Show Menu
ARGOMENTI×

Passaggio da elemento multimediale dinamico-ibrido a elemento multimediale dinamico-Scene7

Dynamic Media-Hybrid è una versione precedente dell’integrazione Dynamic Media con Adobe Experience Manager. La versione ibrida è stata introdotta per la prima volta in AEM (Adobe Experience Manager) 6.1. Adobe continua a supportare la modalità ibrida, ma non la modalità preferita (la modalità preferita è Dynamic Media-Scene7). Non supporta inoltre nuove funzioni quali Smart Crop e immagini panoramiche. mentre per gli elementi multimediali dinamici di Scene7.
Ulteriori differenze chiave tra Dynamic Media-Hybrid e Dynamic Media-Scene7 sono:
  • Struttura degli URL.
  • Ingestione dei video.
  • Creazione e memorizzazione di rappresentazioni di immagini.
  • Configurazione e credenziali cloud (provisioning).
Quando passate da Dynamic Media-Hybrid a Dynamic Media-Scene7, sono disponibili due opzioni. La prima opzione consiste nel fornire semplicemente una nuova istanza di Dynamic Media-Scene7 su AEM. La seconda opzione consiste nel migrare l’istanza esistente di elemento multimediale dinamico ibrido in elemento multimediale dinamico-Scene7. Questa opzione mostra il modulo di tabella riportato di seguito, sotto i passaggi e le considerazioni da effettuare durante lo spostamento.
Adobe consiglia di non migrare un’implementazione Dynamic Media-Hybrid in Dynamic Media-Scene7 su istanze di produzione live.

Opzione 1 - Provisioning di una nuova istanza di Dynamic Media-Scene7 su AEM

È consigliabile iniziare semplicemente da zero con una nuova istanza di Dynamic Media-Scene7 su Adobe Experience Manager. Oltre all’assimilazione e all’elaborazione delle risorse tramite Dynamic Media Cloud Service, si consiglia vivamente di effettuare un controllo Adobe sull’utilizzo delle risorse, sui flussi di lavoro e sui componenti. In molti casi, i componenti e i flussi di lavoro personalizzati possono essere sostituiti da nuove funzioni pronte all'uso.

Opzione 2 - Migrazione dell’istanza esistente di elemento multimediale dinamico ibrido a elemento multimediale dinamico-Scene7

Incremento
Attività
Considerazioni
1
Clona l’istanza Dynamic Media-Hybrid Author.
È necessario mantenere l'istanza esistente di Dynamic Media-Hybrid Author a scopo di fallback fino al completamento dei passaggi rimanenti del processo di migrazione.
2
Avviate l’istanza Author clonata in modalità Dynamic Media-Scene7.
3
In Adobe Experience Manager Cloud Services, configura Dynamic Media con le credenziali Dynamic Media-Scene7.
Adobe deve approvare il provisioning Dynamic Media-Scene7. Gli ambienti Dynamic MediaM-Hybrid e Dynamic Media-Scene7 saranno supportati per un periodo di tempo limitato.
4
Create il bundle di migrazione per acquisire le risorse in base alle esigenze.
Eliminate i file PTIFF locali creati durante l’assimilazione iniziale in Dynamic Media-Hybrid.
Se tutte le risorse sono attualmente disponibili nell’istanza Dynamic Media-Hybrid, un clone di tale risorsa le include già tutte. Pertanto, non è necessario alcun bundle.
5
Eseguite il flusso di lavoro di aggiornamento delle risorse per sincronizzare le risorse a Dynamic Media Cloud Service.
Adobe consiglia di eseguire il flusso di lavoro di aggiornamento in batch per consentire la compattazione.
6
Migrare i predefiniti per visualizzatori, immagini e video.
7
Scorrete tutte le risorse di riferimento per la gestione dei contenuti Web e aggiornate i relativi URL.
8
Migrate eventuali flussi di lavoro personalizzati per supportare la nuova modalità Dynamic Media-Scene7 (aggiornamenti manuali).
9
Verificate il caricamento e la configurazione della gestione dei contenuti Web.
10
Dopo la verifica, ottieni un’approvazione per disabilitare l’autore ibrido per file multimediali dinamici (mantieni come fall back).
11
Eliminate l’istanza di authoring per file multimediali dinamici ibridi dopo circa un mese dall’utilizzo di Dynamic Media-Scene7.