Show Menu
TOPICS×

whitelistParentDomain e whitelistIframeDomains

Queste configurazioni consentono a diverse istanze del codice del servizio ID implementate in un iFrame e sulla pagina padre di comunicare tra di loro. Risolvono problemi rilevati per 2 casi d'uso specifici in cui si può controllare o meno la pagina padre o il dominio e si carica il codice del servizio ID nell'iFrame di un dominio controllato. Sono disponibili in VisitorAPI.js versione del codice 2.2 o successiva.
Sommario:

Sintassi

Entrambi gli elementi di configurazione sono richiesti quando si questo codice.
Sintassi di configurazione
Descrizione
whitelistParentDomain: "
Nome di dominio della pagina padre
"
Accetta un nome di dominio singolo trasmesso come stringa.
whitelistIframeDomains: [
"dominio iFrame","dominio iFrame","dominio iFrame"
]
Accetta uno o più nomi di dominio iFrame trasmessi come array.

Esempio di codice

Una volta configurato, il tuo codice del servizio ID potrebbe assomigliare a questo esempio.
//Instantiate Visitor var visitor = Visitor.getInstance("Insert Experience Cloud Organization ID here",{ ... //Add parent page domain name and iFrame domain names whitelistParentDomain: "parentpageA.com", whitelistIframeDomains: ["iFrameDomain1.com","iFrameDomain2.com"], ... } );

Casi d'uso

Queste configurazioni aiutano a risolvere il problema dell'impostazione di un cookie del servizio ID e dell'assegnazione di un ID visitatore quando i browser bloccano i cookie di terza parte e se si applica una delle condizioni seguenti:
  • Controlli o non controlli la pagina/dominio padre.
  • Il codice del servizio ID non è installato sulla pagina padre, ma è implementato in un iFrame.
You may also want to implement these configurations when you're serving video in an iFrame with Video Heartbeat . Video Heartbeat richiede un ID del servizio ID (il codice MID) per funzionare in modo appropriato.
Caso d'uso 1: il browser blocca i cookie di terza parte e il servizio ID è implementato su iFrame e sulla pagina padre
Elemento del caso d'uso
Descrizione
Condizioni
Questo caso d'uso include le condizioni seguenti:
  • La società A implementa il servizio ID sulla sua pagina iniziale.
  • La società A implementa il servizio ID in iFrame sulla sua pagina iniziale.
  • La società A è proprietaria della pagina padre e di iFrame e ha implementato il servizio ID in entrambi i posti.
  • Un cliente carica la pagina padre in un browser che blocca i cookie di terza parte.
Risultati
Considerate queste condizioni, il servizio ID:
  • Funziona correttamente nella pagina padre. Richiede e imposta il cookie AMCV e assegna un ID univoco al visitatore del sito.
  • Non funziona nell'iFrame. Questo perché il browser vede l'iFrame come un dominio di terza parte e impedisce al servizio ID di impostare il cookie AMCV.
Soluzione
Modifica la funzione
Visitor.getInstance
del servizio ID nell'iFrame con queste configurazioni della whitelist. Specifica i domini padre e figlio nel codice. Queste configurazioni permettono al codice del servizio ID nell'iFrame di controllare il codice del servizio ID sulla pagina padre per un ID visitatore.
Se il codice del servizio ID nell'iFrame non riceve una pagina padre di risposta, queste configurazioni generano un ID del visitatore locale.
Caso d'uso 2: richiesta di un ID da un iFrame integrato in una pagina padre che non controlli o che non usa il servizio ID
Elemento del caso d'uso
Descrizione
Condizioni
Questo caso d'uso include le condizioni seguenti:
  • La società A non usa il servizio ID.
  • La società A carica un iFrame sulla pagina. Questo iFrame è di proprietà della società B e si carica in un dominio separato rispetto alla società A.
  • Il browser blocca i cookie di terza parte.
Risultati
Considerate queste condizioni, il servizio ID:
  • Non funziona nell'iFrame. Questo perché il browser vede l'iFrame come un dominio di terza parte e impedisce al servizio ID di impostare il cookie AMCV.
  • Non è possibile ottenere un ID visitatore dalla pagina padre perché la società A non usa questo servizio.
Soluzione
Modifica la funzione
Visitor.getInstance
del servizio ID nell'iFrame con queste configurazioni della whitelist. Specifica i domini padre e figlio nel codice. Queste configurazioni permettono al codice del servizio ID nell'iFrame di controllare il codice del servizio ID sulla pagina padre per un ID visitatore.
Se il codice del servizio ID nell'iFrame non riceve una pagina padre di risposta, queste configurazioni generano un ID del visitatore locale.

Sicurezza della configurazione

Puoi implementare queste configurazioni con sicurezza perché:
  • Il servizio ID implementato sul dominio padre e sul dominio iFrame deve usare lo stesso ID organizzazione. Queste configurazioni della whitelist non funzioneranno quando gli ID organizzazione sul dominio padre o sull'iFrame sono diversi.
  • Queste configurazioni comunicano solo con il dominio e l'iFrame specificati nel codice.
  • La comunicazione tra l'iFrame e la pagina padre segue un formato specifico. Il processo di condivisione non riuscirà correttamente se il servizio ID sulla pagina padre non riceve una richiesta nel formato atteso.

Metodi API del visitatore supportati

Il servizio ID supporta un set limitato di metodi API pubblici quando si implementano queste configurazioni della whitelist. I metodi supportati variano a seconda degli scenari di casi d'uso descritti sopra.
Caso d'uso
Metodi supportati
Caso 1
  • getMarketingCloudID
  • getAudienceManagerLocationHint
  • getAudienceManagerBlob
  • getSupplementalDataID
  • getCustomerIDs
Caso 2
  • getSupplementalDataID
  • getMarketingCloudVisitorID