Show Menu
ARGOMENTI×

Note sulla versione di Adobe Experience Cloud - Ottobre 2020

Questa pagina descrive nuove funzioni, correzioni e avvisi importanti relativi a Adobe Experience Cloud. Inoltre mette in evidenza documentazione, corsi di formazione ed esercitazioni video utili per ottenere il massimo da Experience Cloud.
Questa pagina può contenere contenuti pre-release per alcuni prodotti ed è soggetta a modifiche prima delle date di rilascio. Consultala spesso per informazioni sempre aggiornate.
Iscriviti ad Adobe Priority Product Update (Aggiornamento prioritario sui prodotti Adobe) per ricevere le notifiche via e-mail sulle nuove versioni.
Ultimo aggiornamento: 8 ottobre 2020
Hai bisogno di aiuto? Visita Adobe Experience League per trovare documentazione tecnica e dei prodotti, corsi curati da Adobe, esercitazioni video, risposte rapide, approfondimenti sulla community e corsi di formazione condotti da istruttori.
È in corso il trasferimento della documentazione di Experience Cloud a Experience League. Nel mese di ottobre, tutte le note sulla versione, gli articoli, i video e i tutorial verranno trasferiti dalla posizione attuale ( docs.adobe.com ) a Experience League. In tal modo tutti i contenuti di apprendimento, supporto autonomo e community saranno disponibili da un unico luogo. Questa modifica non comporta alcun intervento da parte tua, in quanto tutti i link verranno reindirizzati a Experience League. Le note sulla versione verranno aggiornate all’inizio di tale passaggio.

Stato del sistema di Adobe

Stato del sistema di Adobe fornisce informazioni dettagliate, aggiornamenti sullo stato e notifiche e-mail relative agli eventi di sospensione, interruzione e manutenzione di prodotti e servizi cloud di Adobe. Consulta status.adobe.com .
Non aggiornato in settembre.
Per informazioni sulla versione più recente, consulta Stato del sistema di Adobe - 21 maggio 2020 .

Servizi e amministrazione di Experience Cloud

Gli argomenti trattati nella documentazione per l’ amministrazione e i servizi di Experience Cloud , precedentemente denominati servizi di base di Experience Cloud , includono attributi del cliente, attivazione della libreria dei tipi di pubblico (servizio People), gestione di utenti e prodotti e cookie di Experience Cloud.
Non aggiornato in settembre.
Per informazioni sull’ultima versione, consulta Note cumulative sulle versioni dei servizi Experience Cloud .

Adobe Experience Platform

Note sulla versione per Experience Platform.
Rilasciato: 9 settembre 2020
Consulta le note sulla versione di Experience Platform per informazioni sugli aggiornamenti apportati a:
  • Governance dei dati
  • Destinazioni
  • Observability Insights
  • Privacy Service
  • Profilo cliente in tempo reale
  • Servizio di segmentazione
  • Origini

Esercitazioni e corsi di Experience Platform e Services

Nuovi video, esercitazioni o corsi pubblicati per Experience Platform e Services.
Data di pubblicazione
Nome
Tipo
Descrizione
14 settembre 2020
Video
Attribution AI, parte di Intelligent Services, è un servizio di attribuzione algoritmica multicanale che calcola l’influenza e l’impatto incrementale delle interazioni dei clienti rispetto a risultati specifici. Con Attribution AI, gli esperti di marketing possono misurare e ottimizzare le spese di marketing e pubblicitarie comprendendo l’impatto di ogni singola interazione con i clienti in ogni fase del percorso del cliente.
14 settembre 2020
Video
Questo video mostra come Curstomer AI arricchisce i profili dei clienti con dati di propensione basati su intelligenza artificiale e potenzia la segmentazione dei clienti e le attività di targeting.
14 settembre 2020
Video
Questo video mostra come Adobe Experience Platform può essere utilizzato con Magento Commerce per creare una singola vista dei clienti e personalizzare in modo intelligente le esperienze su uno storefront digitale e tra canali diversi.

Journey Orchestration

Usando Adobe Experience Platform, coordina i percorsi dei singoli clienti su vasta scala attraverso i vari canali dell’esperienza, anticipando in modo intelligente e in tempo reale le esigenze di ciascuno di essi, ovunque li porti il loro percorso.

Nuove versioni del prodotto

Versione di settembre - Consulta le note sulla versione di Journey Orchestration .

