Show Menu
ARGOMENTI×

Regole

Gestione tag dinamica è un sistema basato su regole. Cerca l'interazione con l'utente e i dati associati. Una volta soddisfatti i criteri descritti nelle regole, la regola attiva lo strumento, lo script o l'HTML identificato.
Una regola è composta da due parti:
Part
Descrizione
Identificatore
L'identificatore è quello che si desidera cercare nella regola. L'identificatore specificato dipende dal tipo di regola.
Trigger
Gli attivatori si verificano dopo il soddisfacimento delle condizioni di una regola. Una regola in Gestione tag dinamica può attivare tutte le azioni discrete desiderate. Ad esempio, una singola regola per una pagina di ringraziamento per l'e-commerce può attivare gli strumenti di analisi e i tag di terze parti da una singola regola. Non è necessario creare regole separate per ogni strumento o tag.

Tipi di regole

In Gestione tag dinamica sono disponibili tre tipi di regole, oltre a diverse regole predefinite:
Basato su eventi
Gli eventi sono i luoghi in cui avviene la maggior parte delle interazioni sui siti. È possibile misurare e reagire a queste interazioni in tempo reale, senza la necessità di JavaScript.
Le regole basate sugli eventi vengono eseguite quando i visitatori interagiscono con gli elementi sulla pagina.
Sfruttando le interazioni in-page e i tag a livello di pagina, potete ottimizzarli in base a elementi quali la condivisione dei social media, le interazioni video, le interfacce a schede, le gallerie di immagini e l'ordinamento e il filtro dei prodotti.
Consultate Esempio di regole basate su eventi per un esempio di come impostare la condizione per cercare clic sulle varie schede delle pagine di prodotto.
Caricamento pagina
Consentono di eseguire il targeting per URL, sezione del sito o di impostare scenari indipendenti dalla struttura del sito. Ad esempio, una regola di caricamento della pagina può caricare un sondaggio nella quinta visualizzazione pagina o nel settimo minuto della sessione di un visitatore.
Le regole avanzate di caricamento delle pagine consentono, ad esempio, di eseguire il targeting di segmenti utente specifici nelle regole.
Consultate Esempio di regole di caricamento delle pagine.
Chiamata diretta
Progettato per bypassare il rilevamento e i sistemi di ricerca di eventi Gestione tag dinamica.
Le regole per le chiamate dirette sono ideali per le situazioni in cui si desidera comunicare esattamente cosa sta accadendo a Gestione tag dinamica. Inoltre, sono ideali quando Gestione tag dinamica non è in grado di rilevare un evento nel DOM, ad esempio con Flash Adobe.
Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di condizioni per le regole di chiamata diretta e guarda un video EnterpriseTV sulle regole di chiamata diretta.
Regole predefinite
Quando si attiva una proprietà, Gestione tag dinamica include diverse regole predefinite.
Queste regole tengono traccia delle interazioni comuni con il sito e possono aiutarti ad analizzare le opportunità in tutto il sito.
Gestione tag dinamica include le seguenti regole predefinite:
  • Dead Header (Intestazione morta): tiene traccia di tutti i clic su elementi di intestazione “morti” (cioè non collegati).
  • Dead Image (Immagine morta): tiene traccia di tutti i clic su immagini “morte” (cioè non collegate).
  • Download Link (Collegamento ai download): tiene traccia dei clic sul contenuto del sito scaricabile.
  • Email Link (Collegamento e-mail): tiene traccia dei clic sulle e-mail collegate.
  • Orientation Changed (Orientamento modificato): tiene traccia di eventuali modifiche di orientamento della pagina (per dispositivi mobili).
  • Outbound Link (Collegamento in uscita): tiene traccia di eventuali clic sui collegamenti che indirizzano all’esterno del sito.
  • Telephone Dial (Tastiera del telefono): tiene traccia di qualsiasi clic su un numero di telefono.
  • Zoom Changed (Zoom modificato): tiene traccia di eventuali modifiche allo zoom della pagina.

