Show Menu
ARGOMENTI×

Cercare risorse in Adobe Experience Manager

Adobe Experience Manager Assets fornisce solidi metodi di individuazione delle risorse che consentono di ottenere una maggiore velocità del contenuto. I team di lavoro riducono i tempi necessari per realizzare ricerche intelligenti e senza soluzione di continuità grazie alla funzionalità e ai metodi personalizzati forniti con il prodotto. La ricerca delle risorse è fondamentale per l’utilizzo di un sistema di gestione delle risorse digitali, sia per l’ulteriore utilizzo da parte dei creativi, per una gestione affidabile delle risorse da parte degli utenti aziendali e degli esperti di marketing, sia per l’amministrazione da parte degli amministratori DAM. Ricerche semplici, avanzate e personalizzate che potete eseguire tramite l'interfaccia Assets utente o altre app e superfici aiutano a soddisfare questi casi di utilizzo.
Experience Manager Assets supporta i seguenti casi d’uso e questo articolo descrive l’utilizzo, i concetti, le configurazioni, i limiti e la risoluzione dei problemi per questi casi d’uso.
Cercare risorse
Configurazione e amministrazione
Utilizzo dei risultati di ricerca
Cercate le risorse utilizzando il campo di ricerca Omnice nella parte superiore dell’interfaccia Experience Manager Web. Vai a Risorse > File Experience Managerin, fai clic su Cerca nella barra superiore, immetti la parola chiave di ricerca e premi Invio. In alternativa, usate la scelta rapida per parole chiave / (barra) per aprire il campo di ricerca Omnisearch. Location:Assets è preselezionata per limitare le ricerche alle risorse DAM. Experience Manager fornisce suggerimenti durante la digitazione iniziale di una parola chiave di ricerca.
Usate il pannello Filtri per limitare la ricerca filtrando i risultati della ricerca in base alle varie opzioni (predicati), come il tipo di file, la dimensione del file, la data dell’ultima modifica, lo stato della risorsa, i dati di approfondimento e licenza Adobe Stock. Gli amministratori possono personalizzare il pannello Filtri e aggiungere o rimuovere i predicati di ricerca utilizzando i facet di ricerca. Il filtro Tipo di file nel pannello Filtri dispone di caselle di controllo con più stati. Pertanto, a meno che non si selezionino tutti i predicati (o i formati) nidificati, le caselle di controllo di primo livello sono selezionate parzialmente.
Experience Manager la funzionalità di ricerca supporta la ricerca di raccolte e la ricerca di risorse all'interno di una raccolta. Consultate Cercare le raccolte .

Comprendere l’interfaccia di ricerca

Acquisisci familiarità con l’interfaccia di ricerca e le azioni disponibili.
Figura: Comprendere l’interfaccia dei risultati dellaExperience Manager Assetsricerca.
A. Salvate la ricerca come raccolta avanzata. B. Filtri o predicati per limitare i risultati della ricerca. C. Visualizzare file, cartelle o entrambi. D. Fai clic su Filtri per aprire o chiudere la barra a sinistra. E. Il percorso di ricerca è DAM. F. Campo di ricerca Omnisearch con parola chiave di ricerca fornita dall’utente. G. Selezionare i risultati di ricerca caricati. H. Numero di risultati della ricerca visualizzati rispetto al totale dei risultati della ricerca. I. Chiudi la ricerca J. Passa dalla vista a scheda a quella a elenco.

Facet di ricerca dinamici

Dalla pagina dei risultati della ricerca potete individuare più rapidamente le risorse desiderate utilizzando il numero dinamico di risultati di ricerca previsti nei facet di ricerca. Il numero previsto di risorse viene aggiornato anche prima dell’applicazione del filtro di ricerca. La visualizzazione del conteggio previsto rispetto al filtro consente di navigare nei risultati di ricerca in modo rapido ed efficiente. Per ulteriori informazioni, consultate Cercare risorse in Experience Manager .
Figura: Visualizzate il numero approssimativo di risorse senza filtrare i risultati di ricerca nei facet di ricerca.

Comprendere i risultati della ricerca e il comportamento

Termini e risultati di ricerca di base

Potete eseguire ricerche per parole chiave dal campo OmniSearch. La ricerca per parola chiave non fa distinzione tra maiuscole e minuscole ed è una ricerca full-text (nei più comuni campi di metadati). Se viene cercata più di una parola chiave, l’operatore predefinito tra le parole chiave è AND per la ricerca predefinita ed è OR quando le risorse sono dotate di tag avanzati.
I risultati sono ordinati in base alla rilevanza, a partire da corrispondenze più simili. Per più parole chiave, i risultati più rilevanti sono le risorse che contengono entrambi i termini nei metadati. All’interno dei metadati, le parole chiave che appaiono come smart tag hanno una classificazione più alta rispetto alle parole chiave che vengono visualizzate in altri campi di metadati. Experience Manager consente di assegnare a un particolare termine di ricerca maggiore peso. Inoltre, è possibile aumentare il rango di alcune risorse con targeting per termini di ricerca specifici.
Per trovare rapidamente le risorse rilevanti, l’interfaccia avanzata offre meccanismi di filtraggio, ordinamento e selezione. Potete filtrare i risultati in base a più criteri e visualizzare il numero di risorse ricercate per vari filtri. In alternativa, potete eseguire nuovamente la ricerca modificando la query nel campo Omnisearch. Quando modificate i termini di ricerca o i filtri, gli altri filtri rimangono applicati per mantenere il contesto della ricerca.
Quando i risultati sono molte risorse, Experience Manager visualizza le prime 100 nella vista a schede e 200 nella vista a elenco. Quando gli utenti scorrono, vengono caricate più risorse. Questo per migliorare le prestazioni.

