Show Menu
ARGOMENTI×

Note sulla versione- Giugno 2017

Nuove funzioni e correzioni in Adobe Experience Cloud.
Per ricevere le note sulla versione una settimana prima dell'aggiornamento mensile del prodotto, eseguire la sottoscrizione ad Adobe Priority Product Update (Aggiornamento prioritario del prodotto Adobe). Le informazioni sulla versione nel Priority Product Update vengono comunicate una settimana prima della data di rilascio. Per informazioni sugli aggiornamenti, controlla nuovamente al momento del rilascio.

Esempi pratici di Experience Cloud

Nuova documentazione per aiutarti a implementare e distribuire flussi di lavoro e integrazioni tra le diverse soluzioni.
Caso d'uso Data di pubblicazione Descrizione
1 giugno 2017
Il caso d’uso di interazione con app per dispositivi mobili illustra come integrare le tue app mobili con Adobe Experience Cloud per misurare le interazioni degli utenti e offrire esperienze personalizzate al tuo pubblico.
Maggio 2017
L’esempio Digital Foundation è utile per implementare una piattaforma di marketing digitale con Analytics, per ottimizzare e gestire le campagne.
Aprile 2017
Il caso d’uso Informazioni sui clienti spiega come creare un profilo unificato del cliente con più origini dati e come usarlo per creare un pubblico fruibile.

Experience Cloud e servizi core

Note sulla versione dell’interfaccia dei servizi di base, compresi Assets, Feed, Profiles & Audiences, Mobile Services e Dynamic Tag Management. Sono incluse anche le informazioni sulla versione del servizio Experience Cloud ID (Visitor API).

Experience Cloud Interfaccia di Experience Cloud - 17.6.1

Nuove funzioni e correzioni in Adobe Experience Cloud (già Marketing Cloud).
Data di rilascio: 12 giugno 2017
Funzione Descrizione
Mappatura di massa suite di rapporti
In Amministrazione > Mappatura suite di rapporti ora puoi selezionare più suite di rapporti, quindi mapparle su un'organizzazione. (in precedenza era necessario mapparle singolarmente).
La mappatura delle suite di rapporti su un'unica organizzazione consente di abilitare funzioni e servizi tra più soluzioni in Experience Cloud. Per ulteriori informazioni, vedi Mappatura suite di rapporti .
Aggiornamenti relativi al pubblico di Experience Cloud
Applicazione delle suite di rapporti
Ora puoi applicare una suite di rapporti a tutte le tue regole per il pubblico (in precedenza era necessario indicare una suite di rapporti per ciascuna definizione di regola).
Proprietà e variabili
Ora è possibile includere le proprietà di Analytics e le variabili predefinite (oltre a eVar ed eventi) per il pubblico in tempo reale.
Per assistenza, consulta la documentazione del prodotto Marketing Cloud .

Experience Cloud Servizio ID

Il codice del servizio ID viene aggiornato alla versione 2.2 e comprende le seguenti funzioni, correzioni e altre modifiche.
Funzione Descrizione
  • whitelistParentDomain
  • whitelistIframeDomains
Queste configurazioni sono usate in parallelo. Consentono a diverse istanze del codice del servizio ID implementate in un iFrame e sulla pagina padre di comunicare tra di loro. Risolvono problemi rilevati per specifici casi d’uso in cui si può controllare o meno la pagina padre o il dominio e si carica il codice del servizio ID nell’iFrame di un dominio controllato. Sono disponibili in VisitorAPI.js versione del codice 2.2 o successiva. Consulta whitelistParentDomain e whitelistIframeDomains .
Consulta la documentazione di prodotto dei servizi Experience Cloud ID .

Adobe Mobile Services

Nuove funzioni, aggiornamenti e correzioni in Mobile Services.
Data di rilascio: 15 giugno 2017 :
Funzione Descrizione
Rich push
I messaggi push ora supportano il rich push, che consente di aggiungere un’immagine o un video ai messaggi push.
Per ulteriori informazioni sulla creazione dei messaggi push, consulta Experience: messaggio push .
Miglioramenti SDK per iOS e Android
Nella versione 4.13.6, i seguenti miglioramenti SDK sono stati introdotti in iOS e Android:
  • Nel servizio Marketing Cloud ID, le API syncIdentifiers ora consentono di sovrascrivere un valore esistente con un ID.
  • In Analytics, dati aggiuntivi vengono ora inviati automaticamente in ogni hit di Analytics, indicando se l’app era in primo piano o in background al momento in cui l’hit è stato generato.
Correzioni
  • Aggiunta convalida delle chiavi dei dati contestuali in conformità con quelle accettate da Analytics. (MOB-7365)
  • Per iOS 10.3, è stato risolto un problema a causa del quale in Collegamenti marketing viene visualizzata una pagina vuota dopo che l’utente fa clic su Annulla. (MOB-7380)
  • Il filtro globale è stato rimosso dalla pagina di panoramica delle app. (MOB-1705)
Consulta la documentazione di Adobe Mobile Services . Per leggere le note sulle versioni precedenti, espandi Note sulle versioni precedenti nel riquadro a sinistra.

Analytics

Data di rilascio: 8 giugno 2017

Nuove funzioni di Adobe Analytics

Prodotto Nome funzione Descrizione
Adobe Analytics
Nuovi SKU di prodotto
Adobe Analytics ha introdotto tre nuovi SKU di prodotto:
Miglioramenti per la raccolta dati
La raccolta dati è stata migliorata con le seguenti modifiche:
  • È stato aggiunto il supporto per più ordini di creazione istanze AppMeasurement.
  • È stato aggiunto il supporto per Visitor API 2.2.0.
Analysis Workspace
Miglioramenti della funzione Abbandono
  • Sono stati aggiunti segmenti illimitati per la comparazione dei segmenti.
  • È stata aggiunta la possibilità di assegnare un nome e gestire più facilmente i gruppi di punti di contatto (Aggiungi, Rimuovi, Sposta, ecc.).
  • È stata aggiunta l’opzione Clic con pulsante destro su Trend Touchpoint % (Tendenza percentuale punti di contatto tendenze) per visualizzare la tendenza della percentuale di abbandono totale.
  • È stata aggiunta l’opzione Clic con pulsante destro su Trend All Touchpoint % (Tendenza percentuale totale punti di contatto) per visualizzare la tendenza di tutte le percentuali dei punti di contatto nell’abbandono, tranne “All Visits” (Tutte le visite) se incluso, nello stesso grafico.
  • Aggiunta la possibilità di vincolare singoli punti di contatto all'hit successivo (anziché alla fine) all'interno del percorso
Miglioramenti al flusso
  • Aggiunta di una nuova impostazione di visualizzazione dal titolo Disable Label Truncation (Disabilita troncamento etichetta) (impostazione predefinita = non selezionata).
Modifiche al calendario
Modifiche al calendario per risolvere incongruenze con quello di Reports & Analytics:
  • Seleziona il giorno di inizio con un clic. Evidenzia quindi l'intervallo in una direzione e fai di nuovo clic per selezionare la data di fine. Per aggiungere date alla selezione, tieni premuto il tasto Maiusc.
  • Periodi di lookback estesi per le diverse date di scorrimento (ad esempio, per scorrere i giorni indietro di due anni).
Ricerca migliorata delle dimensioni
  • Velocità di ricerca aumentata.
  • È stata aggiunta l’opzione Show Top Items from the Last 6 Months (Mostra articoli principali degli ultimi 6 mesi) per recuperare più dati, se necessario.
  • È stata aggiunta una casella di controllo per indicare i limiti percentuali, specialmente per le metriche basate su percentuali (ma funziona anche con le metriche non basate su percentuali).
Miglioramenti a Component Manager (Gestione componenti)
  • Aggiunte date di scadenza di avvisi e progetti pianificati.
  • Aggiunta la possibilità di abilitare/disabilitare gli avvisi.
  • È stata aggiunta la colonna “abilitato/disabilitato”.
  • Aggiunto un filtro per gli avvisi abilitati/disabilitati.
Sono stati aggiunti i seguenti tasti di scelta rapida:
  • Alt + Maiusc + 1 = passaggio al riquadro Panels (Pannelli)
    Alt + Maiusc + 2 = passaggio al riquadro Visualizations (Visualizzazioni)
    Alt + Maiusc + 3 = passaggio al riquadro Components (Componenti)
Report Builder
Integrazione con Microsoft Power BI
Microsoft Power BI è una suite di dashboard di analisi business per l'analisi dei dati e la condivisione di approfondimenti. L'integrazione di Adobe Analytics con Power BI consente di visualizzare i dati analitici di Report Builder con Microsoft Power BI.
Con Power BI puoi integrare Adobe Analytics con altre origini dati (ad es. punto vendita, CRM) per scoprire approfondimenti specifici dei clienti, associazioni, opportunità e condividerli facilmente all'interno dell'organizzazione. Unendo la funzionalità di generazione dei rapporti di Report Builder con le funzioni di Power BI, le informazioni sono più accessibili sul Web per tutte le persone dell'organizzazione.
L'integrazione con Report Builder Adobe consente di:
  • Pubblicare cartelle di lavoro pianificate di Report Builder in Power BI.
  • Pubblicare tutte le tabelle formattate della cartella di lavoro come tabelle DataSet Power BI.
  • Pubblicare tutte le richieste di Report Builder in forma di tabelle DataSet Power BI.
Strumenti di amministrazione
Nuovo processo di autorizzazione delle regole di elaborazione (introdotto nell'aprile del 2017)
Prima del 20 aprile 2017, per usare le regole di elaborazione tutti gli utenti (anche gli amministratori) dovevano superare un esame e ottenere l'autorizzazione dell'assistenza clienti Adobe.
Adesso l'impostazione predefinita consente agli amministratori diusare le regole di elaborazione. L'esame non è più necessario. Gli amministratori possono concedere questo diritto anche ai non amministratori utilizzando l'interfaccia Strumenti di amministrazione. Altro.. .

