Show Menu
ARGOMENTI×

Progettazione di una pagina di destinazione

Informazioni sulla progettazione del contenuto della pagina di destinazione

Le pagine di destinazione vengono create come qualsiasi attività di marketing.
Durante la progettazione di una pagina di destinazione, è necessario definire il contenuto della pagina stessa, la pagina di conferma e la pagina di errore. Utilizzate lo switcher sotto la barra delle azioni per visualizzare e configurare ciascuna di queste pagine.
Il contenuto delle pagine di destinazione è progettato tramite l'editor di contenuti di Campaign.
Se l'istanza è stata installata prima della release di Adobe Campaign Standard 19.0, potete comunque accedere all'editor dei contenuti dell'e-mail legacy. L’interfaccia, i principi di utilizzo e configurazione sono principalmente gli stessi descritti di seguito per le pagine di destinazione. Tuttavia, tutte le funzioni potrebbero non essere disponibili o mantenute nell’editor dei contenuti e-mail legacy, che è diventato obsoleto a partire dalla versione 19.0. Per modificare rapidamente il contenuto delle e-mail mediante un'interfaccia a trascinamento con funzioni estese, utilizzare Email Designer .
Questa pagina descrive le specificità dell’editor dei contenuti della pagina di destinazione. Per ulteriori informazioni sulle azioni comuni a una o più attività di marketing, consulta queste sezioni dalla guida Progettazione del contenuto delle e-mail:
Se la pagina di destinazione è già predefinita in formato HTML, potete importarla direttamente utilizzando il Change content pulsante.
Prima di importare una pagina HTML in Adobe Campaign, accertatevi che si apra e venga visualizzata correttamente nei vari browser. Se la pagina HTML contiene script JavaScript, questi devono essere eseguiti senza errori all'esterno dell'editor. In generale, evitare di utilizzare gli script nel contenuto dei messaggi per essere certi che vengano elaborati correttamente dai client e-mail.

