Show Menu
ARGOMENTI×

Notifiche push con il servizio Luoghi

In questa sezione verrà illustrato come utilizzare le informazioni di geolocalizzazione storiche per eseguire il targeting delle notifiche push distribuite tramite Adobe Campaign Standard.

Prerequisiti

Prima di iniziare, effettuate le seguenti operazioni:

Creazione di elementi di dati nel Experience Platform Launch

Dopo aver verificato che l'estensione Luoghi e Luoghi Monitor funzionino correttamente nell'applicazione, è necessario creare elementi di dati in Experience Platform Launch. Gli elementi dati consentono di leggere le informazioni fornite dalle estensioni che arrivano tramite l'hub eventi Mobile SDK e fungono da alias per recuperare i dati dall'applicazione client. Per recuperare i dati dalle estensioni Luoghi e inviare le informazioni sul Servizio Luoghi a Campaign, è necessario creare alcuni elementi di dati.
Per creare un elemento dati:
  1. Nella proprietà mobile Experience Platform Launch, fai clic sulla Data Elements scheda e poi su Add Data Element .
  2. Nell'elenco a Extension discesa, selezionare Places Service .
  3. Dall’elenco a Data Element Type discesa, selezionate Name .
  4. Nel riquadro a destra è possibile selezionare Current POI che recupera il nome del POI in cui si trova l’utente.
    Last Entered recupera il nome del POI immesso per l’ultima volta dall’utente e Last Exited fornisce il nome del POI che l’ultimo utente ha lasciato. In questo esempio, abbiamo selezionato Last Entered e digitato un nome per l'elemento dati, ad esempio Last Entered POI Name e fatto clic su Save .
  5. Repeat the steps 1-4 above and create data elements for Last Entered POI Latitude , Last Entered POI Longitude , and Last Entered POI Radius .
Oltre agli elementi di dati per il servizio Luoghi, accertati di creare elementi di dati Mobile Core per l'ID app e l'ID Experience Cloud.

Creare una regola per inviare i dati sulla posizione a Adobe Campaign Standard

Le regole del Experience Platform Launch consentono di creare flussi di lavoro complessi e con più soluzioni basati sugli attivatori degli eventi. Con le regole, puoi creare nuove regole o modificarne quelle esistenti e distribuire dinamicamente gli aggiornamenti alle applicazioni mobili. Nell’esempio seguente, la regola viene attivata quando un utente immette un POI con geofrequenza. Dopo l’attivazione della regola, viene inviato un aggiornamento al Campaign Standard per registrare una voce a un POI specifico per un utente specifico in base all’ID Experience Cloud .
  1. Nella proprietà mobile Experience Platform Launch, nella Rules scheda fare clic su Add Rule .
  2. Nella Events sezione, fate clic + e selezionate Places Service l’estensione.
  3. For the Event Type , select Enter POI .
  4. Denominate la regola, ad esempio Utente immesso POI .
  5. Fai clic su Keep Changes .
  6. Lasciate vuota la Conditions sezione.
    Questa sezione consente di filtrare o limitare il momento in cui questa regola deve essere attivata.
  7. Nella Actions sezione fare clic su + .
  8. Nell'elenco a Extension discesa, selezionare Mobile Core e nell'elenco a Action Type discesa selezionare Send Postback .
  9. In URL , è necessario creare l'endpoint delle posizioni Campaign Standard.
    L’URL deve essere simile a https:///rest/head/mobileAppV5//locations/ . Assicurati di utilizzare gli elementi di dati corretti creati in precedenza per il server Campaign e per pKey.
  10. Fate clic sulla casella per aggiungere un corpo del post e inviare quanto segue:
    {
     "locationData": {
     "distances": "{%%Last Entered POI Radius%%}",
     "poiLabel": "{%%Last Entered POI Name%%}",
     "latitude": "{%%Last Entered POI Lat%%}",
     "longitude": "{%%Last Entered POI Long%%}",
     "appId": "{%%AppID%%}",
     "marketingCloudId": “{%%ecid%%}”
     }
    }
    
    
  11. Assicurarsi di utilizzare gli elementi dati creati nella sezione precedente.
  12. In Content Type , digitare application/json .
  13. Fai clic su Keep Changes .
  • Potrebbe essere utile impostare un gancio Web Slack come azione aggiuntiva per verificare che le voci vengano attivate e che i dati corretti vengano raccolti.
  • Ricorda di pubblicare le modifiche recenti all'app per essere sicuro che la regola e tutti gli elementi di dati siano distribuiti come parte della configurazione. Dopo la pubblicazione, avviate nuovamente l’applicazione mobile per ottenere gli aggiornamenti di configurazione più recenti.

Utilizza i dati della posizione per eseguire il targeting dei messaggi della campagna

Ora che abbiamo i dati sulla posizione popolati in Campaign, possiamo usare i POI come strumento per il segmento di pubblico.
  1. Nell’istanza di Adobe Campaign Standard , fate clic su Create Push Notification .
  2. Per il tipo di notifica push, selezionate Send push to Campaign profiles .
  3. Fare clic Next e digitare i dettagli generali.
  4. Nella schermata Pubblico, fate clic Count per determinare a quanti utenti stimati verrà inviata la notifica push.
    In questo esempio, il conteggio sarà 3, perché ci sono tre dispositivi installati su cui l'applicazione viene testata.
  5. Nel riquadro a sinistra, espandete la Profile scheda e trascinate il POI location filtro nell’area principale.
  6. Nella finestra del filtro POI, inserite il nome esatto del POI di cui desiderate eseguire il targeting.
    Potete effettuare ulteriori selezioni per determinare il periodo di tempo dalla precedente visita dell’utente a questo POI.
  7. Fai clic su Confirm .
  8. Eseguite di nuovo il conteggio nella parte superiore per vedere il cambiamento delle dimensioni del pubblico.
    Se non visualizzi l’aggiornamento del conteggio, potresti aver inserito un nome POI per il quale nessuna voce è stata attivata da un dispositivo. In questa situazione diventa prezioso avere il gancio Web Slack, perché è possibile vedere un elenco di voci POI da vari dispositivi di prova.
  9. Potete trascinare altri filtri di posizione POI per includere più POI nel messaggio.
  10. Click Next to finish creating the push notification for delivery.
L'utilizzo di Places Service con Adobe Campaign Standard offre un potente strumento per segmentare e indirizzare i messaggi agli utenti in base alle entrate e alle uscite del geotargeting. Questa integrazione consente di creare casi di utilizzo più personalizzati e contestuali.