Show Menu
TOPICS×

getAnalyticsVisitorID

Restituisce l’ID Analytics legacy (se presente) memorizzato nel cookie s_vi prima dell’implementazione del servizio Experience Cloud Identity. Se a un visitatore non è stato assegnato un ID Analytics, restituisce una stringa vuota.
Sintassi
var analyticsID = visitor.getAnalyticsVisitorID()
Di solito, questa funzione viene usata con soluzioni personalizzate che richiedono la lettura dell'ID visitatore. Non viene utilizzata per l'implementazione standard.
getAnalyticsVisitorID
funziona anche con le funzioni di callback per leggere gli Analytics ID di e inviarli al sistema o all'applicazione.
Codice di esempio
//callback function var useAnalyticsVisitorID = function(id){ //whatever your function does with the Experience Cloud ID }; //get Analytics ID and pass it to the function var analyticsID = visitor.getAnalyticsVisitorID(useAnalyticsVisitorID)
Se sei un Analytics cliente, rintraccia e invia Analyticsl'ID di alla tua funzione. Ad esempio, potresti volere utilizzare entrambi gli identificatori per il passaggio dell'ID visitatore in un elemento nascosto a un'applicazione server che utilizza l'API di inserimento dati. In tal caso, devi raccogliere e restituire gli ID visitatore di Experience Cloud e di Analytics. Consulta getMarketingCloudVisitorID .
Il parametro “aid” è un valore legacy
Il
aid
parametro viene visualizzato in una stringa di interrogazione in base a due diversi set di condizioni.
Caso 1
Il parametro
aid
viene visualizzato in una stringa di interrogazione quando:
  • Il servizio Experience Cloud ID è stato distribuito correttamente.
  • L’utente che accede a un sito dispone di un ID Analytics precedente memorizzato nel cookie s_vi .
Caso 2
Il
aid
parametro viene visualizzato in una stringa di interrogazione quando l'organizzazione utilizza un periodo di tolleranza prima di implementare completamente il servizio ID. Se un nuovo utente accede al sito e non utilizzi un periodo di tolleranza, il visitatore riceve il parametro
mid
(ID Experience Cloud).