Show Menu
ARGOMENTI×

Android methods

Metodi Android per componenti Xamarin per soluzioni SDK 4.x di Experience Cloud.

Configuration methods

  • DebugLogging
    Restituisce la preferenza di accesso di debug corrente e il valore predefinito è false.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static Boolean DebugLogging;
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      getter: var debuglog = Config.DebugLogging;
      setter: Config.DebugLogging = (Java.Lang.Boolean)true;
      
      
  • LifetimeValue
    Restituisce il valore "lifetime" del ciclo di vita dell'utente corrente.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static BigDecimal LifetimeValue; 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
       var lifetimeValue = Config.LifetimeValue;
      
      
  • PrivacyStatus
    Restituisce la rappresentazione enum dello stato di privacy per l’utente corrente.
    • ADBMobilePrivacyStatus.OptIn - gli hit vengono inviati immediatamente.
    • ADBMobilePrivacyStatus.OptOut - hits are discarded.
    • ADBMobilePrivacyStatus.Unknown - se è abilitato il tracciamento offline, gli hit vengono salvati finché lo stato di privacy non cambia quando l'utente acconsente (opt in, gli hit vengono inviati) o rinuncia (opt out, gli hit vengono eliminati). Se il tracciamento offline non è abilitato, gli hit vengono eliminati finché lo stato di privacy non cambia quando l'utente acconsente. Il valore predefinito è impostato nel file ADBMobileConfig.json .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static MobilePrivacyStatus PrivacyStatus; 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      getter: var privacyStatus = Config.PrivacyStatus; 
      setter: Config.PrivacyStatus = MobilePrivacyStatus.MobilePrivacyStatusUnknown;
      
      
  • UserIdentifier
    Se è stato impostato un identificatore personalizzato, restituisce questo identificatore. Se non è impostato un identificatore personalizzato, restituisce null. Il valore predefinito è null .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static UserIdentifier();
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      getter: var userId = Config.UserIdentifier;
      setter: Config.UserIdentifier = "imBatman";
      
      
  • Versione
    Ottiene la versione della libreria.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static string Version;
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      var version = ADBMobile.Version;
      
      
  • PauseCollectingLifecycleData
    Indica all’SDK che l’applicazione è in pausa, in modo che le metriche del ciclo di vita vengano calcolate correttamente. Ad esempio, all'avvio della pausa recupera un timestamp per determinare la durata della sessione precedente. Inoltre, questo imposta un flag in modo che il ciclo di vita acquisisca correttamente che l'applicazione non si è bloccata. Per ulteriori informazioni, vedi Metriche del ciclo di vita .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void PauseCollectingLifecycleData (); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Config.PauseCollectingLifecycleData();
      
      
  • CollectLifecycleData (attività Activity)
    (4.2 o versioni successive) Indica all'SDK che i dati del ciclo di vita devono essere raccolti per l'utilizzo in tutte le soluzioni nell'SDK. Per ulteriori informazioni, vedi Metriche del ciclo di vita .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void collectLifecycleData(Activity activity); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Config.CollectLifecycleData (this);
      
      
  • CollectLifecycleData (attività Activity)
    (4.2 o versioni successive) Indica all'SDK che i dati del ciclo di vita devono essere raccolti per l'utilizzo in tutte le soluzioni nell'SDK. Per ulteriori informazioni, vedi Metriche del ciclo di vita .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void collectLifecycleData(Activity activity, IDictionary<string, Object> context));
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      IDictionary<string, Java.Lang.Object> context = new Dictionary<string, 
      Java.Lang.Object> ();
      context.Add ("key", "value");
      Config.CollectLifecycleData (this, context);
      
      
  • OverrideConfigStream
    (4.2 or later) Lets you load a different ADBMobile JSON config file when the application starts. La diversa configurazione viene utilizzata fino alla chiusura dell'applicazione.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void OverrideConfigStream (Stream stream);
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Stream st1 = Assets.Open ("ADBMobileConfig-2.json"); 
      Config.OverrideConfigStream (st1); 
      
      
  • SetLargeIconResourceId(int resourceId)
    (4.2 o versione successiva) Imposta l'icona grande utilizzata per le notifiche create dall'SDK. Questa icona è l'immagine principale che viene visualizzata quando l'utente visualizza la notifica completa nel Centro notifiche.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void SetLargeIconResourceId( int resourceId);
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Config.SetLargeIconResourceId(R.drawable.appIcon);
      
      
  • SetSmallIconResourceId(int resourceId)
    (4.2 or later) Sets the small icon that is used for notifications created by the SDK. Questa icona viene visualizzata nella barra di stato e rappresenta l’immagine secondaria visualizzata dall’utente nella notifica completa nel Centro notifiche.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void SetSmallIconResourceId( int resourceId); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
       Config.SetSmallIconResourceId(R.drawable.appIcon);
      
      

Analytics methods

  • TrackingIdentifier
    Restituisce l’ID generato automaticamente per Analytics. This is an app-specific unique ID that is generated on initial launch and is stored and used from that point forward. This ID is preserved between app upgrades and is removed on uninstall.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static string TrackingIdentifier;
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Var trackingId = Analytics.TrackingIdentifier
      
      
  • TrackState
    Tiene traccia dello stato di un'app con dati contestuali facoltativi. States sono le visualizzazioni disponibili nell'applicazione, come "schermata del titolo", "livello 1", "pausa" e così via. Questi stati sono simili alle pagine di un sito Web e le chiamate TrackState incrementano le visualizzazioni di pagina. Se lo stato è vuoto, viene visualizzato come "nome app versione app (build)" nei report. Se visualizzi questo valore nel report, assicurati che lo stato in ogni chiamata sia impostato su TrackState .
    Questa è l'unica chiamata di tracciamento che incrementa le visualizzazioni di pagina.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackState (string state, IDictionary<string, Object> cdata); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      var cdata = new Dictionary<string, Java.Lang.Object>(); 
      cdata.Add ("key", (Java.Lang.Object)"value"); 
      Analytics.TrackState ("stateName", (IDictionary<string, 
      Java.Lang.Object>)cdata);
      
      
  • TrackAction
    Monitora un'azione nell'applicazione. Le azioni sono gli eventi che avvengono nell'applicazione e che desideri misurare, come "morti", "livello acquisito", "iscrizioni al feed" e altri parametri.
    If you have code that might run while the app is in the background (for example, a background data retrieval), use trackActionFromBackground instead.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackAction(string action, IDictionary<string,Object> cdata); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      var cdata = new Dictionary<string, Java.Lang.Object> (); 
      cdata.Add ("key", (Java.Lang.Object)"value");
      Analytics.TrackAction ("actionName", (IDictionary<string, 
      Java.Lang.Object>)cdata);
      
      
  • TrackLocation
    Invia le coordinate di latitudine e longitudine correnti. Also uses points of interest defined in the ADBMobileConfig.json file to determine whether the location that was provided as a parameter is in any of your POIs. Se le coordinate correnti si trovano in un POI definito, una variabile di dati di contesto viene compilata e inviata insieme alla chiamata TrackLocation .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackLocation(Location location, IDictionary<string, Object> cdata); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
       Location loc = new Location(LocationManager.GpsProvider);;
       loc.Latitude = 111; 
       loc.Longitude = 44; 
       loc.Accuracy = 5; 
       Analytics.TrackLocation (loc, null);
      
      
  • TrackBeacon
    Monitora quando un utente arriva in prossimità di un beacon.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackBeacon (string uuid, string major, string minor,  Analytics.BEACON_PROXIMITY prox, IDictionary<string, Object> cdata); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Analytics.TrackBeacon ("UUID", "1", "2", 
      Analytics.BEACON_PROXIMITY.ProximityImmediate, null); 
      
      
  • ClearBeacon
    Elimina i dati del beacon dopo che un utente si allontana dalle vicinanze del beacon.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackingClearCurrentBeacon();
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Analytics.ClearBeacon(); 
      
      
  • TrackLifetimeValueIncrease
    Aggiunge un incremento al valore "lifetime" del ciclo di vita dell'utente.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackLifetimeValueIncrease (double amount, IDictionary<string,Object> cdata); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Analytics.TrackLifetimeValueIncrease(5,null);
      
      
  • TrackTimedActionStart
    Avvia un'azione temporizzata con il nome action. Se invochi questo metodo per un'azione già avviata, l'azione temporizzata precedente viene sovrascritta.
    Questa chiamata non invia un hit.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackTimedActionStart(string action,IDictionary<string, Object> cdata); 
      
      
    • Esempio di codice per questo metodo:
      Analytics.TrackTimedActionStart("level2", null);
      