Interfaccia dell'editor del contenuto della pagina di destinazione

L'editor del contenuto della pagina di destinazione consente di definire, modificare e personalizzare facilmente il contenuto in Adobe Campaign. Per accedervi, fate clic sul Content blocco in una dashboard della pagina di destinazione.
L'editor dei contenuti è organizzato in tre diverse sezioni. Queste sezioni consentono di visualizzare e modificare il contenuto.
  1. La palette a sinistra dello schermo consente di modificare le opzioni generali collegate a un blocco selezionato. Le opzioni che è possibile modificare sono: colore di sfondo, bordo, allineamento del testo, condizione di visibilità, ecc. Consultate Inserimento di un campo di personalizzazione.
  2. La barra delle azioni contiene le opzioni generali per la pagina. Potete selezionare un modello e modificare la modalità di visualizzazione.
  3. La zona di modifica principale consente di interagire direttamente con il contenuto tramite la barra degli strumenti contestuale: inserire un collegamento in un'immagine, modificare il font, eliminare un campo e così via.
La barra delle azioni contiene diversi pulsanti che consentono di interagire con il contenuto in fase di creazione.
Icona Nome pulsante Canale Descrizione
Modifica del contenuto Pagina di destinazione ed e-mail Consente di selezionare il contenuto out-of-the-box o importare il proprio contenuto HTML. Fare riferimento a Caricamento di un contenuto esistente.
Annulla Tutto Annulla l’ultima azione eseguita.
Ripristina Tutto Ripristina l’ultima azione annullata.
Mostra blocchi Pagina di destinazione ed e-mail Consente di visualizzare le caselle intorno ai blocchi di contenuto (corrisponde al tag <div> HTML).
Mostra origine Pagina di destinazione ed e-mail Consente di visualizzare il codice sorgente HTML della pagina.
La barra degli strumenti è un elemento contestuale dell’interfaccia dell’editor che offre diverse funzionalità a seconda della zona selezionata. Contiene pulsanti di azione e pulsanti che consentono di modificare lo stile del testo. Le modifiche effettuate si applicano sempre alla zona selezionata. Dopo aver selezionato un blocco, è possibile eliminarlo o duplicarlo, ad esempio. Dopo aver selezionato il testo all’interno di un blocco, è possibile convertirlo in un collegamento o renderlo in grassetto.
Alcune funzioni della barra degli strumenti consentono di formattare il contenuto HTML. Tuttavia, se la pagina contiene un foglio di stile CSS, le istruzioni del foglio di stile potrebbero risultare prioritarie rispetto alle istruzioni specificate tramite la barra degli strumenti.
Icona Nome pulsante Contesto Descrizione
Collegamento a un URL esterno Qualsiasi elemento Consente di aggiungere un collegamento a un URL. I dettagli sulla configurazione di un collegamento sono riportati nella sezione Inserimento di un collegamento .
Collegamento a una pagina di destinazione Qualsiasi elemento Consente di accedere a una pagina di destinazione di Adobe Campaign. I dettagli sulla configurazione di un collegamento sono riportati nella sezione Inserimento di un collegamento .
Collegamento iscrizione Qualsiasi elemento Consente di inserire un collegamento di iscrizione al servizio. I dettagli sulla configurazione di un collegamento sono riportati nella sezione Inserimento di un collegamento .
Collegamento di annullamento sottoscrizione Qualsiasi elemento Consente di inserire un collegamento per l’annullamento dell’iscrizione di un servizio. I dettagli sulla configurazione di un collegamento sono riportati nella sezione Inserimento di un collegamento .
Rimuovi collegamento Collegamento Consente di eliminare il collegamento, così come tutte le configurazioni ad esso collegate, dopo la conferma.
Inserire un campo di personalizzazione Elemento testo Consente di aggiungere al contenuto un campo dal database. Fare riferimento a Inserimento di un campo di personalizzazione.
Inserire un blocco di contenuto Elemento testo Consente di aggiungere un blocco di personalizzazione al contenuto. Fare riferimento a Aggiunta di un blocco di contenuto.
Abilita contenuto dinamico Elemento testo Consente di inserire contenuto dinamico nel contenuto. Fare riferimento a Definizione del contenuto dinamico.
Disattivazione del contenuto dinamico Elemento testo Consente di eliminare il contenuto dinamico.
Ingrandisci font Elemento testo Aumenta le dimensioni del testo selezionato (aggiunge <span style="font-size:"> ).
Ridurre il font Elemento testo Riduce la dimensione del testo selezionato (aggiunge <span style="font-size:"> ).
Grassetto Elemento testo Aggiunge lo stile grassetto al testo selezionato (applica al testo i tag <strong> </strong> ).
Corsivo Elemento testo Aggiunge lo stile corsivo al testo selezionato (applica al testo i <em> </em> tag).
Sottolineato Elemento testo Sottolinea il testo selezionato (racchiude il testo selezionato con <span style="text-decoration: underline;"> tag).
Cambia colore di sfondo Elemento testo Consente di modificare il colore di sfondo del blocco selezionato (aggiunge style="background-color: rgba(170, 86, 255, 0.87).
Cambia colore font Elemento testo Consente di modificare il colore di tutto il testo nel blocco o solo del testo selezionato nel blocco ( <span style="color: #56ff56;"> ).
Immagine Blocco contenente un'immagine Consente di inserire un'immagine da un file salvato localmente.
Elimina Qualsiasi blocco Elimina il blocco e il relativo contenuto.
Duplica Qualsiasi blocco Duplica il blocco, inclusi eventuali stili ad esso collegati.