In alcuni casi, nei risultati della ricerca potrebbero essere presenti risorse impreviste. Per ulteriori informazioni, consultate risultati imprevisti.
Experience Manager può cercare in molti formati di file e i filtri di ricerca possono essere personalizzati in base alle tue esigenze aziendali. Per conoscere le opzioni di ricerca disponibili per l'archivio DAM e le limitazioni applicate all'account, contattare l'amministratore.

Risultati con e senza smart tag avanzati

Per impostazione predefinita, Experience Manager la ricerca combina i termini di ricerca con una clausola AND. Ad esempio, è consigliabile cercare le parole chiave che una donna esegue. Per impostazione predefinita nei risultati di ricerca vengono visualizzate solo le risorse con sia donna che parole chiave in esecuzione nei metadati. Lo stesso comportamento viene mantenuto quando con le parole chiave vengono usati caratteri speciali (punti, trattini o trattini). Le seguenti query di ricerca restituiscono gli stessi risultati:
  • woman running
  • woman.running
  • woman-running
Tuttavia, la query woman -running restituisce le risorse senza running i relativi metadati. L'utilizzo di smart tag aggiunge una OR clausola aggiuntiva per individuare i termini di ricerca come smart tag applicati. In una query di ricerca viene visualizzata anche una risorsa con woman o running tramite smart tag. Quindi i risultati della ricerca sono una combinazione di:
  • Risorse con woman e running parole chiave nei metadati (comportamento predefinito).
  • Risorse con tag avanzati a una delle parole chiave (comportamento smart tag).

Search suggestions as you type

Quando si inizia a digitare le parole chiave, Experience Manager suggerisce le parole chiave o le frasi di ricerca possibili. I suggerimenti si basano sui metadati delle risorse esistenti. Experience Manager indicizza tutti i campi di metadati per facilitare la ricerca. Per fornire suggerimenti per la ricerca, il sistema utilizza i valori dei seguenti campi di metadati. Per fornire suggerimenti per la ricerca, è consigliabile compilare i campi seguenti con le parole chiave appropriate:
  • Tag risorsa. (mappe a jcr:content/metadata/cq:tags )
  • Titolo risorsa. (mappe a jcr:content/metadata/dc:title )
  • Descrizione della risorsa. (mappe a jcr:content/metadata/dc:description )
  • Titolo nell’archivio JCR. Il valore può essere mappato sul titolo della risorsa. (mappe a jcr:content/jcr:title )
  • Descrizione nell’archivio JCR. Il valore può essere mappato sulla descrizione della risorsa. (mappe a jcr:content/jcr:description )
Per ricevere suggerimenti per più parole chiave di ricerca, continuate a digitare tutte le parole chiave senza selezionare alcun suggerimento per una sola parola chiave.
Figura: Digitate più parole chiave per visualizzare i suggerimenti adatti a tutti.

Classificazione e incremento della ricerca

I risultati della ricerca che corrispondono a tutti i termini di ricerca nei campi di metadati vengono visualizzati per primi, seguiti dai risultati della ricerca che corrispondono a uno qualsiasi dei termini di ricerca negli smart tag. Nell'esempio precedente, l'ordine approssimativo di visualizzazione dei risultati della ricerca è:
  1. Corrisponde woman running ai vari campi di metadati.
  2. Corrisponde a woman running negli smart tag.
  3. Corrispondenza di woman o di running in smart tag.
Potete migliorare la rilevanza delle parole chiave per risorse particolari per migliorare le ricerche in base alle parole chiave. In altre parole, le immagini per le quali vengono promosse parole chiave specifiche vengono visualizzate nella parte superiore dei risultati della ricerca quando si esegue una ricerca basata su tali parole chiave.
  1. From the Assets user interface, open the properties page for the asset. Click Advanced and click Add under Elevate for search keywords .
  2. Nella casella Search Promote (Promuovi ricerca), specificate una parola chiave per la quale desiderate incrementare la ricerca dell'immagine e fate clic su Add (Aggiungi) . Potete specificare più parole chiave nello stesso modo.
  3. Fai clic su Salva e chiudi . La risorsa promossa per questa parola chiave viene visualizzata tra i primi risultati della ricerca.
Potete usarlo a proprio vantaggio aumentando il livello di alcune risorse nei risultati della ricerca per la parola chiave di destinazione. Guardate il video di esempio riportato di seguito. Per informazioni dettagliate, consultate cercare in Experience Manager .

Come classificare i risultati della ricerca e come influenzarne la classificazione.

Advanced search

Experience Manager sono disponibili vari metodi, come i filtri, che consentono di individuare più rapidamente le risorse ricercate. Di seguito sono descritti alcuni metodi di uso comune. Di seguito sono riportati alcuni esempi Alcuni esempi che illustrano la ricerca illustrati.
Cercare file o cartelle : Nei risultati della ricerca, consultate file, cartelle o entrambi. Dal pannello Filtri , potete selezionare l’opzione appropriata. Consultate Interfaccia di ricerca.
Cercare risorse all’interno di una cartella : Potete limitare la ricerca a una cartella specifica. Nel pannello Filtri , aggiungete il percorso di una cartella. Potete selezionare una sola cartella alla volta.
Figura: Per limitare i risultati della ricerca a una cartella, aggiungete il percorso di una cartella nel pannello Filtri.