Risorse aggiuntive per Journey Orchestration

Adobe Analytics

Data di rilascio: fine di 8 ottobre 2020

Nuove funzioni di Adobe Analytics

Funzione
Disponibilità generale - data di Target
Descrizione
Documentazione di Adobe Analytics
Ottobre 2020
È in corso il trasferimento della documentazione di Adobe Analytics a Experience League. Nel mese di ottobre, tutte le note sulla versione, gli articoli, i video e i tutorial verranno trasferiti dalla posizione attuale ( docs.adobe.com ) a experienceleague.adobe.com . In tal modo tutti i contenuti di apprendimento, supporto autonomo e community saranno disponibili da un unico luogo. Questa modifica non comporta alcun intervento da parte tua, in quanto tutti i link verranno reindirizzati a Experience League. Le note sulla versione verranno aggiornate all’inizio di tale passaggio.
Workspace: possibilità di scaricare 50.000 elementi per una singola dimensione
17 settembre 2020
Potrai scaricare 50.000 elementi per una singola dimensione in una tabella a forma libera, con segmenti e filtri applicati. Potrai quindi accedere a più di 400 righe di dati all’esterno di Analysis Workspace. Ulteriori informazioni...
Workspace: miglioramenti alla visualizzazione Linee
17 settembre 2020
  • Puoi mostrare o nascondere l’asse x e l’asse y di qualsiasi visualizzazione Linee. Questa funzione può rivelarsi particolarmente utile quando le visualizzazioni delle linee sono più compatte.
  • Puoi sovrapporre un’etichetta di valore minimo e massimo su qualsiasi visualizzazione delle linee per evidenziare rapidamente picchi e valli in una metrica.
  • Puoi sovrapporre linee di tendenza di regressione diverse su qualsiasi visualizzazione delle linee per vedere più facilmente la tendenza nei dati. Le opzioni includono Lineare, Logaritmica, Esponenziale, Potenza e Quadratica.
Workspace: pagina della guida sulle prestazioni
22 ottobre 2020
La pagina della guida sulle prestazioni di Analysis Workspace presenta i diversi fattori che influiscono sulle prestazioni del progetto e fornisce collegamenti verso suggerimenti su come ottimizzarle. Ulteriori informazioni
Visualizzazione Linee di Workspace: opzione Media mobile per la linea di tendenza
8 ottobre 2020
Alle impostazioni per la visualizzazione della linea di tendenza è stata l’aggiunta l’opzione Media mobile. Anche nota come media continua, la media mobile utilizza un numero specifico di punti di dati (determinati da una selezione di periodi), ne calcola la media e utilizza tale media come punto sulla linea. Ulteriori informazioni
API Data Repair
8 ottobre 2020
L’API Data Repair è uno strumento che consente di eliminare i dati dalle suite di rapporti di Analytics. La versione di ottobre include la possibilità di eliminare specifiche variabili eVar, prop e Activity Map per un determinato intervallo di date. Ulteriori funzionalità verranno rilasciate in futuro. L’utilizzo dell’API Data Repair comporta l’eliminazione definitiva dei dati Adobe Analytics esistenti. Consigliamo cautela nell’eseguire questo tipo di riparazione, in modo da ridurre al minimo il rischio di eliminare accidentalmente dei dati. L’accesso all’API Data Repair richiede un contratto. Per ulteriori dettagli, rivolgiti al team del tuo account. Ulteriori informazioni
Miglioramenti all’interfaccia utente dei dashboard di Analytics
23 ottobre 2020
Quando si crea una scheda di valutazione mobile in Workspace, lo stile della scheda ora corrisponde a quello dell’app.

Nuove funzioni in Customer Journey Analytics

Funzione
Disponibilità generale - data di Target
Descrizione
Documentazione di Customer Journey Analytics  
Ottobre 2020
È in corso il trasferimento della documentazione di Customer Journey Analytics a Experience League. Nel mese di ottobre, tutte le note sulla versione, gli articoli, i video e i tutorial verranno trasferiti dalla posizione attuale ( docs.adobe.com ) a experienceleague.adobe.com . In tal modo tutti i contenuti di apprendimento, supporto autonomo e community saranno disponibili da un unico luogo. Questa modifica non comporta alcun intervento da parte tua, in quanto tutti i link verranno reindirizzati a Experience League. Le note sulla versione verranno aggiornate all’inizio di tale passaggio.
Workspace: possibilità di scaricare 50.000 elementi per una singola dimensione
17 settembre 2020
Potrai scaricare 50.000 elementi per una singola dimensione in una tabella a forma libera, con segmenti e filtri applicati. Potrai quindi accedere a più di 400 righe di dati all’esterno di Analysis Workspace. Ulteriori informazioni...
Workspace: miglioramenti alla visualizzazione Linee
17 settembre 2020
  • Puoi mostrare o nascondere l’asse x e l’asse y di qualsiasi visualizzazione Linee. Questa funzione può rivelarsi particolarmente utile quando le visualizzazioni delle linee sono più compatte.
  • Puoi sovrapporre un’etichetta di valore minimo e massimo su qualsiasi visualizzazione delle linee per evidenziare rapidamente picchi e valli in una metrica.
  • Puoi sovrapporre linee di tendenza di regressione diverse su qualsiasi visualizzazione delle linee per vedere più facilmente la tendenza nei dati. Le opzioni includono Lineare, Logaritmica, Esponenziale, Potenza e Quadratica.
Pagina della guida sulle prestazioni Analysis Workspace
22 ottobre 2020
La pagina della guida sulle prestazioni di Analysis Workspace presenta i diversi fattori che influiscono sulle prestazioni del progetto e fornisce collegamenti verso suggerimenti su come ottimizzarle. Ulteriori informazioni
Visualizzazione Linee: opzione Media mobile per la linea di tendenza
8 ottobre 2020
Alle impostazioni per la visualizzazione della linea di tendenza è stata l’aggiunta l’opzione Media mobile. Una media mobile calcola la media per uno specifico periodo precedente e la utilizza come punto di dati della linea di tendenza, quindi passa al periodo successivo. Ulteriori informazioni
Rimozione della limitazione sulla retrocompilazione
19 ottobre 2020
In precedenza era possibile retrocompilare un massimo di 2,5 miliardi di righe durante la creazione di una connessione. È in corso la rimozione di tale limite, per consentire di eseguire la retrocompilazione fino a 13 mesi di dati, indipendentemente dalle dimensioni di tali dati.
Customer Journey Analytics - Unione basata su campi
30 ottobre 2020
L’unione basata sui campi di Customer Journey Analytics consente ai clienti di reimpostare un set di dati di un evento Adobe Analytics (o di altro tipo) in un data lake di Adobe Experience Platform da un ID di spazio dei nomi a un altro. In genere, significa reimpostare il set di dati dell’evento da un ID basato su cookie a un ID basato su persona. In questo modo, il set di dati reimpostato può essere combinato con altri dati basati su persona in una connessione Customer Journey Analytics, consentendo così l’analisi cross-device/cross-channel in Analysis Workspace.

