Show Menu
ARGOMENTI×

Integrazione dell'interfaccia utente Crea corrispondenza con il portale personalizzato

Panoramica

In questo articolo viene illustrato come integrare la soluzione Crea corrispondenza con il proprio ambiente.

Chiamata basata su URL

Un modo per chiamare l’applicazione Crea corrispondenza da un portale personalizzato è preparare l’URL con i seguenti parametri di richiesta:
  • identificatore per il modello di lettera (utilizzando il parametro cmLetterId) o il nome del modello Lettera (utilizzando il parametro cmLetterName)
  • l'URL dei dati XML recuperati dall'origine dati desiderata (utilizzando il parametro cmDataUrl).
Ad esempio, il portale personalizzato prepara l'URL come https://[server]:[port]/[contextPath]/aem/forms/createcorrespondence.html?random=[timestamp]&cmLetterId=[letter identifier]&cmDataUrl=[data URL] , che può essere il href di un collegamento nel portale. Se il portale contiene già il nome del modello Lettera, l'URL potrebbe essere https://[server]:[port]/content/cm/createcorrespondence.html?cmLetterName=[letter name]&cmDataUrl=[data URL] .
Le chiamate in questo modo non sono sicure poiché i parametri necessari vengono passati come una richiesta GET, esponendo lo stesso (chiaramente visibile) nell'URL.
Prima di chiamare l’applicazione Crea corrispondenza, salvate e caricate i dati per chiamare l’interfaccia utente Crea corrispondenza all’URL data specificato. Questo può essere fatto dal portale personalizzato stesso o attraverso un altro processo back-end.

Chiamata in linea basata sui dati

Un altro metodo (e più sicuro) per chiamare l’applicazione Create Correspondence potrebbe consistere nel colpire semplicemente l’URL a https://[server]:[port]/[contextPath]/aem/forms/createcorrespondence.html , inviando i parametri e i dati per chiamare l’applicazione Create Correspondence come richiesta POST (nascondendoli dall’utente finale). Ciò significa anche che ora è possibile trasmettere i dati XML per l'applicazione Create Correspondence in linea (come parte della stessa richiesta, utilizzando il parametro cmData), che non era possibile/ideale nel precedente approccio.

Parametri per la specifica della lettera

Nome Tipo Descrizione
cmLetterInstanceId Stringa Identificatore per l’istanza della lettera.
cmLetterName Stringa
Identificatore per il modello di lettera.
Se su un server sono presenti più lettere CM con lo stesso nome, l'utilizzo del parametro cmLetterName nell'URL genera un errore "Esistono più lettere con lo stesso nome". In tal caso, utilizzate il parametro cmLetterId nell’URL invece di cmLetterName.
cmLetterId Stringa Nome del modello Lettera.
L'ordine dei parametri nella tabella specifica la preferenza dei parametri utilizzati per caricare la lettera.

Parametri per la specifica dell'origine dati XML

Nome Tipo Descrizione
cmDataUrl URL Dati XML da un file di origine che utilizzano protocolli di base come cq, ftp, http o file.
cmLetterInstanceId Stringa Utilizzo dei dati xml disponibili in Letter Instance (Istanza Lettera).
cmUseTestData Booleano Per riutilizzare i dati di prova allegati nel dizionario dati.
L'ordine dei parametri nella tabella specifica la preferenza dei parametri utilizzati per caricare i dati XML.

Altri parametri

Nome Tipo Descrizione
cmPreview Booleano True per aprire la lettera in modalità di anteprima
Casuale Timestamp Per risolvere i problemi di memorizzazione nella cache del browser.
Se utilizzate il protocollo http o cq per cmDataURL, l'URL di http/cq dovrebbe essere accessibile in modo anonimo.