Show Menu
TOPICS×

Debug SDK

Potete attivare e disattivare la registrazione. L’SDK per file multimediali offre un ampio meccanismo di tracciamento/registrazione in tutto lo stack di tracciamento dei contenuti multimediali. È possibile abilitare o disabilitare la registrazione impostando il
debugLogging
flag sull'oggetto Config.

Codice di esempio per la registrazione di debug

Android

// Media Heartbeat initialization MediaHeartbeatConfig config = new MediaHeartbeatConfig(); config.debugLogging = true; // Use this space for setting other config values MediaHeartbeat _heartbeat = new MediaHeartbeat(this, config);

iOS

// Media Heartbeat Initialization ADBMediaHeartbeatConfig *config = [[ADBMediaHeartbeatConfig alloc] init]; config.debugLogging = YES; // Use this space for setting other config values ADBMediaHeartbeat *_mediaHeartbeat = [[ADBMediaHeartbeat alloc] initWithDelegate:self config:config];

JavaScript

// Media Heartbeat initialization var mediaConfig = new MediaHeartbeatConfig(); mediaConfig.debugLogging = true; this._mediaHeartbeat = new MediaHeartbeat(mediaDelegate, mediaConfig, appMeasurement);

OTT (Chromecast, Roku)

La libreria ADBMobile fornisce la registrazione di debug attraverso il
setDebugLogging
metodo. La registrazione di debug deve essere impostata su
false
per tutte le app di produzione.

Roku

ADBMobile().setDebugLogging(true)

Chromecast

ADBMobile.config.setDebugLogging(true)

Utilizzo di Adobe Bloodhound per testare le applicazioni Chromecast

Durante lo sviluppo dell’applicazione, Bloodhound consente di visualizzare le chiamate server localmente e, facoltativamente, di inoltrare i dati ai server di raccolta Adobe. Per ulteriori informazioni su Bloodhound, consulta le guide seguenti:
Dal 30 aprile 2017, Adobe Bloodhound è stato ritirato. A partire dal 1° maggio 2017, non verranno più forniti ulteriori miglioramenti né supporto aggiuntivo Engineering o Adobe Expert Care.

Messaggi di registro

I messaggi di registro seguono questo formato:
Format: [<timestamp>] [<level>] [<tag>] [<message>] Example: [16:10:29 GMT­0700 (PDT).245] [DEBUG] [plugin::player] Resolving qos.startupTime: 0
  • timestamp: Ora CPU corrente (fuso orario per GMT)
  • livello: Sono stati definiti 4 livelli di messaggio:
    • INFO - Solitamente i dati di input dell'applicazione (convalidate il nome del lettore, l'ID video, ecc.)
    • DEBUG - Registri di debug, utilizzati dagli sviluppatori per eseguire il debug di problemi più complessi
    • AVVERTENZA: indica potenziali errori di integrazione/configurazione o errori Heartbeat SDK
    • ERRORE - Indica importanti errori di integrazione o errori Heartbeat SDK
  • tag: Nome del sottocomponente che ha emesso il messaggio di registro (in genere il nome della classe)
  • message: Il messaggio di traccia effettivo
Puoi usare l’output dei file di registro dalla libreria Media SDK per verificare l’implementazione. Una buona strategia consiste nel cercare tra i file di registro la stringa
#track
. In questo modo verranno evidenziate tutte le
track*()
chiamate effettuate dall'applicazione.
Ad esempio, questo è l'aspetto dei file di registro filtrati per
#track
cui:
[16:10:29 GMT­0700 (PDT).222] [INFO] [plugin::player] #trackVideoLoad() [16:10:29 GMT­0700 (PDT).230] [INFO] [plugin::player] #trackSessionStart() [16:10:29 GMT­0700 (PDT).250] [INFO] [plugin::player] #trackPlay() [16:10:29 GMT­0700 (PDT).759] [INFO] [plugin::player] #trackChapterStart() [16:10:44 GMT­0700 (PDT).769] [INFO] [plugin::player] #trackAdStart() [16:10:59 GMT­0700 (PDT).752] [INFO] [plugin::player] #trackAdComplete() [16:10:59 GMT­0700 (PDT).770] [INFO] [plugin::player] #trackChapterStart() [16:11:29 GMT­0700 (PDT).734] [INFO] [plugin::player] #trackPause() [16:11:29 GMT­0700 (PDT).764] [INFO] [plugin::player] #trackComplete() [16:11:29 GMT­0700 (PDT).766] [INFO] [plugin::player] #trackVideoUnload()