Show Menu
ARGOMENTI×

Best practice di importazione

Ricorda i limiti di archiviazione SFTP, archiviazione DB e profilo attivo in base al contratto AdobeCampaign quando utilizzi questa funzionalità.
Essere cauti e seguire le poche semplici regole descritte di seguito aiuterà molto a garantire la coerenza dei dati all'interno del database e ad evitare errori comuni durante l'aggiornamento del database o le esportazioni di dati.

Utilizzo dei modelli di importazione

La maggior parte dei flussi di lavoro di importazione deve contenere le seguenti attività: Load file , Reconciliation , Segmentation , Deduplication , Update data .
Utilizzando i modelli di importazione è molto comodo preparare importazioni simili e garantire la coerenza dei dati all'interno del database.
In molti progetti, le importazioni vengono create senza Deduplication attività perché i file utilizzati nel progetto non hanno duplicati. Talvolta i duplicati vengono visualizzati durante l’importazione di file diversi. La deduplicazione è quindi difficile. Pertanto, un passaggio di deduplicazione è una buona precauzione in tutti i flussi di lavoro di importazione.
Non basarsi sul presupposto che i dati in arrivo siano coerenti e corretti o che il reparto IT o il supervisore Adobe Campaign se ne occuperanno. Durante il progetto, tenere presente la pulizia dei dati. Deduplicare, riconciliare e mantenere la coerenza quando si importano i dati.
Un esempio di modello di flusso di lavoro generico progettato per l'importazione di dati è disponibile in Esempio: Importa sezione modello flusso di lavoro.
Potete anche utilizzare i modelli di importazione. Si tratta di modelli di workflow definiti da un amministratore che, una volta attivati, offrono solo la possibilità di specificare il file contenente i dati da importare.
Argomenti correlati:

Uso dei formati di file semplici

Il formato più efficiente per le importazioni è rappresentato dai file semplici. I file flat possono essere importati in modalità collettiva a livello di database.
Ad esempio:
  • Separatore: tabulazione o punto e virgola
  • Prima riga con intestazioni
  • Nessun delimitatore di stringa
  • Formato data: AAAA/MM/GG HH:mm:SS
Esempio di file da importare:
lastname;firstname;birthdate;email;crmID
Smith;Hayden;23/05/1989;hayden.smith@example.com;124365
Mars;Daniel;17/11/1987;dannymars@example.com;123545
Smith;Clara;08/02/1989;hayden.smith@example.com;124567
Durance;Allison;15/12/1978;allison.durance@example.com;120987

Utilizzo della compressione

Quando possibile, usate file ZIP per le importazioni e le esportazioni. GZIP è supportato per impostazione predefinita. È possibile aggiungere la pre-elaborazione durante l'importazione di file o la post-elaborazione durante l'estrazione di dati, rispettivamente nelle attività Load file e nei Extract file flussi di lavoro.
Argomenti correlati:

Importazione in modalità Delta

Le importazioni regolari devono essere effettuate in modalità delta. Ciò significa che solo i dati modificati o nuovi vengono inviati al Adobe Campaign , invece che all'intera tabella ogni volta.
Le importazioni complete devono essere utilizzate solo per il carico iniziale.

Mantenimento della coerenza

Per mantenere la coerenza dei dati nel database del Adobe Campaign , attenersi ai principi seguenti:
  • Se i dati importati corrispondono a una tabella di riferimento Adobe Campaign, è necessario riconciliarla con tale tabella nel flusso di lavoro. I record che non corrispondono devono essere rifiutati.
  • Assicurarsi che i dati importati siano sempre "normalizzati" (e-mail, numero di telefono, indirizzo e-mail diretto) e che la normalizzazione sia affidabile e non cambi nel corso degli anni. In caso contrario, è probabile che nel database vengano visualizzati dei duplicati, e dato che Adobe Campaign non fornisce strumenti per effettuare la corrispondenza "fuzzy", sarà molto difficile gestirli e rimuoverli.
  • I dati transazionali devono avere una chiave di riconciliazione e devono essere riconciliati con i dati esistenti al fine di evitare la creazione di duplicati.
  • Importa i file correlati in ordine . Se l’importazione è composta da più file che dipendono l’uno dall’altro, il flusso di lavoro deve verificare che i file vengano importati nell’ordine corretto. Quando un file ha esito negativo, gli altri file non vengono importati.
  • Deduplicare , riconciliare e mantenere la coerenza quando si importano i dati.