Show Menu
ARGOMENTI×

Configurazione di una pagina di destinazione

Conferma invio pagina di destinazione

Quando una pagina di destinazione viene inviata da un visitatore, potete configurare le azioni attivate. Per eseguire questa operazione:
  1. Modificate le proprietà della pagina di destinazione a cui accedete tramite l’ icona nel dashboard della pagina di destinazione e visualizzate i Job parametri.
  2. Nella Specific actions sezione , selezionare Start sending message per determinare l'invio di un messaggio automatico, ad esempio per confermare l'iscrizione a un servizio. È quindi necessario selezionare un modello di consegna e-mail.
    Se a livello di servizio è già configurato un messaggio di conferma, non selezionarne uno in questa schermata per evitare l'invio di più messaggi di conferma. Fare riferimento a Configurare un servizio .
  3. Crea Additional data per abilitare la memorizzazione di dati aggiuntivi durante l'invio della pagina di destinazione. Questi dati non sono visibili agli utenti che visitano la pagina. Vengono presi in considerazione solo i valori costanti.

Collegamento di una pagina di destinazione a un servizio

È possibile collegare un modulo a un servizio in modo che i profili possano sottoscrivere un servizio specifico durante la convalida delle pagine di destinazione.
I parametri per collegare una pagina di destinazione consentono di specificare il tipo di azione eseguita e se la pagina di destinazione è specificamente collegata a un singolo servizio o se è generica.
Per selezionare il servizio da collegare, è necessario:
  1. Modificate le proprietà della pagina di destinazione a cui accedete tramite l’ icona nel dashboard della pagina di destinazione e visualizzate i Job parametri.
  2. Scegli Subscription nell'elenco a Specific actions discesa.
  3. Selezionate Specific service per collegare la pagina di destinazione a un singolo servizio. Non selezionate questa opzione se desiderate utilizzare diversi servizi con la pagina di destinazione.
    Utilizzate l' Specified service in the URL opzione per consentire l'utilizzo della pagina di destinazione per diversi servizi. È pertanto necessario fare riferimento alla pagina di destinazione al momento della configurazione del servizio.

Impostazione delle autorizzazioni e precaricamento dei dati

L'accesso a una pagina di destinazione può essere limitato ai visitatori identificati, che provengono da un collegamento in un messaggio inviato da Campaign, ad esempio, o a una specifica unità organizzativa. Nel caso di visitatori identificati, potete precaricare i loro dati nella pagina di destinazione. Per eseguire questa operazione:
  1. Modificate le proprietà della pagina di destinazione a cui accedete tramite l’ icona nel dashboard della pagina di destinazione e visualizzate i Access & loading parametri.
  2. Selezionare Preload visitor data .
    Se un visitatore della pagina corrisponde a un profilo nel database, i suoi dati vengono visualizzati nei campi del modulo che sono mappati con i dati del database e vengono presi in considerazione gli elementi di personalizzazione della pagina di destinazione.
È inoltre possibile:
  • Utilizzate i parametri URL per identificare i visitatori, utilizzando l' Authorize visitor identification via URL parameters opzione: quindi dovete scegliere il tasto di caricamento e mappare i parametri del filtro con i parametri dell'URL corrispondente.
  • Autorizzate qualsiasi visitatore ad accedere alla pagina di destinazione utilizzando l' Authorize unidentified visitors opzione.
Le pagine di destinazione possono essere collegate a un’unità organizzativa. In questo modo verrà definito l'accesso degli utenti alle diverse pagine di destinazione. Per assegnare un'unità organizzativa:
  1. Accedete alle proprietà della pagina di destinazione tramite l’ Edit properties icona .
  2. Spiega il Access authorization .
  3. Fare clic sul menu a discesa e selezionare l'unità organizzativa. Per ulteriori informazioni sulla creazione di un'unità organizzativa, consultare questa pagina .
  4. I Created by , Access authorization e Last modified i campi vengono completati automaticamente.
  5. Fate clic Confirm quindi Save .
Ora è possibile accedere alla pagina di destinazione e gestirla solo dagli utenti nell’unità organizzativa selezionata.

Impostazione di Google reCAPTCHA

È possibile impostare Google reCAPTCHA V3 con la pagina di destinazione per proteggerlo dallo spam e dagli abusi causati dai bot. Per poterlo usare con la pagina di destinazione, dovete innanzitutto creare un account esterno. Per ulteriori informazioni su come configurarlo, consulta questa sezione .
Una volta configurato il tuo account esterno Google reCAPTCHA V3, puoi aggiungerlo alla pagina di destinazione:
  1. Prima di pubblicare la pagina di destinazione, accedete alle proprietà della pagina a cui si accede tramite l’ icona dal dashboard della pagina di destinazione.
  2. Aprite il Access & loading menu.
  3. Selezionare l' Use reCAPTCHA to protect your site from spam and abuse opzione.
  4. Selezionate l'account esterno Google reCAPTCHA creato in precedenza.
  5. Click Confirm .
La pagina di destinazione è ora configurata con Google reCAPTCHA, visibile nella parte inferiore della pagina.
Google reCAPTCHA restituirà quindi un punteggio basato sulle interazioni degli utenti con la pagina. Per verificare il punteggio, collegatevi alla console di amministrazione di Google.