Show Menu
ARGOMENTI×

Definire una relazione tra due schemi utilizzando l'Editor di schema

La capacità di comprendere le relazioni tra i clienti e le loro interazioni con il tuo marchio attraverso vari canali è una parte importante di Adobe Experience Platform. La definizione di queste relazioni all'interno della struttura degli schemi del modello dati esperienza (XDM) consente di acquisire informazioni complesse sui dati dei clienti.
Questo documento fornisce un'esercitazione per definire una relazione uno-a-uno tra due schemi definiti dall'organizzazione mediante l'Editor schema nell'interfaccia utente della piattaforma Experience. Per i passaggi sulla definizione delle relazioni di schema mediante l'API, vedete l'esercitazione sulla definizione di una relazione mediante l'API del Registro di sistema dello schema.

Introduzione

Questa esercitazione richiede una buona conoscenza del sistema XDM e dell'Editor di schema nell'interfaccia utente della piattaforma esperienza. Prima di iniziare questa esercitazione, consulta la seguente documentazione:

Definire uno schema di origine e di destinazione

È previsto che siano già stati creati i due schemi che verranno definiti nella relazione. A scopo dimostrativo, questa esercitazione crea una relazione tra i membri del programma fedeltà di un'organizzazione (definito in uno schema "Membri fedeltà") e i loro alberghi preferiti (definiti in uno schema "Hotel").
Le relazioni dello schema sono rappresentate da uno schema di origine con un campo che fa riferimento a un altro campo all'interno di uno schema di destinazione. Nei passaggi successivi, "Membri fedeltà" sarà lo schema di origine, mentre "Alberghi" fungerà da schema di destinazione.
A scopo di riferimento, le sezioni seguenti descrivono la struttura di ogni schema utilizzato in questa esercitazione prima che sia stata definita una relazione.

Schema Membri fedeltà

Lo schema di origine "Membri fedeltà" è lo schema creato nell'esercitazione per creare uno schema nell'interfaccia utente . Include un oggetto "fedeltà" nello spazio dei nomi "\_tenantId", che include diversi campi specifici per la fedeltà. Uno di questi campi, "loyaltyId", funge da identità principale per lo schema nello spazio dei nomi "Email". Come mostrato in Proprietà __ schema, questo schema è stato abilitato per l'uso nel profilo cliente in tempo reale.

Hotels, schema

Lo schema di destinazione "Hotel" contiene campi che descrivono un hotel, che includono il suo indirizzo, il marchio, il numero di stanze e la classificazione a stella. Il campo "hotelId" funge da identità principale per lo schema nello spazio dei nomi "ECID". A differenza di "Membri fedeltà", questo schema non è stato abilitato per il profilo cliente in tempo reale.

Creazione di un mixin di relazione

Questo passaggio è richiesto solo se lo schema di origine non dispone di un campo di tipo stringa dedicato da utilizzare come riferimento a un altro schema. Se questo campo è già definito nello schema di origine, passare alla fase successiva della definizione di un campo di relazione.
Per definire una relazione tra due schemi, lo schema di origine deve avere un campo dedicato da utilizzare come riferimento allo schema di destinazione. È possibile aggiungere questo campo allo schema di origine creando un nuovo mixin.
Per iniziare, fai clic su Aggiungi nella sezione Mixins .
Viene visualizzata la finestra di dialogo Aggiungi mixin . Da qui, fate clic su Crea nuovo mixin . Nei campi di testo visualizzati, immettete un nome visualizzato e una descrizione per il nuovo mixin. Al termine, fate clic su Aggiungi mixin .
Il quadro viene nuovamente visualizzato con "Relazione fedeltà" nella sezione Mixins . Fate clic sul nome del mixin, quindi fate clic su Aggiungi campo accanto al campo "Membri fedeltà" a livello principale.
Un nuovo campo viene visualizzato nell'area di lavoro sotto lo spazio dei nomi "\_tenantId". In Proprietà __ campo specificare un nome di campo e un nome visualizzato per il campo, quindi impostare il tipo su "String".
Al termine, fate clic su Applica .
Il campo "loyaltyRelationship" aggiornato viene visualizzato nel quadro. Fate clic su Salva per finalizzare le modifiche allo schema.

Definire un campo relazione per lo schema di origine

Una volta definito un campo di riferimento dedicato nello schema di origine, è possibile specificarlo come campo di relazione.
Fare clic sul campo di riferimento nel quadro, quindi scorrere verso il basso in Proprietà __ campo fino a visualizzare la casella di controllo Relazione . Selezionate la casella di controllo per visualizzare i parametri richiesti per la configurazione di un campo di relazione.
Fare clic sul menu a discesa per Schema di riferimento e selezionare lo schema di destinazione per la relazione ("Hotel" in questo esempio). Se lo schema di destinazione è abilitato per l'unione, il campo Reference Identity Namespace (Spazio dei nomi identità di riferimento) viene impostato automaticamente sullo spazio dei nomi dell'identità primaria dello schema di destinazione. Se lo schema non dispone di un'identità primaria definita, è necessario selezionare manualmente dal menu a discesa lo spazio dei nomi che si intende utilizzare. Click Apply when finished.
Il campo viene visualizzato come una relazione nel quadro, con il nome e lo spazio dei nomi dell'identità di riferimento dello schema di destinazione. Fate clic su Salva per salvare le modifiche e completare il flusso di lavoro.

Passaggi successivi

Seguendo questa esercitazione, è stata creata una relazione uno-a-uno tra due schemi utilizzando l'Editor di schema. Per i passaggi su come definire le relazioni mediante l'API, vedete l'esercitazione sulla definizione di una relazione mediante l'API del Registro di sistema dello schema.