Show Menu
ARGOMENTI×

Guida per lo sviluppatore del controllo degli accessi

Il controllo degli accessi per Experience Platform è gestito tramite Adobe Admin Console . Questa funzionalità sfrutta i profili di prodotto in Admin Console, che collegano gli utenti con autorizzazioni e sandbox. Per ulteriori informazioni, consulta la panoramica sul controllo degli accessi.
Questa guida per gli sviluppatori fornisce informazioni su come formattare le richieste nell’API di controllo degli accessi e descrive le operazioni seguenti:

Introduzione

Le sezioni seguenti forniscono informazioni aggiuntive che sarà necessario conoscere per eseguire correttamente chiamate all'API del Registro di sistema dello schema.

Lettura di chiamate API di esempio

Questa guida fornisce esempi di chiamate API per dimostrare come formattare le richieste. Questi includono percorsi, intestazioni richieste e payload di richieste formattati correttamente. Viene inoltre fornito un JSON di esempio restituito nelle risposte API. Per informazioni sulle convenzioni utilizzate nella documentazione per le chiamate API di esempio, consulta la sezione come leggere le chiamate API di esempio nella guida alla risoluzione dei problemi della piattaforma Experience.

Raccogli valori per le intestazioni richieste

Per effettuare chiamate alle API della piattaforma, dovete prima completare l'esercitazione di autenticazione. Completando l'esercitazione sull'autenticazione, vengono forniti i valori per ciascuna delle intestazioni richieste in tutte le chiamate API di Experience Platform, come illustrato di seguito:
  • Autorizzazione: Portatore {ACCESS_TOKEN}
  • x-api-key: {API_KEY}
  • x-gw-ims-org-id: {IMS_ORG}
Tutte le risorse in Experience Platform sono isolate in sandbox virtuali specifiche. Tutte le richieste alle API della piattaforma richiedono un'intestazione che specifica il nome della sandbox in cui avrà luogo l'operazione:
  • x-sandbox-name: {SANDBOX_NAME}
Per ulteriori informazioni sulle sandbox in Piattaforma, consultate la documentazione sulla panoramica della sandbox.
Tutte le richieste che contengono un payload (POST, PUT, PATCH) richiedono un'intestazione aggiuntiva:
  • Content-Type: application/json

Passaggi successivi

Ora che avete raccolto le credenziali richieste, potete continuare a leggere il resto della guida per gli sviluppatori. Ogni sezione fornisce informazioni importanti sui relativi endpoint e illustra le chiamate API di esempio per l'esecuzione di operazioni CRUD. Ogni chiamata include il formato ​API generale, una richiesta di esempio che mostra le intestazioni richieste e i payload formattati correttamente e una risposta di esempio per una chiamata riuscita.