Trovare immagini simili

Per trovare immagini visivamente simili a quelle selezionate dall’utente, fai clic su Trova simili nella vista a schede di un’immagine o nella barra degli strumenti. Experience ManagerDall’archivio DAM, visualizza le immagini con tag avanzati che risultano simili a quelle selezionate dall’utente. Scopri come configurare la ricerca per similarità .
Figura: Trovate immagini simili utilizzando l'opzione nella vista a schede.

immagini Adobe Stock

Dall’interfaccia Experience Manager utente, gli utenti possono effettuare ricerche risorse Adobe Stock e ottenere la licenza per le risorse necessarie. Aggiungete Location: Adobe Stock nella barra di ricerca Omnisearch. Potete anche usare il pannello Filtri per trovare tutte le risorse con o senza licenza o per cercare una risorsa specifica usando numero di file Adobe Stock.

Risorse per file multimediali dinamici

Per filtrare le immagini in base a Dynamic Media, dal pannello Filtri seleziona Dynamic Media > Set . Filtra e visualizza le risorse come set di immagini, caroselli, set di file multimediali diversi e set 360 gradi.

Ricerca utilizzando valori specifici nei campi di metadati

Potete cercare le risorse in base ai valori esatti di specifici campi di metadati, ad esempio titolo, descrizione e autore. La funzione di ricerca full-text GQL raccoglie solo le risorse il cui valore di metadati corrisponde esattamente alla query di ricerca. I nomi delle proprietà (ad esempio autore, titolo e così via) e i valori seguono la distinzione tra maiuscole e minuscole.
Campo metadati
Valore e utilizzo dei facet
Titolo
title:John
Creatore
creatore:John
Dove si trova
posizione:NA
Descrizione
descrizione:"Immagine campione"
Strumento di creazione
creatortool:"Adobe Photoshop CC 2020"
Proprietario copyright
copyrightowner:" Adobe Systems"
Collaboratore
collaboratore:John
Condizioni d'uso
usageterms:"CopyRights Reserved"
Creato
create:YYYY-MM-DDTHH
Data scadenza
expires:AAAA-MM-DTHH
Ora di attivazione
ontime:YYYY-MM-DTHH
Ora di disattivazione
offtime:AAAA-MM-DTHH
Intervallo di tempo (data di scadenza, ora di disattivazione)
campo facet: in basso..upperbound
Percorso
/content/dam/<nome cartella>
Titolo PDF
pdftitle:"Documento Adobe"
Oggetto
oggetto: "Formazione"
Tag
tags:"Location And Travel"
Tipo
type:"image\png"
Larghezza dell’immagine
width:lowerbound.upperbound
Altezza dell’immagine
height:lowerbound.upperbound
Person
persona:John
Le proprietà path , limit , size e orderby non possono essere eliminate con qualsiasi altra proprietà.
La parola chiave per una proprietà generata dall'utente è la relativa etichetta campo nell'editor delle proprietà in lettere minuscole, con la rimozione degli spazi.
Di seguito sono riportati alcuni esempi di formati di ricerca per query complesse:
  • Per visualizzare tutte le risorse con più campi facet (ad esempio: title=John Doe e strumento di creazione = Adobe Photoshop): tiltle:"John Doe" creatortool:Adobe*
  • Per visualizzare tutte le risorse quando il valore dei facet non è una singola parola ma una frase (ad esempio: title=Scott Reynolds): title:"Scott Reynolds"
  • Per visualizzare le risorse con più valori di una singola proprietà (ad esempio: title=Scott Reynolds o John Doe): title:"Scott Reynolds" OR "John Doe"
  • Per visualizzare le risorse con valori di proprietà che iniziano con una stringa specifica (ad esempio: title is Scott Reynolds): title:Scott*
  • Per visualizzare le risorse con valori di proprietà che terminano con una stringa specifica (ad esempio: title is Scott Reynolds): title:*Reynolds
  • Per visualizzare le risorse con un valore di proprietà contenente una stringa specifica (ad esempio: title = Sala riunioni di Basilea): title:*Meeting*
  • Per visualizzare le risorse che contengono una stringa particolare e hanno un valore di proprietà specifico (ad esempio: cercare una stringa Adobe nelle risorse con title=John Doe): *Adobe* title:"John Doe"

Ricerca di risorse da altre Experience Manager offerte o interfacce

Adobe Experience Manager collega l'archivio DAM a varie altre Experience Manager soluzioni per fornire un accesso più rapido alle risorse digitali e semplificare i flussi di lavoro creativi. Qualsiasi individuazione di risorse inizia con ricerca o ricerca. Il comportamento di ricerca rimane in gran parte lo stesso per le diverse superfici e soluzioni. Alcuni metodi di ricerca cambiano man mano che l'audience di destinazione, i casi di utilizzo e l'interfaccia utente variano tra le Experience Manager soluzioni. I metodi specifici sono documentati per le singole soluzioni ai link seguenti. I suggerimenti e i comportamenti universalmente applicabili sono documentati in questo articolo.

Cercare risorse dal pannello Collegamento risorse Adobe

Utilizzando collegamento risorse di Adobe, i creativi professionisti ora possono accedere al contenuto memorizzato in Experience Manager Assets, senza uscire dalle app Adobe Creative Cloud supportate. Creatives can seamlessly browse, search, check out, and check in assets using the in-app panel in the Adobe Creative Cloud apps: Adobe Photoshop, Adobe Illustrator, and Adobe InDesign. Collegamento risorsa consente anche agli utenti di effettuare ricerche con risultati visivamente simili. I risultati della visualizzazione della ricerca visiva sono basati algoritmi di machine learning Adobe Sensei e consentono agli utenti di trovare immagini esteticamente simili. Consultate Cercare e sfogliare le risorse mediante collegamento alla risorsa Adobe.

Cercare risorse nell'app Experience Manager desktop

I creativi professionisti usano l’app desktop per rendere Experience Manager Assets facilmente reperibili e disponibili sul desktop locale (Win o Mac). Creative può facilmente rivelare le risorse desiderate in Mac Finder o Windows Explorer, aperte nelle applicazioni desktop e modificate localmente - le modifiche vengono salvate Experience Manager con una nuova versione creata nella directory archivio. L'applicazione supporta le ricerche di base utilizzando una o più parole chiave, * caratteri ? jolly e AND operatore. Consultate Cercare, cercare e visualizzare in anteprima le risorse nell’app desktop.

Cercare risorse in Brand Portal

Gli utenti e i professionisti del settore della linea di business utilizzano Brand Portal per condividere in modo efficiente e sicuro le risorse digitali approvate con i team interni, i partner e i rivenditori estesi. See search assets on Brand Portal .

Cercare Adobe Stock immagini

Dall’interfaccia Experience Manager utente, gli utenti possono effettuare ricerche risorse Adobe Stock e ottenere la licenza per le risorse necessarie. Aggiungi Location: Adobe Stock nel campo Omnisearch. Potete anche usare il pannello Filtri per trovare tutte le risorse con o senza licenza oppure per cercare una risorsa specifica usando numero di file Adobe Stock. Consultate gestire immagini Adobe Stock in Experience Manager .

Ricerca di risorse per file multimediali dinamici

Per filtrare le immagini in base a Dynamic Media, dal pannello Filtri seleziona Dynamic Media > Set . Filtra e visualizza le risorse come set di immagini, caroselli, set di file multimediali diversi e set 360 gradi. Durante la creazione di pagine web, gli autori possono cercare i set direttamente da Content Finder. Nel menu pop-up è disponibile un filtro per i set.

Cercare risorse in Content Finder durante la creazione di pagine Web

Gli autori possono utilizzare Content Finder per ricercare nell'archivio DAM le risorse pertinenti e utilizzare le risorse nelle pagine Web che creano. Gli autori possono inoltre utilizzare la funzionalità Risorse collegate per cercare le risorse disponibili in una Experience Manager distribuzione remota. Gli autori possono quindi utilizzare queste risorse nelle pagine Web in una Experience Manager distribuzione locale. See use remote assets .

Cerca raccolte

Experience Manager la funzionalità di ricerca supporta la ricerca di raccolte e la ricerca di risorse all'interno di una raccolta. Consultate Cercare le raccolte .

Selettore risorse

Il Selettore risorse consente di cercare, filtrare e sfogliare le risorse DAM in modo speciale. Il selettore delle risorse è disponibile all’indirizzo https://[aem-server]:[port]/aem/assetpicker.html . Con questa funzionalità potete recuperare i metadati delle risorse selezionate. Potete avviarlo con i parametri di richiesta supportati, come il tipo di risorsa (immagine, video, testo) e la modalità di selezione (selezione singola o multipla). Questi parametri definiscono il contesto del selettore delle risorse per una particolare istanza di ricerca e rimangono intatti per tutta la selezione.
Il selettore risorse utilizza il messaggio HTML5 Window.postMessage per inviare al destinatario i dati per la risorsa selezionata. Il selettore risorse funziona solo in modalità Sfoglia e funziona solo con la pagina dei risultati Omnisearch.
Potete trasmettere i seguenti parametri di richiesta in un URL per avviare il selettore risorse in un contesto particolare:
Nome
Valori
Esempio
Scopo
suffisso risorsa (B)
Percorso della cartella come suffisso della risorsa nell’URL: https://localhost:4502/aem/assetpicker.html/<percorso_cartella>
Per avviare il selettore risorse con una particolare cartella selezionata, ad esempio con la cartella /content/dam/we-retail/en/activities selezionata, l’URL deve essere del modulo: https://localhost:4502/aem/assetpicker.html/content/dam/we-retail/en/activities?assettype=images
Se al momento dell’avvio del selettore delle risorse è necessario selezionare una determinata cartella, passatela come suffisso di risorsa.
mode
singolo, multiplo
In modalità multipla, potete selezionare più risorse contemporaneamente utilizzando il selettore delle risorse.
mimetype
tipo(i) mimetico( /jcr:content/metadata/dc:format ) di una risorsa (supportato anche dai caratteri jolly)
Utilizzatelo per filtrare le risorse in base ai tipi MIME
finestra di dialogo
true, false
Usate questi parametri per aprire il selettore delle risorse come finestra di dialogo Granite. Questa opzione è applicabile solo quando si avvia il selettore delle risorse tramite Granite Path Field e lo si configura come URL pickerSrc.
assettype (S)
immagini, documenti, contenuti multimediali, archivi
Utilizzate questa opzione per filtrare i tipi di risorse in base al valore passato.
root
<percorso_cartella>
Utilizzate questa opzione per specificare la cartella principale per il selettore di risorse. In questo caso, il selettore delle risorse consente di selezionare solo le risorse secondarie (dirette/indirette) sotto la cartella principale.
Per accedere all’interfaccia del selettore risorse, passate a https://[aem_server]:[port]/aem/assetpicker . Individuate la cartella desiderata e selezionate una o più risorse. In alternativa, cercate la risorsa desiderata dalla casella di ricerca Omnico, applicate il filtro in base alle vostre esigenze, quindi selezionatela.
Figura: Sfoglia e seleziona la risorsa nel selettore delle risorse.