      
  • TrackTimedActionUpdate
    Passa i dati con cui aggiornare i dati contestuali associati all'azione. I dati trasmessi vengono aggiunti in coda ai dati esistenti per l'azione, e li sovrascrivono se per l'azione è già definita la stessa chiave.
    Questa chiamata non invia un hit.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackTimedActionUpdate(string action, IDictionary<string, Object> cdata); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      var updatedData = new Dictionary<string, Java.Lang.Object> (); 
      cdata.Add ("key", (Java.Lang.Object)"value"); 
      Analytics.TrackTimedActionUpdate("level2", updatedData); 
      
      
  • TrackTimedActionEnd
    Termina un'azione temporizzata.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void TrackTimedActionEnd(string action,
        Analytics.ITimedActionBlock block);
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Analytics.TrackTimedActionEnd ("level2", new TimedActionBlock()); 
           class TimedActionBlock: Java.Lang.Object, 
      Analytics.ITimedActionBlock{ 
           public Java.Lang.Object Call (long inAppDuration, long 
      totalDuration IDictionary<string, Java.Lang.Object> contextData){ 
           return Java.Lang.Boolean.True; 
        } 
      }
      
      
  • TrackingTimedActionExists
    Restituisce un valore che indica se un'azione temporizzata è in corso o meno.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static bool TrackingTimedActionExists(string action); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      var level2InProgress = Analytics.TrackingTimedActionExists("level2"); 
      
      
  • SendQueuedHits
    Forza l’invio da parte della libreria di tutti gli hit nella coda offline, indipendentemente dal numero di hit attualmente presenti nella coda.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void SendQueuedHits();
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Analytics.SendQueuedHits(); 
      
      
  • ClearQueue
    Elimina tutti gli hit dalla coda offline.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void ClearQueue(); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Analytics.ClearQueue(); 
      
      
  • QueueSize
    Recupera il numero di hit attualmente presenti nella coda offline.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static long QueueSize(); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      var queueSize = Analytics.QueueSize();
      
      

Experience Cloud ID methods

  • MarketingCloudId
    Recupera l'Experience Cloud ID dal servizio ID.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static string MarketingCloudId;
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      var mcid = Visitor.MarketingCloudId;
      
      
  • SyncIdentifiers
    Utilizzando l’ID Experience Cloud, è possibile impostare ID cliente aggiuntivi da associare a ciascun visitatore. L'API Visitor accetta più ID cliente per lo stesso visitatore, con un identificatore del tipo di cliente che consente di distinguere l'ambito dei diversi ID cliente. Questo metodo corrisponde a setCustomerIDs nella libreria JavaScript.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void SyncIdentifiers((IDictionary<string> identifiers);
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      IDictionary<string,string> ids = new Dictionary<string, string> ();
      ids.Add ("pushID", ;"value2");
      Visitor.SyncIdentifiers (ids);
      
      

Target methods

  • LoadRequest
    Sends a request to your configured Target server and returns the string value of the offer generated in a Action<NSDictionary> callback.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void LoadRequest (TargetLocationRequest request, Target.ITargetCallback callback); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      class TargetBlock: Java.Lang.Object, Target.ITargetCallback{ 
          public void Call (Java.Lang.Object content) 
         { 
          Console.WriteLine (content.ToString()); 
         } 
      } 
      var req = Target.CreateRequest ("AndroidTest", "defGal", parameters); 
           Target.LoadRequest (req, new TargetBlock()); 
      
      
  • CreateRequest
    Costruttore di convenienza per creare un oggetto ADBTargetLocationRequest con i parametri indicati.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static TargetLocationRequest TargetCreateRequest(string name,string defaultContent,IDictionary<string,string> parameters); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      IDictionary<string, Java.Lang.Object> parameters = new Dictionary> string, Java.Lang.Object> (); 
          parameters.Add ("key1", "value2"); 
      var req = Target.CreateRequest ("AndroidTest", "defGal", parameters); 
      
      
  • CreateOrderConfirmRequest
    Crea un ADBTargetLocationRequest .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static TargetLocationRequest TargetCreateRequest (string name, string defaultContent, IDictionary<;string, string> parameters);
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      var orderConfirm = Target.CreateOrderConfirmRequest ("myOrder", "12345", "29.41", "cool stuff", null); 
      
      
  • ClearCookies
    Clears Target cookies from your app.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void ClearCookies(); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Target.ClearCookies (); 
      
      

