Show Menu
ARGOMENTI×

Rapporto sullo stato di onboarding

Il rapporto sullo stato di onboarding verifica i tassi di successo e di errore per l'elaborazione dei record nei file di origine dati in ingresso. Questo rapporto visualizza i dati sotto forma di grafico a barre interattivo e fornisce metriche di riepilogo sotto forma di tabella. Prevede inoltre un’opzione per il campionamento dei file per un intervallo di tempo prefissato e la visualizzazione degli errori più comuni per ogni tipo di errore. Potete trovare questo rapporto in Analytics > Onboarding Status Report (Rapporto sullo stato di onboarding). Questo rapporto è disponibile anche quando si crea un'origine dati in ingresso.
Questo rapporto può essere visualizzato solo dagli utenti con privilegi di amministratore nell’interfaccia utente di Audience Manager. Potete fare in modo che gli utenti non amministratori ricevano una notifica dello stato dei file in entrata caricati aggiungendo le loro e-mail al rapporto. Consultate Ricevere notifiche e-mail.

Rapporto sullo stato di onboarding: Informazioni

Il Onboarding Status Report (Report errori campione) verifica i tassi d’errore e di successo nell’elaborazione dei record nei propri file di origine dei dati in ingresso. Questo rapporto visualizza i dati sotto forma di grafico a barre interattivo e fornisce metriche di riepilogo sotto forma di tabella. Prevede inoltre un’opzione per il campionamento dei file per un intervallo di tempo prefissato e la visualizzazione degli errori più comuni per ogni tipo di errore. Puoi trovare questo rapporto in Analytics > Onboarding Status Report . Questo rapporto è disponibile anche quando si crea un'origine dati in ingresso.

Segnalazione errori e campionamento errori

La segnalazione degli errori e il campionamento degli errori sono due funzioni distinte del Onboarding Status rapporto.
Funzione Descrizione
Segnalazione errori
La segnalazione degli errori mostra i tassi di successo e di errore per il numero di record elaborati in un'origine dati in entrata. Restituisce i dati in un grafico a barre interattivo sovrapposto e sotto forma di metriche di riepilogo nelle tabelle sotto il grafico.
La segnalazione degli errori è automatica. Viene eseguito in modo continuo per tutte le origini dati in entrata. Restituisce i dati in base all'intervallo di intervalli di tempo preimpostati o a un intervallo di tempo personalizzato impostato con un widget calendario.
Campionamento errori
Il campionamento degli errori analizza il contenuto dei file di dati e restituisce i 10 errori più comuni per ogni tipo di errore. Gli errori nei file di dati in entrata impediscono l'elaborazione di singoli record. Utilizzate questo rapporto come strumento di risoluzione dei problemi per ridurre il numero di errori dei file e migliorare la frequenza di elaborazione.
È necessario attivare manualmente il campionamento degli errori. Viene eseguito per 14 giorni dal giorno dell'attivazione e si disattiva. Potete riattivare il campionamento degli errori dopo la scadenza dell’intervallo di 14 giorni. È possibile attivare il campionamento degli errori quando si crea un'origine dati in ingresso o selezionando la casella di controllo Campionamento errori dalla sezione Impostazioni origine dati di un'origine dati in entrata esistente.
Il campionamento degli errori è un processo che richiede calcoli. Di conseguenza, restituisce solo i primi 10 errori per ciascuna categoria di errori. Non è progettato per restituire tutti gli errori contenuti in un'origine dati in ingresso. Questi errori sono un esempio rappresentativo di un gruppo potenzialmente più ampio di errori simili. Rivedete l'intero file per i tipi di errori che questo rapporto contrassegna, riformattate il file e inviatelo di nuovo.
Consulta Contenuti del file di dati in entrata: Sintassi, variabili ed esempi per ulteriori informazioni su come formattare correttamente un file di dati per un'origine dati in entrata.

Grafico a barre dei rapporti di errore

Il rapporto sugli errori rappresenta i tassi di successo e di errore per l'elaborazione dei record in un grafico a barre sovrapposto come illustrato nell'esempio seguente. Il grafico è interattivo. Facendo clic su una barra vengono visualizzate le metriche di riepilogo relative al giorno specificato in una tabella sotto il grafico.

Tabelle dei rapporti di errore

Il rapporto sugli errori visualizza i dati di tabella sotto il grafico a barre. La tabella mostra i tassi di successo e di errore insieme ai totali e alle percentuali.
Record con esito positivo e non riuscito
Questa visualizzazione predefinita mostra il conteggio delle frequenze dei record totali nel rapporto e include una suddivisione degli errori per tipo di errore.
Totali e percentuali
Fate clic Totals & Percentages per vedere la percentuale di file elaborati correttamente.

Rapporto di campionamento errori per 14 giorni

Con il campionamento degli errori attivo, il rapporto mostra i primi 10 errori per ogni tipo di errore. Fate clic sul pulsante del tipo di errore nella parte superiore del rapporto per visualizzare ogni insieme di dati campionati.
Il rapporto non evidenzia gli errori dei record con questa versione corrente. Per individuare e correggere gli errori dei file, è necessario esaminare i risultati e confrontarli con le specifiche indicate nella documentazione Contenuti file dati in entrata.

