Show Menu
TOPICS×

CNAME per raccolta dati e monitoraggio tra più domini

Se utilizzi un sito di accesso principale per l'identificazione dei clienti prima che visitino altri domini, un CNAME consente il monitoraggio tra più domini nei browser che non accettano i cookie di terze parti (ad es. Safari).
Nei browser che accettano i cookie di terze parti, i cookie vengono configurati dai server di raccolta dati durante la richiesta dell'ID visitatore. Questo cookie consente al servizio ID visitatore di restituire lo stesso ID visitatore Experience Cloud a tutti i domini configurati usando lo stesso ID organizzazione Experience Cloud.
Nei browser che rifiutano i cookie di terze parti, a ciascun dominio viene assegnato un nuovo ID visitatore Experience Cloud.
Il cookie demdex.net consente al servizio ID visitatore di offrire lo stesso livello di monitoraggio tra più domini del cookie s_vi di Analytics, che viene accettato in alcuni browser e utilizzato tra più domini, ma viene rifiutato da altri browser.

CNAME per la raccolta dati

Quando il cookie di Analytics veniva impostato dal server di raccolta dati, molti clienti configuravano i record CNAME del server di raccolta dati durante l' implementazione dei cookie di prime parti , in modo da evitare problemi con i browser che rifiutano i cookie di terze parti. Questo processo configura il dominio del server di raccolta dati in modo che corrisponda al dominio del sito Web, così il cookie dell'ID visitatore viene impostato come cookie di prime parti.
Poiché il servizio ID visitatore imposta direttamente il cookie visitatore sul dominio del sito Web corrente usando JavaScript, questa configurazione non è più necessaria per impostare i cookie di prime parti.
I clienti con un'unica proprietà Web (un solo dominio) possono effettuare la migrazione dai CNAME per la raccolta dati e utilizzare i propri nomi host di raccolta dati (
omtrdc.net
o
2o7.net
).
Usare un CNAME per la raccolta dati consente anche di monitorare i visitatori tra un dominio di destinazione principale e altri domini nei browser che non accettano i cookie di terze parti. I clienti che dispongono di più proprietà Web (più domini) possono trarre benefici dall'utilizzo di un CNAME per la raccolta dati. La seguente sezione spiega in che modo funziona il monitoraggio dei visitatori tra più domini.

Modalità di attivazione del monitoraggio tra più domini da parte dei CNAME

Poiché in Apple Safari e altri browser i cookie di prime parti possono essere usati in un contesto di terze parti, un CNAME consente di monitorare i clienti tra un dominio principale e altri domini che utilizzano lo stesso server di monitoraggio.
Ad esempio, il tuo sito principale è
mymainsite.com
. Hai configurato il record CNAME in modo che punti al server di raccolta dati protetto:
smetrics.mymainsite.com
.
Se un utente accede a
mymainsite.com
, il cookie del servizio ID viene impostato dal server di raccolta dati. Ciò è possibile perché il dominio del server di raccolta dei dati corrisponde a quello del sito Web: in tal caso si parla di utilizzo di un cookie nel
contesto di prime parti
, o più semplicemente di
cookie di prime parti
.
Se utilizzi questo stesso server di raccolta dati su altri siti (ad esempio,
myothersiteB.com
e
myothersiteA.com
), e un visitatore accede in seguito a tali siti il cookie impostato durante l'accesso a
mymainsite.com
viene inviato nella richiesta HTTPS al server di raccolta dati (i browser inviano tutti i cookie di un dominio con tutte le richieste HTTPS a tale dominio, anche se il dominio non corrisponde a quello del sito Web corrente). In questo caso si parla di utilizzo di un cookie in un
contesto di terze parti
, o semplicemente di un
cookie di terze parti
, che consente l'utilizzo dello stesso ID visitatore negli altri domini. I browser gestiscono i cookie in contesti di terze parti in modo diverso rispetto ai cookie di prime parti.
Nota: Safari blocca tutti i cookie nel contesto di terze parti, a prescindere da come sono impostati.
Di conseguenza, il dominio di raccolta deve essere un dominio visitato regolarmente, in modo che i visitatori possano essere identificati in tutti i domini. Se non è presente un dominio di raccolta dati
del genere
, l'uso di un CNAME per il dominio di raccolta dati non presenta alcuna utilità ai fini dell'utilizzo in più domini. Se il sito di accesso principale non viene visitato per primo, i visitatori vengono identificati in modo diverso negli altri siti rispetto al sito principale.

Attivazione del supporto per i CNAME con il servizio Experience Cloud Identity

Il supporto per i CNAME del server di raccolta dati può essere attivato impostando le variabili
visitor.marketingCloudServerSecure
.