Analytics - Correzioni e aggiornamenti

Correzioni e piccoli aggiornamenti all’interfaccia, agli strumenti e ai componenti di Adobe Analytics (ad esempio Analysis Workspace, Reports & Analytics, Report Builder, ecc.).
Prodotto Correzione o aggiornamento
Adobe Analytics - Generale
  • È stato risolto un problema in Ad Hoc Analysis e Analysis Workspace a causa del quale venivano riportati dati non corretti per le attività Target. (AN-141435)
  • È stato risolto un problema che impediva di condividere le metriche calcolate. (AN-143524)
  • È stato risolto un problema che causava un errore quando si condivideva un componente che conteneva utenti sconosciuti (eliminati). (AN-143172)
  • È stato risolto un problema che causava un errore di creazione segmenti quando si selezionava l’opzione “Make this a Marketing Cloud audience” (Imposta come pubblico di Marketing Cloud). (AN-142218, AN-143300)
  • È stato risolto un problema di autorizzazioni che impediva agli utenti non amministrativi di modificare le variabili di traffico in più suite di rapporti contemporaneamente. (AN-142952)
  • È stato risolto un problema a causa del quale gli avvisi non venivano attivati al momento giusto. (AN-143216)
  • È stato risolto un problema degli avvisi legacy che impediva il trasferimento degli avvisi ad altri utenti. (AN-138964)
  • È stato risolto un problema dei nomi dei gruppi di utenti che non venivano ordinati in ordine alfabetico in Admin Console. (AN-142769, AN-142274)
  • È stato risolto un problema di Admin Console che impediva l'attivazione o la disattivazione di Ad Hoc Analysis per una suite di rapporti. (AN-142529)
  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione degli elenchi di grandi dimensioni (almeno 10.000) di componenti come segmenti o metriche calcolate. (AN-142562)
  • Sono stati aggiornati per i rapporti i dati delle ricerche relativi agli aggiornamenti di geosegmentazione ISO 2017 per 11 paesi interessati: bhr, civ, cze, fra, gbr, lux, mkd, mrt, omn, tjk, tto. (AN-143396)
Analysis Workspace
  • È stato risolto un problema a causa del quale i progetti venivano consegnati prima del previsto per un'errata gestione dei fusi orari. (AN-143277)
  • È stato risolto un problema che si verificava quando si configurava la visibilità delle metriche ma non la polarità. La colorazione del riepilogo delle modifiche risultante in Analysis Workspace non era quella prevista (rosso per negativo, verde per positivo). (AN-143496, AN-143413)
  • È stato risolto un problema di alcune configurazioni di visualizzazione che impediva il download e l'invio di PDF. (AN-142866, AN-142725)
  • È stato risolto il problema di sostituzione dell’impostazione “Condiviso con“ con “Automatically Share Embedded Components [segments, calculated metrics, date ranges] with Recipients” (Condividi automaticamente componenti integrati (segmenti, metriche calcolate, intervalli di date) con i destinatari) in Calculated Metric Manager (Gestione metriche calcolate), Segment Manager (Gestione segmenti) e Date Range Manager (Gestione intervalli di date). A causa di questo problema, il numero di destinatari nell'elenco era significativamente ridotto. (AN-142804, AN-142378, AN-142533)
  • È stato risolto un problema che impediva il download o l’invio dei progetti PDF con una configurazione “Suddivisione per posizione” specifica. (AN-142794, AN-142618)
  • È stato risolto un problema della valuta che non corrispondeva nei grafici dell'area di lavoro e nella suite di rapporti. (AN-142719)
  • È stato risolto un problema di formattazione dei file PDF scaricati. Le dimensioni dei progetti dell'area di lavoro scaricati come PDF ora corrispondono a quelle della finestra dell'area di lavoro al momento del download. (AN-142588, AN-142351)
  • Corretto un flusso di lavoro complesso che cancellava i progetti. (AN-142467, AN-142287)
  • È stato risolto un problema che impediva la visualizzazione di alcune dimensioni. (AN-142333)
  • È stato risolto un problema che impediva la copia di alcuni progetti in Component Manager (Gestione componenti). (AN-142331)
  • È stato risolto un problema che causava la visualizzazione di errori durante la modifica di alcuni progetti pianificati. (l'ora di inizio non può essere successiva a quella di fine). (AN-141934)
  • È stato risolto un problema delle prestazioni per i progetti con allineamento della data che venivano caricati lentamente. (AN-141393)
  • È stato risolto un problema con visualizzazioni di abbandono che impediva agli utenti di aggiungere altri componenti ai punti di contatto. (AN-140737, AN-140264)
  • È stato risolto un problema di rendering non corretto degli intervalli di date nei pannelli di scorrimento dei PDF. (AN-139443)
Data Warehouse
  • Non è più possibile creare segmenti che utilizzano “Plugin Support” (Supporto plug-in) come dimensione. I segmenti di questo tipo non funzionavano correttamente. (AN-91081)
  • È stato risolto un problema che causava una visualizzazione non corretta dei titoli delle e-mail localizzate. (AN-143626)
Reports & Analytics
  • È stato risolto un problema a causa del quale alcuni rapporti non visualizzavano le modifiche di calendario. (AN-143855)
  • È stato risolto un problema a causa del quale i rapporti pianificati venivano inviati anche se erano stati eliminati. (AN-133677)
  • È stato risolto un problema a causa del quale venivano visualizzati numeri non corretti nei rapporti quando si applicava l’opzione “Compare Dates” (Confronta date). (AN-131642)
  • È stato risolto un problema a causa del quale i trasferimenti di dashboard ad altri utenti non venivano riportati nel registro. (AN-138964)
  • È stato risolto un problema a causa del quale l’opzione “Link to this report” (Collega a questo rapporto) non risultava disponibile se l’utente era connesso tramite Marketing Cloud. (AN-118492)
  • È stato risolto un problema intermittente dei rapporti in tempo reale che impediva la visualizzazione delle dimensioni. Questo problema dovrebbe essere risolto aggiornando i dati. (AN-139339)
Report Builder
  • È stato risolto un problema di visualizzazione di un nome obsoleto della suite di rapporti in Report Builder, anche se è stata rinominata in Strumenti di amministrazione (AN-139276)
  • È stato risolto un problema che impediva l'accesso a Report Builder con le credenziali SSO di Marketing Cloud. (AN-138557)
  • È stato risolto un problema di visualizzazione di più lingue nell'interfaccia di Report Builder. (AN-137183)
Activity Map
  • È stato risolto un problema che impediva il caricamento corretto di Activity Map dopo l'accesso. (AN-139709)
  • È stato risolto un problema di spostamento delle sovrapposizioni degli indicatori alla sinistra dei collegamenti. (AN-124094)
Data Workbench

Analytics - Amministrazione, raccolta dati, implementazione

Correzioni e aggiornamenti applicati agli strumenti di amministrazione di Analytics, inclusi quelli per implementazione e sviluppatori (servizi Web e SDK).
Prodotto Aggiornamento
Miglioramenti per la raccolta dati
La raccolta dati è stata migliorata con le seguenti modifiche:
  • È stato aggiunto il supporto per più ordini di creazione istanze AppMeasurement.
  • È stato aggiunto il supporto per Visitor API 2.2.0.
Data Warehouse
  • È stata aggiornata l’interfaccia utente in modo da visualizzare lo stato “Request too large” (Dimensioni richiesta eccessive) invece di “Errore di elaborazione” per le richieste troppo grandi per poter essere elaborate. (AN-92669)