Ricevi notifiche e-mail

Potete aggiungere gli indirizzi e-mail dei destinatari ai quali desiderate ricevere una notifica dello stato dei file in entrata caricati. È possibile selezionare diversi destinatari per diverse origini dati.

Creare un rapporto sullo stato di onboarding

A Sample Error Report restituisce il numero di record elaborati correttamente in un'origine dati e il numero di record che hanno avuto esito negativo. Per generare un Sample Error Reportoggetto, effettuate le seguenti operazioni.
  1. Vai a Analytics > Onboarding Status Report . Cercare un'origine dati o sceglierne una dall'elenco.
  2. Seleziona un intervallo di date. Le opzioni includono:
    • Un insieme di intervalli di rapporti fissi.
    • widget calendario che consentono di creare un intervallo di date personalizzato.
  3. Fai clic su OK .

Termini e definizioni del rapporto sullo stato di onboarding

Guida di riferimento per le etichette e i termini utilizzati in questo rapporto.
Termine Definizione
Nome file sincronizzazione dati
Elenca i file ricevuti e elaborati da Audience Manager dall'origine dati in ingresso selezionata.
L'elaborazione del file non riuscirà se il nome del file viene formattato in modo errato. I requisiti del nome del file variano a seconda di come si inviano questi dati ad Audience Manager . I metodi di consegna includono Amazon S3 e FTP. Per istruzioni su come assegnare un nome ai file, consultate:
Errori di formato
Indica il numero di record che non hanno superato l'elaborazione perché non corrispondevano ai requisiti di sintassi o formattazione. Consulta Contenuti del file di dati in entrata: Sintassi, variabili ed esempi per informazioni su come formattare i dati.
ID AAM non valido
Mostra il numero di ID utente Audience Manager (UUID) formattati in modo errato. Di solito, questo indica gli ID:
  • Formato a 38 cifre non corrispondente.
  • Contiene caratteri alfabetici. Gli ID devono essere solo numeri.
ID dispositivo non valido
Mostra il numero di ID dispositivo globale formattati in modo errato. Consulta Indice degli ID in Audience Manager e Origini dati globali per informazioni dettagliate sulla formattazione degli ID dispositivo e sulle origini dati globali da utilizzare in base al tipo di dispositivo.
La sezione relativa al campionamento degli errori del rapporto include informazioni dettagliate sugli ID dispositivo non validi, ad esempio:
  • ID origine dati corrispondente all'ID dispositivo non valido;
  • ID dispositivo non valido;
  • Il tipo di ID dispositivo previsto, in base all'origine dati.
Nessun ID AAM corrispondente
Si tratta di ID caricati. Audience Manager non può corrispondere a un ID esistente. Gli ID caricati possono avere questo stato quando Audience Manager non ha ancora eseguito una sincronizzazione ID o non può ancora corrispondere all’ID anche dopo una sincronizzazione.
Nel caso di ID mobili non associati, Audience Manager :
  • Continuate a memorizzare e provate a sincronizzare questo ID.
  • Registralo come Record memorizzato nel rapporto se l’ID non può essere sincronizzato.
Se il file configurato contiene ID per dispositivi mobili, puoi trattare questi numeri in modo più leggero rispetto alle altre metriche. Non influiranno sulle percentuali di successo e di corrispondenza per i file successivi.
Nessuna caratteristica realizzata
Elenca le caratteristiche che Audience Manager non può corrispondere a una caratteristica integrata. Ciò potrebbe essere il risultato di:
  • Caratteristiche formattate in modo errato nel file di dati in entrata. Per informazioni su come formattare il file di dati, vedere Contenuti del file di dati in entrata: Sintassi, variabili ed esempi .
  • Caratteristiche non ancora definite in Audience Manager .
Percentuale di successo
Percentuale di record memorizzati correttamente nel file. Percentuale di successo = record elaborati / numero di record in un file.
Record ricevuti
Numero totale di record ricevuti. Nella maggior parte dei casi, questo numero deve corrispondere al numero totale di record (righe) nel file di dati in entrata.
Record memorizzati
Numero di record memorizzati correttamente. A causa di errori di formato del file, alcuni dei record ricevuti potrebbero non essere memorizzati da Audience Manager . Il numero di record memorizzati può essere inferiore al numero di record ricevuti.
Totale caratteristiche realizzate
Il numero di caratteristiche per tutti gli utenti in tutti i file in entrata che vengono memorizzati nella piattaforma Audience Manager .
Totale segnali non utilizzati
Numero totale di segnali non utilizzati ricevuti nel rapporto. Questo totale è basato sul numero totale di record memorizzati correttamente.
Per ulteriori informazioni, consulta Rapporto Report Segnali non utilizzati Segnali non utilizzati.