Show Menu
ARGOMENTI×

Convalida di documenti DDX

È possibile convalidare a livello di programmazione un documento DDX utilizzato dal servizio Assembler. Utilizzando l'API del servizio Assembler è possibile determinare se un documento DDX è valido o meno. Ad esempio, se avete effettuato l'aggiornamento da una versione precedente di AEM Forms e desiderate verificare che il documento DDX sia valido, potete convalidarlo utilizzando l'API del servizio Assembler.
Per ulteriori informazioni sul servizio Assembler, consultate Guida di riferimento ai servizi per AEM Forms .
Per ulteriori informazioni su un documento DDX, vedere Servizio Assembler e Riferimento DDX.

Riepilogo dei passaggi

Per convalidare un documento DDX, eseguire le operazioni seguenti:
  1. Includere i file di progetto.
  2. Creare un client Assembler.
  3. Fare riferimento a un documento DDX esistente.
  4. Impostare le opzioni di esecuzione per convalidare il documento DDX.
  5. Eseguire la convalida.
  6. Salvare i risultati della convalida in un file di registro.
Includi file di progetto
Includete i file necessari nel progetto di sviluppo. Se create un'applicazione client utilizzando Java, includete i file JAR necessari. Se utilizzate i servizi Web, accertatevi di includere i file proxy.
I seguenti file JAR devono essere aggiunti al percorso di classe del progetto:
  • adobe-livecycle-client.jar
  • adobe-usermanager-client.jar
  • adobe-assembler-client.jar
  • adobe-utilities.jar (richiesto se AEM Forms è distribuito su JBoss)
  • jbossall-client.jar (richiesto se AEM Forms è distribuito su JBoss)
se AEM Forms è implementato su un server applicazione J2EE supportato diverso da JBoss, è necessario sostituire i file adobe-utilities.jar e jbossall-client.jar con file JAR specifici per il server applicazione J2EE in cui è distribuito AEM Forms.
Creare un client Assembler PDF
Prima di eseguire un'operazione Assembler a livello di programmazione, è necessario creare un client di servizio Assembler.
Riferimento a un documento DDX esistente
Per convalidare un documento DDX, è necessario fare riferimento a un documento DDX esistente.
Impostazione delle opzioni di esecuzione per convalidare il documento DDX
Durante la convalida di un documento DDX, è necessario impostare opzioni di esecuzione specifiche che indichino al servizio Assembler di convalidare il documento DDX anziché eseguirlo. Inoltre, potete aumentare la quantità di informazioni che il servizio Assembler scrive nel file di registro.
Eseguire la convalida
Dopo aver creato il client del servizio Assembler, fatto riferimento al documento DDX e impostato le opzioni di esecuzione, è possibile richiamare l' invokeDDX operazione per convalidare il documento DDX. Durante la convalida del documento DDX, è possibile passare null come parametro della mappa (in genere memorizza i documenti PDF richiesti dall'Assembler per eseguire le operazioni specificate nel documento DDX).
Se la convalida non riesce, viene generata un'eccezione e il file di registro contiene dettagli che spiegano perché il documento DDX non è valido può essere ottenuto dall' OperationException istanza. Dopo l'analisi XML di base e il controllo dello schema, viene eseguita la convalida rispetto alla specifica DDX. Tutti gli errori che si trovano nel documento DDX sono specificati nel registro.
Salvare i risultati della convalida in un file di registro
Il servizio Assembler restituisce i risultati di convalida che è possibile scrivere in un file di registro XML. La quantità di dettagli che il servizio Assembler scrive nel file di registro dipende dall'opzione di esecuzione impostata.
Consulta anche

Convalidare un documento DDX utilizzando l'API Java

Convalidare un documento DDX utilizzando l'API del servizio Assembler (Java):
  1. Includere i file di progetto.
    Includete file JAR client, ad esempio adobe-assembler-client.jar, nel percorso di classe del progetto Java.
  2. Creare un client Assembler PDF.
    • Creare un ServiceClientFactory oggetto che contenga proprietà di connessione.
    • Creare un AssemblerServiceClient oggetto utilizzando il relativo costruttore e passando l' ServiceClientFactory oggetto.
  3. Fare riferimento a un documento DDX esistente.
    • Creare un java.io.FileInputStream oggetto che rappresenta il documento DDX utilizzando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che specifica la posizione del file DDX.
    • Creare un com.adobe.idp.Document oggetto utilizzando il relativo costruttore e passando l' java.io.FileInputStream oggetto.
  4. Impostare le opzioni di esecuzione per convalidare il documento DDX.
    • Creare un AssemblerOptionSpec oggetto che memorizza le opzioni di esecuzione utilizzando il relativo costruttore.
    • Impostate l'opzione di esecuzione che indica al servizio Assembler di convalidare il documento DDX richiamando il metodo setValidateOnly dell' AssemblerOptionSpec oggetto e passando true .
    • Impostate la quantità di informazioni che il servizio Assembler scrive nel file di registro richiamando il metodo dell' AssemblerOptionSpec oggetto getLogLevel e passando un valore di stringa conforme ai vostri requisiti. Durante la convalida di un documento DDX, è necessario scrivere nel file di registro ulteriori informazioni utili al processo di convalida. Di conseguenza, è possibile trasmettere il valore FINE o FINER .
  5. Eseguire la convalida.
    Richiama il metodo dell’ AssemblerServiceClient oggetto invokeDDX e passa i seguenti valori:
    • Un com.adobe.idp.Document oggetto che rappresenta il documento DDX.
    • Il valore null dell'oggetto java.io.Map che in genere memorizza i documenti PDF.
    • Un com.adobe.livecycle.assembler.client.AssemblerOptionSpec oggetto che specifica le opzioni di esecuzione. Il invokeDDX metodo restituisce un AssemblerResult oggetto che contiene informazioni che specificano se il documento DDX è valido.
  6. Salvare i risultati della convalida in un file di registro.
    • Create un java.io.File oggetto e accertatevi che l'estensione del nome del file sia .xml.
    • Richiama il metodo dell’ AssemblerResult oggetto getJobLog . Questo metodo restituisce un' com.adobe.idp.Document istanza che contiene informazioni di convalida.
    • Richiamare il metodo dell' com.adobe.idp.Document oggetto copyToFile per copiare il contenuto dell' com.adobe.idp.Document oggetto nel file.
    Se il documento DDX non è valido, OperationException viene generato un errore. All'interno dell'istruzione catch, è possibile richiamare il metodo OperationException dell'oggetto getJobLog .
Consulta anche