Nuove regole rispetto a quelle esistenti

È possibile creare una nuova regola o aggiungere lo script a una regola esistente.
In ogni regola, è possibile che l'aspetto delle schermate sia molto simile: la sezione Condizioni è elencata prima, quindi gli strumenti installati e infine la sezione Tag JavaScript / di terze parti.
Il motivo per cui le sezioni sono elencate in questo ordine è che le Condizioni (lo scenario del visitatore a cui si tiene traccia) sono le prime cose a cui pensare quando si pianifica una nuova regola o si modifica una regola esistente.
Cosa sta facendo il visitatore? Dove sta succedendo? Quando sta succedendo? Se le condizioni sono le stesse, se lo scenario è lo stesso, è possibile aggiungere tutte le azioni o le variabili degli strumenti e tutti i tag di terze parti desiderati per una regola esistente, se esiste con le condizioni necessarie. Se disponete di un set di condizioni diverso, dovete creare un'altra regola.
Ad esempio, se sul sito è presente un nuovo pixel di conversione o un nuovo tag da inserire e si dispone di regole esistenti, è consigliabile considerare lo scenario che deve verificarsi per l'esecuzione della regola. Per eseguire il pixel di conversione, tenete in considerazione la presenza di una regola nella proprietà Web con la condizione necessaria. Si supponga di disporre già di una regola di caricamento delle pagine per la pagina di conferma dell'acquisto e di caricare tre pixel di conversione nella sezione Tag JavaScript / di terze parti. È possibile aggiungere il nuovo pixel come nuovo script nella stessa sezione della regola, senza creare una nuova regola.
Se le Condizioni sono diverse, è necessario aggiungere una nuova regola.

Esempio di regole basate sugli eventi

Un esempio di come utilizzare le regole basate sugli eventi nel monitoraggio dei clic per un'interfaccia a schede su una pagina di prodotto.
Quando si utilizzano le regole basate su eventi, è utile conoscere i selettori CSS in modo da identificare gli elementi sulla pagina.
Questo CSS Selector consente di selezionare rapidamente e facilmente gli elementi CSS da utilizzare come trigger per le regole basate su eventi senza uscire dal generatore di regole DTM. Per ulteriori informazioni, consultate Utilizzo del selettore CSS.
I seguenti collegamenti sono utili risorse per apprendere i CSS:
Imposta come tenere traccia di questo clic Adobe Analytics.
Se sono installate anche Google Analytics o altre piattaforme, è possibile utilizzare la stessa regola per configurare o inviare dati a tutte le piattaforme desiderate.
Quando si utilizzano regole basate su eventi, Gestione tag dinamica offre potenti strumenti per la visualizzazione dei dati dalla pagina e dagli elementi della pagina con i quali l'utente interagisce.
Nozioni di base sulle Gestione dinamica dei tag: Regole basate su eventi, parte uno

Entro la fine di questo video dovreste essere in grado di:
  • Comprendere cosa sia una regola basata sugli eventi
  • Spiegare i tipi di regola basati sugli eventi
  • Creazione di una regola basata sull'evento
Nozioni di base sulle Gestione dinamica dei tag: Regole basate sugli eventi, parte due

Entro la fine di questo video dovreste essere in grado di:
  • Comprendere cosa sia una regola basata sugli eventi
  • Spiegare i tipi di regola basati sugli eventi
  • Creazione di una regola basata sull'evento
Nozioni di base sulle Gestione dinamica dei tag: Regole basate sugli eventi, parte tre

Entro la fine di questo video dovreste essere in grado di:
  • Comprendere cosa sia una regola basata sugli eventi
  • Spiegare i tipi di regola basati sugli eventi
  • Creazione di una regola basata sull'evento

