Show Menu
ARGOMENTI×

Gestione di risorse composte e multipagina

Adobe Experience Manager Assets può identificare se un file caricato contiene riferimenti a risorse già presenti nella directory archivio. Questa funzione è disponibile solo per i formati di file supportati. Se la risorsa caricata contiene riferimenti a Experience Manager risorse, viene creato un collegamento bidirezionale tra le risorse caricate e quelle a cui viene fatto riferimento.
Oltre ad eliminare la ridondanza, il riferimento alle risorse nelle Adobe Creative Cloud applicazioni migliora la collaborazione e aumenta l'efficienza e la produttività degli utenti.
Experience Manager Assets supporta il riferimento bidirezionale. Potete trovare le risorse di riferimento nella pagina dei dettagli delle risorse del file caricato. Inoltre, potete visualizzare i file che fanno riferimento alla risorsa nella pagina dei dettagli della risorsa di riferimento.
I riferimenti vengono risolti in base a percorso, ID documento e ID istanza delle risorse a cui viene fatto riferimento.

Aggiungi risorse digitali come riferimenti in Adobe Illustrator

È possibile fare riferimento a risorse digitali esistenti direttamente da un Adobe Illustrator file.
  1. Utilizzando app desktop di Experience Manager, recuperate le risorse digitali nel file system locale. Andate alla posizione del file system della risorsa a cui desiderate fare riferimento.
  2. Trascinate la risorsa dalla cartella locale al Illustrator file.
  3. Salvate il Illustrator file nell'unità montata o caricatelo nell' Experience Manager archivio.
  4. Al termine del flusso di lavoro, passate alla pagina dei dettagli della risorsa. I riferimenti alle risorse digitali esistenti sono elencati in Dipendenze nella colonna Riferimenti .
  5. Le risorse di riferimento visualizzate in Dipendenze possono essere utilizzate anche da file diversi da quello corrente. Per visualizzare un elenco dei file di riferimento per una risorsa, fai clic sulla risorsa in Dipendenze .
  6. Fare clic su Visualizza proprietà dalla barra degli strumenti. Nella pagina Proprietà , l’elenco dei file che fanno riferimento alla risorsa corrente viene visualizzato nella colonna Riferimenti della scheda Base .
    Figura: Riferimenti alle risorse nei dettagli delle risorse.

Aggiungi risorse digitali come riferimenti in Adobe InDesign

Per fare riferimento a risorse digitali da un InDesign file, trascinate le risorse sul InDesign file o esportate il InDesign file come archivio ZIP.
Le risorse di riferimento esistono già in Experience Manager Assets. Potete estrarre le risorse secondarie configurando InDesign Server . Le risorse incorporate in un InDesign file vengono estratte come risorse secondarie.
Se il file InDesign Server è proxy, InDesign l’anteprima dei file viene incorporata nei metadati XMP. In questo caso, l'estrazione delle miniature non è obbligatoria in modo esplicito. Tuttavia, se il file non InDesign Server è proxy, le miniature devono essere esplicitamente estratte per InDesign i file.

Creare riferimenti trascinando le risorse

Creare riferimenti alle risorse esportando un file ZIP

  1. Per creare un nuovo flusso di lavoro, effettua i passaggi descritti in Creazione di modelli di flusso di lavoro.
  2. Utilizzate la funzione Pacchetto di per Adobe InDesign esportare il documento. Adobe InDesign può esportare un documento e le risorse collegate come un pacchetto. In questo caso, la cartella esportata contiene una cartella di collegamenti che contiene risorse secondarie nel InDesign file.
  3. Create un file ZIP e caricatelo nella Experience Manager directory archivio.
  4. Avviate il Unarchiver flusso di lavoro.
  5. Al termine del flusso di lavoro, i riferimenti nella cartella Links vengono automaticamente indicati come risorse secondarie. Per visualizzare un elenco delle risorse di riferimento, andate alla pagina dei dettagli delle risorse della InDesign risorsa e chiudete la Barra .

Aggiungi risorse digitali come riferimenti in Adobe Photoshop

  1. Utilizzate Experience Manager l'app desktop per accedere Experience Manager Assets. Scaricate e visualizzate le risorse nel file system locale. Utilizzate la funzionalità Inserisci collegato in Adobe Photoshop. Consultate Inserire risorse nell’app desktop.
  2. Salvate nel Photoshop file l'unità montata o caricate nella Experience Manager directory archivio.
  3. Al termine del flusso di lavoro, i riferimenti alle Experience Manager risorse esistenti sono elencati nella pagina dei dettagli della risorsa.
    Per visualizzare le risorse a cui si fa riferimento, chiudete la Barra nella pagina dei dettagli della risorsa.
  4. Le risorse a cui viene fatto riferimento contengono anche l’elenco delle risorse a cui fanno riferimento. Per visualizzare un elenco delle risorse di riferimento, andate alla pagina dei dettagli delle risorse e chiudete la Barra .
È inoltre possibile fare riferimento alle risorse all’interno delle risorse composte in base al relativo ID documento e all’ID istanza. Questa funzionalità è disponibile solo con Adobe Illustrator e Adobe Photoshop versioni. Per altri, il riferimento viene fatto sulla base del percorso relativo delle risorse collegate nella risorsa composta principale, come già fatto nelle versioni precedenti di Experience Manager.

