Show Menu
ARGOMENTI×

Note sulla versione di Adobe Experience Platform

Data di rilascio: 13 maggio 2020
Aggiornamenti alle funzionalità esistenti in Adobe Experience Platform:

Area di lavoro Data Science

Data Science Workspace utilizza l'apprendimento automatico e l'intelligenza artificiale per liberare informazioni dai tuoi dati. Integrato in Adobe Experience Platform, Data Science Workspace ti aiuta a fare previsioni utilizzando i tuoi contenuti e le risorse di dati nelle soluzioni Adobe. Uno dei modi in cui Data Science Workspace ottiene questo risultato è attraverso l'uso di JupyterLab. JupyterLab è un'interfaccia utente basata sul Web per Project Jupyter ed è strettamente integrata in Adobe Experience Platform. Fornisce un ambiente di sviluppo interattivo che consente agli scienziati dei dati di lavorare con notebook, codice e dati Jupyter.
Nuove funzionalità
Funzione
Descrizione
JupyterLab Launcher
JupyterLab Launcher ora include avviatori per i notebook Spark 2.4. Gli avviatori dei notebook Spark 2.3 ora sono contrassegnati come obsoleti e impostati per essere rimossi in una versione successiva.
Spark 2.4
Le nuove ricette Scala (Spark) e PySpark ora utilizzano Spark 2.4.
Kernel
I notebook Scala (Spark) ora vengono creati tramite il kernel Scala. I notebook PySpark sono ora creati tramite il kernel Python. Il kernel Spark e PySpark sono obsoleti e sono impostati per essere rimossi in una release successiva.
Ricette
Le nuove ricette PySpark e Spark ora seguono il flusso di lavoro Docker simile alle ricette Python e R.
Per ulteriori informazioni sulla migrazione dei notebook e delle ricette per utilizzare Spark 2.4, consulta la guida alla migrazione dei notebook. Per ulteriori informazioni generali su Data Science Workspace, consulta la documentazione Panoramica di Analysis Workspace di panoramica.

SDK Web per la piattaforma Experience e la rete Edge per la piattaforma Experience

L’SDK per la piattaforma Web Experience Platform e l’Experience Platform Edge Network consentono agli utenti di inviare dati ad Adobe Experience Platform e ad altre soluzioni Adobe in tempo reale per i dispositivi e i browser degli utenti finali. L’elenco più recente dei casi di utilizzo è riportato nella roadmap 5 pubblica, che viene aggiornata spesso.
Nuove funzionalità
Funzione
Descrizione
Supporto per ECID
L’SDK supporta l’ECID in dotazione senza ulteriori librerie o informazioni da installare
Interfaccia utente di configurazione
Per gestire le impostazioni ID di configurazione con la nuova interfaccia utente di configurazione edge in Launch, è necessario che sia presente una whitelist per accedere a
Adobe Experience Platform Web SDK Mixin
Un mixin da usare con l’SDK Web della piattaforma Experience che include tutti i campi supportati.
Controlli per il consenso al corso
Fornisce alle aziende i controlli relativi all’opzione di rifiuto e di iscrizione all’SDK Web per la piattaforma Experience
Supporto per il debug lato client nella nuova estensione Experience Cloud Debugger
Consulta le richieste dell’SDK per Web della piattaforma Experience e le tracce Edge per vedere in che modo i dati scorrono nel sistema.
Adobe Analytics
Invia i dati alle suite di rapporti di Analytics tramite la configurazione edge. XDM viene appiattito nei dati contestuali e supporta l'assegnazione di tag a più suite
Adobe Target
Supporto per Adobe Target. Compositore VEC, composer basato su modulo, A/B, XT, Automated Personalization (Personalizzazione automatizzata), MVT
Supporto di Adobe Audience Manager
Supporto per le sincronizzazioni ID di Audience Manager, le destinazioni URL e le destinazioni dei cookie
synceIdnetity
Rinominato setCustomersIds per syncIdentity renderlo più chiaro
Generatore di oggetti XDM
Nell'estensione del lancio è ora possibile creare oggetti XDM come elementi dati
Per ulteriori informazioni su Platform Web SDK e Edge Network, consulta la documentazione .

Origini

Adobe Experience Platform è in grado di acquisire dati da origini esterne e allo stesso tempo di strutturarli, etichettarli e ottimizzarli tramite i servizi della piattaforma. È possibile acquisire dati da origini diverse, come applicazioni Adobe, archiviazione basata su cloud, software di terze parti e il sistema CRM in uso.
Experience Platform fornisce un'API RESTful e un'interfaccia utente interattiva che consente di impostare connessioni sorgente per vari provider di dati con facilità. Queste connessioni di origine consentono di autenticare e connettersi a sistemi di storage e servizi CRM esterni, impostare i tempi per l'esecuzione dell'assimilazione e gestire il throughput di assimilazione dei dati.
Nuove funzionalità
Funzione
Descrizione
Supporto aggiuntivo per API e interfaccia utente per i sistemi di storage cloud
Nuovi connettori di origine per Azure File Storage.
Supporto aggiuntivo per API e interfaccia utente per i database
Nuovi connettori di origine per Azure Data Explorer, IBM DB2 e Oracle DB.
Problemi noti
  • None
Per ulteriori informazioni sulle origini, consultate la panoramica sulle origini .