Show Menu
ARGOMENTI×

Guida introduttiva alle regole di unione dei profili

Per creare Profile Merge Rules, esaminare e completare i passaggi descritti in ciascuna delle procedure descritte in questa sezione.

Creare un'origine dati multi-dispositivo

Per creare un'origine dati multi-dispositivo, passare a Audience Data > Data Sources > Add New e completare i passaggi per ciascuna sezione descritta qui. Per creare o modificare un'origine dati multi-dispositivo sono necessarie autorizzazioni di amministratore.
Per una descrizione di questi diversi controlli, vedere Impostazioni origine dati e Opzioni menu.

Dettagli origine dati

Per completare la Data Source Details sezione:
  1. Denominare l'origine dati.
  2. (Facoltativo) Descrivere l'origine dati. Una breve descrizione consente di definire il ruolo o lo scopo dell'origine dati.
  3. Fornite un codice di integrazione. Un codice di integrazione è il tuo ID univoco per questa origine dati.
  4. Nell' ID Type elenco, selezionare Cross Device .
  5. Nell' ID Definition elenco, selezionare un'opzione che definisce il tipo di origine dati. Le opzioni includono:
    • Person : Un ID che definisce una singola persona. Questo ID può essere mappato su più Audience Manager ID.
    • Household : Un ID che definisce un gruppo di persone. Questo ID può essere mappato su più Audience Manager ID.

Controlli sull'esportazione dei dati

I Controlli sull'esportazione dei dati sono regole di classificazione facoltative applicabili a un'origine dati e a una destinazione. Impediscono l'invio di dati a una destinazione in caso di violazione della privacy dei dati o dell'accordo di utilizzo. Saltate questa sezione se non utilizzate Data Export Controls.

Data Source Settings

Data Source Settings Questa sezione offre diverse opzioni, ma queste due sono importanti per la creazione di un'origine dati cross-device:
  • Use as Authenticated Profile : Selezionata per impostazione predefinita, questa impostazione consente di creare un Profile Merge Rule file con dati autenticati personalizzati.
  • Use as a Device Graph : Questo controllo è disponibile solo per gli account elencati come provider di dati. Selezionando questa casella di controllo, l'origine dati viene creata come grafico del dispositivo e puoi condividerla con altri Audience Manager clienti. Consultate il vostro Audience Manager consulente per ottenere la configurazione come fornitore di dati e per specificare con quali clienti Data Source condividere questo servizio. Il consulente fornirà il vostro account e la condivisione del grafico del dispositivo attraverso processi di provisioning interni.
  • Data retention for inactive Customer IDs : Questo controllo consente di impostare il periodo di conservazione dei dati per gli ID cliente inattivi. Questo determina per quanto tempo Audience Manager mantiene gli ID cliente nel nostro database dopo che sono stati visti per l’ultima volta sulla piattaforma Audience Manager. Il valore predefinito è 24 mesi (720 giorni). Il valore minimo è 1 mese e il valore massimo è 5 anni. Teniamo presente che contiamo tutti i mesi come 30 giorni. Audience Manager esegue un processo che elimina gli ID cliente inattivi una volta alla settimana, in conformità con la conservazione dei dati impostata per gli ID cliente inattivi.
I campi di testo associati a queste impostazioni consentono di rinominare l'oggetto Data Source con un alias visualizzato nelle opzioni Regola unione profilo. Ad esempio, se aggiungete un alias a Use as Authenticated Profile , il nome verrà visualizzato nell' Authenticated Profile Options elenco. Se aggiungete un alias a Use as a Device Graph , il nome verrà visualizzato nell' Device Options elenco.

Creare una regola di unione dei profili

Per creare un Profile Merge Rule, andate a Audience Data > Profile Merge Rules > Add New Rule e completate i passaggi per ciascuna sezione descritta qui. È possibile creare fino a 3 regole di unione dopo la configurazione di un'origine dati multi-dispositivo. Per creare, modificare o eliminare una regola sono necessarie autorizzazioni di amministratore. Tutti gli utenti possono visualizzare e utilizzare gli Profile Merge Ruleselementi esistenti.
**** Prerequisiti: Per creare un'origine dati multi-dispositivo è necessaria un'origine dati Profile Merge Rule. Consulta Creare un'origine dati.
Per le descrizioni di questi diversi controlli, consultate Opzioni regole di unione profilo .

Informazioni di base

Per completare la Basic Information sezione:
  1. Denominate il Profile Merge Rule.
  2. (Facoltativo) Descrivete il Profile Merge Rule. Una breve descrizione consente di definire il ruolo o lo scopo della regola.
  3. (Facoltativo) Selezionate Set as default se desiderate che questo sia il valore predefinito Profile Merge Rule. I nuovi segmenti vengono associati automaticamente alla regola predefinita.

