Show Menu
TOPICS×

Quick start

Raccogli i dati della richiesta necessari per completare la richiesta di sessione con esito positivo al server back-end API di Media Analytics (MA) Collection. Potete verificare rapidamente i dati della richiesta inviando manualmente le richieste (tramite
curl
, o Postman, ecc.). Questo ti darà un feedback immediato se hai dei problemi con tipi di dati errati o informazioni errate nella tua richiesta. Utilizzate gli schemi di convalida JSON per verificare di fornire dati di richiesta corretti.
  1. Raccogliere i dati standard e richiesti di Adobe Analytics e dei visitatori da fornire per eseguire una qualsiasi delle applicazioni Experience Cloud:
    • ID organizzazione Experience Cloud per visitatori
    • ID utente Experience Cloud visitatori
    • ID suite di rapporti di Analytics
    • URL del server di tracciamento Analytics
  2. Create un oggetto JSON per il corpo della
    sessions
    richiesta, contenente i dati minimi richiesti per una chiamata riuscita. Ad esempio:
    { "playerTime": { "playhead": 0, "ts": 1234560890123 }, "eventType": "sessionStart", "params": { "media.playerName": "sample-html5-api-player", "analytics.trackingServer": "[YOUR_TS]", "analytics.reportSuite": "[YOUR_RSID]", "media.contentType": "VOD", "media.length": 60.39333333333333, "media.id": "MA Collection API Sample Player", "visitor.marketingCloudOrgId": "[YOUR_ORG_ID]", "visitor.marketingCloudUserId": "[YOUR_ECID]", "media.name": "ClickMe", "media.channel": "sample-channel", "media.sdkVersion": "va-api-0.0.0", "analytics.enableSSL": false } }
    Devi usare i tipi di dati corretti nel corpo della richiesta JSON. Ad esempio,
    analytics.enableSSL
    richiede un valore booleano,
    media.length
    è numerico, ecc. È possibile controllare i tipi di parametri e i requisiti obbligatori e facoltativi controllando gli schemi di convalida JSON.
  3. Inviare le richieste di sessioni all'endpoint API della raccolta MA. Se il payload della richiesta non è valido, identificate il problema e riprovate fino a ottenere una
    201 Created
    risposta. In questo
    curl
    esempio, il corpo della richiesta JSON si trova in un file denominato
    sample_data_session
    :
    $ curl -i -d \ @sample_data_session https://{uri}/api/v1/sessions \ > curl.sessions.out $ cat curl.sessions.out HTTP/1.1 201 Created Server: nginx/1.13.5 Date: Mon, 18 Dec 2017 22:34:12 GMT Content-Type: application/octet-stream Content-Length: 0 Connection: keep-alive Location: /api/v1/sessions/a39c037641f[...] # <== Session ID Access-Control-Allow-Origin: * Access-Control-Allow-Methods: OPTIONS,POST,PUT Access-Control-Allow-Headers: Content-Type Access-Control-Expose-Headers: Location
Se la richiesta Richiesta sessioni Sessioni ha esito positivo, riceverete una
201 Created
risposta simile a quella precedente. La risposta include un ID sessione nell’intestazione Posizione. L’ID sessione è il elemento fondamentale delle informazioni nella risposta, in quanto è richiesto per tutte le chiamate di tracciamento successive. Dopo il ritorno corretto di una richiesta di sessioni, potete procedere con l'implementazione del tracciamento video mediante l'API MA nel lettore video.