Show Menu
ARGOMENTI×

Esportazione dei dati

Esportazione guidata

I parametri di esportazione vengono registrati tramite una procedura guidata. Il modulo di esportazione generico è disponibile come standard e consente di accedere ed estrarre dati dal database: contatti, client, elenchi, segmenti, ecc. Ad esempio, può essere utile utilizzare i dati di tracciamento campagna (cronologia di tracciamento, ecc.) in un foglio di calcolo. I dati di output possono essere in formato testo, CSV, TAB o XML.

Passaggio 1 - Scelta del modello di esportazione

Quando si avvia la procedura guidata di esportazione, è innanzitutto necessario selezionare un modello. Ad esempio, per configurare l’esportazione dei destinatari che si sono registrati di recente, effettuate le seguenti operazioni:
  1. Selezionate la Profiles and Targets > Job > Generic imports and exports cartella.
  2. Fate clic su Nuovo e quindi su Esporta per creare il modello di esportazione.
  3. Fate clic sulla freccia a destra del Export template campo per selezionare il modello, oppure fate clic Select link per sfogliare la struttura.
    Il modello nativo è New text export . Questo modello non deve essere modificato, ma può essere duplicato per configurare un nuovo modello. Per impostazione predefinita, i modelli di esportazione vengono salvati nel Resources > Templates > Job templates nodo.
  4. Immettete un nome per l’esportazione nel Label campo. Potete aggiungere una descrizione.
  5. Selezionare il tipo di esportazione. Esistono due tipi possibili di esportazione: Simple export per esportare un solo file ed Multiple export esportare più file in una singola esecuzione da uno o più tipi di documento sorgente.

Passaggio 2 - Tipo di file da esportare

Selezionare il tipo di documento da esportare, ad esempio lo schema dei dati da esportare.
Per impostazione predefinita, quando l'esportazione viene avviata dal Jobs nodo i dati provengono dalla tabella del destinatario. Quando l'esportazione viene avviata da un elenco di dati (dal right click > Export menu), la tabella alla quale i dati appartengono viene automaticamente compilata nel Document type campo.
  • Per impostazione predefinita, l’ Download the file generated on the server after the export opzione è selezionata. Nel Local file campo, compilare il nome e il percorso del file da creare, oppure sfogliare il disco locale facendo clic sulla cartella a destra del campo. Potete deselezionare questa opzione per immettere il percorso di accesso e il nome del file di output del server.
    I processi di importazione ed esportazione automatici vengono sempre eseguiti sul server.
    Per esportare solo alcuni dati, fare clic su Advanced parameters e immettere il numero di righe da esportare nel campo appropriato.
  • È possibile creare un'esportazione differenziale per esportare solo i record modificati dall'ultima esecuzione. A tal fine, fare clic sul Advanced parameters collegamento, quindi fare clic sulla Differential export scheda, quindi selezionare Activate differential export .
    È necessario immettere la data dell'ultima modifica. Può essere recuperato da un campo o calcolato.

Passaggio 3 - Definizione del formato di output

Selezionare un formato di output per il file di esportazione. È possibile utilizzare i seguenti formati: testo, testo a colonna fissa, CSV e XML.
  • Per Text il formato, selezionare i delimitatori per separare le colonne (tabulazioni, virgole, punti e virgola o punti e virgola personalizzati) e le stringhe (virgolette singole o doppie o nessuna).
  • Per text e CSV , potete selezionare l'opzione Use first lines as column titles .
  • Indica il formato della data e il formato del numero. A tale scopo, fare clic sul Edit pulsante relativo al campo in questione e utilizzare l'editor.
  • Per i campi contenenti valori enumerati, è possibile selezionare Export labels instead of internal values of enumerations . Ad esempio, il titolo può essere memorizzato nel modulo 1=Sig. , 2=Miss , 3=Sig.ra . Se questa opzione è selezionata, Sig. , Miss e Sig. verranno esportati.

Passaggio 4 - Selezione dei dati

Selezionare i campi da esportare. Per eseguire questa operazione:
  1. Fare doppio clic sui campi desiderati nell' Available fields elenco per aggiungerli alla Output columns sezione.
  2. Utilizzare le frecce a destra dell'elenco per definire l'ordine dei campi nel file di output.
  3. Fare clic sul Add pulsante per attivare le funzioni. Per ulteriori informazioni, vedere Elenco delle funzioni .

Passaggio 5 - Ordinamento delle colonne

Selezionare l'ordine di ordinamento delle colonne.

Passaggio 6 - Condizioni filtro

Potete aggiungere condizioni di filtro per evitare di esportare tutti i dati. La configurazione di questo filtro è la stessa del targeting del destinatario nella procedura guidata di consegna. Fare riferimento a questa pagina .

Passaggio 7 - Formattazione dei dati

È possibile modificare l'ordine e l'etichetta dei campi per il file di output e applicare trasformazioni ai dati di origine.
  • Per modificare l’ordine delle colonne da esportare, selezionare la colonna interessata e utilizzare le frecce blu a destra della tabella.
  • Per modificare l'etichetta di un campo, fare clic nella cella della Label colonna che corrisponde al campo da modificare e immettere la nuova etichetta. Premere Invio sulla tastiera per confermare.
  • Per applicare una trasformazione di maiuscole e minuscole al contenuto di un campo, selezionatelo dalla Transformation colonna. Potete selezionare:
    • Passa alla lettera minuscola
    • Passa al maiuscolo
    • Prima lettera in maiuscolo
  • Fate clic Add a calculated field per creare un nuovo campo calcolato (ad esempio, una colonna contenente il cognome + il nome). Per ulteriori informazioni, vedere Campi Campi calcolati calcolati.
Se state esportando una raccolta di elementi (ad esempio, iscrizioni dei destinatari, elenchi a cui appartengono, ecc.), dovete specificare il numero di elementi nella raccolta che desiderate esportare.

Passaggio 8 - Anteprima dati

Fate clic Start the preview of the data per un'anteprima del risultato dell'esportazione. Per impostazione predefinita, vengono visualizzate le prime 200 righe. Per modificare questo valore, fare clic sulle frecce a destra del Lines to display campo.
Fare clic sulle schede nella parte inferiore della procedura guidata per passare dall'anteprima dei risultati in colonne ai risultati in XML. È inoltre possibile visualizzare le query SQL generate.

Passaggio 9 - Avvio dell'esportazione

Fare clic Start per avviare l'esportazione dei dati.

Esportazione di dati tramite un flusso di lavoro

I flussi di lavoro possono essere un modo utile per automatizzare alcuni dei processi di esportazione o per esportare insiemi precisi di dati dopo aver utilizzato alcune delle attività di gestione dei dati disponibili per trasformare i dati.
Per ulteriori informazioni sull'esportazione di dati da un flusso di lavoro, consultare questa sezione .