Controlli sull'esportazione dei dati

I controlli di esportazione dei dati sono regole di classificazione facoltative che puoi applicare al tuo Profile Merge Rule. Impediscono l'invio di dati a una destinazione in caso di violazione della privacy dei dati o dell'accordo di utilizzo. Saltate questa sezione se non utilizzate Data Export Controls.

Impostazione regola di unione profilo

Per completare la Proflie Merge Rule Setup sezione:
  1. Selezionate un Authenticated Option . Le opzioni includono:
    • No Authenticated Profile
    • Current Authenticated Profile
    • Last Authenticated Profile
  2. Selezionate un Authenticated Profile Option (fino a 3, massimo). Si tratta delle origini dati cross-device create in precedenza.
  3. Seleziona una Device Option . Le opzioni includono:
    • No Device Profile
    • Current Device Profile
    • Profile Link Device Graph
    • Device Co-op
  4. Fai clic su Save .

Configurare il codice della regola di unione

Seguire queste istruzioni per impostare il Experience Cloud ID Servicecodice mobile DILe il SDK codice mobile in modo che funzioni con le regole di unione.

Prerequisiti

È necessario impostare un'origine dati cross-device e regole di unione profilo prima di completare queste procedure.

Per i clienti del servizio Experience Cloud ID

Quando si lavora con Experience Cloud ID Service DIL , si consiglia di utilizzare la versione più recente di DIL Profile Merge Rules. Tuttavia, non è necessario utilizzare la funzione Experience Cloud ID Service per utilizzarla. Se utilizzi solo DILquesta opzione, consulta la sezione DIL precedente riportata di seguito.

Configurare la funzione Imposta ID cliente

Quando si lavora con Experience Cloud ID Service, la setCustomerIDs funzione trasmette gli ID dichiarati a Audience Manager. Per utilizzare una regola di unione dei profili, è necessario modificare setCustomerIDs per utilizzare il codice di integrazione specificato al momento della creazione di un'origine dati multi-dispositivo. Ad esempio, supponiamo che sia stata creata un'origine dati cross-device con il codice di integrazione my_datasource_ic . Per trasmettere un ID dichiarato, aggiungi il codice di integrazione alla funzione ID visitatore come mostrato nell’esempio di codice modificato seguente.

Esempio di codice generico

visitor.setCustomerIDs({
  "userid":{
      "id":"12345",
      "authState":Visitor.AuthState.AUTHENTICATED

Esempio di codice modificato

visitor.setCustomerIDs({
  "my_datasource_ic":{
     "id":"12345",
     "authState":Visitor.AuthState.AUTHENTICATED

Per ulteriori informazioni, vedi Creare un'origine dati e ID cliente tra dispositivi e stati di autenticazione.

Configura DIL.create funzione

Le versioni più recenti di DIL ora recuperano automaticamente la declared ID funzione dalla visitorService funzione in DIL.create (vedere Variabili ID dichiarate). Controllare la DIL.create funzione per assicurarsi che sia impostata correttamente, come mostrato nell'esempio di codice seguente.
var vDil = DIL.create({ partner:"partner name", visitorService:{ namespace:"

INSERT-MCORG-ID-HERE

" }});


Nella coppia chiave-valore dello spazio dei nomi, la variabile * MCORG * è l’ID Experience Cloud organizzazione. Se non disponete di questo ID, potete trovarlo nella Administration sezione del Experience Cloud dashboard. Per visualizzare questo dashboard è necessario disporre delle autorizzazioni di amministratore. See Administration: Core Services .

Configurare gli SDK

Consulta la sezione Configura SDK di seguito.

DIL legacy

Se non usi Experience Cloud ID Service ancora, dovresti davvero farlo. Ma sappiamo che per passare a un nuovo codice è necessario un attento esame e riflessione. In questi casi, controllare la DIL.create funzione per assicurarsi che sia impostata correttamente come mostrato nel codice di esempio riportato di seguito.
DIL.create({ partner:"partner name", dichiaratoId:{ dpuuid:

dpuuid

, dpid:

dpid

}});


Per ulteriori informazioni, consulta la DIL sezione precedente in Variabili ID dichiarate.

Configurare gli SDK

Controllate i metodi nel SDK codice che consentono di passare declared IDs da dispositivi Android e iOS dispositivi mobili. I nomi delle variabili per le librerie di Android codici e le librerie di iOS codici sono gli stessi:
  • dpid : ID origine dati cross-device.
  • dpuuid : L’ID declared ID (ovvero l’ID utente).
Tipo di dispositivo Metodo
Android
setDpidAndDpuuid
Sintassi:
 public static void setDpidAndDpuuid(String dpid, String dpuuid); 

Esempio:
 AudienceManager.setDpidAndDpuuid("myDpid","myDpuuid"); 

iOS
audienceSetDpid:dpuuid
Sintassi:
+ (void) audienceSetDpid:(NSString *)dpid dpuuid:(NSString *)dpuuid;
Esempio:
[ADBMobile audienceSetDpid:@"290" dpuuid:@"99301393923940"];