Show Menu
ARGOMENTI×

Import DCM Data Files Into Audience Manager

Configurate un gruppo Google per portare i file di dati di DoubleClick Campaign Manager (DCM) in Audience Manager. Il contenuto di questa sezione riepiloga il processo di integrazione e fornisce collegamenti alle risorse DCM per aiutarti a iniziare.

Riepilogo integrazione

DCM è la soluzione Google che sostituisce DoubleClick for Advertisers (DFA). In modo analogo a DFA, i clienti DCM possono importare, visualizzare e lavorare con i loro dati in Audience Manager. Tuttavia Audience Manager non è possibile accedere e importare direttamente i file Data Transfer e Match Table i file. L'importazione di questi file è a carico del cliente.
Tuttavia, la procedura di configurazione è ben documentata nella Guida di DoubleClick Campaign Manager. Inoltre, puoi consultare i passaggi elencati di seguito per iniziare.
I file di dati DCM contengono dati per tutti gli inserzionisti o i clienti. Se devi omettere client specifici, devi modificare i file prima di renderli disponibili a Audience Manager.

Frequenza e disponibilità del trasferimento dei dati

Audience Manager verifica e trasferisce i dati una volta al giorno. In genere i dati sono disponibili Audience Manager dopo 24 ore.

Passaggi

  1. I gruppi controllano l'accesso ai dati DCM. Alla fine, inviterete e aggiungete Audience Manager a questo gruppo.
  2. Verifica dello stato dell'archiviazione di Google Cloud.
    Google Cloud Storage contiene il bucket di dati che contiene il tuo Data Transfer e Match Tables. Sarà necessario impostare un bucket o assicurarsi che il nuovo gruppo abbia accesso a un bucket di archiviazione dati esistente.
  3. Ottenere l’URL di un file di dati.
    Lavora con il tuo Account Manager DCM o Consulente per soluzioni piattaforma. Forniranno un URL ai vostri file di dati. Google potrebbe modificare il formato per i nomi di file e bucket nelle release future. Anche in questo caso, utilizzate il vostro Account Manager DCM per essere certi di utilizzare i formati corretti.
  4. Consente di Cloud Storage Manager controllare la condivisione dei dati e l'accesso fisso. Consente al gruppo di accedere in lettura al bucket che contiene Data Transfer e Match Table i file.
  5. Gli ID utente DCM condivisi sono crittografati per proteggere la privacy. La cifratura aggiunge 2 colonne alla fine del file di trasferimento dati PartnerId1 e PartnerId2 . Queste colonne contengono ID utente codificati specifici per ogni società che riceve tali file.
    Come terza parte autorizzata, Audience Manager può ricevere dati DCM ma non può decodificare gli ID. Tuttavia, dal Audience Manager lato, sappiamo in che modo gli ID codificati corrispondono ai nostri ID. Questo significa che possiamo far corrispondere e sincronizzare gli utenti con sicurezza e precisione.
    Non potete importare file DCM in Audience Manager se state già condividendo dati con altri due partner di terze parti.
  6. Invitate Audience Manager a far parte del gruppo.
    Dopo aver creato un gruppo e averlo accesso a un bucket dati, invitate Audience Manager a unirvi al gruppo. Inviate un messaggio e-mail di invito a DFA-AAM@adobe.com . Assicuratevi di includere l'URL del file di dati dal passaggio 3. I nostri team interni collaboreranno con voi per verificare l’accesso dopo l’accettazione dell’invito. 1. Configurate due origini dati per i dati DCM nell'interfaccia Audience Manager utente.
    Denominate le origini dati Advertiser Analytics: DCM Platform e Advertiser Analytics: AAM+DCM Platform . Nel flusso di lavoro Crea origini dati, imposta il tipo di ID su Cookie . Condividi gli ID delle due nuove origini dati con i nostri team interni.
  7. È possibile creare facilmente caratteristiche dai file DCM importati in Audience Manager. Consulta File di registro fruibili e chiedi al tuo Audience Manager consulente o all'Assistenza clienti di abilitare questa funzione.