Show Menu
ARGOMENTI×

Integrazione di Git con Adobe Cloud Manager

Adobe Cloud Manager viene fornito con un unico repository git, utilizzato per distribuire il codice utilizzando i pipeline CI/CD di Cloud Manager. I clienti possono utilizzare il repository Git di Cloud Manager in modo immediato. I clienti possono anche integrare un repository Git locale o gestito dai clienti con Cloud Manager.

Panoramica sull’integrazione Git


Questa serie video illustra diversi casi di utilizzo per l’integrazione di un repository git gestito dai clienti con Cloud Manager, tra cui:
La serie video presuppone una conoscenza di base di git e gestione del controllo del codice sorgente. Per ulteriori informazioni su git, consulta le risorse aggiuntive riportate di seguito .
I passaggi e le convenzioni di denominazione descritti in questa serie video rappresentano alcune best practice per l’utilizzo di un repository git gestito dai clienti e di Cloud Manager. Si prevede che le convenzioni e i flussi di lavoro illustrati saranno adattati per i singoli team di sviluppo.

Sincronizzazione iniziale

Primi passi per la sincronizzazione di un repository Git gestito dai clienti con l'archivio Git di Cloud Manager.

Strategia di riferimento

Seguite il video seguente per apprendere le strategie di base per la ramificazione.

Sviluppo del ramo delle funzioni

Utilizzate un ramo di funzionalità per isolare le modifiche di codice in un repository Git gestito dal cliente e sincronizzatelo con il repository Git di Cloud Manager per utilizzare una pipeline non di produzione per il test di qualità del codice e di convalida.

Distribuzione di produzione

Prepara il codice per una versione di produzione in un archivio git gestito dal cliente e sincronizza con il repository git di Cloud Manager per distribuirlo nell’area di visualizzazione e negli ambienti di produzione.

Sincronizzazione dei tag di rilascio

Sincronizzate i tag delle versioni rilasciate da un repository Git di Cloud Manager in un repository Git gestito dai clienti per fornire visibilità sul codice distribuito negli ambienti di produzione e di stage.