DPUUID ) assegnati da Audience Manager . Se si utilizzano più coppie di DPID e DPUUID, separare ogni coppia con il carattere non stampabile %01 . Ad esempio: DPID %01 DPUUID .
d_cid sostituisce d_dpid e d_dpuuid , che sono obsoleti ma sono ancora supportati. Consultate CID sostituisce DPID e DPUUID
d_cid_ic
Contiene un codice di integrazione e un ID utente univoco associato in una coppia chiave-valore singola.
d_cid_ic sostituisce d_dpid e d_dpuuid , che sono obsoleti ma sono ancora supportati. Consultate CID sostituisce DPID e DPUUID
d_coppa
Disabilitare l'uso di cookie di terze parti per conformarsi alle norme sulla protezione dei bambini. Questo parametro viene impostato in modo dinamico dal servizio Adobe Experience Cloud ID e dipende dalla configurazione idSyncDisable3rdPartySyncing . See COPPA Support in the Experience Cloud ID Service .
d_cts=1
d_cts=2
Facoltativo. Abilitato su richiesta del cliente. Contatta il tuo consulente Adobe Audience Manager o l'Assistenza clienti.
Indica che le caratteristiche e i segmenti devono essere restituiti all’interno della risposta JSON .
  • d_cts=1 restituisce gli ID del segmento legacy per i segmenti.
  • d_cts=2 restituisce gli ID del segmento per i segmenti.
Esempio di risposta:
{ "roba": [], "uid": "07955261652886032950143702505894272138", "dcs_region" 7 "caratteristiche": [420020, 5421506], "segmenti": [984263, 985264], "tid": "ss3OTqPiQp0=" }
d_dpid
Obsoleto. Consultate d_cid e d_cid_ic .
d_dpuuid
Obsoleto. Consultate d_cid e d_cid_ic .
d_dst=1
Restituisce i dati di destinazione URL nella risposta JSON .
d_dst_filter
d_dst_filter è un attributo riservato, utilizzato nell'integrazione tra Adobe Analytics e Audience Manager.
È consigliabile non creare caratteristiche che utilizzano attributi riservati. Adobe può modificare gli attributi riservati in qualsiasi momento.
d_jsonv=1|0
Indica la versione JSON da utilizzare nella risposta. In genere, è necessario impostare questo valore su d_jsonv=1 . L’impostazione d_jsonv=0 disattiva le sincronizzazioni ID.
d_mid
Specifica l’Experience Cloud ID impostato e utilizzato dal servizio Experience Cloud ID. For more information about the ECID, see Cookies and the Experience Cloud ID .
d_nsid
Nome ID spazio. Indica il contenitore JavaScript utilizzato. Usato da DIL per la sincronizzazione ID.
d_ptfm
Consente a Audience Manager di distinguere le richieste per dispositivi mobili dalle richieste desktop. I valori supportati includono:
  • ios
  • androide
  • browser
  • all
d_rs
Obsoleto. d_rs è un attributo riservato, utilizzato nell'integrazione legacy tra Adobe Analytics e Audience Manager .
È consigliabile non creare caratteristiche che utilizzano attributi riservati. Adobe può modificare gli attributi riservati in qualsiasi momento.
d_rtbd=json
Obbligatorio se si desidera una risposta JSON dal DCS .
  • Se si omette questa opzione, il DCS restituisce un pixel nell’intestazione.
  • Se includete questo, il DCS restituisce un oggetto JSON nel corpo della risposta. Vedere l'esempio seguente. La vostra risposta potrebbe essere più complessa.
{ "roba": [], "uid": "2292011296801967861290439474495439890", "dcs_region" 7 "tid": "ss3OTqPiQp0=" }
d_sid
SID sta per ID punteggio. Si tratta di un ID univoco per una caratteristica o un segmento.
d_tdpid
Passa un'origine dati per la valutazione delle caratteristiche. Vengono valutate solo le caratteristiche di questa origine dati.
Ad esempio, supponiamo che:
  • Caratteristica T1 con:
  • Regola caratteristica: " key1 == val1 "
  • Origine dati ( DPID ): 1
  • Codice di integrazione DPID: ic1
  • Caratteristica T2 con:
  • Regola caratteristica: " key2 == val2 "
  • Origine dati (DPID): 2
  • Codice di integrazione DPID: ic2
In una chiamata di esempio, yourcompany.demdex.net/event?key1=val1&key2=val2&d_tdpid=1 , viene restituita solo la caratteristica T1.
d_tdpid_ic
Lo scopo è identico al parametro d_tdpid descritto sopra. Tuttavia, in questo caso, l'origine dati viene passata utilizzando il codice di integrazione.
Tenendo le caratteristiche descritte sopra, prendete in considerazione la chiamata di esempio:
Per yourcompany.demdex.net/event?key1=val1&key2=val2&d_tdpid_ic=ic2 , viene restituita solo la caratteristica T2.
d_uuid
ID utente univoco. Identifica un visitatore quando questo valore non è disponibile da un cookie.