Show Menu
ARGOMENTI×

Prerequisiti per abilitare i messaggi push

Devi eseguire queste operazioni prima di configurare i messaggi push nelle applicazioni.

Abilitare Experience Cloud per la tua azienda

La tua azienda Adobe Analytics deve essere abilitata per Experience Cloud. Per verificare lo stato, rivolgiti al responsabile aziendale dell’account Adobe.

Installare e configurare l’SDK di Mobile

  • Installare l’SDK di Mobile
    Per configurare i messaggi push, devi scaricare e installare almeno la versione 4.6 o successiva dell’SDK di Mobile. Per ulteriori informazioni, consulta Scaricare gli SDK .
  • Configurare i servizi push
    Devi configurare i servizi push nell’SDK di Mobile. Per ulteriori informazioni, consulta:

Accedi al servizio core Mobile utilizzando il tuo Adobe ID

Per utilizzare la funzionalità Servizi push, gli utenti devono accedere al servizio core Mobile con il proprio Adobe ID, e il tuo account Analytics deve essere collegato ai loro Adobe ID. La funzione Servizi push non è disponibile se gli utenti accedono utilizzando altri account Adobe Analytics.
Se gli utenti non dispongono di un Adobe ID, effettua i seguenti passaggi:
  1. ( Amministratore Experience Cloud ) invita gli utenti in Experience Cloud.
  2. ( Utenti ) creano un Adobe ID personale seguendo le istruzioni ricevute dall’amministratore Experience Cloud.
    A ogni utente viene inviato automaticamente un messaggio e-mail dopo che l’amministratore ha eseguito l’operazione precedente.
  3. ( Utenti ) accedono a Mobile con il proprio Adobe ID.

Collega gli account degli utenti in Experience Cloud

Ogni utente deve collegare l’account della soluzione Analytics dall’organizzazione Experience Cloud.
  1. Per accedere a Experience Cloud con un Adobe ID, digita https://marketing.adobe.com in un browser.
  2. Nell’angolo in alto a destra, seleziona il nome dell’azienda Analytics.
  3. Fai clic su Aggiungi organizzazione , quindi seleziona Adobe SiteCatalyst/Adobe Social dall’elenco a discesa.
  4. Inserisci il nome dell’azienda e le credenziali legacy dell’azienda in questione, quindi fai clic su Collega account .
    Ora l’Adobe ID è collegato al tuo account Analytics, alla tua società e alle relative credenziali di accesso.
Per ulteriori informazioni, consulta Risoluzione dei problemi di collegamento dell’account .

Configurare i servizi push e l’SDK del servizio ID nell’interfaccia utente di Mobile

Finché non attivi il servizio ID per la tua app, la sezione Servizi push risulta disabilitata. Tuttavia, dopo aver abilitato il servizio ID, viene abilitata la sezione Servizi push. Per ulteriori informazioni sull’attivazione dei servizi push, vedere Configurare le opzioni del servizio ID SDK .
: devi fare clic su Salva per salvare le modifiche e aggiornare i Servizi push.
Puoi configurare un’app per app store per Apple e una per Google in ogni suite di rapporti. Se ti servono altre app, ad esempio una per un ambiente di produzione e una per un ambiente di sviluppo, configura una nuova app per app store e una nuova suite di rapporti per ciascun ambiente.
  • Per Apple , trascina e rilascia la tua chiave privata e/o il certificato. Se la chiave privata è protetta da una password, inserisci anche la password.
    • Per Chiave privata , trascina e rilascia il file della chiave privata nell’apposita casella.
      Puoi anche fare clic su Sfoglia per selezionare il file. Il file contiene la chiave privata. Nel file potrebbe essere incluso anche il certificato ( .p12 , pkcs12 , .pfx , .key , .pem ).
    • Per Password chiave privata , se il file della chiave privata è crittografato, digita la password.
      (Condizionale) Per Certificato , trascina e rilascia il file del certificato nella casella. Puoi anche fare clic su Sfoglia per selezionare il file. Questo campo non è richiesto se il file della chiave privata contiene anche il certificato ( .cert , .cer , .crt , .pem ).
  • Per Google , specifica la chiave API dell’app.
    Fai clic su Prova per verificare che l’app e Mobile Services siano configurati correttamente. Questa opzione è utile per le attività di debug e la risoluzione dei problemi.
    Digita i token push del dispositivo al quale vuoi inviare il messaggio. Puoi inviare il messaggio a più dispositivi specificando i diversi token in un elenco separato da virgole.