Nuove funzioni di Media Analytics

Funzione
Disponibilità generale - data di Target
Descrizione
Pannello Visualizzatori simultanei di contenuti multimediali in Workspace
17 settembre 2020
Il pannello Visualizzatori simultanei di contenuti multimediali consente di comprendere dove si è verificato il picco di concorrenza o in che punto i visitatori hanno abbandonato il contenuto. Fornisce informazioni utili sulla qualità dei contenuti e sul livello di coinvolgimento dei visualizzatori e aiuta nella risoluzione dei problemi o nella pianificazione di volumi/scala. Ulteriori informazioni...

Problemi risolti in Adobe Analytics

  • È stato risolto un problema nel codice del plug-in del connettore DFA in Experience Platform Launch a causa del quale si verificava un errore. (AN-214531)
  • È stato risolto un problema relativo a un reportlet danneggiato a causa del quale si verificava un errore durante l’accesso a un progetto Workspace. (AN-230776)
  • È stato risolto un problema che si verificava quando si apriva un collegamento di avviso in Workspace e si tentava di modificare il progetto. (AN-230853)
  • È stato corretto un problema a causa del quale i caratteri GB18030 risultavano illeggibili nei nomi utente nelle pagine di alcuni Componenti. (AN-233863)
  • Sono stati risolti diversi problemi relativi all’API Data Warehouse. (AN-234424, AN-234557)
  • È stato risolto un problema relativo al mancato caricamento di Workspace durante l’accesso tramite Experience Cloud. (AN-235658)
  • È stato risolto un problema relativo alla messa in coda dei file Classificazioni. (AN-236043)
  • Customer Journey Analytics: è stato risolto un problema che impediva l’apertura di una visualizzazione dati. (AN-236108)
  • È stato risolto un problema a causa del quale i segmenti forniti da Adobe non erano disponibili nel generatore di metriche calcolate. (AN-236835)
  • Sono stati risolti dei problemi relativi all’esperienza di gestione delle suite di rapporti virtuali da parte di utenti non amministratori, affinché tali utenti possano visualizzare solo i seguenti elementi: componenti curati, componenti creati dall’utente in questione e componenti condivisi con l’utente in questione. (AN-236615, AN-236704)

Ulteriori correzioni di Adobe Analytics

AN-205046; AN-206847; AN-209003; AN-211746; AN-214104; AN-215367; AN-215484; AN-226209; AN-227413; AN-227485; AN-229347; AN-230574; AN-230708; AN-231689; AN-231949; AN-232102; AN-232752; AN-232995; AN-234123; AN-234175; AN-234658; AN-234694; AN-234835; AN-235506; AN-235509; AN-235612; AN-235921