Gestione della struttura e dello stile della pagina di destinazione

Gestione dei blocchi nell’editor dei contenuti

I diversi elementi di contenuto HTML vengono visualizzati nella pagina di destinazione come blocchi, corrispondenti al tag <div> </div> . Selezionare un blocco per interagire con esso. Sarà quindi circondata da una scatola blu.
Se è selezionato un blocco, gli oggetti principali dell'elemento HTML corrispondente verranno visualizzati in una breadcrumb situata nella parte inferiore della zona di modifica.
Quando il mouse passa sopra uno degli elementi di breadcrumb, l'elemento interessato viene evidenziato. È quindi possibile spostarsi facilmente tra i diversi blocchi e selezionare esattamente l'elemento HTML da modificare.
Utilizzare le opzioni della palette e della barra degli strumenti contestuale per modificare, eliminare o duplicare il blocco.
Per i blocchi contenenti testo, fare di nuovo clic nel blocco per attivare la modalità di modifica del testo. La cornice intorno al blocco diventa verde. Potete quindi selezionare o immettere del testo. Utilizzare le opzioni della palette e della barra degli strumenti contestuale per aggiungere un collegamento o modificare la formattazione del testo.
Parametri definiti per un elemento in un blocco (collegamenti, campi di personalizzazione, blocchi di contenuto, ecc.) può essere modificato in qualsiasi momento dalla palette.

Aggiunta di un bordo e uno sfondo nell'editor contenuti

È inoltre possibile definire un colore di sfondo selezionando un colore dal grafico. Questo colore viene applicato al blocco selezionato.
È possibile aggiungere un bordo al blocco selezionato.

Modifica dello stile del testo nell’editor del contenuto

Per modificare lo stile del testo, è necessario fare clic all'interno di un blocco di testo.
Per modificare l'allineamento del testo, selezionare una delle tre icone seguenti nella palette a sinistra:
  • Allinea a sinistra : allinea il testo a sinistra del blocco selezionato (aggiunge stile="text-align: left;").
  • Centro : centra il testo nel blocco selezionato (aggiunge stile="text-align: center;").
  • Allinea a destra : allinea il testo a destra del blocco selezionato (aggiunge stile="text-align: right;").
È inoltre possibile utilizzare la barra degli strumenti per modificare gli attributi del font: adattare le dimensioni del font, rendere il testo in grassetto o corsivo, sottolineare o modificare il colore del testo. Fare riferimento a questa sezione .

Inserimento di immagini in una pagina di destinazione

  1. Nel contenuto di una pagina di destinazione, selezionate un blocco contenente un’immagine.
  2. Selezionare il Insert pulsante.
  3. Scegliere Local image dalla barra degli strumenti contestuale.
  4. Selezionare un file.
  5. Regolate le proprietà dell’immagine in base alle esigenze.

Definizione del contenuto dinamico in una pagina di destinazione

Per definire il contenuto dinamico in una pagina di destinazione, selezionate un blocco utilizzando la breadcrumb o facendo clic direttamente su un elemento.
Alcuni blocchi, come le immagini, non possono essere selezionati direttamente. In questo caso, selezionare il blocco principale utilizzando la breadcrumb. Potete quindi modificare tutti gli elementi inclusi in questo elemento padre, incluse le immagini. La condizione verrà applicata a tutti gli elementi secondari all'interno del blocco principale.
La breadcrumb viene presentata nella sezione Gestione dei blocchi .
I passaggi successivi per definire il contenuto dinamico in una pagina di destinazione sono simili ai passaggi da seguire per un messaggio e-mail. Vedere questa sezione .
Se un elemento variante è evidenziato in rosso, significa che non è ancora stata definita un'espressione.
È possibile spostarsi tra i diversi contenuti dinamici di un blocco. Per eseguire questa operazione:
  1. Selezionare il blocco.
    Le frecce sono visualizzate sui lati destro e sinistro dell’immagine.
  2. Fate clic sulla freccia destra per sfogliare i contenuti dinamici disponibili.
    Le frecce su ciascun lato si attenuano a seconda che sia stato raggiunto l'ultimo o il primo contenuto dinamico disponibile.
  3. Per eliminare tutte le condizioni applicate a un blocco, selezionarlo e fare clic sull' Disable dynamic content icona.
  4. Selezionate il contenuto dinamico da mantenere.
Nella palette:
  • I contenuti con un'espressione immessa non sono più evidenziati in rosso, ma sono visualizzati in grigio.
  • Il contenuto attualmente selezionato viene visualizzato in blu.