Creare risorse secondarie

Per le risorse supportate con formati con più pagine — File PDF, file AI Microsoft PowerPoint e Apple Keynote file e Adobe InDesign file — Experience Manager potete generare risorse secondarie corrispondenti a ogni singola pagina della risorsa originale. Tali risorse secondarie sono collegate alla risorsa principale e facilitano la visualizzazione di più pagine. Per tutti gli altri scopi, le attività secondarie sono trattate come attività normali in Experience Manager.
La generazione di risorse secondarie è disabilitata per impostazione predefinita. Per attivare la generazione di risorse secondarie, effettuate le seguenti operazioni:
  1. Accedete come Experience Manager amministratore. Accedi a Strumenti > Flusso di lavoro > Modelli .
  2. Selezionate il flusso di lavoro Aggiorna risorsa ​DAM e fate clic su Modifica .
  3. Fate clic su Attiva pannello laterale e individuate il passaggio Crea risorsa secondaria. Aggiungete il passaggio al flusso di lavoro. Fai clic su Sincronizza .
Per generare le risorse secondarie, effettuate una delle seguenti operazioni:
  • Nuove risorse: Il flusso di lavoro DAM Update Assets viene eseguito su qualsiasi nuova risorsa caricata in Experience Manager. Le risorse secondarie vengono generate automaticamente per le nuove risorse multipagina.
  • Risorse multipagina esistenti: Esegui manualmente il flusso di lavoro DAM Update Assets seguendo una delle seguenti procedure:
    • Selezionate una risorsa e fate clic su Timeline per aprire il pannello a sinistra. In alternativa, utilizzare la scelta rapida da tastiera alt + 3 . Fate clic su Avvia flusso di lavoro, selezionate DAM Update Asset (Aggiorna risorsa DAM), fate clic suAvvia e fate clic suProcedi.
    • Selezionate una risorsa e fate clic su Crea > Flusso di lavoro dalla barra degli strumenti. Dalla finestra di dialogo a comparsa, selezionate Flusso di lavoro di aggiornamento risorse DAM, fate clic su Avviae quindi su Procedi.
In modo specifico per i documenti di Microsoft Word, eseguite il flusso di lavoro di analisi dei documenti di Word DAM. Viene generato un cq:Page componente dal contenuto del documento di Microsoft Word. Il cq:Page componente fa riferimento alle immagini estratte dal documento. Queste immagini vengono estratte anche se la generazione di risorse secondarie è disabilitata.

View subassets

Le risorse secondarie vengono visualizzate solo se sono state generate delle risorse secondarie e sono disponibili per la risorsa multipagina selezionata. Per visualizzare le risorse secondarie generate, aprite la risorsa con più pagine. Nell’area in alto a sinistra della pagina, fate clic su a sinistra, quindi fate clic su Risorse secondarie dall’elenco. Quando selezionate Risorse secondarie dall’elenco. In alternativa, utilizzare la scelta rapida da tastiera alt + 5 .

Visualizzare le pagine di un file con più pagine

Potete visualizzare un file con più pagine, ad esempio PDF, INDD, PPT, PPTX e AI, utilizzando la funzione Visualizzatore pagina di Experience Manager Assets. Aprite una risorsa con più pagine e fate clic su Visualizza pagine nell’angolo in alto a sinistra della pagina. Il visualizzatore pagina che apre mostra le pagine della risorsa e i controlli per scorrere e ingrandire ciascuna pagina.
Ad InDesignesempio, è possibile estrarre le pagine utilizzando InDesign Server. Se le anteprime delle pagine vengono salvate durante la creazione del InDesign file, non InDesign Server è necessario per l’estrazione della pagina.
Le seguenti opzioni sono disponibili nella barra degli strumenti, nella barra a sinistra e nei controlli Visualizzatore pagina:
  • Azioni desktop per aprire o visualizzare una risorsa secondaria specifica mediante l’app Experience Manager desktop. Scoprite come configurare le azioni desktop se utilizzate l'app Experience Manager desktop.
  • L’opzione Proprietà consente di aprire la pagina Proprietà della risorsa secondaria specifica.
  • L’opzione Annota consente di inserire note sulla risorsa secondaria specifica. Le annotazioni utilizzate in risorse secondarie separate vengono raccolte e visualizzate insieme all’apertura della risorsa principale per la visualizzazione.
  • L’opzione Panoramica pagina consente di visualizzare tutte le risorse secondarie contemporaneamente.
  • L'opzione Timeline dalla barra a sinistra dopo aver fatto clic su a sinistra mostra il flusso di attività per il file.

Best practice e limitazioni

  • La generazione di risorse secondarie può richiedere molte risorse per qualsiasi Experience Manager implementazione. Se generate risorse secondarie quando vengono caricate risorse complesse, aggiungete il passaggio nel flusso di lavoro Aggiorna risorsa DAM. Se generate risorse secondarie su richiesta, create un flusso di lavoro separato per generare le risorse secondarie. Un flusso di lavoro dedicato consente di saltare gli altri passaggi del flusso di lavoro DAM Update Asset e di salvare le risorse di calcolo.