Avvisi importanti per Analytics amministratori

Avviso
Data di aggiunta o aggiornamento
Descrizione
Aggiunta dell’intestazione HSTS a tutte le richieste HTTPS in arrivo
29 settembre 2020
Il 29 settembre 2020 è stata avviata l’aggiunta dell’intestazione HSTS a tutte le richieste in entrata che utilizzano HTTPS. Tale intestazione indica al browser/client di effettuare tutte le richieste future in HTTPS, come da best practice per la sicurezza. Al momento, questo non viene applicato alle richieste in entrata che utilizzano HTTP.
Modifica dell’impostazione cookie del servizio Experience Cloud ID
22 settembre 2020
Un aggiornamento delle impostazioni di privacy per Chrome versione 80 interessa la capacità di Adobe Analytics di tenere traccia di alcuni utenti che visualizzano pagine Google AMP. In particolare, impedisce il tracciamento tra domini diversi degli utenti che visualizzano le pagine AMP in hosting da Google e può causare un numero eccessivo di visitatori univoci. Con questa correzione, gli utenti possono risolvere tale problema modificando le impostazioni per i cookie ECID.
Al momento, Analytics imposta i cookie del servizio Experience Cloud ID (ECID) con l’impostazione SameSite = Lax che, prima della versione 80 di Chrome, consentiva il tracciamento tra domini diversi. Questo non avviene più. La modifica introdotta consente agli utenti di configurare l’impostazione SameSite per i cookie ECID su None .
Tieni presente che, benché questo consenta di condividere il cookie di Analytics in più situazioni, i cookie di Analytics non contengono dati sensibili. Inoltre, quando si sceglie questa impostazione, i cookie devono essere impostati su Secure in modo che i dati possano essere trasmessi solo tramite connessioni HTTPS. Se desideri apportare questa modifica, chiedi a un utente supportato di aprire un ticket presso l’Assistenza clienti.
Migrazione del dominio da omniture.com a adobe.com
21 agosto 2020
Il 13 agosto 2020, l’architettura front-end di Adobe Analytics è stata migrata dal dominio omniture.com|http://omniture.com/ al dominio adobe.com|http://adobe.com/ . Questa modifica dovrebbe attenuare i problemi relativi ai cookie di terze parti derivanti dal cambio iniziale del dominio unificato del prodotto del 28 maggio 2020. In seguito a questo aggiornamento, il browser potrebbe richiedere agli utenti di dichiarare attendibile il nuovo dominio an .adobe.com|http://an.adobe.com/ o experience.adobe.com|http://experience.adobe.com/ .
Aggiornamento sulla compatibilità con Java 8 di Ad Hoc Analysis
21 agosto 2020
Ad Hoc Analysis non è attualmente compatibile con Java 8 versioni 1.8.0_261 e successive. Per evitare problemi nell’accesso a questo strumento prima del raggiungimento della data di fine del ciclo di vita , si consiglia di mantenere una versione di Java 8 precedente alla versione 1.8.0_261.
Fine del ciclo di vita di Adobe Data Connectors
13 luglio 2020
Adobe Data Connectors si basano su una tecnologia legacy, che non è più disponibile o supportata. Per continuare a offrire e supportare le integrazioni, si consiglia di adottare il nuovo programma standard Adobe Exchange Partner Program . La data ufficiale di fine del ciclo di vita è ancora da definire, ma è prevista nei prossimi 12-18 mesi, nella seconda metà del 2021. Ulteriori informazioni...
Mappatura delle suite di rapporti per organizzazioni IMS
Luglio 2020
Lo strumento di mappatura delle suite di rapporti verrà terminato a novembre 2020. Questa funzione consente integrazioni quali la pubblicazione di segmenti Advertising Analytics e Experience Cloud in Adobe Analytics. Una suite di rapporti deve essere mappata su un’organizzazione IMS per abilitare questi e altri servizi. Le nuove suite di rapporti vengono mappate automaticamente al momento della creazione. Tuttavia, le suite di rapporti meno recenti devono essere mappate manualmente su un’organizzazione IMS. Per accertarti che tutte le suite di rapporti appartengano a un’organizzazione IMS, consulta la sezione su come mappare le suite di rapporti su un’organizzazione nella guida utente dell’interfaccia di Experience Cloud (Servizi core).
Nuova pagina di destinazione predefinita di Adobe Analytics
Data di validità: 18 giugno 2020
Il 18 giugno 2020 la pagina di destinazione predefinita per Adobe Analytics passerà da Reports a Workspace. Questa modifica verrà applicata agli utenti che non hanno precedentemente impostato una pagina di destinazione personalizzata.
San Jose FTP Broker in scadenza per Londra e Singapore
Luglio 2020
Per i clienti di Londra e Singapore, non supporteremo più il brokering dei dati tra Londra o Singapore e il data center di San Jose ftp.omniture.com .
Fine del ciclo di vita di Ad Hoc Analysis
6 agosto 2018
Adobe ha annunciato l’intenzione di terminare Ad Hoc Analysis. Non appena disponibile, verrà comunicata la data di fine del ciclo di vita. Per ulteriori informazioni, visita Discover Workspace .

AppMeasurement

Per gli ultimi aggiornamenti sulle versioni di AppMeasurement, fare riferimento alle note sulla versione di AppMeasurement per JavaScript .

Corsi ed esercitazioni di Analytics

Nuovi corsi, esercitazioni e articoli in Analytics e Customer Journey Analytics.
Data di pubblicazione
Nome
Tipo
Descrizione
14 settembre 2020
Video
Puoi rilasciare i componenti direttamente in un progetto o pannello vuoto oppure in una tabella a forma libera vuota per creare automaticamente una tabella a forma libera in un formato consigliato.
14 settembre 2020
Video
Scopri i diversi modi in cui puoi utilizzare le metriche nelle tabelle a forma libera in Analysis Workspace.
14 settembre 2020
Video
L’opzione Scarica elementi come CSV consente di scaricare fino a 50.000 elementi per una dimensione in una tabella a forma libera, con l’applicazione di segmenti e filtri. Anche se nell’interfaccia utente restano visibili un massimo di 400 elementi prima dell’impaginazione, questa opzione consente di accedere a più righe di dati all’esterno di Analysis Workspace.
14 settembre 2020
Video
La visualizzazione Linee presenta le metriche per un periodo di tempo con tendenze. Le impostazioni di visualizzazione consentono di personalizzare l’aspetto di ogni linea e includono le impostazioni Mostra asse X/Y, Mostra etichette min/max e Mostra linea tendenza.
14 settembre 2020
Video
Scopri le impostazioni delle tabelle a forma libera di Analysis Workspace e come influiscono sui dati riportati in tali tabelle.
14 settembre 2020
Video
Scopri come utilizzare le dimensioni nelle tabelle a forma libera, ad esempio come aggiungerle, ordinarle, filtrarle, suddividerle per altre dimensioni e così via.
14 settembre 2020
Video
Scopri come utilizzare la barra a sinistra di Analysis Workspace per trovare, creare e aggiungere elementi alle tabelle a forma libera.