Audience Manager

  • VisitorProfile
    Restituisce il profilo del visitatore ottenuto più di recente. Restituisce nil se non è stato ancora inviato alcun segnale. Il profilo del visitatore viene salvato in NSUserDefaults in modo da essere facilmente accessibile per diversi avvii dell'applicazione.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static IDictionary<string, Object> VisitorProfile; 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      NSDictionary profile = AudienceManager.VisitorProfile; 
      
      
  • Dpid
    Returns the current DPID .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static string Dpuuid; 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      string currentDpid = AudienceManager.Dpid;
      
      
  • Dpuuid
    Returns the current DPUUID .
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static string AudienceDpuuid; 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      string currentDpuuid = AudienceManager.Dpuuid;
      
      
  • AudienceSetDpidAndDpuuid
    Imposta l' dpid e dpuuid . If dpid and dpuuid are set, they are sent with each signal.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void AudienceSetDpidAndDpuuid (string Dpid, String Dpuuid);
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      AudienceManager.SetDpidAndDpuuid ("testDpid", "testDpuuid");
      
      
  • SignalWithData
    Sends audience management a signal with traits and get the matching segments returned in a Action<NSDictionary> callback.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void SignalWithData (IDictionary<string, Object> audienceData, AudienceManager.IAudienceManagerCallback callback); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      class AudienceManagerCallback: Java.Lang.Object, 
       AudienceManager.IAudienceManagerCallback{ 
         public void Call (Java.Lang.Object content) 
        {
          Console.WriteLine (content.ToString()); 
        }
      }
      IDictionary<string, Java.Lang.Object> traits = new Dictionary<string, 
      Java.Lang.Object> (); 
         traits.Add ("trait", "b");
      AudienceManager.SignalWithData (traits, new AudienceManagerCallback());
      
      
  • Reset
    Ripristina l' UUID di Audience Manager ed elimina il profilo del visitatore corrente.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void Reset ();
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
       AudienceManager.Reset ();
      
      

Video

Per ulteriori informazioni su Video Analytics, consultate Video Analytics .
  • MediaSettings
    Restituisce un oggetto MediaSettings con i parametri specificati.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static MediaSettings SettingsWith (string name, double length, string playerName, string playerID);  
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      MediaSettings settings = Media.SettingsWith("name1", 10, "playerName1", "playerID1");
      
      
  • AdSettingsWith
    Restituisce un oggetto MediaSettings per l'uso con il monitoraggio di un video annuncio.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static MediaSettings AdSettingsWith ( string name, double length, 
        string playerName, string parentName, string parentPod, 
      double parentPodPosition, string CPM); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      MediaSettings adSettings = Media.AdSettingsWith ("adName1", 2, "playerName1", "name1", "podName1", 4, "CPM1"); 
      
      
  • Open
    Apre un oggetto ADBMediaSettings per il monitoraggio.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void Open (MediaSettings settings, Media.IMediaCallback callback);
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      MediaSettings settings = Media.SettingsWith ("name1", 10, "playerName1", "playerID1"); 
         Media.Open (settings, new MediaCallback()); 
         class MediaCallback: Java.Lang.Object, Media.IMediaCallback{ 
      public void Call (Java.Lang.Object content) 
      {
      }
      }
      
      
  • Close
    Chiude il nome denominato dell'elemento multimediale.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void Close(string name);
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Media.Close (settings.Name); 
      
      
  • Riproduci
    Riproduce il nome denominato dell'elemento multimediale in corrispondenza dell'offset indicato (in secondi).
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void Play ( string name, double offset); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Media.Play (settings.Name, 0); 
      
      
  • Completa
    Contrassegna manualmente l'elemento multimediale come completato in corrispondenza dell'offset indicato (in secondi).
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void Complete (string name, double offset); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Media.Complete (settings.Name, 5); 
      
      
  • Stop
    Notifica al modulo multimediale che il video è stato arrestato o messo in pausa in corrispondenza dell'offset indicato.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void Stop ( string name, double offset); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Media.Stop (settings.Name, 3);
      
      
  • Clic
    Notifica al modulo multimediale l'avvenuto clic sull'elemento multimediale.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void Click ( string name, double offset); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Media.Click (settings.Name, 3); 
      
      
  • Track
    Invia una chiamata Track Action (senza visualizzazioni pagina) per lo stato corrente dell'elemento multimediale.
    • Di seguito è riportata la sintassi per questo metodo:
      public static void Track ( string name, NSDictionary data); 
      
      
    • Di seguito è riportato un esempio di codice per questo metodo:
      Media.Track (settings.Name, null);