Show Menu
ARGOMENTI×

Supporto di hashing SHA-256 per setCustomerIDs

Il servizio Experience Cloud ID (ECID) supporta l’algoritmo di hashing SHA-256 che consente di ricevere gli ID o indirizzi e-mail dei clienti e di inoltrare gli ID con hashing. Questo è un metodo JavaScript facoltativo per l’invio di identificatori con hashing a Experience Cloud. Puoi continuare a utilizzare i tuoi attuali metodi di hashing prima di inviare gli ID dei clienti. Esistono due modi per implementare il supporto dell’hashing per setCustomerIDs, descritti nelle sezioni seguenti:

Utilizzare il metodo setCustomerIDs in ECID

Nel primo caso viene utilizzato il metodo setCustomerIDs ( customerIDs<object> , hashType<string> ).
Prima di eseguire l’hashing, la libreria ECID esegue la normalizzazione dei dati sugli identificatori customerID. Durante questo processo vengono eliminati gli spazi bianchi a entrambe le estremità degli identificatori customerID e tutti i caratteri vengono convertiti in minuscole. Ad esempio, l’indirizzo e-mail " ecid@adobe.com " diventa " ecid@adobe.com "
Di seguito trovi un esempio di codice per impostare un singolo ID cliente (l’indirizzo e-mail indicato qui sopra) con hashing SHA-256.
// Set single customerID with SHA-256 hashing
visitor.setCustomerIDs({email: {id: "ecid@adobe.com", authState: 1}}, "SHA-256");

 
Oltre all’ID visitatore di Experience Cloud, puoi associare a ciascun visitatore altri ID cliente, lo stato di autenticazione e il tipo di hashing (SHA-256). Se non fornisci il tipo di hashing, l’impostazione verrà considerata come “senza hashing”.
Il setCustomerIDs metodo accetta più ID cliente per lo stesso visitatore. In questo modo puoi identificare o indirizzare un singolo utente in più dispositivi. Ad esempio, puoi caricare gli ID come attributi del cliente in Experience Cloud e accedere ai dati dalle diverse soluzioni.
Gli ID cliente, gli stati di autenticazione e il tipo di hashing non sono memorizzati in un cookie da utilizzare in un secondo momento. Al contrario, gli ID cliente, gli stati di autenticazione e il tipo hashing devono essere memorizzati in una variabile di istanza, da recuperare mediante getCustomerIDs , come illustrato di seguito:
> visitor.getCustomerIDs();
< {email: {…}}
    email: {id: "a6ea4cde5da5ae7cc68baae894d1d6544fca26254433b0fff7c2cb4843b4a097", authState: 1, hashType: "SHA-256"}
    __proto__: Object

 
Quando si utilizza il metodo setCustomerIDs si verifica una chiamata al servizio Experience Cloud ID, a dpm.demdex.net , con l’aggiunta del parametro di query d_cid_ic che contiene l’ID cliente con hashing. Di seguito riportiamo un esempio di chiamata. Per chiarezza, sono state aggiunte delle interruzioni di riga.
http://dpm.demdex.net/id?d_visid_ver=4.4.0&d_fieldgroup=AAM&d_rtbd=json&d_ver=2&
d_orgid=12A3F3F459CE0AD80A495CBE%40AdobeOrg&d_nsid=0&d_mid=12349850857640731290890207735189050123&
d_blob=6G1ynYcLPuiQxYZrsz_pkqfLG9yMXBpb2zX5dvJdYQJzPXImdj0y&
d_cid_ic=email%a6ea4cde5da5ae7cc68baae894d1d6544fca26254433b0fff7c2cb4843b4a097%011&
ts=1563299964843

 
Per una descrizione del parametro d_cid_ic e dello stato di autenticazione, consulta la tabella seguente.
Parametro
Descrizione
d_cid_ic
Trasmette al servizio ID il codice di integrazione, l’ID utente univoco (DPUUID) e un ID di stato di autenticazione. Separa il codice integrazione e il DPUUID con il carattere di controllo non stampabile %01:
Esempio: d_cid_ic=Integration_code%01DPUUID%01Authentication_state
Stato di autenticazione
Questo è un ID opzionale nel parametro d_cid_ic. Espresso sotto forma di numero intero, identifica gli utenti a seconda del loro stato di autenticazione come mostrato di seguito:
  • 0 (utente sconosciuto o mai autenticato)
  • 1 (attualmente autenticato per il contesto di questa istanza/pagina/app)
  • 2 (disconnesso)
Esempi:
  • Sconosciuto: ...d_cid=123%01456%01 0
  • Autenticato: ...d_cid=123%01456%01 1
  • Disconnesso: ...d_cid=123%01456%01 2

Aggiungere un’azione in Adobe Experience Platform Launch

Experience Platform Launch è la soluzione Adobe di nuova generazione per la gestione dei tag. Read more about Launch in the Launch product documentation .
To add an action in Launch, read the rules documentation in Adobe Launch and see the screen capture below:
 
Dopo aver confermato la configurazione, Launch racchiude i dati in un oggetto, come segue:
{
    integration_code: {
        id: "value",
        authState: auth_state,
        hashType: "hash_algorithm"
    }
}

Esempio di codice:
// Set single customer ID with hash type
setCustomerIDs(Ingeration code: {
    id: "string_value",
    authState: auth_state,
    hashType: "hash_algorithm"
});

In modo analogo al metodo setCustomerIDs descritto nella prima sezione, si verifica una chiamata al servizio Experience Cloud ID, con l’aggiunta del parametro di query d_cid_ic .