Show Menu
ARGOMENTI×

Creazione della direct mailing

La creazione di una consegna direct mailing è molto simile alla creazione di un’e-mail regolare. I passaggi seguenti descrivono la configurazione specifica di questo canale. Per ulteriori informazioni sulle altre opzioni, consulta Creazione di un’e-mail .
  1. Crea una nuova direct mailing. Puoi crearne una dalla pagina Home di Adobe Campaign, in una campagna o in un elenco di attività di marketing .
    Puoi anche aggiungere un’attività di direct mailing in un flusso di lavoro. Per ulteriori informazioni, consulta la guida Flussi di lavoro .
  2. Scegli il modello di Direct mail preconfigurato o uno dei modelli personalizzati. Per ulteriori informazioni sui modelli, consulta la sezione Gestione dei modelli .
  3. Immetti le proprietà generali della consegna.
  4. Definisci il pubblico da includere nel file di estrazione, nonché i profili di test e di trappola. Consulta Definizione del pubblico della direct mailing .
    La definizione del pubblico è molto simile alla definizione del pubblico di un’e-mail regolare. Consulta Creazione di tipi di pubblico .
  5. Modifica il contenuto del file: colonne da includere per ciascun profilo, struttura del file, intestazione e piè di pagina. Consulta Definizione del contenuto della direct mailing .
  6. Fai clic sulla sezione Schedule del dashboard di consegna per definire la data di contatto. Per la direct mailing, la data di contatto è obbligatoria. Per ulteriori informazioni, consulta pianificazione dell’invio .
  7. Se hai aggiunto dei profili di test (consulta Aggiunta di profili di test e di trappola ), puoi testare la consegna prima di preparare il file finale. Ciò ti consente di creare un file campione contenente solo i profili di test selezionati.
    Fai clic su Test per generare il file campione. Fai clic su Summary , nell’angolo in alto a sinistra, quindi seleziona Proofs . Nella parte sinistra della schermata, seleziona la bozza e fai clic su Download file .
    Il ruolo Export è necessario per consentire ad Adobe Campaign di esportare il file e renderlo disponibile per il download. Contatta l’amministratore.
  8. Una volta definiti il contenuto, il pubblico e la data di contatto della consegna, fai clic sul pulsante Prepare , nel dashboard di consegna.
    Le regole di tipologia vengono applicate. Ad esempio, tutti gli indirizzi postali non specificati sono esclusi dal target. Per questo motivo, accertati di aver selezionato la casella Address specified nelle informazioni dei profili (consulta Raccomandazioni ). Se hai definito un Maximum volume of message nelle proprietà della direct mailing o a livello di modello, sarà applicato anche qui.
    Puoi impostare regole di affaticamento globali cross-channel che escludono automaticamente i profili sollecitati eccessivamente dalle campagne. Consulta Regole di affaticamento .
  9. Fai clic su Explore file per visualizzare in anteprima le prime 100 righe del file.
    Il file completo è accessibile per il download locale nella parte sinistra della schermata. Il download del file genera una voce di log nel menu Export audits . Per ulteriori informazioni sui controlli delle esportazioni, consulta la sezione Controllo delle esportazioni .
    Il ruolo Export è necessario per consentire ad Adobe Campaign di esportare il file e renderlo disponibile per il download. Contatta l’amministratore.
    Per modificare il contenuto della consegna, è sufficiente fare clic sul pulsante Regenerate file per tenere conto della modifica. Non è necessario eseguire nuovamente la preparazione.
  10. Per confermare che il file è definitivo, fai clic su Confirm nel dashboard di consegna.
Ora puoi inviare il file di estrazione al provider della direct mailing. A tal fine, sono disponibili diverse opzioni:
  • Inviarla tramite e-mail regolare, con il file allegato
  • Inviarla tramite Campaign: esegui la direct mailing in un flusso di lavoro della campagna e aggiungi un Transfer file per inviare il file, ad esempio tramite FTP. Consulta Trasferire file .
Il provider recupera l'elenco degli indirizzi errati e invia queste informazioni a Adobe Campaign, che aggiunge automaticamente al elenco Bloccati gli indirizzi errati. Consulta Rendi al mittente .