Show Menu
ARGOMENTI×

Creare un connettore sorgente Adobe Analytics nell’interfaccia utente

Questa esercitazione fornisce i passaggi per la creazione di un connettore sorgente Adobe Analytics nell'interfaccia utente, al fine di inserire i dati di consumo in Adobe Experience Platform.

Introduzione

Questa esercitazione richiede una buona conoscenza dei seguenti componenti di Adobe Experience Platform:
  • Sistema XDM (Experience Data Model): Il framework standardizzato tramite il quale Experience Platform organizza i dati sull'esperienza dei clienti.
  • Profilo cliente in tempo reale: Fornisce un profilo di consumo unificato e in tempo reale basato su dati aggregati provenienti da più origini.
  • Sandbox : Experience Platform fornisce sandbox virtuali che dividono una singola istanza della piattaforma in ambienti virtuali separati per sviluppare e sviluppare applicazioni per esperienze digitali.

Creare una connessione di origine con Adobe Analytics

Accedete ad platform.adobe.com Adobe Experience Platform , quindi selezionate Sources dalla barra di navigazione a sinistra per accedere all'area di lavoro delle origini. Nella schermata Catalogo sono visualizzate le origini disponibili con cui creare connessioni in ingresso e ogni origine mostra il numero di account e flussi di dati esistenti associati a tali account.
Potete selezionare la categoria appropriata dal catalogo sul lato sinistro dello schermo. In alternativa, è possibile trovare l'origine specifica con cui si desidera lavorare utilizzando l'opzione di ricerca.
Nella categoria Applicazioni Adobe, selezionate​ Adobe Analytics ​per esporre una barra delle informazioni sul lato destro dello schermo. La barra delle informazioni fornisce una breve descrizione della sorgente selezionata e le opzioni per collegarsi alla sorgente o visualizzare la documentazione. Per visualizzare gli account esistenti, selezionare​ Accounts**.

Seleziona dati

Viene visualizzato il passaggio Adobe Analytics . I flussi di dati precedentemente stabiliti per Analytics sono elencati in questa schermata. Puoi creare un nuovo flusso di dati facendo clic su Select data .
È possibile creare più connessioni in-bound a un'origine per l'inclusione di dati diversi.
Nell'elenco delle suite di rapporti disponibili, seleziona quella che desideri portare in Piattaforma e fai clic su Next .

Denominate il flusso di dati

Viene visualizzato il passaggio Dettaglio flusso DataSet, in cui è necessario specificare un nome e una descrizione facoltativa per il flusso di dataset. Selezionate # una volta finito.

Controlla il flusso dei dataset

Viene visualizzato il passaggio Revisione , che consente di rivedere il flusso di dati in associazione con Analytics prima della creazione. I dettagli della connessione sono raggruppati per categorie, tra cui:
  • Connessione : Mostra il tipo di connessione di origine e la suite di rapporti selezionata.
  • Assegna campi dataset e mappa: Quando si creano altri connettori di origine, questo contenitore mostra in quale set di dati di origine vengono acquisiti i dati, incluso lo schema a cui il dataset aderisce. Lo schema di output e il dataset vengono configurati automaticamente per i flussi di dati di Analytics.

Monitorare il flusso dei dataset

Una volta creato il flusso di set di dati, è possibile monitorare i dati che vengono acquisiti attraverso di esso. Dalla schermata Catalogo , selezionate Flussi ** di set di dati per visualizzare un elenco dei flussi definiti associati all’account Analytics.
Viene visualizzata la schermata Flussi di dati. In questa pagina sono presenti una coppia di flussi di dati, con informazioni su nome, dati di origine, ora di creazione e stato.
Il connettore crea un'istanza di due flussi di dati. Un flusso rappresenta i dati di backfill e l'altro è per i dati live. I dati di backfill non sono configurati per il profilo, ma vengono inviati al lago di dati per casi d’uso analitici e scientifici.
Per ulteriori informazioni sul backfill, i dati dal vivo e le rispettive latenze, consulta la panoramica del Connettore dati di Analytics.
Selezionare dall'elenco il flusso di dati che si desidera visualizzare.
Viene visualizzata la pagina Attività DataSet. In questa pagina viene visualizzata la frequenza dei messaggi utilizzati sotto forma di grafico. Seleziona Gestione dati dall'intestazione superiore per accedere ai campi di etichettatura.
È possibile visualizzare le etichette ereditate di un flusso di dati dalla schermata Gestione dati. Per accedere a etichette specifiche, fare clic sul pulsante Modifica in alto a destra.
Viene visualizzato il pannello Modifica etichette governance. Questa schermata consente di accedere e modificare il contratto, l'identità e le etichette sensibili di un flusso di dati.
Per ulteriori informazioni su come etichettare i dati provenienti da Analytics, consulta la guida alle etichette di utilizzo dei dati.

Passaggi successivi

Una volta creata la connessione, viene automaticamente creato uno schema di destinazione e un flusso di dati per contenere i dati in arrivo. Inoltre, si verifica il recupero dei dati e vengono acquisiti fino a 13 mesi di dati storici. Al termine dell'assimilazione iniziale, i dati di Analytics vengono utilizzati dai servizi della piattaforma a valle, quali Real-time Customer Profile e Segmentation Service. Per ulteriori informazioni, consulta i documenti seguenti: