Show Menu
ARGOMENTI×

Creare un modulo adattivo utilizzando un set di moduli adattivi

Panoramica

In un flusso di lavoro, ad esempio un'applicazione per l'apertura di un conto bancario, gli utenti possono compilare più moduli. Anziché chiedere loro di compilare un set di moduli, è possibile raggruppare i moduli e creare un modulo di grandi dimensioni (modulo principale). Quando si aggiunge un modulo adattivo al modulo più grande, questo viene aggiunto come pannello (modulo figlio). È possibile aggiungere un set di moduli secondari per creare un modulo principale. Potete visualizzare o nascondere i pannelli in base all’input dell’utente. I pulsanti del modulo principale, ad esempio Invia e Reimposta, sovrascrivono i pulsanti del modulo figlio. Per aggiungere un modulo adattivo al modulo principale, è possibile trascinare il modulo adattivo dal browser delle risorse (come i frammenti di modulo adattivo).
Le funzioni disponibili sono:
  • Authoring indipendente
  • Visualizzazione/nascondere i moduli appropriati
  • Caricamento pigro
Funzioni quali authoring indipendente e caricamento lento migliorano le prestazioni rispetto all’utilizzo di singoli componenti per creare il modulo principale.
Non è possibile utilizzare moduli/frammenti adattivi basati su XFA come moduli figlio o padre.

Dietro le quinte

È possibile aggiungere moduli adattivi e frammenti XSD nel modulo principale. La struttura del modulo principale è identica a qualsiasi modulo adattivo. Quando si aggiunge un modulo adattivo come modulo secondario, questo viene aggiunto come pannello nel modulo principale. I dati di un modulo figlio associato sono memorizzati nella data directory principale della afBoundData sezione dello schema XML del modulo padre.
Ad esempio, i clienti compilano un modulo di richiesta. I primi due campi del modulo sono nome e identità. XML è:
<afData>
    <afUnboundData>
        <data />
    </afUnboundData>
    <afBoundData>
        <data xmlns:xfa="https://www.xfa.org/schema/xfa-data/1.0/">
            <applicantName>Sarah Rose</applicantName>
            <applicantId>1234</applicantId>
        </data>
    </afBoundData>
</afData>

Nell'applicazione è possibile aggiungere un altro modulo che consenta ai clienti di compilare l'indirizzo dell'ufficio. La radice dello schema del modulo figlio è officeAddress . Applica bindref /application/officeAddress o /officeAddress . Se non bindref viene fornito, il modulo secondario viene aggiunto come officeAddress sottostruttura. Vedere l'XML del modulo seguente:
<afData>
    <afUnboundData>
        <data />
    </afUnboundData>
    <afBoundData>
        <data xmlns:xfa="https://www.xfa.org/schema/xfa-data/1.0/">
            <applicantName>Sarah Rose</applicantName>
            <applicantId>1234</applicantId>
            <officeAddress>
                <addressLine>1, Geometrixx City</addressLine>
                <zip>11111</zip>
            </officeAddress>
        </data>
    </afBoundData>
</afData>

Se si inserisce un altro modulo che consente ai clienti di fornire l'indirizzo della casa, applicare bindref l'aspetto /application/houseAddress or /houseAddress. XML:
<afData>
    <afUnboundData>
        <data />
    </afUnboundData>
    <afBoundData>
        <data xmlns:xfa="https://www.xfa.org/schema/xfa-data/1.0/">
            <applicantName>Sarah Rose</applicantName>
            <applicantId>1234</applicantId>
            <officeAddress>
                <addressLine>1, Geometrixx City</addressLine>
                <zip>11111</zip>
            </officeAddress>
            <houseAddress>
                <addressLine>2, Geometrixx City</addressLine>
                <zip>11111</zip>
            </houseAddress>
        </data>
    </afBoundData>
</afData>

Se si desidera mantenere lo stesso nome della radice dello schema ( Address in questo esempio), utilizzare bindrefs indicizzati.
Ad esempio, potete applicare bindrefs /application/address[1] o /address[1] e /application/address[2] o /address[2] . Il codice XML del modulo è:
<afData>
    <afUnboundData>
        <data />
    </afUnboundData>
    <afBoundData>
        <data xmlns:xfa="https://www.xfa.org/schema/xfa-data/1.0/">
            <applicantName>Sarah Rose</applicantName>
            <applicantId>1234</applicantId>
            <address>
                <addressLine>1, Geometrixx City</addressLine>
                <zip>11111</zip>
            </address>
            <address>
                <addressLine>2, Geometrixx City</addressLine>
                <zip>11111</zip>
            </address>
        </data>
    </afBoundData>
</afData>

È possibile modificare la struttura secondaria predefinita del modulo/frammento adattivo utilizzando la bindRef proprietà . La bindRef proprietà consente di specificare il percorso che punta a una posizione nella struttura ad albero dello schema XML.
Se il modulo figlio non è associato, i relativi dati vengono memorizzati nella data directory principale della afUnboundData sezione dello schema XML del modulo padre.
È possibile aggiungere più volte un modulo adattivo come modulo secondario. Assicurarsi che la modifica bindRef sia corretta in modo che ogni istanza utilizzata del modulo adattivo punti a un sottoprincipale diverso sotto la radice dei dati.
Se diversi moduli/frammenti sono mappati alla stessa subroot, i dati vengono sovrascritti.

Aggiunta di un modulo adattivo come modulo secondario tramite il browser delle risorse

Per aggiungere un modulo adattivo come modulo secondario mediante il browser delle risorse, effettuate le seguenti operazioni.
  1. Aprire il modulo principale in modalità di modifica.
  2. Nella barra laterale, fate clic su Risorse Risorse. In Risorse, seleziona Modulo ​adattivo dall’elenco a discesa.
  3. Trascinare il modulo adattivo da aggiungere come modulo secondario. Trascinare sitoIl modulo adattivo rilasciato viene aggiunto come modulo secondario.