Limitazioni

La funzionalità di ricerca in Experience Manager Assets presenta le seguenti limitazioni:
  • Non inserite uno spazio iniziale nella query di ricerca, altrimenti la ricerca non funziona.
  • Experience Manager può continuare a visualizzare il termine di ricerca dopo che hai selezionato le proprietà di una risorsa dai risultati della ricerca e quindi hai annullato la ricerca.
  • Durante la ricerca di cartelle, file e cartelle, i risultati della ricerca non possono essere ordinati in base ad alcun parametro.
  • Se premete Invio senza digitare nulla nella barra di ricerca Omnico, Experience Manager restituisce un elenco di soli file e non di cartelle. Se cercate in modo specifico le cartelle senza utilizzare una parola chiave, Experience Manager non restituisce alcun risultato.
  • Per selezionare le risorse ricercate, usate l’opzione Seleziona tutto nell’angolo superiore destro della pagina di ricerca. Experience Manager inizialmente visualizza 100 risorse nella vista a schede e 200 risorse nella vista a elenco. Quando scorrete i risultati della ricerca, vengono caricate più risorse. Potete selezionare più risorse rispetto alle risorse caricate. Il conteggio delle risorse selezionate viene visualizzato nell’angolo superiore destro della pagina dei risultati della ricerca. Potete gestire la selezione, ad esempio scaricare le risorse selezionate, aggiornare le proprietà dei metadati in blocco per le risorse selezionate o aggiungere le risorse selezionate a una raccolta. Quando più risorse sono selezionate rispetto a quelle visualizzate, un’azione viene applicata a tutte le risorse selezionate oppure viene visualizzata una finestra di dialogo con il numero di risorse a cui sono applicate. Per applicare un’azione alle risorse non caricate, accertatevi che tutte le risorse siano selezionate in modo esplicito.
La ricerca visiva o la ricerca per similarità presenta le seguenti limitazioni:
  • La ricerca visiva funziona meglio con archivi più grandi. Anche se non è richiesto un numero minimo di immagini per ottenere buoni risultati, la qualità delle corrispondenze con alcune immagini potrebbe non essere altrettanto buona di quella delle corrispondenze di un archivio di grandi dimensioni.
  • Non è possibile modificare il modello o il treno Experience Manager per trovare immagini simili. Ad esempio, l'aggiunta o la rimozione di smart tag ad alcune risorse non modifica il modello. Le risorse vengono effettivamente escluse dai risultati di ricerca visivamente simili.
La funzionalità di ricerca può presentare limiti di prestazioni nei seguenti scenari:
  • Rispetto alla visualizzazione a elenco, la visualizzazione a schede presenta un tempo di caricamento più rapido per visualizzare i risultati della ricerca.

Suggerimenti per la ricerca

  • Durante il monitoraggio dello stato di revisione delle risorse, utilizzate l'opzione appropriata per individuare le risorse approvate o in attesa di approvazione.
  • Utilizzate il predicato Insights per cercare le risorse supportate in base alle statistiche di utilizzo ottenute da diverse app Creative. I dati di utilizzo sono raggruppati in Valutazione utilizzo, Impressioni, Clic e Canali multimediali in cui le risorse appaiono categorie.
  • Per selezionare le risorse ricercate, usate la casella di controllo Seleziona tutto . Experience Manager inizialmente visualizza 100 risorse nella vista a schede e 200 risorse nella vista a elenco. Quando scorrete i risultati della ricerca, vengono caricate più risorse. Potete selezionare più risorse rispetto alle risorse caricate. Il conteggio delle risorse selezionate viene visualizzato nell’angolo superiore destro della pagina dei risultati della ricerca. Potete gestire la selezione, ad esempio scaricare le risorse selezionate, aggiornare le proprietà dei metadati in blocco per le risorse selezionate o aggiungere le risorse selezionate a una raccolta. Quando più risorse sono selezionate rispetto a quelle visualizzate, un’azione viene applicata a tutte le risorse selezionate oppure viene visualizzata una finestra di dialogo con il numero di risorse a cui sono applicate. Per applicare un’azione alle risorse non caricate, accertatevi che tutte le risorse siano selezionate in modo esplicito.
  • Per cercare risorse che non contengono metadati obbligatori, consultate Metadati Metadati obbligatori obbligatori.
  • La ricerca utilizza tutti i campi di metadati. Una ricerca generica, come la ricerca di 12, in genere restituisce molti risultati. Per risultati ottimali, utilizzate virgolette doppie (non singole) o assicuratevi che il numero sia contiguo a una parola senza un carattere speciale (ad esempio shoe12 ).
  • La ricerca full-text supporta operatori quali - e ^. Per cercare queste lettere come stringhe letterali, racchiudere l'espressione di ricerca tra virgolette. Ad esempio, utilizzare "Notebook - Bellezza" invece di Notebook - Bellezza.
  • Se i risultati della ricerca sono troppi, limita l’ ambito della ricerca a zero per le risorse desiderate. Questa funzione è particolarmente utile se avete qualche idea su come cercare meglio le risorse desiderate, ad esempio un tipo di file specifico, una posizione specifica, metadati specifici e così via.
  • Assegnazione tag : I tag consentono di classificare le risorse che possono essere cercate e cercate in modo più efficiente. I tag consentono di estendere la tassonomia appropriata ad altri utenti e flussi di lavoro. Experience Manager offre metodi per assegnare automaticamente tag alle risorse utilizzando servizi intelligenti di Adobe Sensei che consentono di aggiungere tag con utilizzo e formazione sempre più avanzati alle risorse. Quando ricercate le risorse, gli smart tag vengono inseriti se la funzione è attivata nel vostro account. Funziona insieme alla funzionalità di ricerca integrata. Consultate Comportamento di ricerca. Per ottimizzare l’ordine in cui vengono visualizzati i risultati della ricerca, potete aumentare la classifica di ricerca di alcune risorse selezionate.
  • Indicizzazione : Nei risultati della ricerca vengono restituiti solo i metadati e le risorse indicizzati. Per una migliore copertura e migliori prestazioni, accertatevi che l'indicizzazione sia corretta e seguite le best practice. Vedere indicizzazione .

