Show Menu
ARGOMENTI×

Destinazione di corrispondenza cliente Google

Panoramica

Google Customer Match consente di utilizzare i dati online e offline per raggiungere e coinvolgere nuovamente i clienti nelle proprietà di Google possedute e gestite, ad esempio: Search, Shopping, Gmail, e YouTube.

Casi d’uso

Per comprendere meglio come e quando utilizzare la Google Customer Match destinazione, ecco alcuni esempi di casi di utilizzo che clienti della piattaforma dati cliente in tempo reale del Adobe possono risolvere utilizzando questa funzione.

Caso di utilizzo n. 1

Un marchio di abbigliamento atletico vuole raggiungere i clienti esistenti attraverso Google Search e Google Shopping personalizzare le offerte e gli articoli in base ai loro acquisti passati e la cronologia di navigazione. Il marchio dell'abbigliamento può acquisire indirizzi e-mail da CRM a CDP in tempo reale Adobe, creare segmenti dai propri dati offline e inviare questi segmenti Google Customer Match da utilizzare in tutto Search e Shopping, ottimizzando le spese pubblicitarie.

Caso di utilizzo n. 2

Un'importante azienda tecnologica ha appena lanciato un nuovo telefono. Nel tentativo di promuovere questo nuovo modello di telefono, stanno cercando di sensibilizzare i clienti sulle nuove funzionalità e caratteristiche del telefono ai clienti che possiedono modelli precedenti dei loro telefoni.
Per promuovere il rilascio, caricano gli indirizzi e-mail dal proprio database CRM nel CDP in tempo reale Adobe, utilizzando gli indirizzi e-mail come identificatori. I segmenti vengono creati in base ai clienti che possiedono modelli di telefono meno recenti e li inviano a clienti Google Customer Match che possono essere indirizzati a clienti correnti, clienti che possiedono modelli di telefono più vecchi, nonché a clienti simili su YouTube.

Gestione dei dati per Google Customer Match le destinazioni

Le destinazioni nel Adobe CDP in tempo reale possono avere determinate regole e obblighi per i dati inviati o ricevuti dalla piattaforma di destinazione. L'Utente è tenuto a comprendere i limiti e gli obblighi dei propri dati e come li utilizza in Adobe Experience Platform e nella piattaforma di destinazione. Adobe Experience Platform offre strumenti per la gestione dei dati che consentono di gestire alcuni di questi obblighi di utilizzo dei dati. Ulteriori informazioni sugli strumenti e sulle politiche per la gestione dei dati.

Tipo di attivazione e identità

Esportazione segmento - vengono esportati tutti i membri di un segmento (pubblico) con gli identificatori (nome, numero di telefono, ecc.) utilizzato nella Google Customer Match destinazione.
Identità : puoi utilizzare e-mail non elaborate o con hash come ID cliente in Google

Google Customer Match prerequisiti account

Prima di impostare una Google Customer Match destinazione in CDP in tempo reale del Adobe, accertatevi di leggere e aderire ai criteri di Google per l'utilizzo Customer Match, descritti nella documentazione di supporto di Google.

elenco consentiti

È obbligatorio essere aggiunti al elenco consentiti Google prima di configurare la prima Google Customer Match destinazione Adobe CDP in tempo reale. Prima di creare una destinazione, verificare che il processo di elenco consentiti descritto di seguito sia stato completato da Google.
Prima di creare la Google Customer Match destinazione in CDP in tempo reale Adobe, è necessario contattare Google e seguire le istruzioni elenco consentiti in Usa partner di corrispondenza cliente per caricare i dati nella documentazione di Google.

Requisiti di hashing e-mail

Google richiede che non vengano inviate informazioni personali (PII). Di conseguenza, i tipi di pubblico a cui si Google Customer Match è attivato devono essere cancellati dagli indirizzi e-mail con hash . Potete scegliere di hash gli indirizzi e-mail prima di inviarli in Adobe Experience Platform, oppure potete scegliere di lavorare con gli indirizzi e-mail in Experience Platform e ottenere l'hash del nostro algoritmo al momento dell'attivazione.
Per ulteriori informazioni sui requisiti di hashing di Google e altre restrizioni all'attivazione, consulta le sezioni seguenti nella documentazione di Google:
Per informazioni sull’assimilazione degli indirizzi e-mail in Experience Platform, consultate la panoramica sull’assimilazione batch e la panoramica sull’assimilazione accattivante.
Se selezionate di hash gli indirizzi e-mail, accertatevi di soddisfare i requisiti di Google, descritti nei collegamenti sopra.
Se si sceglie di non utilizzare l'hash degli indirizzi e-mail, CDP in tempo reale Adobe lo farà automaticamente quando si attivano i segmenti in Google Customer Match. Nel flusso di lavoro di attivazione (vedere il punto 5), selezionate l’ Email opzione come illustrato di seguito per gli indirizzi e-mail di testo normale e Email_LC_SHA256 per gli indirizzi e-mail con hash .

