Show Menu
ARGOMENTI×

Utilizzo delle aree di visualizzazione IBL

AEM 3D supporta l’illuminazione basata su immagini (IBL) sia per la visualizzazione interattiva che per il rendering con il modulo di rendering integrato Adobe Rapid Refine™ e con moduli di terze parti. È possibile creare aree di visualizzazione IBL con strumenti di authoring comuni come Autodesk® Maya® o Autodesk® 3ds Max®.

Immagini per IBL

Per risultati ottimali, le immagini utilizzate per l’illuminazione basata sulle immagini dovrebbero essere in formato HDR (High Dynamic Range). Devono essere in formato lat/long con mappatura sferica con una copertura completa dell’ambiente.
Attualmente, AEM 3D supporta soltanto i TIFF a 32 bit. Se necessario, utilizza Adobe Photoshop o altro strumento simile per convertire in TIFF l’immagine HDR, utilizzando le seguenti impostazioni nella finestra di dialogo Esporta TIFF di Adobe Photoshop:
  • Profondità bit - 32 bit (mobile)
  • Ordine pixel - Interleaved (RGBRGB)
  • Compressione immagine - LZW
  • [ordine byte - PC IBM
Mentre una singola immagine HDR è spesso sufficiente per le aree di visualizzazione IBL, AEM 3D fornisce un controllo aggiuntivo sugli effetti IBL che consente fino a tre immagini distinte:
  • Immagine ambiente di illuminazione diffusa - Questo tipo di immagine deve essere un'immagine HDR, ma può essere relativamente piccola, poiché l'immagine verrà filtrata pesantemente prima di essere utilizzata per l'illuminazione diffusa.
  • Immagine ambiente di riflessione - Questo tipo di immagine viene usato per creare riflessi nelle superfici degli oggetti. Può essere un’immagine RGB standard a 8 bit, di dimensioni e risoluzione tali da fornire la qualità e la nitidezza desiderate per i riflessi. Se viene specificata un’immagine HDR, AEM 3D la converte in RGB a 8 bit prima di utilizzare un algoritmo proprietario.
  • Immagine ambiente di sfondo - Questo tipo di immagine viene usato come sfondo. Può essere un’immagine RGB standard a 8 bit e dovrebbe avere dimensioni, risoluzione e livello di dettagli appropriati per lo sfondo dell’area di visualizzazione. Se viene specificata un’immagine HDR, AEM 3D la converte in RGB a 8 bit utilizzando un algoritmo proprietario. ``
L’algoritmo di conversione potrebbe avere difficoltà con alcune immagini IBL. Ne possono conseguire sfondi troppo luminosi o troppo saturi in Anteprima o durante il rendering con Rapid Refine. In tali situazioni, Adobe consiglia di utilizzare Photoshop o uno strumento simile per convertire manualmente l’immagine IBL in un’immagine RGB a 8 bit. Carica questa immagine separatamente e collegala all’area di visualizzazione come immagine ambiente per lo sfondo. Le immagini ambiente a illuminazione diffusa e per riflessi devono sempre essere TIFF a 32 bit.

Regolazione dell’aspetto dell’area di visualizzazione IBL

È possibile ottimizzare l’aspetto dell’area di visualizzazione IBL con le seguenti proprietà:
Proprietà Descrizione
IBL Sun Details
Consente di regolare la direzione e la forza della sorgente di luce supplementare che simula il sole. Questa sorgente di luce aumenta la luminosità dell’illuminazione e fa sì che l’oggetto proietti un’ombra esterna sul piano terreno. La funzione di generazione ombre è supportata quando si esegue il rendering con Rapid Refine e per l’anteprima con Google Chrome; tuttavia, al momento non è supportata da altri browser.
  • lat - La posizione verticale della sorgente luminosa del sole ( 0.0 - 1.0 ). Un'impostazione di 0.0 è all'orizzonte (centro verticale dell'immagine dell'ambiente di illuminazione diffusa); si trova 1.0 sullo zenith (bordo superiore dell’immagine dell’ambiente di illuminazione diffusa).
  • long - La posizione orizzontale della sorgente luminosa del sole ( 0.0 - 1.0 ). Un’impostazione pari a 0,0 corrisponde a sinistra; 1,0 corrisponde al bordo destro dell’immagine ambiente di illuminazione diffusa.
  • luminoso - La luminosità della sorgente luminosa del sole. Aumenta questo valore per schiarire la fonte di luce solare; diminuiscilo per scurirla. Un'impostazione 0 disattiva l'illuminazione supplementare e disabilita le ombre proiettate. Il parametro non influisce sui riflessi ambientali.
Altezza telecamera IBL Se lo sfondo IBL appare distorto vicino all'orizzonte, è possibile ridurre o eliminare la distorsione regolando questa proprietà.
Illuminazione ambiente
Consente di controllare l'illuminazione diffusa. Potrebbe essere necessario regolare manualmente questa proprietà per correggere la luminosità dell’illuminazione se l’immagine ambiente di illuminazione diffusa è insolitamente chiara o scura (ad esempio, scene notturne).
  • r, g, b - Attualmente non utilizzato.
  • luminoso - moltiplicatore luminosità. Aumentando o diminuendo questo valore si aumenta o diminuisce l’intensità di illuminazione complessiva (sia l’illuminazione di base IBL che la luminosità della sorgente solare).

Aumento del diametro dello sfondo sferico di un passaggio IBL

Le fasi IBL utilizzano immagini di sfondo sferiche con un diametro di 20 metri per impostazione predefinita. Tali fasi funzionano bene per oggetti fino a 10 metri. Tuttavia, se visualizzate oggetti più grandi, potete aumentare il diametro di sfondo sferico di un’area IBL.
Per aumentare il diametro dello sfondo sferico di uno stadio IBL:
  1. In CRXDE Lite, andate all'area di visualizzazione di cui desiderate aumentare il diametro dello sfondo sferico. Ad esempio:
    /content/dam/test3d/stage-helipad.fbx
  2. Espandi il nodo dell’area di visualizzazione in jcr:content/metadata .
  3. Impostare la proprietà dam:gPlaneRadius sul valore millimetrico desiderato.
    Per un'efficienza di rendering, Adobe consiglia di limitare questo valore a circa la dimensione più grande dell'oggetto più grande che si intende mostrare sull'area di visualizzazione.
    Ad esempio, un modello di piano a getto lungo 20 metri viene visualizzato bene se dam:gPlaneRadius=20000 .
  4. Nell’angolo in alto a sinistra della pagina CRXDE Lite, toccate Salva tutto .