Esempio di regole di caricamento delle pagine

Potete implementare le regole che si attivano durante il caricamento di una pagina. Ad esempio, potete visualizzare un sondaggio dopo un determinato numero di visualizzazioni di pagina o dopo un determinato numero di minuti in una sessione. Le regole di caricamento delle pagine consentono di eseguire il targeting in base all'URL, alla sezione del sito o di impostare scenari indipendenti dalla struttura del sito.
Nozioni di base sulle Gestione dinamica dei tag: Regole di caricamento delle pagine, parte uno

Entro la fine di questo video dovreste essere in grado di:
  • Comprendere cos’è una regola di caricamento pagina
  • Comprendere le opzioni dei criteri di condizione
  • Creare una regola di caricamento pagina
Nozioni di base sulle Gestione dinamica dei tag: Regole di caricamento delle pagine, parte due

Entro la fine di questo video dovreste essere in grado di:
Esempio di Google AdWords
Un esperto di marketing desidera attivare un tag di conversione Google AdWords quando un utente compila un modulo e arriva sulla pagina https://www.mysite.com/form/thank-you.html
Questo è il modo in cui puoi impostare questo scenario in Gestione tag dinamica:
  1. Creare una nuova regola di caricamento pagina.
  2. Nelle condizioni della regola, specificate la pagina in cui verrà attivata la regola.
  3. Incollare il tag assegnato dal fornitore direttamente nella sezione Tag di terze parti.
    Poiché Gestione tag dinamica non si basa sui modelli, gli addetti al marketing possono utilizzare qualsiasi tag all'interno di una regola, anche in HTML formattato.
  4. Assegna alla regola un nome che descrive l'interazione con l'utente come "Forms: L'utente invia il modulo."
    Potete anche aggiungere metadati descrittivi alla regola.
    Questa descrizione aiuterà voi e altri a identificare questa regola se desiderano usarla per i loro tag o strumenti in un secondo momento.
  5. Salvate la regola e siete pronti a testarla in un ambiente di verifica, richiedere l'approvazione delle regole e pubblicarla sul sito di produzione.
    Per impostazione predefinita, le regole di caricamento delle pagine vengono caricate nella parte inferiore della pagina. Questa configurazione funziona per la maggior parte degli scenari. Tuttavia, se la regola impostata prevede delle dipendenze nel contenuto della pagina, potrebbe essere meglio configurare la regola per il caricamento in base al DOM. Al contrario, se sono presenti altre regole che si basano sul risultato della regola in questione, caricate la regola all'inizio della pagina o Onload per assicurarvi che venga attivata per prima.

Regole di caricamento delle pagine - avanzate

Questo esempio mostra come distribuire un test A/B agli utenti sull'iPad.
Potrebbe essere utile eseguire il targeting di segmenti di utenti specifici nelle regole. L'esempio seguente mostra come distribuire un test A/B a un modulo, utilizzando un segmento specifico per gli utenti che sono stati sul nostro sito per più di quindici minuti e sono arrivati sul sito tramite Google Search.
  1. Creare le condizioni.
    L’immagine seguente mostra l’impostazione utilizzata per questo segmento di visitatori:
  2. Impostare un test sul modulo utilizzando Adobe Target.
    Non è necessario modificare la pagina e non vi sono contenitori mbox da inserire nella marcatura.
  3. Fate clic su Save , configurate il test in Adobe Target e il test è in esecuzione.

Condizioni e funzioni della regola

Descrive tutte le condizioni della regola Gestione tag dinamica e le relative funzioni.

Script personalizzato in una condizione di regola

Quando si utilizza il codice personalizzato nelle condizioni delle regole per una regola di caricamento di pagina, è necessario utilizzare il valore booleano return true per attivare la regola.