Connetti alla destinazione

  1. In Destinations > Catalog , scorrete fino alla Advertising categoria. Selezionate Google Customer Match, quindi Configure .
    Se esiste già una connessione con questa destinazione, è possibile visualizzare un Activate pulsante sulla scheda di destinazione. Per ulteriori informazioni sulla differenza tra Activate e Configure , consultate la sezione Catalogo della documentazione dell'area di lavoro di destinazione.
  2. Nel passaggio Account , se in precedenza avete impostato una connessione alla Google Customer Match destinazione, selezionate Existing Account e selezionate la connessione esistente. In alternativa, potete selezionare New Account di impostare una nuova connessione a Google Customer Match. Selezionate Connect to destination per accedere e collegare Adobe Experience Cloud al vostro Google Ad account.
    Adobe CDP in tempo reale supporta la convalida delle credenziali nel processo di autenticazione e visualizza un messaggio di errore se nel tuo Google Ad account vengono immesse credenziali non corrette. In questo modo si evita di completare il flusso di lavoro con credenziali non corrette.
  3. Una volta confermate le credenziali e che Adobe Experience Cloud è connesso al tuo account Google, puoi scegliere Next di procedere con il Setup passaggio.
  4. Nel Authentication passaggio, immettete un Name e un Description per il flusso di attivazione e riempite Google Account ID .
    Inoltre, in questo passaggio potete selezionare tutte le opzioni Marketing use case che devono essere applicate a questa destinazione. I casi di utilizzo del marketing indicano l'intento per il quale i dati verranno esportati nella destinazione. Puoi scegliere tra casi di utilizzo di marketing definiti dal Adobe o creare un caso di utilizzo di marketing personale. Per ulteriori informazioni sui casi di utilizzo del marketing, consulta la pagina Governance dei dati in CDP in tempo reale. Per informazioni sui singoli casi di utilizzo marketing definiti dal Adobe , consulta la panoramica sui criteri di utilizzo dei dati.
    Selezionate Create Destination dopo aver compilato i campi riportati sopra.
    • Il caso di utilizzo Combine with PII marketing è selezionato per impostazione predefinita per la Google Customer Match destinazione e non può essere rimosso.
    • Per Google Customer Match le destinazioni. Account ID è l'ID cliente con Google. Il formato dell'ID è xxx-xxx-xxxx.
  5. La destinazione è stata creata. Puoi scegliere Save & Exit se attivare i segmenti in un secondo momento oppure puoi selezionare Next per continuare il flusso di lavoro e selezionare i segmenti da attivare. In entrambi i casi, consulta la sezione successiva, Attivare Google Customer Match i segmenti per il resto del flusso di lavoro.

Attiva i segmenti in Google Customer Match

Per attivare i segmenti in Google Customer Match, attenetevi alla procedura seguente:
  1. In Destinations > Browse , seleziona la Google Customer Match destinazione in cui vuoi attivare i segmenti.
  2. Fare clic sul nome della destinazione. Viene quindi visualizzato il flusso Activate (Attiva). Si noti che se esiste già un flusso di attivazione per una destinazione, è possibile visualizzare i segmenti attualmente inviati alla destinazione. Selezionate Edit activation nella barra a destra e seguite i passaggi descritti di seguito per modificare i dettagli di attivazione.
  3. Seleziona Activate ;
  4. Nel Activate destination flusso di lavoro, nella Select Segments pagina, seleziona i segmenti a cui inviare Google Customer Match.
  5. Nel Identity mapping passaggio, selezionate gli attributi da includere come identità in questa destinazione. Selezionate Add new mapping e sfogliate lo schema, selezionate e-mail e/o indirizzi e-mail con hash, quindi mapparli sull'identità di destinazione corrispondente
      Indirizzo e-mail in testo semplice come identità principale: Se nello schema sono presenti indirizzi e-mail di testo normale (senza hash) come identità principale, selezionate il campo e-mail Source Attributes e mappatelo sul campo E-mail nella colonna di destra sotto Target Identities , come illustrato di seguito:
      Indirizzo e-mail con hash come identità principale: Se nello schema sono presenti indirizzi e-mail con hash come identità principale, selezionare il campo e-mail con hash Source Attributes e mapparlo sul campo Email_LC_SHA256 nella colonna di destra sotto Target Identities , come illustrato di seguito:
     
  6. Sulla Segment schedule pagina è possibile impostare la data di inizio per l'invio dei dati alla destinazione.
  7. Nella Review pagina viene visualizzato un riepilogo della selezione. Selezionare Cancel per interrompere il flusso, Back modificare le impostazioni o Finish per confermare la selezione e iniziare a inviare i dati alla destinazione.
In questo passaggio, la funzione CDP in tempo reale verifica la presenza di violazioni dei criteri di utilizzo dei dati. Di seguito è riportato un esempio di violazione di un criterio. Non puoi completare il flusso di lavoro di attivazione del segmento finché non hai risolto la violazione. Per informazioni su come risolvere le violazioni dei criteri, consulta Applicazione dei criteri nella sezione relativa alla governance dei dati.
Se non sono state rilevate violazioni dei criteri, selezionate Finish per confermare la selezione e iniziare a inviare i dati alla destinazione.

Verificare che l'attivazione del segmento sia stata eseguita correttamente

Dopo aver completato il flusso di attivazione, passate al vostro Google Ads account. I segmenti attivati verranno ora visualizzati nel tuo account Google come elenchi di clienti. A seconda delle dimensioni del segmento, alcuni tipi di pubblico non verranno popolati a meno che non ci siano più di 100 utenti attivi da distribuire.