Audience Manager

Funzione Descrizione
Caratteristiche cartella
Le caratteristiche della cartella consentono di aggregare automaticamente le caratteristiche da cartelle principali e secondarie in un segmento che può fungere da destinazione. Per ulteriori informazioni, consulta Caratteristiche cartella .
Correzioni
  • È stato corretto un bug in Segment Builder (Generatore segmenti) a causa del quale le etichette Trait Name (Nome caratteristica) e Trait Realization (Realizzazione caratteristica) risultavano non allineate per segmenti contenenti numerose caratteristiche e regole complesse. (AAM-29596)
  • È stato corretto un bug in Audience Lab a causa del quale era possibile eliminare un gruppo di test attivo. (AAM-29452)
  • È stato corretto un bug che impediva di trascinare le caratteristiche in Segment Builder (Generatore segmenti). (AAM-29598)
  • È stato corretto un bug a causa del quale per la metrica della media di dispositivi per persona non veniva usata l’ultima data di rapporto. (AAM-28783)
  • È stato corretto un bug a causa del quale una regola di unione configurata con un’opzione per grafico dispositivi di terze parti non poteva restituire dati dall’opzione di grafico dispositivi selezionata. (AAM-28811)
  • È stato corretto un bug a causa del quale venivano visualizzate icone di descrizioni comandi superflue quando si modificava una sorgente dati. (AAM-29590)
  • È stato risolto un problema di impaginazione nella risposta Destination API (API destinazione). (AAM-29430)
  • Sono state aggiunte virgole ai numeri del limite massimo di utilizzo per caratteristiche, segmenti, destinazioni, ecc. Consulta Limiti di utilizzo . (AAM-29310)
  • Sono state aggiunte descrizioni alla sezione delle impostazioni delle sorgenti dati nella pagina dei dettagli delle sorgenti dati. (AAM-28678)
  • È stata aggiunta l’etichetta Metriche identità alla pagina del rapporto sulle regole per l’unione di profili. (AAM-28970)
  • È stato modificato il modo in cui il peso dei modelli algoritmici risulta in un valore percentuale da 0% a 100%. Precedentemente la scala del peso era compresa tra 0 e 1. (AAM-29652)
Nuova documentazione

Social

Data di rilascio: 8 giugno 2017
Miglioramenti
dal 1° giugno 2017, Adobe Social ha limitato l’analisi del sentimento esclusivamente alle lingue inglese e giapponese. Per maggiori informazioni, consulta Listening Sentiment Analysis Update & FAQ .
Funzione Descrizione
LinkedIn
Aggiornamento all’API LinkedIn versione 2.0 per organizzazioni. La modifica non ha alcun impatto sulle funzionalità ma aggiorna Adobe Social con le API più recenti.
Correzioni
  • È stato risolto un problema di impostazione della destinazione con una città al momento della creazione del pubblico Facebook.
  • È stato risolto un problema di pubblicazione in LinkedIn per cui, se si pubblicava un post con un collegamento, l’allegato o l’immagine corrispondente non venivano pubblicati.
  • È stata aggiunta un’avvertenza in Editore relativa al fatto che l’anteprima è un’approssimazione e potrebbe non corrispondere all’elemento mobile consegnato.

Target

Consulta le Note sulla versione di Adobe Target per informazioni aggiornate sulle versioni dei seguenti prodotti:
  • Target Standard e Premium
  • Target Classic
  • Recommendations Classic

Primetime

Adobe Primetime è una piattaforma TV multischermo che consente alle media company di creare e monetizzare esperienze di visione coinvolgenti e personalizzate.

Audience Manager

Ai clienti con distribuzioni locali, Adobe consiglia di implementare le ultime patch in modo da garantire stabilità, protezione e prestazioni migliori.

