Show Menu
ARGOMENTI×

Guida all'implementazione

People-Based Destinations offre diverse strategie di implementazione, a seconda di come sono strutturati i dati dei clienti. Questo articolo fornisce una panoramica dei passaggi di implementazione da seguire People-Based Destinations, a seconda dello scenario in uso.

Panoramica

La configurazione di People-Based Destinations porta attraverso più sezioni di Audience Manager e richiede diverse impostazioni e metodi di registrazione dei dati, a seconda del tipo di dati cliente già in uso in Audience Manager e del tipo di targeting dell'audience che si desidera eseguire.
Prima di configurare People-Based Destinations, leggete questo articolo con attenzione e completezza. Dopo aver letto questa guida, è necessario avere una chiara comprensione dello scenario che sarà attivato People-Based Destinations.
Prima di utilizzare è necessario chiarire sei aspetti di implementazione People-Based Destinations. Questo articolo ti aiuterà a capire qual è la configurazione corrente, in modo da poter seguire correttamente i passaggi di implementazione per il tuo scenario.

1. Definizione del caso d’uso

Prima di iniziare l'implementazione People-Based Destinations, è necessario definire chiaramente il caso d'uso per il quale utilizzerete questa funzione. Potete utilizzare People-Based Destinations per eseguire il targeting delle audience in due modi, in base all'attività dell'audience:
A) Targeting dell'audience basato su attività utente online e offline combinate. In questo scenario, vuoi combinare i dati di audience esistenti di Audience Manager con quelli del tuo CRM sistema interno e inviare i segmenti di pubblico risultanti a People-Based Destinations. Di seguito è riportato un esempio che illustra questo scenario:
La vostra azienda, una compagnia aerea, ha diversi livelli di clienti (Bronzo, Argento e Oro) e volete fornire a ciascuno dei livelli offerte personalizzate tramite piattaforme social. Potete utilizzare Audience Manager per analizzare l'attività dei clienti sul vostro sito Web. Tuttavia, non tutti i clienti usano l'app mobile della compagnia aerea, e alcuni di loro non hanno mai effettuato l'accesso al sito web della società. I dati del cliente sono per lo più limitati agli ID iscrizione e agli indirizzi e-mail.
Per utilizzarli tra social media e canali simili basati su persone, puoi portare gli indirizzi e-mail con hash in Audience Manager e combinarli con caratteristiche di attività online esistenti, per creare nuovi segmenti di pubblico. Quindi, puoi usare questi segmenti per indirizzare il pubblico attraverso People-Based Destinations.
B) Targeting dell'audience basato esclusivamente sull'attività dell'utente offline. In questo scenario, il tuo CRM sistema contiene indirizzi e-mail e altri attributi del cliente, ma i clienti non hanno interagito con il tuo sito Web, per cui non hai alcuna attività con i clienti in Audience Manager. Di seguito è riportato un esempio che illustra questo scenario:
La vostra azienda, un fornitore di servizi di telecomunicazione, conserva i dati dei clienti come indirizzi e-mail e piani di telecomunicazione acquistati in un CRMsito interno. Desiderate essere indirizzati ai clienti esistenti nelle piattaforme social per offrire loro pacchetti di aggiornamento basati sulle loro iscrizioni esistenti. A tal fine, puoi inserire gli indirizzi e-mail dei clienti con hash in Audience Manager e creare segmenti in base alle iscrizioni dei clienti esistenti. Puoi quindi inviare questi segmenti People-Based Destinations ai clienti con offerte personalizzate.

2. Definire il tipo di indirizzi e-mail di destinazione

Il secondo passo nella definizione della strategia di implementazione consiste nel determinare il tipo di indirizzi e-mail del cliente a cui destinarsi.
A) Targeting dell'audience basato su indirizzi e-mail autenticati. In questo scenario, gli utenti dispongono di più account associati a più indirizzi e-mail e desiderate inviarli a offerte personalizzate, basate solo sull’indirizzo e-mail che autenticano sul sito Web, in tempo reale.
B) Targeting dell'audience basato su tutti gli indirizzi e-mail associati. In questo scenario, gli utenti dispongono di più account associati a più indirizzi e-mail e desiderate inviarli a tutti i loro indirizzi e-mail associati, indipendentemente dall'attività autenticata.

