Show Menu
ARGOMENTI×

Caso d’uso

Il caso d’uso seguente mostra come chiamare il flusso di lavoro con i parametri all’interno dei flussi di lavoro.
L'obiettivo è attivare un flusso di lavoro da una chiamata API con parametri esterni. Questo flusso di lavoro caricherà i dati nel database da un file e creerà un'audience associata. Una volta creata l'audience, verrà attivato un secondo flusso di lavoro per inviare un messaggio personalizzato con i parametri esterni definiti nella chiamata API.
Per eseguire questo caso di utilizzo, è necessario eseguire le azioni seguenti:
  1. Eseguite una chiamata API per attivare Workflow 1 con parametri esterni. Vedere Passaggio 1: Configurazione della chiamata API.
  2. Crea flusso di lavoro 1 : il flusso di lavoro trasferirà un file e lo caricherà nel database. Quindi, verrà verificato se i dati sono vuoti o meno e alla fine salverà i profili in un'audience. Infine, attiverà Workflow 2. Vedere Passaggio 2: Configurazione del flusso di lavoro 1 .
  3. Crea flusso di lavoro 2 : il flusso di lavoro leggerà l'audience creata nel Flusso di lavoro 1, quindi invierà un messaggio personalizzato ai profili, con un codice del segmento personalizzato con i parametri. Vedere Passaggio 3: Configurazione del flusso di lavoro 2 .

Prerequisiti

Prima di configurare i flussi di lavoro, è necessario creare i flussi di lavoro 1 e 2 con un' External signal attività in ciascuno di essi. In questo modo, potrai eseguire il targeting di queste attività di segnale quando chiami i flussi di lavoro.

Passaggio 1: Configurazione della chiamata API

Effettuare una chiamata API per attivare Workflow 1 con i parametri. Per ulteriori informazioni sulla sintassi delle chiamate API, consulta la documentazione sulle API REST Campaign Standard.
Nel nostro caso, vogliamo chiamare il flusso di lavoro con i parametri seguenti:
  • fileToTarget : il nome del file da importare nel database.
  • discountDesc : la descrizione che vogliamo visualizzare nella consegna per lo sconto.
-X POST https://mc.adobe.io/<ORGANIZATION>/campaign/<TRIGGER_URL>
-H 'Authorization: Bearer <ACCESS_TOKEN>' 
-H 'Cache-Control: no-cache' 
-H 'X-Api-Key: <API_KEY>' 
-H 'Content-Type: application/json;charset=utf-8' 
-H 'Content-Length:79' 
-i
-d {
-d "source:":"API",
-d "parameters":{
-d "fileToTarget":"profile.txt",
-d "discountDesc":"Running shoes"
-d } 

Passaggio 2: Configurazione del flusso di lavoro 1

Il flusso di lavoro 1 verrà creato come segue:
  • External signal activity: dove i parametri esterni devono essere dichiarati per essere utilizzati nel flusso di lavoro.
  • Transfer file activity: importa il file con il nome definito nei parametri.
  • Load file activity: carica i dati dal file importato nel database.
  • Update data activity: inserire o aggiornare il database con i dati del file importato.
  • Test activity: verifica se sono presenti dati importati.
  • Save audience activity: se il file contiene dei dati, salva i profili in un'audience.
  • End activity activity: chiama Workflow 2 con i parametri che si desidera utilizzare al suo interno.
Per configurare il flusso di lavoro, effettuate le seguenti operazioni:
  1. Dichiarare i parametri definiti nella chiamata API. A questo scopo, aprite l' External signal attività, quindi aggiungete i nomi e i tipi dei parametri.
  2. Aggiungete un' Transfer file attività per importare i dati nel database. A tale scopo, trascinate l'attività, apritela, quindi selezionate la Protocol scheda.
  3. Selezionate l' Use a dynamic file path opzione, quindi utilizzate il parametro fileToTarget come file da trasferire:
    $(vars/@fileToTarget)
    