Alcuni esempi che illustrano la ricerca

Usate virgolette doppie intorno alle parole chiave per trovare le risorse che contengono la frase esatta nell’ordine esatto specificato dall’utente.
Figura: Funzionamento della ricerca con e senza virgolette.
Cerca con carattere jolly asterisco : Per ampliare la ricerca, usate un asterisco prima o dopo la parola di ricerca per far corrispondere un numero qualsiasi di caratteri. Ad esempio, la ricerca di un'esecuzione senza un asterisco non restituisce risorse contenenti variazioni della parola (anche nei metadati). Un asterisco sostituisce qualsiasi numero di caratteri. Esempio,
  • run restituisce le risorse con la parola chiave run esatta
  • run* restituisce le risorse in esecuzione, in esecuzione, in esecuzione e così via.
  • *run restituisce un risultato negativo, un nuovo rendering e così via.
  • *run* restituisce tutte le possibili combinazioni.
Figura: Illustrazione dell’utilizzo del carattere jolly asterisco nella ricerca delle risorse tramite un esempio.
Cerca con il carattere jolly punto interrogativo: Per ampliare la ricerca, utilizzare uno o più caratteri '?' caratteri per corrispondere al numero esatto di caratteri. Ad esempio, nell'illustrazione seguente,
  • run??? la query non corrisponde ad alcuna risorsa.
  • run???? query restituisce la parola running con quattro caratteri dopo run .
  • ??run La query corrisponde alla parola rerun con due caratteri prima run .
Figura: Illustrazione dell’uso del carattere jolly punto interrogativo nella ricerca di risorse tramite un esempio.
Escludere una parola chiave : Usate il trattino per cercare risorse che non contengono una parola chiave. Ad esempio, running -shoe la query restituisce risorse che contengono running , ma non shoe . Analogamente, camp -night query restituisce risorse che contengono camp ma non night . La query camp-night restituisce risorse contenenti sia camp che night .
Figura: Utilizzo del trattino per cercare risorse non contenenti una parola chiave esclusa.

Attività di configurazione e amministrazione relative alla funzionalità di ricerca

Configurazioni indice di ricerca

L'individuazione delle risorse si basa sull'indicizzazione dei contenuti DAM, inclusi i metadati. L’individuazione delle risorse è rapida e accurata e si basa su un’indicizzazione ottimizzata e configurazioni appropriate. Consulta indice di ricerca, query di quercia e indicizzazione e best practice .
Per escludere risorse specifiche dai risultati della ricerca, utilizzate excludedPath la proprietà nell’indice di Lucene.

Ricerca visiva o per similarità

La ricerca visiva utilizza i tag avanzati e richiede Experience Manager 6.5.2.0 o versione successiva. Dopo aver configurato la funzionalità di smart tag, effettuate le seguenti operazioni:
  1. In Experience Manager CRXDE, nel /oak:index/lucene nodo, aggiungere le proprietà e i valori seguenti e salvare le modifiche.
    • costPerEntry proprietà di tipo Double con il valore 10 .
    • costPerExecution proprietà di tipo Double con il valore 2 .
    • refresh proprietà di tipo Boolean con il valore true .
    Questa configurazione consente le ricerche dall'indice appropriato.
  2. Per creare l'indice Lucene, in CRXDE, in corrispondenza /oak:index/damAssetLucene/indexRules/dam:Asset/properties , creare un nodo denominato imageFeatures di tipo nt-unstructured . In imageFeatures node,
    • Aggiungere name proprietà di tipo String con il valore jcr:content/metadata/imageFeatures/haystack0 .
    • Aggiungere nodeScopeIndex proprietà di tipo Boolean con il valore di true .
    • Aggiungere propertyIndex proprietà di tipo Boolean con il valore di true .
    • Aggiungere useInSimilarity proprietà di tipo Boolean con il valore true .
    Salva le modifiche.
  3. Accedere /oak:index/damAssetLucene/indexRules/dam:Asset/properties/predictedTags e aggiungere similarityTags proprietà di tipo Boolean con il valore di true .
  4. Applicazione di smart tag alle risorse presenti nella Experience Manager directory archivio. Scoprite come configurare gli smart tag .
  5. In CRXDE, nel /oak-index/damAssetLucene nodo, impostare la reindex proprietà su true . Salva le modifiche.
  6. (Facoltativo) Se si dispone di un modulo di ricerca personalizzato, copiare il /libs/settings/dam/search/facets/assets/jcr%3Acontent/items/similaritysearch nodo in /conf/global/settings/dam/search/facets/assets/jcr:content/items . Salva le modifiche.
Se l'indicizzazione Lucene viene eseguita Adobe Experience Manager, la ricerca basata sugli smart tag non funziona come previsto.