Adobe Audience Manager

Nuove funzioni, correzioni, documentazione ed esercitazioni in Audience Manager.
Data di rilascio: fine di 8 ottobre 2020

Nuove funzioni e correzioni in Adobe Audience Manager

  • È stato risolto un problema relativo all’API REST di Audience Manager, a causa del quale l’endpoint delle caratteristiche non restituiva metriche relative a dispositivi diversi durante il filtraggio delle caratteristiche nella richiesta. (AAM-55878)
  • È stato risolto un problema relativo alla destinazioni people-based a causa del quale, per le integrazioni Facebook, le e-mail di promemoria per la scadenza dei token di accesso non venivano inviate ai destinatari corretti. (AAM-56215)
  • È stato risolto un problema relativo alle destinazioni Google a causa del quale i clienti ricevevano un errore RateExceededError: Rate_Exceeded durante la mappatura dei segmenti sulle rispettive destinazioni Google. (AAM-55998)
  • È stato risolto un problema che interessava i provider di dati a cui non erano stati assegnati ID organizzazione , a causa del quale la pagina dell’elenco di origini dati risultava bloccata in uno stato di caricamento continuo. (AAM-56410)
  • Miglioramenti di accessibilità in tutta l’interfaccia. (AAM-49077, AAM-49399, AAM-55991, AAM-55992)

Aggiornamenti della documentazione di Audience Manager

La documentazione sull’accessibilità è ora disponibile per Audience Manager.

Corsi ed esercitazioni di Audience Manager

Nuovi video, esercitazioni o corsi pubblicati per Audience Manager.
Data di pubblicazione
Nome
Tipo
Descrizione
14 settembre 2020
Video
Scopri come creare le strutture di cartelle che contengono le caratteristiche in Audience Manager.
14 settembre 2020
Video
Scopri alcuni suggerimenti utili per creare caratteristiche integrate in Audience Manager.

Adobe Experience Manager

Nuove funzioni, problemi risolti e aggiornamenti di Adobe Experience Manager (AEM). Ai clienti con distribuzioni locali, Adobe consiglia di implementare le ultime patch in modo da garantire stabilità, sicurezza e prestazioni migliori.
Per informazioni sempre aggiornate, Adobe consiglia di visitare spesso la pagina Aggiornamenti e roadmap delle versioni di Experience Manager .

Rilasci di prodotti

  • AEM as a Cloud Service
    Quali sono le novità di AEM as a Cloud Service?
    • Adobe Experience Manager Sites as a Cloud Service
      • L’SDK JavaScript per l’editor di applicazioni a pagina singola è ora open source .
    • Adobe Experience Manager Assets as a Cloud Service
      • I file immagine per l’aggiunta della filigrana sono supportati per le rappresentazioni generate con i microservizi Assets. L’applicazione della filigrana può essere configurata come profilo di elaborazione utilizzando un file PNG. Consulta la sezione su come applicare una filigrana alle risorse .
      • Miglioramenti in Dynamic Media:
        • Pubblicazione selettiva: ora un team di marketing può accedere alle immagini Dynamic Media con ritaglio avanzato e alle rappresentazioni dinamiche sincronizzate con Dynamic Media. In tal modo possono creare materiali promozionali senza che sia necessario pubblicare tali risorse in Dynamic Media per la distribuzione globale. La pubblicazione di Experience Manager e Dynamic Media è scollegata e può avvenire separatamente. Consulta Pubblicazione selettiva .
        • Reimpostazione della password: gli amministratori ora possono reimpostare la password di Dynamic Media Cloud Service che viene ricevuta al momento del provisioning. La reimpostazione può essere eseguita nell’interfaccia di Experience Manager, senza dover ricorrere all’app desktop Dynamic Media Classic. Consulta Modifica della password per Dynamic Media .
      • Per informazioni sui seguenti miglioramenti, consulta la sezione sulle novità di Brand Portal .
        • Anteprima PDF avanzata con l’integrazione di Adobe Document Cloud View SDK.
        • Funzionalità di download con un solo clic.
        • Nuove configurazioni di amministrazione per l’esperienza di download.
    • Adobe Experience Manager Commerce as a Cloud Service
      • È stata rilasciata la versione 1.3.0 dei componenti CIF di base. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione sui componenti CIF di base .
      • È ora disponibile la funzionalità di anteprima con prodotti/categorie per i modelli di prodotto e categoria. Consente agli utenti aziendali e agli esperti di marketing che usano AEM di visualizzare i modelli di prodotto e categoria con dati reali.
      • Ai prodotti e alle categorie sono state aggiunte delle proprietà di pagina per consentire agli utenti aziendali di visualizzare i dettagli associati al codice SKU di un prodotto o ID di una categoria.
      • Nella console Prodotti è stata aggiunta una funzione che consente di ordinare i prodotti e le categorie in base agli attributi di nome o prezzo.
      • Alla console Prodotti è stata aggiunta la possibilità di cercare i prodotti.
    • Cloud Manager
      • La funzionalità Audit contenuti è stata rinominata Audit esperienze.
      • Il processo di creazione è stato separato in tre diversi comandi Maven.
      • In caso di errore durante la clonazione del repository Git, verranno eseguiti fino a tre tentativi.
    • Cloud Readiness Analyzer
      • Cloud Readiness Analyzer (Analisi di preparazione al cloud) dispone di una console di stato iniziale che presenta un pulsante Genera report esplicito su cui l’utente può fare clic per eseguire l’analisi di preparazione al cloud.
      • Durante l’analisi, nell’interfaccia di Cloud Readiness Analyzer viene visualizzato lo stato di avanzamento. Vengono visualizzati gli elementi in corso di analisi e i risultati rilevati.
      • Il rapporto di Cloud Readiness Analyzer presenta un riepilogo e i numeri dei risultati sotto forma di tabella, organizzati in base al tipo di risultato e al livello di importanza. Quando si fa clic sul numero di un risultato, si passa al tale risultato nel rapporto stesso.
    • Strumento Content Transfer
      • Lo strumento Content Transfer supporta Azure Blob Store Data Store.
      • L’interfaccia dello strumento Content Transfer dispone di una funzione di ricaricamento automatico che ricarica la pagina della panoramica ogni 30 secondi.
      • All’interfaccia dello strumento Content Transfer è stato aggiunto un pulsante che consente di recuperare facilmente il token di accesso.
      • È stato aggiunto un messaggio di convalida descrittivo per l’ URL e il nome del set di migrazione .
    • Strumenti di refactoring del codice
      • Il plug-in AIO-CLI supporta Repository Modernizer e consente agli utenti di eseguire lo strumento utilizzando il plug-in. Per ulteriori informazioni, consulta la risorsa GitHub aio-cli-plugin-aem-cloud-service-migration .
      • L’utility Repository Modernizer può essere utilizzata per ristrutturare i pacchetti di progetto esistenti in pacchetti compatibili con la struttura di progetto definita per AEM as a Cloud Service. Per ulteriori dettagli, consulta la risorsa Git: Repository Modernizer .