    
  4. Caricate i dati dal file nel database.
    A tal fine, trascinate un' Load file attività nel flusso di lavoro, quindi configuratela in base alle vostre esigenze.
  5. Inserite e aggiornate il database con i dati del file importato.
    A tal fine, trascinate un' Update data attività, quindi selezionate la Identification scheda per aggiungere un criterio di riconciliazione (nel nostro caso, il campo e-mail ).
  6. Selezionate la Fields to update scheda, quindi specificate i campi da aggiornare nel database (nel nostro caso, i campi first name e email ).
  7. Verificate se i dati vengono recuperati dal file. A tal fine, trascinate un' Test attività nel flusso di lavoro, quindi fate clic sul Add an element pulsante per aggiungere una condizione.
  8. Assegnare un nome e definire la condizione. Nel nostro caso, vogliamo verificare se la transizione in uscita contiene dati con la sintassi seguente:
    $long(vars/@recCount)>0
    
    
  9. Se i dati vengono recuperati, salvarli in un'audience. A questo scopo, aggiungete un' Save audience attività alla transizione Target non vuota , quindi apritela.
  10. Selezionate l' Use a dynamic label opzione, quindi utilizzate il parametro fileToTarget come etichetta dell'audience:
    $(vars/@fileToTarget)
    
    
  11. Trascina e rilascia un' End attività che chiamerà Flusso di lavoro 2 con i parametri, quindi aprila.
  12. Selezionate la External signal scheda, quindi specificate il flusso di lavoro da attivare e l'attività del segnale associata.
  13. Definite i parametri che desiderate utilizzare in Workflow 2 e i relativi valori associati.
    Nel nostro caso, vogliamo trasmettere i parametri originariamente definiti nella chiamata API ( fileToTarget e scontoDesc ), e un parametro aggiuntivo segmentCode con un valore costante ("sconto del 20%").
Il flusso di lavoro 1 è configurato. È ora possibile generare il flusso di lavoro 2. Per ulteriori informazioni al riguardo, consulta questa sezione .

Passaggio 3: Configurazione del flusso di lavoro 2

Il flusso di lavoro 2 verrà creato come segue:
  • External signal activity: dove i parametri devono essere dichiarati per essere utilizzati nel flusso di lavoro.
  • Read audience activity: legge il pubblico salvato nel Flusso di lavoro 1.
  • Email delivery activity: invia un messaggio ricorrente all'audience di destinazione, personalizzato con parametri.
Per configurare il flusso di lavoro, effettuate le seguenti operazioni:
  1. Dichiarare i parametri definiti nel Flusso di lavoro 1.
    A tal fine, aprite l' External signal attività, quindi aggiungete il nome e il tipo di ogni parametro definito nell' End attività del Flusso di lavoro 1.
  2. Utilizza l'audience salvata nel Flusso di lavoro 1. A questo scopo, trascinate un' Read audience attività nel flusso di lavoro, quindi apritela.
  3. Selezionate l' Use a dynamic audience opzione, quindi utilizzate il parametro fileToTarget come nome dell'audience da leggere:
    $(vars/@fileToTarget)
    
    
  4. Denominate la transizione in uscita in base al parametro segmentCode .
    To do this, select the Transition tab, then the Use a dynamic segment code option.
  5. Utilizzate il parametro segmentCode come nome della transizione in uscita:
    $(vars/@segmentCode)
    
    
  6. Trascinate e rilasciate un' Email delivery attività per inviare un messaggio all'audience.
  7. Identificare i parametri da utilizzare nel messaggio per personalizzare con il parametro scontoDesc . A questo scopo, aprite le opzioni avanzate dell'attività, quindi aggiungete il nome e il valore del parametro.
  8. Ora puoi configurare il messaggio. Aprite l'attività, quindi selezionate Recurring email .
  9. Selezionate il modello da usare, quindi definite le proprietà dell’e-mail in base alle vostre esigenze.
  10. Utilizzate il parametro scontoDesc come campo di personalizzazione. A questo scopo, selezionatelo dall’elenco dei campi di personalizzazione.
  11. Ora puoi completare la configurazione del messaggio e inviarlo come di consueto.

Esecuzione dei flussi di lavoro

Una volta generati i flussi di lavoro, puoi eseguirli. Assicurati che i due flussi di lavoro siano avviati prima di eseguire la chiamata API.