Metadati obbligatori

Gli utenti aziendali, gli amministratori o i bibliotecari DAM possono definire alcuni metadati come metadati obbligatori che è un requisito indispensabile per il funzionamento dei processi aziendali. Per diversi motivi, ad alcune risorse potrebbero mancare questi metadati, ad esempio risorse legacy o risorse migrate in massa. Le risorse con metadati mancanti o non validi vengono rilevate e riportate in base alla proprietà dei metadati indicizzati. Per configurarlo, consultate Metadati Definire i metadati obbligatori obbligatori.

Modificare i facet di ricerca

Per migliorare la velocità di individuazione, Experience Manager Assets offre facet di ricerca con cui è possibile filtrare i risultati di ricerca. Per impostazione predefinita, il pannello Filtri include alcuni facet standard. Gli amministratori possono personalizzare il pannello Filtri per modificare i facet predefiniti utilizzando i predicati incorporati. Experience Manager fornisce una buona raccolta di predicati incorporati e un editor per personalizzare i facet. Consultate Facet di ricerca .

Estrarre il testo durante il caricamento delle risorse

Potete configurare Experience Manager per estrarre il testo dalle risorse quando gli utenti caricano delle risorse, come file PSD o PDF. Experience Manager indicizza il testo estratto e consente agli utenti di eseguire ricerche in base al testo estratto. Consultate Caricare le risorse .
Se l’estrazione del testo richiede troppo risorse per la distribuzione, provate a disattivare l’estrazione del testo.

Predici personalizzati per filtrare i risultati della ricerca

I predicati vengono utilizzati per creare facet. Gli amministratori possono personalizzare i facet di ricerca nel pannello Filtri utilizzando i predicati preconfigurati. Questi predicati possono essere personalizzati utilizzando le sovrapposizioni. Consultate Creare predicati personalizzati.
Potete cercare risorse digitali in base a una o più delle seguenti proprietà. I filtri applicati ad alcune di queste proprietà sono disponibili per impostazione predefinita e altri filtri possono essere creati personalizzati per essere applicati alle altre proprietà.
Campo di ricerca
Valori delle proprietà di ricerca
Tipi MIME
Immagini, documenti, contenuti multimediali, archivi o altri elementi.
Ultima modifica
Ora, Giorno, Settimana, Mese o Anno.
Dimensione file
Piccolo, Medio o Grande.
Stato pubblicazione
Pubblicato o Non pubblicato.
Stato approvato
Approvato o Rifiutato.
Orientamento
Orizzontale, Verticale o Quadrato.
Stile
Colore o Bianco e nero.
Altezza video
Specificato come valore minimo e massimo. Il valore viene memorizzato solo nei metadati delle rappresentazioni video.
Larghezza video
Specificato come valore minimo e massimo. Il valore viene memorizzato solo nei metadati delle rappresentazioni video.
Formato video
DVI, Flash, MPEG4, MPEG, OGG Theora, QuickTime, Windows Media. Il valore viene memorizzato nei metadati del video sorgente e delle eventuali rappresentazioni.
Codec video
x264. Il valore viene memorizzato solo nei metadati delle rappresentazioni video.
Bitrate video
Specificato come valore minimo e massimo. Il valore viene memorizzato solo nei metadati delle rappresentazioni video.
Codec audio
Libvorbis, Lame MP3, codifica AAC. Il valore viene memorizzato solo nei metadati delle rappresentazioni video.
Bitrate audio
Specificato come valore minimo e massimo. Il valore viene memorizzato solo nei metadati delle rappresentazioni video.

Utilizzo dei risultati di ricerca delle risorse

Con le risorse ricercate in Experience Manager potete effettuare le seguenti operazioni:
  • Visualizzare le proprietà dei metadati e altre informazioni.
  • Scaricate una o più risorse.
  • Utilizzate Azioni desktop per aprire queste risorse nell'app desktop.
  • Creare raccolte intelligenti.

Ordinare i risultati della ricerca

Ordinate i risultati della ricerca per individuare più rapidamente le risorse necessarie. You can sort the search results in list view and only when you select Files from the Filters panel. Experience Manager Assets utilizza l’ordinamento lato server per ordinare rapidamente tutte le risorse all’interno di una cartella o nei risultati di una query di ricerca, indipendentemente dal numero. L’ordinamento lato server fornisce risultati più rapidi e precisi rispetto all’ordinamento lato client.
Nella vista a elenco, potete ordinare i risultati della ricerca esattamente come potete ordinare le risorse in qualsiasi cartella. L'ordinamento funziona su queste colonne: Nome, Titolo, Stato, Dimension, Dimensioni, Valutazione, Utilizzo, (Data) Creata, (Data) Modificata, (Data) Pubblicata, Flusso di lavoro e Estratta.
Per le limitazioni della funzionalità di ordinamento, consultate Limitazioni .

Controllare informazioni dettagliate su una risorsa

Potete controllare informazioni dettagliate su una risorsa ricercata dalla pagina dei risultati della ricerca.
Per visualizzare tutti i metadati di una risorsa, selezionate la risorsa e fate clic su Proprietà nella barra degli strumenti.
Per controllare i commenti relativi a una risorsa o alla sua cronologia della versione, fai clic sulla risorsa per aprirne l’anteprima di grandi dimensioni. Apri la timeline nella barra a sinistra e seleziona Commenti o Versioni . Puoi anche ordinare l’attività della timeline come commenti o versioni in ordine cronologico.
Figura: Ordinare le voci della cronologia per una risorsa di ricerca.

