Show Menu
ARGOMENTI×

Coppie chiave standard e seriale

Una coppia chiave-valore è costituita da elementi correlati: Una chiave, che è una costante che definisce il set di dati (ad esempio, genere, colore, prezzo) e un valore, che è una variabile che appartiene al set (ad esempio, maschio/femmina, verde, 100). Destination Builder invia dati formattati come coppie chiave-valore.

Coppie chiave-valore di base

Completamente formato, un set di base di coppie chiave-valore potrebbe essere simile al seguente:
  • gender = male
  • color = green
  • price > 100

Coppie chiave standard e seriale

Le destinazioni accettano i dati chiave-valore in standard o in serialized formato.
  • **** Coppie chiave-valore standard: Formatta i dati di destinazione in coppie chiave-valore separate. Ogni chiave è specificata in modo esplicito, anche se utilizzata di nuovo per definire un valore diverso.
  • **** Coppie chiave-valore serializzate: Condensa più valori in una singola coppia chiave-valore. In una coppia chiave-valore serializzata, un indicatore speciale separa i valori all'interno dell'insieme chiave-valore.
I valori chiave standard e serializzati possono contenere uno o più valori. Nella tabella seguente sono riportati alcuni esempi di formati chiave standard e seriali.
Formattazione Coppie Chiave-Valore Più coppie chiave-valore
Standard
x = 1 & x = 2
x = 1 & x = 2 & y = 3 & y = 4
Serializzato
x = 1 ; 2
x = 1 ; 2 & y = 3 ; 4

Delimitatori e separatori

I caratteri che separano i valori all'interno e tra le chiavi e i valori sono noti come delimiters e separators . Questi diventano particolarmente importanti quando si inviano segmenti a una destinazione in formato seriale. La serializzazione consente di trasmettere più valori con un'unica chiave e combinare coppie chiave-valore. I delimitatori e i separatori sono definiti come segue:
  • **** Separatore chiave-valore: Separa una chiave e un valore all'interno di una coppia chiave-valore.
  • **** Delimitatore del valore chiave: Separa i set di coppie chiave-valore.
  • **** Separatore seriale: Separa più valori all'interno di insiemi di coppie chiave-valore serializzate.

Esempi

Grazie a Destination Builder questa opzione, i dati chiave-valore possono essere formattati in diversi modi. Vediamo alcuni esempi di ciascun tipo.
Esempi di coppia chiave-valore Esempio Descrizione
Chiave singola standard
X = 1 & X = 2
Un semplice set di coppie chiave-valore. L'esempio contiene i seguenti elementi:
  • Chiave: X
  • Valori: 1, 2
  • Separatore: =
  • Delimitatore del valore chiave: &
Più coppie chiave-valore (non seriali)
X = 1 & X = 2 & Y = 3 & Y = 4
Set di più coppie chiave-valore che trasmettono valori con set chiave-valore separati. L'esempio contiene i seguenti elementi:
  • Tasti: X, Y
  • Valori: 1, 2, 3, 4
  • Separatore: =
  • Delimitatore del valore chiave: &
Chiave singola seriale
X = 1 ; 2 ; 3
Un set di valori chiave che trasmette più valori con un'unica chiave. Poiché la chiave ha più valori, è nota come coppia chiave-valore serializzata. L'esempio contiene i seguenti elementi:
  • Chiave: X
  • Valori: 1, 2, 3
  • Separatore: =
  • Separatore seriale: punto e virgola
Più coppie chiave-valore (serie)
X = 1 ; 2 & Y = 3 ; 4
Un insieme di coppie chiave-valore che trasmettono più valori su chiavi separate. L'esempio contiene i seguenti elementi:
  • Tasti: X, Y
  • Valori: 1, 2, 3, 4
  • Separatore: =
  • Delimitatore: &
  • Separatore seriale: punto e virgola

Serializzazione delle destinazioni

Una destinazione serializzata combina più caratteristiche in un'unica stringa e invia tali informazioni a una destinazione.
La trasmissione serializzata dei dati contribuisce a migliorare l'efficienza perché più caratteristiche vengono attivate in sequenza, anziché in parallelo. Questo fornisce al server di destinazione tempo sufficiente per ricevere, elaborare e restituire i dati prima di rispondere ad ulteriori richieste.

Destinazioni supportate

In Audience Manager, puoi serializzare e inviare dati a quasi tutte le destinazioni con cui vuoi lavorare. Prima di utilizzare questa funzione, tuttavia, è necessario conoscere la destinazione URL e il punto in cui inserire le macro obbligatorie o facoltative. Ottenere informazioni sul posizionamento delle macro dal partner di destinazione. Per ulteriori informazioni, vedere Macro di destinazione definite .