Show Menu
ARGOMENTI×

Informazioni sull’editor di espressioni avanzate

L’editor di espressioni avanzate ti consente di creare espressioni avanzate in varie schermate dell’interfaccia, ad esempio, quando definisci una condizione di origine dati. È inoltre disponibile ogni volta che hai bisogno di definire parametri di azione che richiedono specifiche manipolazioni dei dati. Puoi sfruttare i dati provenienti dagli eventi o le informazioni aggiuntive recuperate dall’origine dati. In un percorso, l’elenco visualizzato dei campi dell’evento è contestuale e varia in base agli eventi aggiunti nel percorso.
L’editor di espressioni avanzate offre un set di funzioni e operatori incorporati che ti consente di manipolare i valori e definire un’espressione adatta alle tue esigenze. L’editor di espressioni avanzate ti consente inoltre di definire i valori del parametro dell’origine dati esterna, di manipolare i campi e le raccolte delle mappe, ad esempio gli eventi di esperienza.
Interfaccia dell’editor di espressioni avanzate
L’editor di espressioni avanzate può essere utilizzato per:
Ove possibile, puoi passare tra le due modalità utilizzando il pulsante Advanced mode / Simple mode . La modalità semplice è descritta qui .
Le condizioni possono essere definite nell’editor di espressioni semplice o avanzato. Restituiscono sempre un tipo booleano.
I parametri delle azioni possono essere definiti selezionando i campi o tramite l’editor di espressioni avanzate. I parametri restituiscono un tipo di dati specifico in base alla relativa espressione.

Accesso all’editor di espressioni avanzate

Puoi accedere all’editor di espressioni avanzate con diverse modalità:
  • Quando crei una condizione di origine dati, puoi accedere all’editor avanzato facendo clic su Advanced mode .
  • Quando crei un timer personalizzato, l’editor avanzato viene visualizzato direttamente.
  • Quando mappi il parametro dell’azione, fai clic su Advanced mode .

Esplorazione dell’interfaccia

Questa schermata ti consente di scrivere manualmente l’espressione.
Nella parte sinistra dello schermo sono visualizzati i campi e le funzioni disponibili:
  • Events : scegli uno dei campi ricevuti dall’evento in entrata. L’elenco visualizzato dei campi dell’evento è contestuale e varia in base agli eventi aggiunti nel percorso.
  • Data Sources : scegli dall’elenco di campi disponibili nei gruppi di campi delle origini dati.
  • Functions : scegli dall’elenco di funzioni integrate che consentono di eseguire filtri complessi. Le funzioni sono organizzate per categorie.
Un meccanismo di completamento automatico visualizza i suggerimenti contestuali.
Un meccanismo di convalida della sintassi verifica l’integrità del tuo codice. Gli errori vengono visualizzati sopra l’editor.
Necessità di parametri per la creazione di condizioni con l’editor di espressioni avanzate
Se selezioni un campo da un’origine dati esterna che richiede la chiamata di un parametro (vedi Origini dati esterne ). Ad esempio, in un’origine dati correlata al meteo, un parametro utilizzato di frequente sarà “city”. Di conseguenza, devi selezionare il punto in cui vuoi ottenere questo parametro della città. Ai parametri è possibile applicare anche le funzioni, al fine di eseguire modifiche di formato o concatenazioni.
Per casi di utilizzo più complessi, se desideri includere i parametri dell’origine dati nell’espressione principale, puoi definirne i valori utilizzando la parola chiave “params”. Consulta questa pagina .