Show Menu
ARGOMENTI×

Mappatura dei dati dei componenti con le proprietà di Adobe Analytics

Aggiungi componenti al framework che raccolgono i dati da inviare ad Adobe Analytics. I componenti progettati per raccogliere i dati di analisi memorizzano i dati nella variabile ​CQ appropriata. Quando aggiungete un componente di questo tipo a un framework, il framework visualizza l’elenco delle variabili CQ in modo da consentirvi di passare alla variabile ​Analytics appropriata.
Quando la visualizzazione ​AEM è aperta, le variabili Analytics vengono visualizzate in Content Finder.
Potete mappare più variabili Analytics con la stessa variabile ​CQ.
I dati mappati vengono inviati ad Adobe Analytics quando la pagina viene caricata e vengono soddisfatte le seguenti condizioni:
  • La pagina è associata al framework.
  • La pagina utilizza i componenti che vengono aggiunti al framework.
Utilizzate la procedura seguente per mappare le variabili dei componenti CQ con le proprietà dei rapporti di Adobe Analytics.
  1. Nella vista ​AEM, trascinate un componente di tracciamento dalla barra laterale alla cornice. Ad esempio, trascinare il componente Pagina dalla categoria Generale .
    Esistono diversi gruppi di componenti predefiniti: Generale , Commerce , Communities , Search&Promote e Altro . L’istanza di AEM può essere configurata per visualizzare diversi gruppi e componenti.
  2. Per mappare le variabili Adobe Analytics con le variabili definite nel componente, trascinate una variabile ​Analytics da Content Finder su un campo del componente di tracciamento. Ad esempio, trascinare Page Name (pageName) su pagedata.title .
    L'ID Suite di rapporti (RSID) selezionato per il framework determina le variabili Adobe Analytics visualizzate in Content Finder.
  3. Ripetere i due passaggi precedenti per altri componenti e variabili.
    Potete mappare più variabili di Analytics (ad esempio props , eVars , events ) alla stessa variabile CQ (ad esempio pagedata.title )
    Si consiglia vivamente di:
    • eVars e props sono mappate su variabili CQ che iniziano con pagedata.X o eventdata.X
    • che gli eventi devono essere mappati su variabili che iniziano con eventdata.events.X
  4. Per rendere il framework disponibile nell’istanza di pubblicazione del sito, aprite la scheda Pagina della barra laterale e fate clic su Attiva framework.

Utilizzo di Content Finder (cf#) con i framework Adobe Analytics

Inizialmente, quando aprite un framework Adobe Analytics, Content Finder contiene variabili Analytics predefinite in:
  • Traffico
  • Conversione
  • Eventi
Quando un RSID viene selezionato, tutte le variabili appartenenti a tale RSID vengono aggiunte all'elenco. È cf# necessario per mappare le variabili Analytics alle variabili CQ presenti nei diversi componenti di tracciamento. Vedere Impostazione di un framework per il tracciamento di base.
A seconda della vista selezionata per il framework, Content Finder viene popolato da variabili Analytics (in visualizzazione AEM) o CQ (in visualizzazione Analytics).
L’elenco può essere modificato nei seguenti modi:
  1. Nella visualizzazione ​AEM, l’elenco può essere filtrato in base al tipo di variabile selezionato mediante i 3 pulsanti di filtro:
    • Se non è selezionato alcun pulsante , l’elenco mostra l’elenco completo.
    • Se il pulsante Traffico è selezionato, nell'elenco verranno visualizzate solo le variabili appartenenti alla sezione Traffico.
    • Se è selezionato il pulsante Conversione , nell'elenco verranno visualizzate solo le variabili appartenenti alla sezione Conversione.
    • Se il pulsante Eventi è selezionato, nell'elenco verranno visualizzate solo le variabili appartenenti alla sezione Eventi.
    È possibile attivare un solo pulsante di filtro alla volta.
    Anche le variabili Search&Promote appartengono alla sezione Conversion (Conversione).
    1. Nell'elenco è presente anche una funzione di ricerca, che filtra gli elementi in base al testo immesso nel campo di ricerca.
    2. Se durante la ricerca di elementi nell'elenco viene attivata un'opzione filtro, i risultati visualizzati verranno filtrati in base al pulsante attivo.
    3. L'elenco può essere ricaricato in qualsiasi momento utilizzando il pulsante delle frecce a vortice.
    4. Se nel framework sono selezionati più RSID, tutte le variabili nell'elenco verranno visualizzate utilizzando tutte le etichette utilizzate all'interno dei RSID selezionati.
  2. Nella visualizzazione Adobe Analytics, Content Finder visualizza tutte le variabili CQ appartenenti ai componenti di tracciamento trascinati in visualizzazione CQ.
    • Ad esempio, nel caso in cui il componente ​Download sia l’ unico trascinato nella visualizzazione CQ (con due variabili mappabili eventdata.downloadLink ed eventdata.events.startDownload ), Content Finder sarà simile al seguente quando si passa alla visualizzazione Adobe Analytics:
    • Le variabili possono essere trascinate&llate su qualsiasi variabile di Adobe Analytics appartenente a una delle 3 sezioni variabili ( Traffico , Conversione ed Eventi ).
    • Quando si trascina un nuovo componente di tracciamento nel framework in visualizzazione CQ, le variabili CQ appartenenti al componente vengono automaticamente aggiunte a Content Finder(cf#) nella vista Adobe Analytics.
    È possibile mappare una sola variabile CQ a una variabile Adobe Analytics contemporaneamente

Utilizzo della visualizzazione AEM e di Analytics

In qualsiasi momento, gli utenti possono scegliere tra due modi diversi per visualizzare le mappature di Adobe Analytics in una pagina di framework. Le due viste forniscono una migliore panoramica delle mappature all'interno del quadro, da due prospettive distinte.

AEM View

Prendendo ad esempio l’immagine precedente, la vista ​AEM ha le seguenti proprietà:
  1. Questa è la visualizzazione predefinita all'apertura del framework.
  2. Lato sinistro: il Content Finder (cf#) è popolato da variabili Adobe Analytics basate sugli RSID selezionati.
  3. Intestazioni di tabulazione (vista ​AEM e vista ​Analytics): usate queste per passare da una vista all’altra.
  4. Vista AEM :
    1. Se il framework presenta componenti ereditati dal relativo elemento padre, questi saranno elencati qui, insieme alle variabili mappate ai componenti.
      1. I componenti ereditati sono bloccati.
      2. Per sbloccare un componente ereditato, fai doppio clic sul lucchetto accanto al nome del componente
      3. Per ripristinare l’ereditarietà, è necessario eliminare il componente sbloccato; dopodiché riprenderà il suo stato bloccato.
    2. Trascina qui i componenti per includerli nel framework di analisi: I componenti possono essere trascinati dalla barra laterale e rilasciati qui.
    3. Puoi trovare tutti i componenti attualmente inclusi nel framework di analisi:
      1. Per aggiungere un componente, trascinatelo dalla scheda Componenti della barra laterale
      2. Per eliminare un componente e tutte le relative mappature, selezionare Elimina dal menu contestuale del componente, quindi accettare l'eliminazione nella finestra di dialogo di conferma.
      3. Tenete presente che un componente può essere eliminato solo dal framework in cui è stato creato e non può essere eliminato dai framework figlio nel senso tradizionale (possono essere solo sovrascritti).

Analytics View

  1. Per accedere a questa visualizzazione, passare alla scheda di visualizzazione ​Analytics nel framework.
  2. Lato sinistro: Content Finder (cf#) popolato da variabili CQ basate sui componenti trascinati nel framework in visualizzazione CQ.
  3. Intestazioni di tabulazione (vista ​AEM e vista ​Analytics): usate queste per passare da una vista all’altra.
  4. Le tre tabelle (Traffico, Conversione, Evento) elencano tutte le variabili Adobe Analytics disponibili. appartenenti ai RSID selezionati. Le mappature mostrate di seguito devono corrispondere a quelle mostrate nella visualizzazione AEM:
    • Traffico :
      • Variabile Traffico ( prop1 ) mappata a una variabile CQ ( eventdata.downloadLink )
      • Se accanto al componente è presente un blocco blocco, questo significa che viene ereditato da un framework padre e non può essere modificato
    • Conversione :
      • Variabile di conversione ( eVar1 ) mappata a una variabile CQ ( pagedata.title )
      • Variabile di conversione ( eVar3 ) mappata a un'espressione javascript aggiunta in linea facendo doppio clic sul campo della variabile CQ e immettendo manualmente il codice
    • Evento :
      • Variabile evento ( event1 ) associata a un evento CQ ( eventdata.events.pageView )
È inoltre possibile compilare in linea la colonna della variabile CQ di qualsiasi tabella facendo doppio clic sul campo e aggiungendo del testo. Questi campi accettano javascript come input.
  • Ad esempio, accanto a prop3 puoi aggiungere
  • ' * Adobe:'+pagedata.title+':'+pagedata.sitesection per inviare il titolo di una pagina concatenata con la relativa sezione utilizzando : (due punti) e con il prefisso Adobe come prop3
È possibile mappare una sola variabile CQ a una variabile Adobe Analytics in un dato momento.