Scaricare le risorse ricercate

Potete scaricare le risorse ricercate e le relative rappresentazioni esattamente come potete scaricare le risorse normali dalle cartelle. Selezionate una o più risorse dai risultati della ricerca e fate clic su Scarica dalla barra degli strumenti.

Aggiornate in blocco le proprietà dei metadati

È possibile eseguire aggiornamenti in blocco ai campi di metadati comuni di più risorse. Dai risultati della ricerca, selezionate una o più risorse. Fate clic su Proprietà nella barra degli strumenti e aggiornate i metadati come necessario. Al termine, fate clic su Salva e chiudi . I metadati esistenti in precedenza nei campi aggiornati vengono sovrascritti.
Per le risorse disponibili in una singola cartella o raccolta, è più semplice aggiornare i metadati in blocco senza utilizzare la funzionalità di ricerca. Per le risorse disponibili in più cartelle o che corrispondono a criteri comuni, è più rapido aggiornare in massa i metadati tramite la ricerca.

Raccolte intelligenti

Una raccolta è un set ordinato di risorse che può includere risorse da posizioni diverse, perché le raccolte contengono solo riferimenti a tali risorse. Le raccolte sono dei due tipi seguenti:
  • Un elenco di riferimento statico di risorse, cartelle e altre raccolte.
  • Un elenco dinamico (raccolta avanzata) che popola le risorse nella raccolta in base a un criterio di ricerca.
Puoi creare raccolte avanzate in base ai criteri di ricerca. Dal pannello Filtri , seleziona File e fai clic su Salva raccolta avanzata . Consulta la sezione Gestisci raccolte .

Risoluzione di problemi e risultati della ricerca imprevisti

Errore, problemi, sintomi
Possibile motivo
Possibile correzione o comprensione del problema
Risultati errati durante la ricerca di risorse con metadati mancanti.
Quando si ricercano risorse per le quali mancano i metadati obbligatori, Experience Manager è possibile che vengano visualizzate risorse con metadati validi. I risultati si basano sulle proprietà dei metadati indicizzati.
Una volta aggiornati i metadati, è necessario reindicizzare lo stato corretto dei metadati delle risorse. Consultate Metadati Definire i metadati obbligatori obbligatori.
Troppi risultati di ricerca.
Parametro di ricerca ampio.
Considerate la limitazione dell' ambito di ricerca . Gli smart tag consentono di ottenere più risultati di quanto previsto. Consultate Comportamento di ricerca con gli smart tag .
Risultati di ricerca non correlati o in parte correlati.
Il comportamento di ricerca cambia con l’assegnazione di smart tag.
Nessun suggerimento di completamento automatico per le risorse.
Le risorse appena caricate non sono ancora indicizzate. I metadati non sono immediatamente disponibili come suggerimenti quando iniziate a digitare una parola chiave di ricerca nella barra di ricerca Omnyser.
Assets attende la scadenza di un periodo di timeout (per impostazione predefinita, un’ora) prima di eseguire un processo in background per indicizzare i metadati per tutte le risorse caricate o aggiornate di recente e quindi aggiungere i metadati all’elenco dei suggerimenti.
Nessun risultato di ricerca.
  • Le risorse corrispondenti alla query non esistono.
  • Spazi bianchi aggiunti prima della query di ricerca.
  • Il campo di metadati non supportato contiene la parola chiave cercata.
  • Ricerca eseguita durante la disattivazione di una risorsa.
  • Effettuate ricerche utilizzando un'altra parola chiave. In alternativa, potete usare tag avanzati o ricerche per similarità per migliorare i risultati della ricerca.
  • Limitazione nota.
  • Non tutti i campi di metadati sono considerati come ricerche. Vedere ambito .
  • Effettuate ricerche in un secondo momento o modificate i tempi di attivazione e disattivazione delle risorse richieste.
Filtro di ricerca o predicato non disponibile.
  • Il filtro di ricerca non è configurato.
  • Non è disponibile per l'accesso.
  • (Meno probabile) Le opzioni di ricerca non vengono personalizzate sulla distribuzione in uso.
  • Contattate l’amministratore per verificare se le personalizzazioni della ricerca sono disponibili o meno.
  • Contattate l’amministratore per verificare se l’account dispone dei privilegi o delle autorizzazioni necessari per utilizzare la personalizzazione.
  • Contattate l’amministratore e controllate le personalizzazioni disponibili per la Assets distribuzione in uso.
Quando si ricercano immagini visivamente simili, manca un'immagine prevista.
  • L'immagine non è disponibile in Experience Manager.
  • L'immagine non è indicizzata. In genere, quando viene caricato di recente.
  • L'immagine non è dotata di smart tag.
  • Aggiungete l’immagine a Assets.
  • Contattate l’amministratore per reindirizzare la directory archivio. Inoltre, accertatevi di utilizzare l'indice appropriato.
  • Contattate l’amministratore per assegnare tag avanzati alle risorse pertinenti.
Quando si ricercano immagini visivamente simili, viene visualizzata un’immagine irrilevante.
Comportamento di ricerca visiva.
Experience Manager visualizza il maggior numero possibile di risorse potenzialmente rilevanti. Eventuali immagini meno rilevanti vengono aggiunte ai risultati, ma con una classificazione di ricerca più bassa. La qualità delle corrispondenze e la rilevanza delle risorse ricercate diminuiscono mano a mano che scorrete i risultati della ricerca.
Quando si selezionano e si utilizzano i risultati della ricerca, non vengono utilizzate tutte le risorse ricercate.
L'opzione Seleziona tutto seleziona solo i primi 100 risultati di ricerca nella vista a schede e i primi 200 risultati di ricerca nella vista a elenco.