Conferma invio pagina di destinazione

Quando una pagina di destinazione viene inviata da un visitatore, potete configurare le azioni attivate. Per eseguire questa operazione:
  1. Modificate le proprietà della pagina di destinazione a cui accedete tramite l’ icona nel dashboard della pagina di destinazione e visualizzate i Job parametri.
  2. Nella Specific actions sezione , selezionare Start sending message per determinare l'invio di un messaggio automatico, ad esempio per confermare l'iscrizione a un servizio. È quindi necessario selezionare un modello di consegna e-mail.
    Se a livello di servizio è già configurato un messaggio di conferma, non selezionarne uno in questa schermata per evitare l'invio di più messaggi di conferma. Fare riferimento a Configurare un servizio .
  3. Crea Additional data per abilitare la memorizzazione di dati aggiuntivi durante l'invio della pagina di destinazione. Questi dati non sono visibili agli utenti che visitano la pagina. Vengono presi in considerazione solo i valori costanti.

Impostazione delle autorizzazioni e precaricamento dei dati

L'accesso a una pagina di destinazione può essere limitato ai visitatori identificati, che provengono da un collegamento in un messaggio inviato da Campaign, ad esempio, o a una specifica unità organizzativa. Nel caso di visitatori identificati, potete precaricare i loro dati nella pagina di destinazione. Per eseguire questa operazione:
  1. Modificate le proprietà della pagina di destinazione a cui accedete tramite l’ icona nel dashboard della pagina di destinazione e visualizzate i Access & loading parametri.
  2. Selezionare Preload visitor data .
    Se un visitatore della pagina corrisponde a un profilo nel database, i suoi dati vengono visualizzati nei campi del modulo che sono mappati con i dati del database e vengono presi in considerazione gli elementi di personalizzazione della pagina di destinazione.
È inoltre possibile:
  • Utilizzate i parametri URL per identificare i visitatori, utilizzando l' Authorize visitor identification via URL parameters opzione: quindi dovete scegliere il tasto di caricamento e mappare i parametri del filtro con i parametri dell'URL corrispondente.
  • Autorizzate qualsiasi visitatore ad accedere alla pagina di destinazione utilizzando l' Authorize unidentified visitors opzione.
Le pagine di destinazione possono essere collegate a un’unità organizzativa. In questo modo verrà definito l'accesso degli utenti alle diverse pagine di destinazione. Per assegnare un'unità organizzativa:
  1. Accedete alle proprietà della pagina di destinazione tramite l’ Edit properties icona .
  2. Spiega il Access authorization .
  3. Fare clic sul menu a discesa e selezionare l'unità organizzativa. Per ulteriori informazioni sulla creazione di un'unità organizzativa, consultare questa pagina .
  4. I Created by , Access authorization e Last modified i campi vengono completati automaticamente.
  5. Fate clic Confirm quindi Save .
Ora è possibile accedere alla pagina di destinazione e gestirla solo dagli utenti nell’unità organizzativa selezionata.

Impostazione di Google reCAPTCHA

È possibile impostare Google reCAPTCHA V3 con la pagina di destinazione per proteggerlo dallo spam e dagli abusi causati dai bot. Per poterlo usare con la pagina di destinazione, dovete innanzitutto creare un account esterno. Per ulteriori informazioni su come configurarlo, consulta questa sezione .
Una volta configurato il tuo account esterno Google reCAPTCHA V3, puoi aggiungerlo alla pagina di destinazione:
  1. Prima di pubblicare la pagina di destinazione, accedete alle proprietà della pagina a cui si accede tramite l’ icona dal dashboard della pagina di destinazione.
  2. Aprite il Access & loading menu.
  3. Selezionare l' Use reCAPTCHA to protect your site from spam and abuse opzione.
  4. Selezionate l'account esterno Google reCAPTCHA creato in precedenza.
  5. Click Confirm .
La pagina di destinazione è ora configurata con Google reCAPTCHA, visibile nella parte inferiore della pagina.
Google reCAPTCHA restituirà quindi un punteggio basato sulle interazioni degli utenti con la pagina. Per verificare il punteggio, collegatevi alla console di amministrazione di Google.