Show Menu
ARGOMENTI×

Adobe Experience Manager come servizio cloud per la protezione dei dati e le normative sulla privacy

Il contenuto del presente documento non costituisce consulenza giuridica e non è inteso come sostituto della consulenza legale.
Consulta l'ufficio legale della tua azienda per consigli in merito alle normative sulla protezione dei dati e sulla privacy dei dati.
Per ulteriori informazioni sulla risposta di Adobe ai problemi di privacy e sul significato che questo comporta per voi in quanto clienti Adobe, consultate il Centro per la privacy di Adobe.
Adobe sta fornendo documentazione e procedure (con API quando disponibili), all'amministratore della privacy del cliente o all'amministratore AEM per gestire le richieste di protezione dei dati e privacy dei dati e aiutare i nostri clienti a conformarsi a queste normative. Le procedure documentate consentiranno ai clienti di eseguire le richieste normative manualmente o chiamando le API, se disponibili, da un portale o servizio esterno.
I dettagli qui documentati sono limitati ad Adobe Experience Manager come servizio Cloud.
I dati provenienti da un altro servizio Adobe On-demand, insieme a tutte le relative richieste di privacy, richiederanno l'adozione di misure per tale servizio.
Per ulteriori informazioni, vedere il Centro per la privacy di Adobe.

Introduzione

Le istanze di Adobe Experience Manager come servizio Cloud e le applicazioni che le eseguono sono di proprietà e gestite dai nostri clienti.
Di conseguenza, le normative sulla protezione dei dati, come il GDPR, l'CCPA e altri, sono in gran parte responsabilità dei clienti.
Per una breve introduzione, le norme sulla privacy e la protezione dei dati comprendono nuove regole da seguire per:
  • Entità commerciali (CCPA) e/o controllori dati (GDPR)
  • Fornitori di servizi (CCPA) e/o processori di dati (GDPR)
Le disposizioni principali di tali regolamenti sono:
  1. Definizione estesa di dati personali per includere tutti gli ID univoci; come in dati direttamente e indirettamente identificabili.
  2. Requisiti di consenso rafforzati.
  3. Maggiore attenzione ai diritti di eliminazione (Data Erasure).
  4. Rifiuto della vendita di dati.
Per Adobe Experience Manager come servizio Cloud:
  • Le istanze e le applicazioni che vengono eseguite su di esse sono di proprietà e gestite dal cliente.
    • Ciò significa che il cliente gestisce i ruoli normativi, tra cui Business Entities e Service Provider, Data Controller e Data Processor, tra gli altri.
    • Il servizio Adobe Experience Platform Privacy Service non farà parte del flusso di lavoro per AEM, come illustrato nel diagramma seguente.
  • AEM include la documentazione e le procedure che l'amministratore della privacy del cliente e/o l'amministratore AEM devono seguire per eseguire le richieste di informativa sulla privacy; manualmente o tramite API, se disponibili.
  • Nessun nuovo servizio o interfaccia utente aggiunto.
    • Le procedure e le API sono invece documentate per l'utilizzo da parte dell'interfaccia utente/portali del cliente che gestisce le richieste di informativa sulla privacy.
  • AEM non includerà alcuno strumento fornito per supportare il flusso di lavoro delle richieste di privacy.
    • Adobe fornirà la documentazione e le procedure per l'amministratore della privacy del cliente e/o per l'amministratore AEM, consentendo loro di eseguire manualmente le richieste relative alle normative sulla privacy.
Adobe sta fornendo procedure per la gestione delle richieste di privacy relative ad Accesso, Eliminazione e Rifiuto per Adobe Experience Manager come servizio Cloud. In alcuni casi, sono disponibili delle API che possono essere richiamate da un portale sviluppato dal cliente o da script per facilitare l'automazione.
Nel diagramma seguente è illustrato l’aspetto di un flusso di lavoro per la richiesta di privacy (illustrato utilizzando Adobe Experience Manager 6.5):

Adobe Experience Manager come servizio cloud e preparazione normativa

Consulta le sezioni seguenti per la documentazione di regolamentazione per le aree di prodotti di AEM come servizio cloud.

Adobe Experience Manager come Cloud Service Foundation

Adobe Experience Manager come integrazione dei servizi cloud con Adobe Target e Adobe Analytics

Queste integrazioni di Adobe Experience Manager come servizio cloud si integrano con i servizi di protezione dei dati e privacy (ad esempio, GDPR). Nessun dato personale di Adobe Target o Adobe Analytics viene memorizzato in AEM in relazione alle integrazioni. Per ulteriori informazioni, consulta: