Show Menu
ARGOMENTI×

Note sulla versione - Febbraio 2015

Informazioni sulle nuove funzioni e sulle correzioni in Adobe Marketing Cloud.
Per ricevere le note sulla versione una settimana prima dell'aggiornamento mensile del prodotto, eseguire la sottoscrizione ad Adobe Priority Product Update (Aggiornamento prioritario del prodotto Adobe). Le informazioni sulla versione nel Priority Product Update vengono comunicate una settimana prima della data di rilascio. Per informazioni sugli aggiornamenti, controlla nuovamente al momento del rilascio.

Funzioni principali rilasciate

Funzione Descrizione Data di rilascio
Regole di classificazione di Analytics - sovrascrittura dei valori esistenti
In Strumenti di amministrazione > Generatore regole di classificazione > <nome set di regole> , due nuove opzioni consentono di selezionare una modalità di sovrascrittura:
  • Le regole sovrascrivono i valori esistenti: (impostazione predefinita) sovrascrive sempre le chiavi di classificazione esistenti, incluse le classificazioni caricate mediante l’importazione (SAINT).
  • Le regole sovrascrivono solo i valori non impostati : vengono compilate solo le celle vuote (non impostate). Le classificazioni esistenti non saranno modificate.
Prima, se una chiave era già stata classificata in una colonna o in una cella, la regola non veniva eseguita su tale chiave e la riga nella tabella veniva ignorata.
Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione del prodotto relativa alle regole di classificazione .
19 febbraio

Servizi

Interfaccia Marketing Cloud 15.3.1

Data di rilascio: 4 marzo 2014
Funzione Descrizione
Mappatura del gruppo
La pagina Gestione dei gruppi è stata riprogettata come un'interfaccia amministrativa che consente di creare gruppi, aggiungere utenti ai gruppi e concedere autorizzazioni nelle soluzioni Marketing Cloud.
Mappatura uno-molti
Quando si collegano account della soluzione Marketing Cloud, se si dispone di più soluzioni e organizzazioni, ora è possibile effettuare la mappatura di più prodotti e servizi a un'unica organizzazione.
Activation
Activation ora viene visualizzata nella barra di navigazione a sinistra in Marketing Cloud . Activation è uno dei servizi di base di Marketing Cloud attualmente caratterizzato dalla tecnologia Dynamic Tag Management ed effettua il reindirizzamento al momento del clic.
Aggiornamenti documentazione - Servizi di base
È stato aggiunto l'argomento Servizi di base - Abilitazione delle soluzioni fornivi assistenza durante l'implementazione dei servizi di base.
Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione Marketing Cloud e servizi core .

Interfaccia Marketing Cloud 15.2.1

Nuove funzioni, problemi noti e correzioni nella Adobe Marketing Cloud collaborazione e nell'interfaccia di condivisione.
  • È stato risolto un problema relativo alla cartella di risorse che impediva alle risorse Marketing Cloud e Adobe Campaign di visualizzare gerarchie di cartelle identiche.
  • È stato risolto un problema che impediva di eliminare i gruppi di destinazione che facevano parte delle attività di Target disattivate.
  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione dell'icona Aggiungi (simbolo più) in Regole della pagina Crea nuovo pubblico.
Per assistenza, consulta la documentazione del prodotto Marketing Cloud .

Adobe Mobile Services

Correzioni
  • Il rapporto Nomi messaggi in-app (rimosso nella versione di gennaio) è stato ripristinato nel menu principale.
  • Il titolo del grafico principale Acquisizione > Panoramica ora è Top Campaigns invece di Key Performance Indicators . Questa modifica descrive meglio il tipo di informazioni visualizzate.
  • È stato aggiornato il rapporto sul mantenimento per supportare il calendario gregoriano modificato in modo che vengano restituiti valori settimanali corretti.
Consulta la documentazione di Adobe Mobile Services . Per leggere le note sulle versioni precedenti, espandi Note sulle versioni precedenti nel riquadro a sinistra.

Dynamic Tag Management

Correzioni
  • È stato aggiunto un messaggio di avviso di elementi obsoleti per tutti gli amministratori aziendali che utilizzano l'hosting di Amazon per le loro librerie JavaScript.
  • È stata migliorata la gestione dell'errore per le istanze in cui document.write non è disponibile.
  • Sono stati affrontati vari errori di localizzazione per migliorare l'esperienza utente per le lingue supportate.
  • È stato risolto un problema che non consentiva l'inclusione del campo Canale nelle regole specificando una chiamata s.tl() in Adobe Analytics.
  • È stato risolto un problema che impediva di aggiungere automaticamente le regole copiate alla libreria di staging fino a quando non si effettuava una modifica alle regole.
  • È stato risolto un problema che causava l'attivazione di regole da parte dell'espressione regolare utilizzando l'opzione di condizione "parametri", anche se il parametro non era presente.
Consultare le Novità di Dynamic Tag Management per le note sulla versione attuali e cumulative, aiuto e aggiornamenti della documentazione.