Aiuto e documentazione

Experience Manager Sites
La documentazione dell’editor Rich Text è stata aggiornata con un elenco di tutti i protocolli supportati per i link nell’editor Rich Text .
Experience Manager Assets
  • Sono disponibili nuovi contenuti della guida sull’ accessibilità di AEM Assets per tutti gli utenti.
  • Al selettore delle risorse è stato aggiunto il parametro Viewmode che ne consente l’apertura in modalità di ricerca. Per aprire il selettore delle risorse in modalità di ricerca e utilizzarlo con assettype e mimetype , l’utente deve aggiungere il parametro viewmode=search come suffisso all’URL https://[aem-server]:[port]/aem/assetpicker.html . Ad esempio, https://[aem-server]:[port]/aem/assetpicker.html?viewmode=search&assettype=images .
  • I gruppi di utenti associati alla cartella privata vengono rimossi al momento dell’ eliminazione della cartella privata e i gruppi di utenti ridondanti, inutilizzati e generati automaticamente possono essere eliminati dall’archivio utilizzando il metodo clean in JMX.
  • Il problema di accesso all’app desktop con service pack 6.5.5.0 è stato risolto con la versione 2.0.3.2 dell’app desktop.
  • Se si modifica Apache Jackrabbit Oak TokenConfiguration in modo da impostare un timeout inferiore al tempo necessario per caricare una risorsa, si può verificare una situazione di timeout della sessione. È quindi necessario modificare chunkUploadMinFileSize e chunksize , in modo che la richiesta di ogni blocco aggiorni la sessione. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione su come caricare le risorse .
  • È possibile spostare le risorse in cartelle di pari livello anche tramite trascinamento , oltre all’uso del comando Sposta (m) che apre la procedura guidata Sposta risorse.
  • Per informazioni approfondite sulle risorse, usa Adobe Launch . Nella documentazione, l’ integrazione di Dynamic Tag Manager viene ora descritta come metodo obsoleto.
App desktop Adobe Experience Manager
  • Gli utenti che accedono all’app desktop dopo che hanno eseguito l’accesso o la disconnessione per la prima volta, devono fornire l’URL del server Experience Manager in formato https://[aem-server-url]:[port]/ e quindi selezionare l’opzione Connetti, al fine di evitare un errore di tipo “L’applicazione ha rilevato un errore sconosciuto”. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzare l’app desktop Adobe Experience Manager .

Community

  • Annuncio di un nuovo processo per l’invio di richieste di funzioni per Experience Manager
    Ti piacerebbe che una certa funzione venga aggiunta alla roadmap di Experience Manager? Adobe è felice di annunciare FeatureBit , un progetto pensato per migliorare il modo in cui i clienti e i partner possono inoltrare al team di Experience Manager le loro richieste di miglioramento delle funzioni (RFE, request feature enhancements). Per saperne di più, visita la community Experience League di AEM .
  • Ultimi contenuti AEM su Experience League
    Questa è la fonte ufficiale dei contenuti tecnici di Digital Experience prodotti da Adobe. Vedi l’elenco completo qui .