Nuove funzioni di AEM

Titolo Descrizione
Rilasci di prodotti
App desktop AEM 1.5
Desktop App 1.5, rilasciato il 31 maggio 2017, fornisce aggiornamenti della stabilità e correzioni di bug critici.
3D Assets 2.0 su AEM 6.3
Pacchetto di funzioni per 3D Assets su AEM 6.3, rilasciato il 26 maggio 2017.
Funzionalità 3D di AEM migliorate: assimilazione dei file 3D, gestione DAM e rendering 2D.
Manutenzione del prodotto
AEM 6.1 Service Pack 2 - Cumulative Fix Pack 9
AEM 6.1 SP2–CFP9, rilasciato il 5 giugno 2017, è un aggiornamento importante che include correzioni di problemi fondamentali per il cliente, introdotte successivamente alla data di disponibilità generale di AEM 6.1 SP2 nell’agosto 2016.
AEM 6.2 Service Pack 1 - Cumulative Fix Pack 4
AEM 6.2 SP1–CFP4, rilasciato il 7 giugno 2017, è un aggiornamento importante che include correzioni di problemi fondamentali per il cliente, introdotte successivamente alla data di disponibilità generale di AEM 6.2 SP1 nel dicembre 2016.
Aiuto e documentazione
Guida alla risoluzione dei problemi per AEM Desktop App
Guida alla risoluzione dei problemi per AEM Desktop App aggiornata a seguito delle modifiche dell'architettura introdotte nelle ultime versioni.
Aggiornamenti alla documentazione di AEM 6.3
Il materiale di riferimento disponibile include le risorse seguenti:
Miglioramenti di HTML Template Language basati sulle funzioni di AEM 6.3.
Community
IMMERSE17 on demand
Sono disponibili biglietti per sessioni on demand durante IMMERSE17. Sono acquistabili qui utilizzando OD#1AEM come codice.
Sessioni disponibili:
  • Presentazione di piattaforme, capacità e funzioni.
  • Tecniche per sviluppatori.
  • Best practice operative.
Accesso illimitato fino a IMMERSE18!
Chiedi agli esperti della community AEM
Sessione di maggio: uso di Lazybones e di modelli modificabili nei progetti AEM.
Unisciti a Ankur Ahlawat e Scott Macdonald in una discussione sull’uso di Lazybones e dei modelli modificabili nei progetti AEM.
Il contenuto di questa sessione ti permetterà di imparare come creare progetti AEM che sfruttano le funzionalità di Lazybones e dei nuovi modelli modificabili. Registrata il 30 maggio 2017, 08:00 PDT ( http://bit.ly/ATACE517 ).

Livefyre

Nuove funzioni, correzioni e aggiornamenti di Adobe Livefyre. Livefyre presenta un’offerta completa per contenuti generati dagli utenti, tra cui funzionalità per curare i contenuti social e applicazioni di coinvolgimento in loco.
Per informazioni aggiornate consulta Note sulla versione di Target .

Advertising Cloud

Aggiornato: 12 giugno 2017
Funzione Descrizione
Community
Il forum della community di Advertising Cloud è stato rinominato nella community di Advertising Cloud e si trova all'indirizzo  https://forums.adobe.com/community/experience-cloud/advertising-cloud/overview .
Portfolio
Le offerte intraday sono ora disponibili per tutte le strategie di spesa del portfolio, quali ROI, CPT marginale e CPT, utilizzando l’impostazione del portfolio “Model and optimize search on an intraday basis” (Modella e ottimizza la ricerca su base intraday).
Cerca
Ora è possibile testare la creazione e l’aggiornamento dei tipi di pubblico Customer Match di Google utilizzando gli elenchi di e-mail del proprio sistema CRM. Per ulteriori informazioni, contatta il tuo account manager di Advertising Cloud.
Campagne basate su ricerche
(Bing Ads) I sitelink avanzati esistenti negli account Bing Ads sincronizzati sono ora inclusi nella vista Search Advertising > Campaigns > Extensions. Opzionalmente è possibile includere i campi Description1, Description2, Device Preference (che indicherà Dispositivi mobili o Tutti), Start Date ed End Date.
Ricerca nei bulksheet
I collegamenti di siti condivisi di Bing Ads ora supportano i sitelink avanzati e includono le colonne Description Line 1, Description Line 2, Creative Preferred Devices (che riguarda anche gli annunci), Start Date ed End date.
Ricerca Advanced Campaign Management (ACM)
Tutti i modelli di feed di inventario ora includono una scheda denominata “Label Classifications” (Classificazioni etichette), dalla quale è possibile assegnare valori di classificazione etichette statici ai diversi componenti della campagna che vengono creati o modificati dal modello.
Le classificazioni di etichette non sono ancora supportate per i gruppi di prodotti.
Campagne basate su ricerche - Funzione Beta
(Beta solo per gli inserzionisti autorizzati) Le nuove funzioni includono:
  • Possibilità di modificare singoli annunci
  • Vista posizionamenti
  • Vista destinazioni automatiche
  • Grafici con tendenze in alcune viste