3. Identificare il tipo di ID cliente (ID CRM) che hai

Il targeting del pubblico in People-Based Destinations richiede l'invio di versioni con hash Prerequisiti e considerazioni SHA256 degli indirizzi e-mail del cliente. A seconda della configurazione di Audience Manager esistente, potresti trovarti in uno dei due scenari seguenti:
A) Gli ID cliente di Audience Manager ( DPUUID ) sono già minuscoli, indirizzi e-mail con hash. In questo scenario, potete utilizzare questi ID esistenti per eseguire il targeting delle audience in People-Based Destinations.
B) Gli ID cliente Audience Manager ( DPUUID ) non sono minuscoli, indirizzi e-mail con hash. In questo scenario, non è possibile inviare gli ID cliente esistenti a People-Based Destinations. Per utilizzare People-Based Destinations, devi eseguire una sincronizzazione ID tra gli ID cliente esistenti e le versioni in lettere minuscole e con hash degli indirizzi e-mail del cliente. A tale scopo, è possibile eseguire la sincronizzazione degli ID basata su file oppure utilizzare ID ID dichiarati dichiarati.

4. Qualificazione caratteristica

Per eseguire il targeting accurato del pubblico in People-Based Destinations, gli utenti devono essere qualificati per caratteristiche basate su regole o registrate, a seconda del tipo di targeting del pubblico che si desidera eseguire.
A) Qualifica gli ID cliente e dispositivo in tempo reale per caratteristiche basate su regole. Questa opzione si applica al caso di utilizzo A da 1. Definizione del caso di utilizzo. Se il piano prevede di eseguire il targeting delle audience in base alle attività online e offline, è probabile che il pubblico sia già idoneo per caratteristiche basate su regole.
B) Caratteristiche a bordo rispetto agli ID cliente tramite file di dati in entrata. Questa opzione si applica al caso di utilizzo B da 1. Definizione del caso di utilizzo. Quando eseguite il targeting del pubblico in base a un'attività puramente offline, è necessario qualificare gli ID cliente per le caratteristiche registrate attraverso i file di dati in entrata.

5. Creare o etichettare origini dati e indirizzi e-mail con hash integrati

A seconda del tipo di ID cliente in Audience Manager (vedere 3). Identifica il tipo di ID cliente (ID CRM) che hai , ti ritroverai in uno dei seguenti scenari:
A) Etichettare un'origine dati esistente. Questa opzione si applica allo scenario in cui gli ID cliente di Audience Manager ( DPUUID ) sono già minuscoli, indirizzi e-mail con hash. In questa situazione, è necessario etichettare l’origine dati in cui vengono memorizzati gli ID come origine PII dati. Per informazioni dettagliate sulle impostazioni dell'origine dati, vedere Impostazioni Elenco e impostazioni origini dati origine dati. È necessario assicurarsi che l'opzione Impossibile essere legato a informazioni personali sia deselezionata.
B) Creare una nuova origine dati. Questa opzione si applica allo scenario in cui gli ID cliente di Audience Manager ( DPUUID ) non sono indirizzi e-mail con hash. In questo caso, è necessario creare una nuova origine dati cross-device e tenere a bordo gli indirizzi e-mail con hash. Potete eseguire questa operazione in due modi:
  • Utilizzare la sincronizzazione ID basata su file. Per informazioni dettagliate sull’aspetto dei file di sincronizzazione ID, consultate Requisiti di nome e contenuto. Utilizzando questo metodo, potete eseguire il targeting di tutti gli indirizzi e-mail con hash dal CRM database.
  • Usate gli ID ID dichiarati dichiarati per dichiarare gli indirizzi e-mail con hash quando trasmettete gli ID cliente autenticati. Quando si utilizza questo metodo, Audience Manager esegue il targeting degli indirizzi e-mail con hash degli utenti che hanno eseguito l'autenticazione online. Gli indirizzi e-mail di destinazione tramite Facebook sono solo quelli nelle chiamate dell'evento ID dichiarate. Gli altri indirizzi e-mail associati all'ID cliente non vengono attivati in tempo reale.

6. Usa una regola di unione dei profili per la segmentazione

A seconda del caso d’uso (vedere 1. Definizione del caso d’uso), esistono due modi per utilizzare Profile Merge Rules la segmentazione.
A) Utilizzare esistenteProfile Merge Rules . Questa opzione si applica al primo caso di utilizzo (targeting dell'audience basato su un'attività utente online e offline combinata). In questo scenario, esiste un'attività cliente in Audience Manager e hai già definito almeno una regola di unione profilo utilizzata nella segmentazione. In questo caso, non è necessario crearne di nuovi Profile Merge Rules.
B) Create una nuova regolaAll Cross-Device ProfilesUnisci . Questa opzione si applica al secondo caso di utilizzo (targeting dell'audience basato esclusivamente sull'attività dell'utente offline). In questo scenario, i dati dei clienti offline vengono portati CRM in Audience Manager e si desidera creare segmenti da tali dati. A questo scopo, People-Based Destinations imposta una nuova, quarta regola di unione profilo, denominata All Cross-Device Profiles . Questa è la regola da utilizzare per segmentare dati puramente offline.