Show Menu
ARGOMENTI×

Importazione di dati

Raccolta di dati

Puoi raccogliere i dati da un file per elaborarlo e/o importarlo nel database Adobe Campaign.
  • L' Load file attività consente di importare i dati in un modulo strutturato per utilizzarli in Adobe Campaign. I dati vengono importati temporaneamente e un'altra attività è necessaria per integrarli definitivamente nel database Adobe Campaign.
  • L' Transfer file attività consente di ricevere o inviare file, verificare se sono presenti file o elencare file in Adobe Campaign.
    Potete utilizzare questa attività prima di un Load file caso in cui sia necessario recuperare il file da un'origine esterna.

Best practice di importazione

Essere cauti e seguire le poche semplici regole descritte di seguito aiuterà molto a garantire la coerenza dei dati all'interno del database e ad evitare errori comuni durante l'aggiornamento del database o le esportazioni di dati.

Utilizzo dei modelli di importazione

La maggior parte dei flussi di lavoro di importazione deve contenere le seguenti attività: Load file , Reconciliation , Segmentation , Deduplication , Update data .
Utilizzando i modelli di importazione è molto comodo preparare importazioni simili e garantire la coerenza dei dati all'interno del database.
In molti progetti, le importazioni vengono create senza Deduplication attività perché i file utilizzati nel progetto non hanno duplicati. Talvolta i duplicati vengono visualizzati durante l’importazione di file diversi. La deduplicazione è quindi difficile. Pertanto, un passaggio di deduplicazione è una buona precauzione in tutti i flussi di lavoro di importazione.
Non devi basarti sul presupposto che i dati in arrivo siano coerenti e corretti o che il reparto IT o il supervisore di Adobe Campaign se ne occuperanno. Durante il progetto, tenere presente la pulizia dei dati. Deduplicare, riconciliare e mantenere la coerenza quando si importano i dati.
Un esempio di modello di flusso di lavoro generico progettato per l'importazione di dati è disponibile in Esempio: Importa sezione modello flusso di lavoro.
Potete anche utilizzare i modelli di importazione. Si tratta di modelli di workflow definiti da un amministratore che, una volta attivati, offrono solo la possibilità di specificare il file contenente i dati da importare.

Uso dei formati di file semplici

Il formato più efficiente per le importazioni è rappresentato dai file semplici. I file flat possono essere importati in modalità collettiva a livello di database.
Ad esempio:
  • Separatore: tabulazione o punto e virgola
  • Prima riga con intestazioni
  • Nessun delimitatore di stringa
  • Formato data: AAAA/MM/GG HH:mm:SS
Esempio di file da importare:
lastname;firstname;birthdate;email;crmID
Smith;Hayden;23/05/1989;hayden.smith@example.com;124365
Mars;Daniel;17/11/1987;dannymars@example.com;123545
Smith;Clara;08/02/1989;hayden.smith@example.com;124567
Durance;Allison;15/12/1978;allison.durance@example.com;120987

Utilizzo della compressione

Quando possibile, usate file ZIP per le importazioni e le esportazioni. GZIP è supportato per impostazione predefinita. È possibile aggiungere la pre-elaborazione durante l'importazione di file o la post-elaborazione durante l'estrazione di dati, rispettivamente nelle attività Load file e nei Extract file flussi di lavoro.

Importazione in modalità Delta

Le importazioni regolari devono essere effettuate in modalità delta. Significa che solo i dati nuovi o modificati vengono inviati ad Adobe Campaign, invece che l'intera tabella ogni volta.
Le importazioni complete devono essere utilizzate solo per il carico iniziale.

Mantenimento della coerenza

Per mantenere la coerenza dei dati nel database Adobe Campaign, segui i principi riportati di seguito:
  • Se i dati importati corrispondono a una tabella di riferimento in Adobe Campaign, è necessario riconciliarla con tale tabella nel flusso di lavoro. I record che non corrispondono devono essere rifiutati.
  • Assicurarsi che i dati importati siano sempre "normalizzati" (e-mail, numero di telefono, indirizzo e-mail diretto) e che la normalizzazione sia affidabile e non cambi nel corso degli anni. In caso contrario, è probabile che nel database vengano visualizzati dei duplicati, e dato che Adobe Campaign non fornisce strumenti per effettuare la corrispondenza "sfocata", sarà molto difficile gestirli e rimuoverli.
  • I dati transazionali devono avere una chiave di riconciliazione e devono essere riconciliati con i dati esistenti al fine di evitare la creazione di duplicati.
  • Importa i file correlati in ordine . Se l’importazione è composta da più file che dipendono l’uno dall’altro, il flusso di lavoro deve verificare che i file vengano importati nell’ordine corretto. Quando un file ha esito negativo, gli altri file non vengono importati.
  • Deduplicare , riconciliare e mantenere la coerenza quando si importano i dati.