Convalida di un documento DDX tramite l'API del servizio Web

Convalidare un documento DDX utilizzando l'API del servizio Assembler (servizio Web):
  1. Includere i file di progetto.
    Creare un progetto Microsoft .NET che utilizza MTOM. Assicurarsi di utilizzare la seguente definizione WSDL: http://localhost:8080/soap/services/AssemblerService?WSDL&lc_version=9.0.1 .
    Sostituire localhost con l'indirizzo IP del server dei moduli.
  2. Creare un client Assembler PDF.
    • Creare un AssemblerServiceClient oggetto utilizzando il relativo costruttore predefinito.
    • Creare un AssemblerServiceClient.Endpoint.Address oggetto utilizzando il System.ServiceModel.EndpointAddress costruttore. Passa un valore di stringa che specifica il WSDL al servizio AEM Forms (ad esempio, http://localhost:8080/soap/services/AssemblerService?blob=mtom ). Non è necessario utilizzare l' lc_version attributo. Questo attributo viene utilizzato quando create un riferimento a un servizio.
    • Creare un System.ServiceModel.BasicHttpBinding oggetto ottenendo il valore del AssemblerServiceClient.Endpoint.Binding campo. Inserite il valore restituito in BasicHttpBinding .
    • Impostare il campo System.ServiceModel.BasicHttpBinding dell' MessageEncoding oggetto su WSMessageEncoding.Mtom . Questo valore assicura che venga utilizzato MTOM.
    • Abilitate l'autenticazione HTTP di base eseguendo le seguenti operazioni:
      • Assegnare il nome utente dei moduli AEM al campo AssemblerServiceClient.ClientCredentials.UserName.UserName .
      • Assegnare il valore della password corrispondente al campo AssemblerServiceClient.ClientCredentials.UserName.Password .
      • Assegnare il valore costante HttpClientCredentialType.Basic al campo BasicHttpBindingSecurity.Transport.ClientCredentialType .
      • Assegnare il valore costante BasicHttpSecurityMode.TransportCredentialOnly al campo BasicHttpBindingSecurity.Security.Mode .
  3. Fare riferimento a un documento DDX esistente.
    • Creare un BLOB oggetto utilizzando il relativo costruttore. L' BLOB oggetto viene utilizzato per memorizzare il documento DDX.
    • Creare un System.IO.FileStream oggetto richiamando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che rappresenta la posizione del file del documento DDX e la modalità in cui aprire il file.
    • Creare un array di byte che memorizza il contenuto dell' System.IO.FileStream oggetto. È possibile determinare la dimensione dell'array di byte ottenendo la proprietà dell' System.IO.FileStream oggetto Length .
    • Compilare l'array di byte con i dati del flusso richiamando il System.IO.FileStream Read metodo dell'oggetto e passando l'array di byte, la posizione iniziale e la lunghezza del flusso da leggere.
    • Compilare l' BLOB oggetto assegnandone MTOM la proprietà con il contenuto dell'array di byte.
  4. Impostare le opzioni di esecuzione per convalidare il documento DDX.
    • Creare un AssemblerOptionSpec oggetto che memorizza le opzioni di esecuzione utilizzando il relativo costruttore.
    • Impostare l'opzione di esecuzione che richiede al servizio Assembler di convalidare il documento DDX assegnando il valore true al membro AssemblerOptionSpec dati dell'oggetto validateOnly .
    • Impostate la quantità di informazioni che il servizio Assembler scrive nel file di registro assegnando un valore stringa al membro dati dell' AssemblerOptionSpec oggetto logLevel . durante la convalida di un documento DDX, è necessario scrivere ulteriori informazioni nel file di registro per facilitare il processo di convalida. Di conseguenza, è possibile specificare il valore FINE o FINER . Per informazioni sulle opzioni di esecuzione che è possibile impostare, consultate il riferimento alla AssemblerOptionSpec classe in Riferimento API di AEM Forms .
  5. Eseguire la convalida.
    Richiama il metodo dell’ AssemblerServiceClient oggetto invokeDDX e passa i seguenti valori:
    • Un BLOB oggetto che rappresenta il documento DDX.
    • Il valore null dell' Map oggetto che in genere memorizza i documenti PDF.
    • Un AssemblerOptionSpec oggetto che specifica le opzioni di esecuzione. Il invokeDDX metodo restituisce un AssemblerResult oggetto che contiene informazioni che specificano se il documento DDX è valido.
  6. Salvare i risultati della convalida in un file di registro.
    • Creare un System.IO.FileStream oggetto richiamando il relativo costruttore e passando un valore di stringa che rappresenta la posizione del file di registro e la modalità in cui aprire il file. Accertatevi che l’estensione del nome del file sia .xml.
    • Creare un BLOB oggetto che memorizza le informazioni di registro ottenendo il valore del membro AssemblerResult dati dell' jobLog oggetto.
    • Creare un array di byte che memorizza il contenuto dell' BLOB oggetto. Compilare l'array di byte ottenendo il valore del campo dell' BLOB oggetto MTOM .
    • Creare un System.IO.BinaryWriter oggetto richiamando il relativo costruttore e passando l' System.IO.FileStream oggetto.
    • Scrivere il contenuto dell'array di byte in un file PDF richiamando il metodo dell' System.IO.BinaryWriter oggetto Write e passando l'array di byte.
    Se il documento DDX non è valido, OperationException viene generato un errore. All'interno dell'istruzione catch, è possibile ottenere il valore del OperationException membro dell' jobLog oggetto.
Consulta anche