Condizioni e funzioni

Nella tabella seguente sono descritti i tipi di condizioni, le condizioni, le funzioni e le note applicabili:
Tipo condizione Condizione Funzione Note
URL
Protocol
Indica la regola da attivare su HTTP o HTTPS.
Subdomain
Indica la regola da attivare o meno nei sottodomini specificati.
Abilitare regex a questa condizione per includere più scenari in una singola condizione.
Path
Indica la regola da attivare o meno sui percorsi URL specificati.
Abilitare regex a questa condizione per includere più scenari in una singola condizione. La condizione del percorso funziona in base a _satellite.data.URI , che include i parametri di query.
Parametro
Indica la regola da attivare se sono presenti specifici parametri URL con valori specifici.
Abilitare regex a questa condizione per includere più scenari in una singola condizione.
Tecnologia
Cookie Opt-out
Indica la regola da attivare solo se l'utente accetta i cookie in base alla presenza del cookie sat_track impostato su "true"
Richiede l'impostazione dell'elemento dati. È possibile assegnare al cookie un nome personalizzato nella pagina Modifica proprietà .
Browser
Indicate regola per attivare solo in browser specifici.
Operating System
Indica che la regola deve essere attivata solo in determinati sistemi operativi.
Screen Resolution
Indicate la regola da attivare entro intervalli di risoluzione dello schermo specificati.
Window Size
Indica la regola da attivare entro intervalli di dimensioni specificati.
Coinvolgimento
Traffic Source
Indicate la regola da attivare se la visita proveniva da una fonte specificata.
Abilitare regex a questa condizione per includere più scenari in una singola condizione.
Landing Page
Indica la regola da attivare se la visita è atterrata su una o più pagine specificate.
Abilitare regex a questa condizione per includere più scenari in una singola condizione.
New/Returning Visitor
Indica la regola da attivare solo se la visita nuova/di ritorno.
Sessions
Indica la regola da attivare se il visitatore ha avuto >, = o < numero specificato di sessioni.
Page Views
Indica la regola da attivare se il visitatore ha avuto >, = o < numero specificato di visualizzazioni di pagina in questa sessione o in tutte le sessioni.
Tempo sul sito
Indica la regola da attivare se la visita persiste per un numero specificato di minuti.
Utente registrato
Indicate la regola da attivare in base allo stato di registrazione dell'utente come indicato nell'elemento dati. Se l'elemento dati indicato ha un valore, la condizione risulta "true" (non include il valore predefinito).
Richiede l'impostazione dell'elemento dati.
Accesso effettuato
Indica la regola da attivare se l'utente ha / non ha eseguito l'accesso come indicato nell'elemento dati. Se l'elemento dati indicato ha un valore, la condizione risulta "true" (non include il valore predefinito).
Richiede l'impostazione dell'elemento dati.
Convertitore precedente
Indica la regola da attivare se l'utente è / non è un convertitore precedente come elemento dati indicato. Se l'elemento dati indicato ha un valore, la condizione risulta "true" (non include il valore predefinito).
Richiede l'impostazione dell'elemento dati.
Quantità articoli carrello
Indica la regola da attivare se l'utente ha un certo numero di elementi nel carrello come indicato nell'elemento dati.
Richiede l'impostazione dell'elemento dati.
Importo carrello
Indica la regola da attivare se l'utente ha un valore in dollari nel carrello come indicato nell'elemento dati.
Richiede l'impostazione dell'elemento dati.
Dati
Cookie
Indica la regola da attivare se è presente un cookie specificato con un valore specificato.
Abilitare regex a questa condizione per includere più scenari in una singola condizione.
Valore elemento dati
Indica la regola da attivare se è presente un elemento dati specificato con un valore specificato.
Richiede l'impostazione dell'elemento dati. Abilitare regex a questa condizione per includere più scenari in una singola condizione.
Set di variabili
Indica la regola da attivare se è presente un oggetto JS specificato con un valore specificato. Potrebbe essere necessario preimpostare il percorso dell'oggetto con l'ambito appropriato a seconda dello scenario: 'this.', 'event.', 'target.', 'window.' o 'param'.
Abilitare regex a questa condizione per includere più scenari in una singola condizione.
Personalizzato
Apre una casella di testo vuota per inserire uno script personalizzato.