Gestione dei dati crittografati

In alcuni casi, i dati da importare sui server delle campagne potrebbero dover essere crittografati, ad esempio se contengono dati PII.
Per importare o esportare file crittografati, è innanzitutto necessario contattare l'Assistenza clienti Adobe in modo che fornisca all'istanza i comandi di cifratura/decrittazione necessari.
A tal fine, inviare una richiesta indicando:
  • L' etichetta che verrà visualizzata nell'interfaccia di Campaign per utilizzare il comando. Ad esempio "Cifra file".
  • Il comando da installare nell’istanza. Ad esempio, per decifrare un file con PGP, il comando sarà:
    <path-to_pgp_if-not_global_or_server/>pgp.exe --decrypt --input nl6/var/vp/import/filename.pgp --passphrase "your password" --recipient recipient @email.com --verbose --output nl6/var/vp/import/filename
    
    
Una volta elaborata la richiesta, i comandi di cifratura/decrittazione saranno disponibili nel Pre-processing stage] campo dalle Data loading (file) attività e Extracting data (file) . Potete utilizzarli per decifrare o cifrare i file da importare o esportare.

Esempio: Importa modello di flusso di lavoro

L’utilizzo di un modello di importazione è una procedura consigliata se è necessario importare regolarmente file con la stessa struttura.
Questo esempio mostra come impostare un flusso di lavoro che può essere riutilizzato per importare profili provenienti da un CRM nel database Adobe Campaign.
  1. Crea un nuovo modello di workflow da Resources > Templates > Workflow templates .
  2. Aggiungete le seguenti attività:
    • Load file : Definire la struttura prevista del file contenente i dati da importare.
      È possibile importare solo dati da un singolo file. Se il flusso di lavoro ha più Load file attività, lo stesso file verrà utilizzato ogni volta.
    • Reconciliation : Riconciliare i dati importati con i dati del database.
    • Segmentation : Creare filtri per elaborare i record in modo diverso a seconda che possano essere riconciliati o meno.
    • Deduplication : Deduplicare i dati dal file in entrata prima di essere inseriti nel database.
    • Update data : Aggiornate il database con i profili importati.
  3. Configurare l' Load file attività:
    • Definite la struttura prevista caricando un file di esempio. Il file di esempio deve contenere solo poche righe, ma tutte le colonne necessarie per l'importazione. Controllare e modificare il formato del file per essere certi che il tipo di ogni colonna sia impostato correttamente: testo, data, numero intero, ecc. Ad esempio:
      lastname;firstname;birthdate;email;crmID
      Smith;Hayden;23/05/1989;hayden.smith@mailtest.com;123456
      