Nuovi corsi ed esercitazioni di Experience Manager

Nuovi video, esercitazioni e corsi pubblicati nell’ultimo mese.
Data di pubblicazione
Nome
Tipo
Descrizione
30 settembre 2020
Video
Le variabili del tipo di modello per dati modulo sono generalmente utilizzate per inserire delle righe nell’origine dati sottostante del modello per dati modulo. Questo video illustra come inserire una riga nel database utilizzando un flusso di lavoro di AEM.
25 settembre 2020
Articolo
Scopri come eseguire la verifica OTP tramite SMS nei moduli adattivi.
28 settembre 2020
Corso
Questo corso illustra come estendere i microservizi Asset Compute di AEM as a Cloud Service. Ora è possibile impostare, sviluppare, testare, eseguire il debug e implementare processi di lavoro Asset Compute personalizzati che verranno utilizzati dal servizio Author di AEM as a Cloud Service.
23 settembre 2020
Articolo
Utilizza Adobe Client Data Layer basato su eventi con i componenti core di AEM per tenere traccia dei clic su componenti specifici in un sito Adobe Experience Manager. Scopri come utilizzare le regole in Experience Platform Launch per rilevare gli eventi di clic, filtrare per componente e inviare i dati ad Adobe Analytics con un beacon di tracciamento dei collegamenti.
25 settembre 2020
Video
AEM as a Cloud Service si integra con i processi di lavoro Asset Compute implementati in Adobe I/O Runtime tramite i Profili elaborazione di AEM Assets. I Profili elaborazione sono configurati nel servizio Author in modo da elaborare specifiche risorse tramite l’uso di processi di lavoro personalizzati, e quindi archiviare i file generati da tali processi di lavoro come rappresentazioni delle risorse.
25 settembre 2020
Articolo
Per poter essere usati da AEM as a Cloud Service, i progetti Asset Compute e i relativi processi di lavoro devono essere implementati in Adobe I/O Runtime.
25 settembre 2020
Articolo
È possibile eseguire il debug dei processi di lavoro Asset Compute in diversi modi: tramite semplici istruzioni di logging per debug, l’uso di VS Code allegato come debugger remoto, o l’estrazione di dati di log per le attivazioni in Adobe I/O Runtime avviate da AEM as a Cloud Service.
25 settembre 2020
Articolo
Il progetto Asset Compute definisce un pattern che consente di creare e testare facilmente i processi di lavoro di Asset Compute.
25 settembre 2020
Articolo
Asset Compute Dev Tool è un web harness locale che consente di configurare ed eseguire i processi di lavoro Asset Compute a livello locale, fuori dal contesto di AEM SDK, in rapporto alle risorse Asset Compute in Adobe I/O Runtime.
21 settembre 2020
Articolo
I processi di lavoro di Asset Compute stanno alla base dell’applicazione Asset Compute: forniscono infatti una funzionalità personalizzata che esegue o orchestra il modo in cui una risorsa viene elaborata per generare una sua nuova rappresentazione.
21 settembre 2020
Articolo
Il file manifest.yml del progetto Asset Compute descrive tutti i processi di lavoro di questa applicazione da distribuire.
25 settembre 2020
Articolo
Usa i dati modulo nelle e-mail di notifica delle attività nei flussi di lavoro di AEM.
21 settembre 2020
Articolo
Le variabili dell’ambiente sono conservate nel file “.env” per lo sviluppo locale e sono usate per fornire le credenziali di Adobe I/O e dell’archiviazione cloud richieste per lo sviluppo locale.
21 settembre 2020
Video
Le applicazioni Asset Compute sono progetti Node.js e sono generate usando Adobe I/O CLI, in linea con una determinata struttura che consente di implementarli in Adobe I/O Runtime e di integrarli in AEM as a Cloud Service.
21 settembre 2020
Video
Le applicazioni Asset Compute sono particolari applicazioni Adobe Project Firefly. Per configurarle e implementarle è quindi necessario poter accedere ad Adobe Project Firefly in Adobe Developer Console.
21 settembre 2020
Articolo
Lo sviluppo dei processi di lavoro di Asset Compute (applicazioni JavaScript Node.js) richiede strumenti di sviluppo specifici diversi dallo sviluppo tradizionale per AEM: dai file Node.js a vari moduli npm, fino a Docker Desktop e Microsoft Visual Studio Code.
21 settembre 2020
Articolo
Lo sviluppo di processi di lavoro Asset Compute richiede l’accesso ad account e servizi tra cui AEM as a Cloud Service, Adobe Project Firefly e l’archiviazione cloud fornita da Microsoft o Amazon.
14 settembre 2020
Video e articolo
Adobe Client Data Layer introduce un metodo standard per raccogliere e memorizzare dati sull’esperienza di un visitatore in una pagina web e semplifica l’accesso a tali dati. Adobe Client Data Layer è indipendente dalla piattaforma, ma è completamente integrato nei componenti core di AEM.
28 settembre 2020
Video
Scopri come Adobe Client Data Layer basato sugli eventi espone i dati provenienti dai componenti core di AEM Sites. Utilizzando Adobe Client Data Layer, le soluzioni per la gestione dei tag come Experience Platform Launch possono trasmettere i dati dai siti web ad applicazioni come Analytics e Target.
21 settembre 2020
Video
Tutorial che illustra come creare un processo di lavoro per microservizio per personalizzare le risorse in AEM as a Cloud Service.
21 settembre 2020
Video
I microservizi Asset Compute di AEM as a Cloud Service supportano lo sviluppo e l’implementazione di processi di lavoro personalizzati che consentono di leggere e manipolare i dati binari delle risorse memorizzate in AEM, solitamente per creare rappresentazioni personalizzate delle risorse.
23 settembre 2020
Articolo
Scopri come utilizzare le funzionalità integrate di Adobe Client Data Layer con i componenti core di AEM per raccogliere i dati su una pagina in Adobe Experience Manager Sites.
8 settembre 2020
Articolo
Il progetto CIF Venia può essere usato come base di codice di riferimento per l’utilizzo dei componenti di base CIF. In questo tutorial verrà esaminato il progetto di riferimento Venia e verrà illustrato come sono organizzati i codici CSS e JavaScript utilizzati dai componenti core CIF di AEM. Inoltre potrai creare un nuovo stile CSS con cui aggiornare lo stile predefinito del componente Product Teaser.
11 settembre 2020
Video
Questo video illustra la configurazione dell’integrazione tra AEM e Magento per AEM On-Premise e AEM Managed Services.

