Show Menu
ARGOMENTI×

Note sulla versione - Marzo 2017

Informazioni sulle nuove funzioni e sulle correzioni in Adobe Marketing Cloud.
Per ricevere le note sulla versione una settimana prima dell'aggiornamento mensile del prodotto, eseguire la sottoscrizione ad Adobe Priority Product Update (Aggiornamento prioritario del prodotto Adobe). Le informazioni sulla versione nel Priority Product Update vengono comunicate una settimana prima della data di rilascio. Per informazioni sugli aggiornamenti, controlla nuovamente al momento del rilascio.
Data di rilascio: marzo 2017

Analytics

Nuove funzioni di Adobe Analytics

Nuove funzioni rilasciate in Adobe Analytics.
Nome funzione Descrizione
Calendario personalizzato 5-4-4
È stato aggiunto un calendario per le vendite al dettaglio in formato 5-4-4 come opzione del calendario personalizzato. Questa opzione del calendario è supportata in tutti gli strumenti di Adobe Analytics (ARB, Activity Map, Ad Hoc Analysis, Analysis Workspace, Reports & Analytics) tranne che per Data Warehouse, dove non sono supportati i calendari personalizzati.
Esempio: un anno è composto da 52 settimane e dividendole per 4 trimestri, risultano 13 settimane a trimestre. Tuttavia, un trimestre è composto da tre mesi e 13 non è divisibile per tre. Puoi quindi inserire la settimana supplementare in uno dei due mesi per ottenere un calendario coerente. 5-4-4 significa che il primo mese del trimestre contiene una settimana supplementare. 4-5-4 significa che il secondo mese contiene la settimana supplementare e così via. Ai formati 4-5-4 e 4-4-5 già supportati, ora si aggiunge 5-4-4.
  1. Admin (Strumenti di amministrazione) > Suite di rapporti > Edit Settings (Modifica impostazioni) > General (Generale) > Customize Calendar (Personalizza calendario)
  2. Fai clic sull'elenco a discesa Please select a calendar type for your data (Selezionare un tipo di calendario per i dati) .
  3. Seleziona Personalizzato .
  4. Seleziona 5-4-4 Retail Calendar (Calendario vendite al dettaglio 5-4-4) .
  5. Specifica il primo giorno dell'anno e l'anno in cui è compresa la settimana supplementare.
  6. Fai clic su Preview Full Year (Anteprima anno completo) per visualizzare il calendario dell'intero anno.
  7. Fai clic su Salva .

Analytics - Correzioni e aggiornamenti

Sono stati introdotti correzioni e piccoli aggiornamenti all’interfaccia, agli strumenti e ai componenti di Adobe Analytics (ad esempio Analysis Workspace, Reporting e analisi, Generatore di report, ecc.).
Prodotto Correzione o aggiornamento
Analysis Workspace
  • È stato corretto un problema in cui nelle visualizzazioni non venivano mantenute le rispettive impostazioni. (AN-139006, AN-132934)
  • È stato corretto un problema che impediva di modificare la valuta della suite di rapporti quando si passava a una suite di rapporti diversa. (AN-138832, AN-138406)
  • È stato corretto un problema che impediva di consegnare i progetti pianificati. (AN-138810, AN-136155, AN-138438, AN-132572)
  • È stato corretto un problema per il quale l'asse Y nel grafico veniva visualizzato come 0 e 1 al posto dei valori previsti. (AN-138696, AN-138496)
  • È stato corretto un problema per il quale la prima riga veniva rappresentata erroneamente sul grafico e presentava tendenze sbagliate quando si selezionava una cella dell'intestazione. (AN-138362, AN-132934)
  • È stato corretto un problema relativo all'errato funzionamento del separatore delle migliaia nelle tabelle. (AN-138181)
  • È stato risolto un problema per il quale i numeri di riga prima delle date venivano visualizzati come NaN (non un numero) nelle tabelle con numeri di righe elevati. (AN-138140)
  • È stato risolto un problema con l'avvio della funzione Try in Workspace (Prova in area di lavoro) da un rapporto con tendenze in Reports & Analytics. (AN-137855)
  • È stato risolto un problema per il quale veniva visualizzato un messaggio di errore durante il trascinamento di "All Visits" (Tutte le visite) nel pannello Segment Comparison (Confronto segmenti) e l'esecuzione del confronto. (AN-126419)
  • È stato risolto un problema per il quale i menu superiori rimanevano espansi anche quando non venivano più utilizzati. (AN-137376)
Reports & Analytics
  • È stato corretto un problema nei segmenti sequenziali che causava la visualizzazione di metriche “non definite” nell'anteprima dei segmenti. (AN-138482)
  • È stato corretto un problema per il quale gli avvisi automatici impedivano l'attivazione delle notifiche e-mail. (AN-135483)
  • È stato corretto un problema relativo al generatore di segmenti per il quale i segmenti non venivano salvati. Dopo questa correzione, con determinate dimensioni (come i Paesi) tutti i valori di dimensioni possibili saranno disponibili nel menu a discesa di ricerca delle regole ed è possibile salvare il segmento se si seleziona uno dei valori (AN-123579).
  • È stato corretto un problema che impediva agli utenti di visualizzare i rapporti di fatturazione in Internet Explorer 11. (AN-139037)
Report Builder
N/D
Data Workbench

Analytics - Amministrazione, raccolta dati, implementazione

Correzioni e aggiornamenti applicati agli strumenti di amministrazione di Analytics, inclusi quelli per implementazione e sviluppatori (servizi Web e SDK).
Prodotto o funzione Correzione o aggiornamento
Data Warehouse
  • È stato corretto un problema in cui veniva visualizzato "0,0" nei rapporti di suddivisione multidimensionali con partecipazione di più colonne, con granularità data. (AN-139091, AN-137529).
AppMeasurement (SDK legacy e mobile)
AppMeasurement per JavaScript
JavaScript 2.0.0
  • È stato spostato a un nuovo processo di build che richiede un aggiornamento del numero di versione a 2.0.0. (AN-137878)
  • È stata spostata la gestione di mboxMCSDID nella posizione della sezione corretta in cui viene effettuata la chiamata di tracciamento. (AN-138483)
AppMeasurement per Java
Java 1.4
  • Sono state aggiunte le variabili mancanti disponibili in JavaScript. (AN-136736)
AppMeasurement per altre piattaforme
Consulta Cronologia rilascio AppMeasurement per una cronologia del rilascio di AppMeasurement per le seguenti piattaforme:
  • JavaScript
  • iOS
  • Android
  • Flash-Flex
  • OSX
  • Windows Phone, XBOX, Silverlight e .NET
  • BlackBerry
  • Java
  • PHP
  • Symbian

Avvisi importanti per gli amministratori di Analytics

Consulta la tabella seguente per avvisi importanti su Analytics che possono influenzare la raccolta di dati, l’elaborazione, le API, la fine di vita del prodotto e così via.
Avviso Data di aggiunta o aggiornamento Descrizione
Rimozione delle restrizioni relative alla gestione dei dati tecnologici da parte di Analytics
14 novembre 2016
In precedenza, Adobe Analytics non registrava i dati tecnologici per il traffico web dei dispositivi mobili. In altre parole, i rapporti nella sezione Profilo visitatore > Tecnologia di Reports & Analytics di marketing non ricevevano dati per gli hit web dei dispositivi mobili. A partire da questa versione, i rapporti seguenti verranno compilati con il traffico dei dispositivi mobili:
  • Java
  • JavaScript / Versione JavaScript
  • Profondità colore
  • Risoluzione
  • Larghezza browser
  • Altezza browser
  • Tipo di referente (digitato/con segnalibro)
Elementi obsoleti dell’API 1.3 di Analytics.
15 settembre 2016
La versione 1.3 delle API di Analytics diventerà ufficialmente obsoleta dal 15 settembre 2016. Per evitare interruzioni, Adobe consiglia di effettuare l’aggiornamento alle versioni più recenti dell’API appena possibile.
Per ulteriori informazioni, consulta la pagina sui criteri di supporto API .
AppMeasurement 1.6.3 e Visitor API 1.6.0
4 agosto 2016
La versione 1.6.0 del servizio Marketing Cloud ID richiede AppMeasurement per JavaScript versione 1.6.3 o successiva. Se desideri effettuare l’aggiornamento alla versione 1.6.0 del servizio Marketing Cloud ID, accertati di utilizzare la versione 1.6.3 o successiva del codice AppMeasurement.

Audience Manager

Funzione Descrizione
Integrazione del grafico del dispositivo per le regole di unione dei profili
Con le nuove opzioni puoi creare regole di unione dei profili con i dati grafici del dispositivo da Adobe Marketing Cloud Device Co-op o altri fornitori di grafici per dispositivi di terze parti. Vedi Opzioni delle regole di unione dei profili .
Correzioni, miglioramenti ed elementi obsoleti
  • È stato corretto un bug in Audience Marketplace per cui le venivano raddoppiate le tariffe per un feed di dati se tale feed conteneva in elenco +1 persona di contatto. (AAM-27797)
  • È stato corretto un bug in Audience Marketplace per cui veniva visualizzata un'icona di errore per un feed CPM da $ 0,00 dove per un dato mese non è specificato alcun utilizzo. (AAM-27755)
  • L'etichetta di un campo nell'elenco degli abbonati a Audience Marketplace è stata modificata in "Last Month's Billable Income" (Entrate fatturabili del mese scorso). (AAM-27754)
  • Sono stati aggiornati alcuni elementi dell'interfaccia utente in conformità agli standard e alle prassi di progettazione interni. (AAM-28028)
  • Sono stati aggiunti i campi Creato da e Aggiornato da nella sezione Informazioni di base della pagina dei dettagli di un segmento. (AAM-25944)
  • È stata effettuata la migrazione delle caratteristiche e dei metodi API della cartella a Swagger. Vedi Migrazione dei codici API di Audience Manager . (AAM-28221 e AAM-27133)
DIL - Correzioni di bug, miglioramenti e codice dichiarato obsoleto
Aggiornato il 17 marzo 2017
DIL è il codice di raccolta di dati API per Audience Manager. Con il rilascio di marzo il DIL è stato incrementato alla versione 6.9.
Questo rilascio corregge un errore che impediva a GA.submitUniversalAnalytics di inviare dati ai server di raccolta dei dati. Consultare GA.submitUniversalAnalytics . (MCID-354)
Documentazione nuova e rivista
Novità
La sezione Utilizzo della prelettura DNS con diverse soluzioni Marketing Cloud descrive come utilizzare la prelettura DNS per ridurre i tempi di caricamento delle pagine.
Elementi revisionati

Social

Funzione Descrizione
Adesso è possibile esportare i tag per Social in formato Excel.
Adesso è possibile pubblicare immagini GIF fino a 5 MB tramite il widget Publish Anywhere (prima il limite era di 3 MB). Vedi Caricamento dei supporti multimediali per ulteriori informazioni.

Target

Consulta le Note sulla versione di Adobe Target per informazioni aggiornate sulle versioni dei seguenti prodotti:
  • Target Standard e Premium
  • Target Classic
  • Recommendations Classic

Primetime

Adobe Primetime è una piattaforma TV multischermo che consente alle media company di creare e monetizzare esperienze di visione coinvolgenti e personalizzate.

Campaign

Adobe Campaign offre un modo intuitivo e automatico di inviare messaggi a singoli utenti tra canali di marketing online e offline. Ora è possibile prevedere cosa vogliono i clienti usando esperienze determinate dalle loro abitudini e preferenze.
Rilascio del prodotto: 30 marzo 2017
Aggiornamento contenuto: 4 aprile 2017

Adobe Campaign v7

Funzione Descrizione
Interfaccia utente
Campaign v7 è dotato di una nuova interfaccia utente: home page, stili e icone sono stati aggiornati e riprogettati per migliorare la visibilità, la navigazione e la coerenza con la soluzione. Sia la console sia l'interfaccia utente offrono un'esperienza utente migliore.
Connettore ACS
Il connettore ACS offre una connessione preliminare tra Adobe Campaign v7 e Adobe Campaign Standard. Disponibile nell'offerta Adobe Campaign Prime, il connettore ACS replica i dati di profilo in Campaign Standard, consentendo agli addetti al marketing di creare, personalizzare ed eseguire campagne tramite l'interfaccia utente Web intuitiva di Adobe Campaign Standard.
API Web per Microsoft Dynamics
Adesso è possibile selezionare il connettore API Web come tipo di implementazione quando si crea un account Microsoft Dynamics esterno.
Metodo CCN di archiviazione e-mail
Adesso puoi archiviare le e-mail tramite un indirizzo CCN (invisibile ai destinatari del messaggio) per trasferire una copia esatta delle e-mail inviate a un server remoto. L'archiviazione può essere abilitata a livello di consegna.
Connettore Amazon S3 (Servizio di archiviazione semplice)
Adesso puoi utilizzare il connettore Amazon S3 per importare o esportare dati in Adobe Campaign. Puoi configurarlo in un'attività del flusso di lavoro. La configurazione viene effettuata in un account esterno.
Per la documentazione aggiuntiva, consulta:

Adobe Campaign Standard

Funzione Descrizione
Dynamic reporting (Generazione di rapporti dinamica)
La funzione Dynamic Reporting (Generazione di rapporti dinamica) consente di creare una nuova generazione di rapporti aziendali completamente personalizzabili e in tempo reale. In base a tabelle pivot e grafici, questa funzione consente di trascinare variabili e dimensioni per analizzare l'efficienza e l'efficacia delle campagne di marketing. Dynamic reporting (Generazione di rapporti dinamica) consente anche di creare nuovi rapporti aziendali personali e salvarli per un uso futuro.
Integrazione di Dreamweaver (funzione Labs)
Con l'integrazione di Adobe Campaign e Dreamweaver adesso disponi di un processo integrato per la creazione di campagne e-mail con le soluzioni Adobe.
Puoi modificare le e-mail di Adobe Campaign in Dreamweaver e i contenuti rimangono sempre sincronizzati tra le due soluzioni.
Per la versione iniziale, l'integrazione è disponibile tramite la funzione "Labs" (Lab) e funziona solo con la versione Beta preliminare di Dreamweaver. Se desideri attivarla, contatta AC-DW-integration@adobe.com .
Ottimizzazione manuale dell'ora di invio
Adesso puoi definire manualmente un'ora di invio personalizzata in base al destinatario, a livello di consegna o tramite l'uso di un flusso di lavoro.
Sono disponibili due nuove opzioni:
  • Tutti i destinatari ricevono il messaggio tenendo conto del rispettivo fuso orario.
  • Ogni destinatario riceve il messaggio a una data e un'ora calcolate definite da una formula.
Miglioramenti delle notifiche push
Il canale di notifica push è stato migliorato sotto diversi aspetti:
  • Nuova interfaccia di authoring
  • Notifiche silenziose
  • Push interattivo
  • Supporto di contenuti avanzati
  • Calcolatore delle dimensioni del payload
Flussi di lavoro: nuova attività di segnalazione
Attiva un flusso di lavoro da un altro tramite la nuova attività di segnalazione .
Con la possibilità di iniziare un flusso di lavoro da un altro, ora puoi supportare viaggi dei clienti più complessi. Puoi monitorare meglio i viaggi del cliente e reagire qualora si verificassero dei problemi.
Sono state aggiornate diverse attività del flusso di lavoro:
  • End activity (Attività finale): una nuova scheda consente di specificare un flusso di lavoro da attivare dopo l'esecuzione dell'attività.
  • Update data activity (Aggiorna attività dati): usa la nuova transizione in uscita vuota per aggiungere un'attività finale che attivi un altro flusso di lavoro. Le transizioni vuote in uscita non contengono dati e non occupano spazio inutile sul sistema
Flussi di lavoro: nuova attività di lettura dell'audience
Avvia il processo di targeting con un'audience esistente che sia facilmente selezionabile e definibile in un'unica attività.
Dati dei punti di interesse
I dati dei punti di interesse integrano Adobe Campaign con Adobe Analytics for Mobile. Quando gli utenti aprono l'app di un marchio, si possono raccogliere i dati dalle posizioni mobili degli utenti, denominate Punti di interesse , per tale marchio. In tal modo l'azienda del marchio interessato può sfruttare i flussi di lavoro di Adobe Campaign al fine di inviare messaggi personalizzati in base alle posizioni degli utenti. Questo canale sfrutta l'SDK del servizio mobile principale.
API REST
Le risorse collegate a qualsiasi livello ai profili o alle risorse dei servizi adesso sono disponibile nell'API. Nota: per utilizzare questa funzione è necessario disporre di Analytics per dispositivi mobili, una soluzione a pagamento.
Per la documentazione aggiuntiva, consulta:

Experience Manager

Ai clienti con distribuzioni locali, Adobe consiglia di implementare le ultime patch in modo da garantire stabilità, protezione e prestazioni migliori.
Titolo Descrizione
Rilasci di prodotti
L'app desktop AEM fornisce ulteriore supporto per il caricamento di gerarchie di cartelle sul desktop direttamente in AEM, includendo l'interfaccia utente per il monitoraggio del caricamento, la nuova azione di modifica e un'organizzazione migliore delle azioni desktop dell'interfaccia utente touch, nonché la correzione di problemi fondamentali dei clienti. Offre inoltre la compatibilità con AEM 6.3 Beta e verrà utilizzata nel programma AEM 6.3 Beta.
Come nella versione precedente, sono necessari i pacchetti lato server per l'esecuzione dell'app desktop AEM con AEM 6.1 e 6.2 (elenco nelle note sulla versione).
In AEM 6.3 Beta sono inoltre disponibili per la prima volta i pulsanti delle nuove funzioni (Folder Upload (Caricamento cartelle) e Modifica). Tali pulsanti saranno riportati presto in AEM 6.2 e 6.1 e saranno resi disponibili in Package Share.
Manutenzione del prodotto
AEM 6.1 SP2-CFP5 (Service Pack 2 - Cumulative Fix Pack 5) è un aggiornamento importante che include correzioni di problemi fondamentali per il cliente, introdotte dopo la data di disponibilità generale di AEM 6.1 SP 2 nell’agosto 2016.
AEM 6.1 SP2-CFP5 include anche l’archivio Apache Jackrabbit Oak 1.2.18.
Nota: AEM 6.1 SP2-CFP5 dipende da AEM 6.1 Service Pack 2. È pertanto necessario avere installato AEM 6.1 SP2. Per le istruzioni di installazione di AEM 6.1 SP2, consultate le Note sulla versione di AEM 6.1 SP2 . Quindi puoi installare il pacchetto AEM 6.1 SP2-CFP5 disponibile su Adobe Package Share (nello stesso percorso sono anche disponibili le relative note sulla versione).
AEM 6.1 Cumulative Fix Pack e le relative note sulla versione sono disponibili in Adobe Package Share .
AEM 6.2 SP1-CFP 1 (Service Pack 1 - Cumulative Fix Pack 1) è un aggiornamento importante che include correzioni di problemi fondamentali per il cliente, introdotte dopo la data di disponibilità generale di AEM 6.2 SP 1 nel dicembre 2016.
AEM 6.2 SP1-CFP1 include anche l’archivio Apache Jackrabbit Oak 1.4.6.
Nota: AEM 6.2 SP1-CFP1 dipende da AEM 6.2 Service Pack 1. È pertanto necessario aver installato le note sulla versione di AEM 6.2 SP1 . Quindi puoi installare il pacchetto AEM 6.2 SP1-CFP1 disponibile su Adobe Package Share (nello stesso percorso sono anche disponibili le relative note sulla versione).
AEM 6.2 Cumulative Fix Pack e le relative note sulla versione sono disponibili in Adobe Package Share .
Aiuto e documentazione
È stata creata una nuova pagina che riunisce in un'unica posizione tutti gli esempi di codici per sviluppatori disponibili.
I pacchetti delle funzioni pubbliche di AEM 6.2 adesso sono elencati in https://docs.adobe.com/docs/en/aem/6-2/release-notes/feature-packs.html
Community
IMMERSE
IMMERSE17 si terrà dal 15 al 19 maggio 2017
IMMERSE è una conferenza virtuale globale per sviluppatori di AEM.
Registrati ora: l'offerta termina il 31 marzo 2017.
L’edizione inaugurale del convegno si è tenuta lo scorso aprile. Ha riscosso un successo tale che Adobe Systems ha deciso di renderlo un appuntamento annuale ricco di contenuti. L’evento comprende ora un’area espositiva, discussioni tematiche di tipo round table e sale dedicate al networking. È possibile partecipare comodamente dall’ufficio o da casa. Per saperne di più .
Sei un membro attivo della community degli sviluppatori AEM? La tua azienda vuole essere vista come una sostenitrice importante della community? Per diventare parte attiva di questa community dinamica, consulta il prospetto sulle sponsorizzazioni IMMERSE17 .
Chiedi agli esperti della community AEM
La sessione Chiedi agli esperti di marzo sarà pianificata presto. Questa sessione fornirà informazioni approfondite sull'utilizzo di Adobe Analytics in Adobe Experience Manager 6.2.
La sessione Chiedi agli esperti di aprile sarà focalizzata su come utilizzare l' API di Coral durante un lavoro di sviluppo in Adobe Experience Manager.
AEM Gems
Search Forms Made Easy with AEM querybuilder
Presentatore: Alexander Klimetschek, Sviluppatore senior, Adobe.
La maggior parte degli sviluppatori ha avuto modo di constatare che il querybuilder di AEM è un linguaggio di query di alto livello utilizzato principalmente nelle interfacce utente, ma desidera conoscerlo a fondo al fine di sfruttarlo al meglio. In questa sessione on-demand Alexander spiega i principi per il quali querybuilder si differenzia dagli altri linguaggi di query sullo stack JCR. Alexander illustra anche come eseguire le seguenti operazioni:
  • Usare il querybuilder di AEM per creare facilmente moduli di ricerca modificabili.
  • Creare ricerche efficienti.
  • Eseguire il debug delle query.
Into the Tar Pit: A TarMK Deep Dive (Indagine approfondita su TarMK)
Presentatore: Michael Duerig, Sviluppatore senior, Adobe.
Ti sei mai chiesto che cosa contengono i file tar TarMK? Che cos'è un segmento e che cos'è un record? Come funziona la raccolta di oggetti inattivi dell'archivio segmenti e perché (o perché no)? Guarda questa sessione on-demand per ottenere le risposte a queste e molte altre domande.
Michael spiega il funzionamento interno di TarMK, i suoi requisiti di sistema, nonché le caratteristiche e le prestazioni. Potrai capire meglio TarMK e imparare a diagnosticare la causa di problemi comuni. Michael presenta gli strumenti e le tecniche per eseguire operazioni di diagnostica e debug. Infine, potrai vedere un'anteprima delle nuove funzioni e dei miglioramenti all'interno dei lavori.

Livefyre

Livefyre presenta un’offerta completa per contenuti generati dagli utenti, tra cui funzionalità per curare i contenuti social e applicazioni di coinvolgimento in loco.
Per informazioni aggiornate, consulta le Note sulla versione di Livefyre .
Funzione Descrizione
Portfolio
Le opzioni di «ottimizzazione automatica delle regolazioni delle offerte» consentono a Advertising Cloud di modificare automaticamente le impostazioni di regolazione delle offerte per gruppi di annunci pubblicitari nel portafoglio quando il portfolio viene ottimizzato, per ottimizzare le prestazioni. Advertising Cloud può ottimizzare le regolazioni delle offerte per Google, Bing e Yahoo! Japan; target di tablet e computer Google e Bing; target Google RLSA; target posizione Google.
Cost Accuracy Details (Dettagli accuratezza costo) e Revenue Accuracy Details (Dettagli accuratezza ricavi) ora mostrano righe separate per computer e tablet Google e Bing.
Ricerca nei bulksheet e Campagne basate su ricerche - Funzione Beta
(Annunci Bing) Ora è possibile configurare le regolazioni delle offerte per dispositivi con i bulksheet, nella versione beta di Campaign e nelle impostazioni dei gruppi per annunci.
Ricerca Advanced Campaign Management (ACM)
(Account Bing Merchant Center con URL finale) È disponibile un campo “Tracking Template” (Modello tracciamento) per i gruppi di prodotti nei modelli Bing Shopping e bulksheet.
Per il tracciamento della conversione di Advertising Cloud, non è necessario immettere un valore se si dispone di un modello di tracciamento a livello di account, campagna o gruppo di annunci.
Visualizza campagne gestite
Il supporto exchange privato ora è disponibile per OpenX, Pubmatic e Rubicon.
AMO Social
Le pubblicità dei video di Facebook ora includono un campo “Mostra URL”.
Approfondimenti sulla pubblicità
(Solo menu di ricerca; solo campagne AdWords;) Il nuovo report Audience Target Performance include clic, costo e ricavo ponderato per ogni target (audience) Google RLSA in ognun gruppo di pubblicità in un portfolio o in un gruppo di pubblicità in una o più campagne all'interno di un portfolio. I dati sono disponibili per i clic degli ultimi eventi in qualsiasi intervallo di date negli ultimi 90 giorni.
Rapporti
(Solo ricerca; applicabile alle classifiche delle etichette create da Search Advertising (Cerca pubblicità) > Campaigns (Campagne) > Label Classifications Beta (Classificazioni etichetta beta)) Per la classificazione dell'etichetta nell'Ad Variation Report (Rapporto sulla variazione dell'etichetta) ora puoi includere colonne.
Ulteriori dettagli sono disponibili direttamente nel prodotto, da ? > Sommario .