      
    • Nella File to load sezione, selezionare Upload a new file from the local machine e lasciare il campo vuoto. Ogni volta che viene creato un nuovo flusso di lavoro da questo modello, potete specificare qui il file desiderato, purché corrisponda alla struttura definita.
      Potete utilizzare una qualsiasi delle opzioni, ma dovete modificare di conseguenza il modello. Ad esempio, se selezionate Use the file specified in the inbound transition , potete aggiungere un' Transfer file attività prima di recuperare il file da importare da un server FTP/SFTP.
      Se desiderate che gli utenti possano scaricare un file contenente errori verificatisi durante un'importazione, verificate l' Keep the rejects in a file opzione e specificate il File name .
  4. Configurare l' Reconciliation attività. Lo scopo di questa attività in questo contesto è identificare i dati in arrivo.
    • Nella Relations scheda, selezionare Create element e definire un collegamento tra i dati importati e la dimensione di targeting dei destinatari (vedere Dimensioni e risorse di targeting). In questo esempio, il campo personalizzato ID CRM viene utilizzato per creare la condizione di partecipazione. Utilizzare il campo o la combinazione di campi necessari, purché sia possibile identificare record univoci.
    • Nella Identification scheda, lasciate l' Identify the document from the working data opzione deselezionata.
  5. Configurare l' Segmentation attività per recuperare i destinatari riconciliati in una transizione e i destinatari che non possono essere riconciliati ma che dispongono di dati sufficienti in una seconda transizione.
    La transizione con destinatari riconciliati può quindi essere utilizzata per aggiornare il database. La transizione con destinatari sconosciuti può quindi essere utilizzata per creare nuove voci di destinatari nel database se nel file è disponibile un insieme minimo di informazioni.
    I destinatari che non possono essere riconciliati e che non dispongono di dati sufficienti vengono selezionati in una transizione in uscita complementare e possono essere esportati in un file separato o semplicemente ignorati.
    • Nella General scheda dell'attività, impostate l' Resource type opzione su Temporary resource e selezionate Reconciliation come set di destinazione.
    • Nella Advanced options scheda, selezionare l' Generate complement opzione per verificare se non è possibile inserire alcun record nel database. Se necessario, è possibile applicare ulteriore elaborazione ai dati complementari: esportazione di file, aggiornamento di elenchi, ecc.
    • Nel primo segmento della Segments scheda, aggiungi una condizione di filtro nella popolazione in entrata per selezionare solo i record per i quali l'ID CRM del profilo non è uguale a 0. In questo modo, i dati del file riconciliati con i profili del database vengono selezionati in tale sottoinsieme.
    • Aggiungere un secondo segmento che selezioni record non riconciliati con dati sufficienti per essere inseriti nel database. Ad esempio: indirizzo e-mail, nome e cognome. Per i record che non sono riconciliati il valore dell'ID CRM del profilo è uguale a 0.
    • Tutti i record non selezionati nei primi due sottoinsiemi sono selezionati nella Complement .
  6. Configurate l' Update data attività situata dopo la prima transizione in uscita dell' Segmentation attività configurata in precedenza.
    • Selezionate Update come Operation type perché la transizione in entrata contiene solo i destinatari già presenti nel database.
    • Nella Identification scheda, selezionate Using reconciliation criteria e definite una chiave tra il Dimension to update - Profili in questo caso - e il collegamento creato nell' Reconciliation attività. In questo esempio, viene utilizzato il campo personalizzato ID CRM.
    • Nella Fields to update scheda, indicare i campi dalla dimensione Profili da aggiornare con il valore della colonna corrispondente dal file. Se i nomi delle colonne del file sono identici o quasi identici ai nomi dei campi dimensione destinatari, è possibile utilizzare il pulsante bacchetta magica per far corrispondere automaticamente i diversi campi.
      Se prevedete di inviare e-mail dirette a questi profili, accertatevi di includere un indirizzo postale, in quanto queste informazioni sono essenziali per il fornitore di posta diretta. Verificate inoltre che sia selezionata la Address specified casella delle informazioni del profilo. Per aggiornare questa opzione da un flusso di lavoro, è sufficiente aggiungere un elemento ai campi da aggiornare, specificare 1 come Source e selezionare il campo postalAddress/@addrDefined come Destination . Per ulteriori informazioni sulla posta diretta e sull'uso dell' Address specified opzione, consulta questo documento .
  7. Configurate l' Deduplication attività che si trova dopo la transizione contenente profili non riconciliati:
    • Nella Properties scheda, impostare la risorsa temporanea Resource type generata dall' Reconciliation attività del flusso di lavoro.
    • In questo esempio, il campo e-mail viene utilizzato per trovare profili univoci. Potete utilizzare qualsiasi campo sicuramente compilato e parte di una combinazione univoca.
    • Scegli una Deduplication method . In questo caso, l'applicazione decide automaticamente quali record vengono conservati in caso di duplicati.
  8. Configurate l' Update data attività che si trova dopo che l' Deduplication attività è stata configurata in precedenza.
    • Selezionate Insert only come Operation type , poiché la transizione in entrata contiene solo profili non presenti nel database.
    • Nella Identification scheda, selezionate Using reconciliation criteria e definite una chiave tra il Dimension to update - Profili in questo caso - e il collegamento creato nell' Reconciliation attività. In questo esempio, viene utilizzato il campo personalizzato ID CRM.
    • Nella Fields to update scheda, indicare i campi dalla dimensione Profili da aggiornare con il valore della colonna corrispondente dal file. Se i nomi delle colonne del file sono identici o quasi identici ai nomi dei campi dimensione destinatari, è possibile utilizzare il pulsante bacchetta magica per far corrispondere automaticamente i diversi campi.
      Se prevedete di inviare e-mail dirette a questi profili, accertatevi di includere un indirizzo postale, in quanto queste informazioni sono essenziali per il fornitore di posta diretta. Verificate inoltre che sia selezionata la Address specified casella delle informazioni del profilo. Per aggiornare questa opzione da un flusso di lavoro, è sufficiente aggiungere un elemento ai campi da aggiornare, specificare 1 come Source e selezionare il campo # come Destination . Per ulteriori informazioni sulla posta diretta e sull'uso dell' Address specified opzione, consulta questo documento .
  9. Dopo la terza transizione dell' Segmentation attività, aggiungete un' Extract file attività e un' Transfer file attività se desiderate tenere traccia dei dati non inseriti nel database. Configurate queste attività per esportare la colonna desiderata e per trasferire il file su un server FTP o SFTP in cui potete recuperarlo.
  10. Aggiungete un' End attività e salvate il modello di workflow.
Ora è possibile utilizzare il modello ed è disponibile per ogni nuovo flusso di lavoro. È quindi necessario specificare il file contenente i dati da importare nell' Load file attività.