Analytics

Nuove funzioni in Analytics

Funzione Descrizione
Reports Analytics Navigation Updates
  • Il selettore suite per report ora è disponibile da Visualizza tutti i report in Reports & Analytics.
Aggiornamenti al rilevamento di anomalie
  • La funzione Aggiungi metriche filtrate in Rilevamento anomalie è stata sostituita dalla possibilità di applicare segmenti. È possibile applicare un segmento a Rilevamento anomalie facendo clic su Mostra segmenti nella parte superiore della pagina del report.
  • È stata aggiunta la possibilità di eseguire un set di metriche senza salvarle come impostazione predefinita. Ciò è più coerente con i report standard di Reports & Analytics.
Regole di classificazione di Analytics - sovrascrittura dei valori esistenti
In Strumenti di amministrazione > Generatore regole di classificazione > <nome set di regole> , due nuove opzioni consentono di selezionare una modalità di sovrascrittura:
  • Le regole sovrascrivono i valori esistenti: (impostazione predefinita) sovrascrive sempre le chiavi di classificazione esistenti, incluse le classificazioni caricate mediante l’importazione (SAINT).
  • Le regole sovrascrivono solo i valori non impostati : vengono compilate solo le celle vuote (non impostate). Le classificazioni esistenti non saranno modificate.
Prima, se una chiave era già stata classificata in una colonna o in una cella, la regola non veniva eseguita su tale chiave e la riga nella tabella veniva ignorata.
Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione del prodotto relativa alle regole di classificazione .
Polarità delle metriche
Nota:
1. Metric polarity allows you to indicate whether Adobe Analytics should consider it good or bad if a given custom event (metric) goes up.
2. It will allow Adobe Analytics to show directional indicators (arrows) for various metrics to add context (for example, week over week comparisons). Example: if "Bugs Submitted" goes up week over week, should Adobe Analytics consider that good, or bad? Altri esempi: un aumento delle registrazioni e-mail è probabilmente positivo. Tuttavia, un aumento degli errori di invio del modulo è probabilmente negativo.
In Analytics > Strumenti di amministrazione > Modifica impostazioni > Conversione > Eventi di successo , notare la colonna Polarità . È possibile selezionare Aumento positivo o Aumento negativo .

Reports & Analytics per il marketing

Correzioni
  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione di nuovi valori da parte di Dati correnti solo quando il periodo di reporting è current day e non current week o current month anche se il giorno corrente deve essere incluso.

Segmentazione unificata

Tali modifiche vengono applicate a tutte le funzioni di segmentazione unificata presenti in Adobe Analytics, incluse le funzionalità di Reports & Analytics e di Ad Hoc Analysis.
  • Aggiornamenti della funzione Instance Between (Istanza tra) per segmenti sequenziali. Originariamente mediante questa funzione era possibile creare la corrispondenza tra un evento di un segmento sequenziale, come la fine di una visita, e impostare l'ora entro o dopo la funzione logica in base ai punti di controllo di tali eventi. Adesso, una nuova funzione di restrizione del contenitore consente di specificare un limite e un conteggio e di indentificare il contenitore nella creazione di un segmento, in modo da creare segmenti sequenziali più mirati e complessi.
  • Aggiornamenti della funzione Dimension Between (Dimensione tra) per segmenti sequenziali. Analogamente alla funzione logica Instance Between (Istanza tra), che identifica le corrispondenze tra i contenitori, Dimension Between (Dimensione tra) adesso include una funzione di restrizione della dimensione in cui viene specificata la logica in base ai valori della dimensione, determinando le corrispondenze secondo valori specifici (righe della tabella) in modo da monitorare l'eventuale impostazione della dimensione selezionata e consentire quindi di specificare la logica dei segmenti in base a tali valori della dimensione.
  • Aggiunta di corrispondenze a istanza multipla nella segmentazione sequenziale. Nell'implementazione precedente della funzione logica Instance Between (Istanza tra) veniva impiegata solo la corrispondenza della prima istanza per i segmenti sequenziali, mentre venivano ignorate le corrispondenze con sequenze valide individuate successivamente nella visita. Adesso la nuova funzione logica consente l'acquisizione di qualsiasi sequenza corrispondente all'interno della visita come parte del segmento sequenziale. Ad esempio, per un segmento sequenziale che acquisisce gli utenti che hanno visitato la pagina A e successivamente la pagina B, ma non la pagina C non verrebbe generata alcuna corrispondenza se il visitatore fosse passato da A a B a C e quindi fosse tornato nella pagina B , nel cui caso la corrispondenza risulterebbe in una seconda istanza (il ritorno alla pagina B corrisponde alla logica da A a B senza C ).

Report Builder

Correzioni
  • È stato risolto un problema che impediva, in alcune circostanze, la restituzione di risultati in Report Builder in caso di suddivisione multi livello.
  • È stato risolto un problema in Report Builder che causava la restituzione di un errore da parte della cartella di lavoro quando venivano abilitati dati recenti e la richiesta conteneva solamente eventi di dati recenti.
  • È stato risolto un problema in Report Builder che impediva agli URL di download del file di essere generati, in alcune circostanze, per le suite per report che avevano abilitato proprietà senza distinzione tra maiuscole e minuscole.
  • È stato risolto un problema che causava la restituzione di elementi in ordine non coerente in Report Builder un'estrazione di dati con l'applicazione del filtro Più popolare.

Data Warehouse

L'accesso a Data Warehouse dalla Versione 14 verrà rimosso nel presente rilascio. Per saperne di più

Feedback dati Clickstream

Recupero informazioni sui dati per feed di dati orari
Se durante la configurazione di un nuovo feed di dati orario si richiedono dati per date precedenti, i dati relativi alle date precedenti a 60 giorni potrebbero essere consegnati con cadenza giornaliera e non oraria.
In tal caso non si riceveranno 24 consegne separate per i giorni specificati, ma si riceverà un'unica consegna con data e ora corrispondente a mezzanotte e contenente tutti i dati relativi al giorno specificato. Se si richiede questo tipo di recupero di informazioni, verificare che ETL sia configurato per l'elaborazione delle consegne giornaliere.

SDK per AppMeasurement e dispositivi mobili

** AppMeasurement per JavaScript**
Versione 1.4.3
  • Tutta la gestione delle chiamate di monitoraggio ritardate è stata resa coerente. In tal modo vengono corretti i problemi con le variabili sottoposte a backup durante il ritardo, come l'oggetto selezionato con un clic.
  • È stato modificato per non effettuare in maniera automatica il tracciamento del referente dopo la prima chiamata di tracciamento affinché la seconda, terza ecc. chiamata di tracciamento (solitamente tracciamento collegamenti) non conti due volte il referente quando s.referrer è stato impostato manualmente prima della prima chiamata di tracciamento.
  • Lo zip di distribuzione è stato aggiornato per includere API Visitor 1.3.5.
Codice H JavaScript (legacy)
Versione H.27.5
  • È stato modificato per non effettuare in maniera automatica il tracciamento del referente dopo la prima chiamata di tracciamento affinché la seconda, terza ecc. chiamata di tracciamento (solitamente tracciamento collegamenti) non conti due volte il referente quando s.referrer è stato impostato manualmente prima della prima chiamata di tracciamento.
  • Lo zip di distribuzione è stato aggiornato per includere API Visitor 1.3.5
Servizio ID visitatore di Marketing Cloud
Versione 1.3.5
** AppMeasurement per altre piattaforme**
Consulta Cronologia rilascio per una cronologia del rilascio di AppMeasurementAppMeasurement per le seguenti piattaforme:
  • JavaScript
  • iOS
  • Android
  • Flash-Flex
  • OSX
  • Windows Phone, XBOX, Silverlight e .NET
  • BlackBerry
  • Java
  • PHP
  • Symbian

Social

Correzioni di problemi e miglioramenti
Questa versione di Social introduce miglioramenti a livello di prestazioni, scalabilità, usabilità e affidabilità. Queste aree sono state ottimizzate con oltre 350 modifiche, tra problemi di back-end risolti e miglioramenti. Le correzioni sotto riportate descrivono le risoluzioni per i principali problemi segnalati dai clienti.
  • È stata aggiunta una classificazione secondaria per l'ID post di proprietà che consente di eseguire un rapporto sulle campagne social in Adobe Analytics per visualizzare le metriche dei social di proprietà. Ad esempio, è possibile visualizzare il numero di visualizzazioni dei post di Facebook generato da tutti i post all'interno di una campagna.
  • È stato risolto un problema che impediva la corretta classificazione di SAINT dopo l'abilitazione iniziale di Adobe Social.
  • È stato risolto un problema che causava erroneamente la visualizzazione di un messaggio di errore dopo la modifica di un tweet affinché contenesse meno di 140 caratteri.
  • È stata rimossa l'opzione Estendi/comprimi nel pannello Anteprima di Publisher che veniva visualizzata durante la creazione di contenuti per Twitter. A causa di modifiche effettuate da Twitter, tale opzione non è più necessaria.
  • È stato risolto un problema che causava il ritardo dei numeri della metrica riportata in Social per i video di YouTube se confrontati con i numeri riportati su YouTube.
  • È stato risolto un problema che a volte impediva la visualizzazione di post effettuati in modalità nativa e non nativa nel report Post Analytics.
  • È stato risolto un problema che causava una differenza di orario del post tra quello riportato nel report Post e in Facebook.
  • È stato risolto un problema che a volte impediva agli utenti la risoluzione dell'inoltro per moderazione in Moderazione.
  • È stato risolto un problema che causava discrepanze per delegazioni e inoltri per moderazione quando comparivano numeri sulla dashboard Panoramica moderazione e nel report scaricato.
  • È stato risolto un problema che causava, in un report di moderazione scaricato, la visualizzazione di marche temporali posteriori nel fuso orario UTC, invece che nel formato orario dell'utente.
  • Social ora invia e-mail quando gli account di LinkedIn devono essere nuovamente autorizzati.
  • È stato risolto un problema che causava la richiesta frequente di autorizzazione da parte degli account Sina Weibo.

Target

  • Target Standard e Premium
  • Target Classic
  • Recommendations Classic
Per informazioni sulle ultime date e rilasci fare riferimento alle Note sulla versione di Adobe Target .