Adobe Campaign

Adobe Campaign offre un modo intuitivo e automatico di inviare messaggi a singoli utenti tra canali di marketing online e offline. Ora è possibile prevedere cosa vogliono i clienti, mediante esperienze determinate dalle loro abitudini e preferenze.

Nuove versioni del prodotto

Informazioni sulla versione per Campaign Classic, Campaign Standard e Pannello di controllo.

Campaign Classic

Campaign Standard

Nuovi corsi e tutorial su Campaign

Nuovi video, tutorial o corsi pubblicati nell’ultimo mese.
Data di pubblicazione
Nome
Soluzione
Descrizione
22 settembre 2020
Campaign Standard
Scopri quali flussi di lavoro sono necessari per sincronizzare i dati tra Adobe Campaign e il modello Journey AI. Scopri come visualizzare i punteggi dell’ora di invio a livello di singolo profilo e come eseguire le consegne e-mail utilizzando una formula basata sull’ora di invio.
22 settembre 2020
Campaign Standard
Scopri come visualizzare il punteggio di coinvolgimento a livello di singolo profilo, utilizzare i punteggi per il targeting degli utenti coinvolti e la rimozione di quelli che ricevono troppe comunicazioni, e come creare regole di tipologia per gestire il rischio di affaticamento da eccessive comunicazioni.
22 settembre 2020
Campaign Standard
Scopri come definire un gruppo di controllo per la distribuzione e come estrarre i profili assegnati al gruppo di controllo dopo l’invio.
11 settembre 2020
Campaign Classic
Il Pannello di controllo di Adobe Campaign consente di delegare completamente un sottodominio ad Adobe Campaign.
3 settembre 2020
Campaign Classic
Il Pannello di controllo consente di impostare nuove connessioni alle istanze inserendo intervalli di indirizzi IP nell’elenco Consentiti. Per impostazione predefinita non è possibile accedere a un’istanza Adobe Campaign Classic da più indirizzi IP.
3 settembre 2020
Campaign Classic
Il Pannello di controllo consente di impostare nuove connessioni alle istanze inserendo intervalli di indirizzi IP nell’elenco Consentiti. Per impostazione predefinita non è possibile accedere a un’istanza Adobe Campaign Classic da più indirizzi IP.

Advertising Cloud

Note sulla versione di Adobe Advertising Cloud.

Nuove funzioni in Advertising Cloud DSP

Funzione
Descrizione
Pre-roll interattivo esteso per includere l’inventario VAST
Ciascun posizionamento e annuncio pre-roll interattivo può ora supportare inventario VPAID e VAST. Nota: se il KPI principale è la facilità di visualizzazione, continua a creare posizionamenti e annunci VPAID e VAST separati, perché per gli annunci VAST non sono disponibili impressioni visualizzabili.

Magento

Per le note sulla versione, consulta:

Marketo Engage

Marketo Engage è un’applicazione completa per lead management e marketer B2B che intendono trasformare le esperienze dei clienti impegnandosi in ogni fase dei percorsi d’acquisto complessi.

Aggiornamenti principali di Marketo Engage

Consulta le note sulla versione di Marketo per informazioni aggiornate.

Funzionalità in arrivo

Nel corso del trimestre verranno presentate le seguenti funzionalità:
Funzione
Descrizione
Bizible
  • Nuova segmentazione basata sugli account
  • Possibilità di salvare filtri specifici per dashboard
  • Esportazione dashboard Bizible in formato PDF
Sales Connect
Aggiornamenti/miglioramenti relativi a finestre di composizione e centri di comando

Funzionalità deprecate

  • Parametro “_method” di Asset API: dopo settembre 2020, gli endpoint di Asset API non accetteranno più _method per trasmettere i parametri di query nel corpo di un POST per aggirare le limitazioni relative alla lunghezza degli URI.
  • Supporto in Internet Explorer: a partire dalla versione di luglio del 31 luglio 2020, Internet Explorer non supporterà più l’interfaccia utente di Marketo Engage.
Per leggere le note precedenti e complessive, consulta le note sulla versione Marketo .

Document Cloud

Informazioni sulla versione e risorse di aiuto per Adobe Document Cloud.

Nuovi corsi e tutorial su Adobe Sign

Nuovi video, tutorial o corsi pubblicati per Adobe Document Cloud.
Data di pubblicazione
Nome
Tipo
Descrizione
30 settembre 2020
Video
Segui questa presentazione rapida dell’interfaccia di Adobe Sign, per iniziare subito a usarlo.
Per Document Cloud, vedi: