Show Menu
ARGOMENTI×

Note sulla versione di Adobe Experience Cloud - giugno 2020

Questa pagina descrive nuove funzioni, correzioni e avvisi importanti in Adobe Experience Cloud. Inoltre mette in evidenza documentazione, corsi di formazione ed esercitazioni video farti per ottenere il massimo da Experience Cloud.
Iscriviti ad Adobe Priority Product Update (Aggiornamento prioritario sui prodotti Adobe) per ricevere le notifiche via e-mail sulle nuove versioni.
Data di rilascio: 18 giugno 2020
Le date di rilascio del prodotto possono variare. Controlla spesso la disponibilità di aggiornamenti.
Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2020
Hai bisogno di aiuto? Visita Adobe Experience League per trovare documentazione tecnica e dei prodotti, corsi curati da Adobe, esercitazioni video, risposte rapide, approfondimenti sulla community e corsi di formazione condotti da istruttori.

Stato del sistema di Adobe

Stato del sistema di Adobe fornisce informazioni dettagliate, aggiornamenti sullo stato e notifiche e-mail relative agli eventi di sospensione, interruzione e manutenzione di prodotti e servizi cloud di Adobe. Consulta status.adobe.com .
Data di rilascio: 21 maggio 2020
Novità
  • Utilizzando il tuo Adobe ID, puoi abbonarti alle notifiche degli eventi con maggiore granularità, fino al livello dell’offerta dei prodotti e dei componenti aggiuntivi. Per velocizzare l’iscrizione, il processo di autoabbonamento ora consiglia una selezione di prodotti e offerte in base alle adesioni dei prodotti. Questo dovrebbe ridurre il numero di e-mail che ricevi e far sì che le notifiche nell’inbox siano più pertinenti. Per iniziare, consulta status.adobe.com/subscriptions .
Nuove funzioni e miglioramenti disponibili oggi
Funzione
Descrizione
Miglioramento dell’esperienza utente di abbonamento e notifica
  • Le posizioni regionali di Marketo Engage ora vengono filtrate in base all’elenco delle offerte di prodotti selezionate.
  • Le notifiche e-mail di Marketo Engage sono pertinenti all’area geografica, alla posizione e alle preferenze di ambiente dell’utente.
Conferma dell’abbonamento agli eventi
  • Ora puoi ricevere una conferma e-mail quando effettui un abbonamento agli aggiornamenti per un singolo evento in corso.
Miglioramenti dell’usabilità della navigazione globale
  • Esperienza utente coerente con Adobe.com nel menu di navigazione di livello principale.

Interfaccia di Experience Cloud

Aggiornamenti generali all’interfaccia di Experience Cloud.
Dominio di prodotto unificato
Adobe sta aggiornando l’intestazione del dominio e dell’interfaccia per unificare e migliorare la tua esperienza su tutte le applicazioni Experience Cloud. Si tratta di miglioramenti progettati per semplificare la tua esperienza grazie a dettagli piccoli, ma importanti, e che non modificano il flusso di lavoro attuale.
Gli aggiornamenti includono:
  • Nuovi URL dell’applicazione: experience.adobe.com/<application name> :
    • Tutti i prodotti adotteranno questo pattern per i propri URL. Cerca i nuovi URL che diventeranno validi nel corso del mese.
    • Supporto browser: i browser supportati includono Microsoft Edge, Google Chrome, Firefox, Safari e Opera (versioni più recenti). Nota: anche se l’interfaccia Experience Cloud supporta questi browser, le singole applicazioni potrebbero non supportare tutti i browser. Ad esempio, Analytics non supporta Opera e Target non supporta Safari.
    • (Solo per Safari) La modifica del dominio potrebbe causare problemi di cookie in Safari. Deselezionando l’opzione Impedisci il tracciamento intersito nelle preferenze relative alla privacy di Safari, i cookie verranno abilitati per tutti i domini (e tutte le esperienze intersito), permettendo ad Experience Cloud di funzionare su questo nuovo dominio.
  • Un passaggio più semplice tra le organizzazioni o verso un’altra applicazione.
  • Guida di prodotto migliorata: Experience League è stato integrato nel prodotto, in modo tale che la ricerca nella guida includa anche i risultati dei forum e dei contenuti video della community. Questa modifica semplifica l’accesso a più contenuti e ti consente di ottenere il massimo da Experience Cloud. Fai clic inoltre su Guida  >  Feedback per segnalare i problemi o condividere le tue idee con Adobe.
Le app seguenti utilizzano il nuovo dominio experience.adobe.com:
App o servizio
Dominio
Homepage di Experience Cloud
experience.adobe.com/home
Adobe Target
experience.adobe.com/target
Adobe Audience Manager
experience.adobe.com/audience-manager
Adobe Launch
experience.adobe.com/launch
Adobe Experience Platform
experience.adobe.com/platform
Journey Management
experience.adobe.com/journeys
Adobe Analytics
experience.adobe.com/analytics
Customer Journey Analytics
experience.adobe.com/platform/analytics
Pannello di controllo di Adobe Campaign
experience.adobe.com/controlpanel
Cloud Manager
experience.adobe.com/cloud-manager
Places Service
experience.adobe.com/places
Distribuzione software
experience.adobe.com/downloads
Strumento admin (versione beta)
experience.adobe.com/admin
Board &amp; Collections (Bacheca e Raccolte), un filtro legacy nel selettore Experience Cloud Assets, è in fase di rimozione.

Adobe Experience Platform

Note sulla versione per Experience Platform e per i servizi dell’applicazione, tra cui Experience Platform Launch, Offerte, Persone, Places, Mobile Services e bollettini di sicurezza.
Data di rilascio: 10 giugno 2020
Adobe Experience Platform include le seguenti nuove funzionalità:
  • Data Science Workspace: ora in JupyterLab Launcher è incluso un avviatore per un notebook di Python per il machine learning in tempo reale (Alpha).
  • Segmentazione: è stato aggiunto un campo data anniversario per le funzioni data, che consente agli utenti di controllare le date senza l’anno.
  • Sorgenti: nuovi connettori sorgente per Apache HDFS e Couchbase.
Per ulteriori informazioni su queste funzioni, consulta le note sulla versione di Experience Platform .

Informazioni aggiuntive sulla versione di Experience Platform

Nuovi corsi ed esercitazioni di Experience Platform

Contenuto
Tipo di contenuto
Descrizione
Corso
Scopri in che modo Adobe Experience Platform ti aiuta a fornire l’esperienza perfetta, trasformando i tuoi dati in solidi profili cliente in tempo reale e informazioni basate sull’intelligenza artificiale attivabili in ogni canale. Questo corso introduttivo offre una panoramica delle funzionalità, dei casi d’uso, della relazione con Adobe Experience Cloud, dell’architettura di base, dell’interfaccia e dei ruoli di progetto di Experience Platform.
Esercitazione video
Panoramica di Adobe Experience Platform SDK e Edge Network. Experience Platform Web SDK è una libreria JavaScript lato client che consente ai clienti di utilizzare una libreria JavaScript, un tipo di beacon, un flusso di dati e una destinazione lato server per inviare dati a tutte le applicazioni Adobe e a destinazioni di terze parti.
Esercitazione video
Guarda Adobe Experience Platform Web SDK in azione, con una singola chiamata ad Adobe per l’invio di dati a Experience Platform, Analytics, Audience Manager e Target.
Esercitazione video
Scopri come la Real-time CDP viene utilizzata per raccogliere dati da più origini. Puoi unire tali dati in un unico profilo cliente in tempo reale e attivarli per creare esperienze cliente personalizzate.

Journey Orchestration

Usando Adobe Experience Platform, coordina i percorsi dei singoli clienti su vasta scala attraverso i vari canali dell’esperienza, anticipando in modo intelligente e in tempo reale le esigenze di ciascuno di essi, ovunque li porti il loro percorso.

Versione più recente

Per aggiornamenti sulla versione più recente, consulta le Note sulla versione di Journey Orchestration

Nuovi corsi ed esercitazioni di Journey Orchestration

Contenuto
Tipo di contenuto
Descrizione
Corso
Scopri come configurare e utilizzare Journey Orchestration. Questo corso descrive i concetti chiave e i passaggi di configurazione necessari per consentire l’orchestrazione di un percorso. Scopri come creare, pubblicare, analizzare e creare rapporti sui percorsi orchestrati.
Corso
Scopri come configurare e utilizzare Journey Orchestration. Questo corso descrive i concetti chiave. Scoprirai come creare, pubblicare, analizzare e creare rapporti sui percorsi orchestrati.

Risorse aggiuntive per Journey Orchestration

Adobe Analytics

Data di rilascio: 18 giugno 2020

Nuove funzioni di Adobe Analytics

Funzione
Disponibilità generale - data di Target
Descrizione
Attribution IQ: attribuzione algoritmica
18 giugno 2020
Il modello attribuzione algoritmica di Analysis Workspace utilizza tecniche statistiche per determinare in modo dinamico l’allocazione ottimale del credito per la metrica selezionata. Disponibile per i clienti Adobe Analytics Ultimate. Ulteriori informazioni...
Attribution IQ: finestre di lookback personalizzate
18 giugno 2020
Ora puoi configurare qualsiasi modello di attribuzione in Attribution IQ in modo da includere punti di contatto risalenti a un massimo di 90 giorni prima del periodo di tempo di reporting. In genere, ciò aumenta la precisione dell’attribuzione per gli eventi che si verificano all’inizio del periodo di reporting tenendo conto delle interazioni avvenute nei mesi precedenti. Disponibile per i clienti Adobe Analytics Foundation, Select, Prime, Premium, Premium Attribution, Premium Complete e Ultimate. Ulteriori informazioni...
Ruoli di progetto per progetti Workspace condivisi
18 giugno 2020
Ora quando condividi un progetto Workspace puoi assegnare ai destinatari uno dei tre ruoli di progetto, a seconda di come desideri che interagiscano con il progetto: Modifica, Duplica e Visualizza. Ulteriori informazioni...
Progetti Workspace solo visualizzazione
18 giugno 2020
I progetti Workspace possono essere condivisi con gli utenti solo con la modalità di accesso “Può visualizzare”. Quando un destinatario con ruolo Visualizza apre il progetto condiviso, lo vedrà con alcune restrizioni, senza barra a sinistra e con interazioni limitate. Ulteriori informazioni...
Possibilità di collaborare alla modifica dei progetti Workspace
18 giugno 2020
I destinatari aggiunti al ruolo “Può modificare” possono salvare in sovrascrittura un progetto condiviso con loro. Questo vale sia per gli amministratori che per i non amministratori. Ulteriori informazioni...
Aggiornamento del pannello vuoto in Workspace
18 giugno 2020
Il pannello vuoto in Workspace ora include pannelli e visualizzazioni, garantendo così una maggiore facilità nella scelta del flusso di lavoro di analisi più adatto alle tue esigenze.
Domini di prime parti disponibili in Cina (RDC)
18 giugno 2020
Consente ai clienti con un dominio .cn di richiedere un dominio di prima parte da utilizzare all’interno della Cina continentale. La documentazione è disponibile con l’acquisto dello SKU “China Performance Optimization”.
Pannello Quick Insights (Approfondimenti rapidi) in Workspace
25 giugno 2020
Quick Insights fornisce indicazioni ai non analisti e ai nuovi utenti di Analysis Workspace per scoprire come rispondere alle domande aziendali in modo rapido e semplice. Ulteriori informazioni...
Pannello Analytics for Target in Workspace
25 giugno 2020
Il pannello Analytics for Target (A4T) consente di analizzare le attività e le esperienze Adobe Target in Analysis Workspace con incremento e affidabilità. Ulteriori informazioni...
Pagina Informazioni su Workspace
18 giugno 2020
La pagina Informazioni su Workspace contiene informazioni sull’ambiente Analysis Workspace e sugli amministratori di Adobe Analytics (in caso tu abbia bisogno di supporto) e offre una modalità per fornire feedback all’interno del prodotto. È disponibile in Workspace > Aiuto > Informazioni su Workspace .

Nuove funzioni in Customer Journey Analytics

Funzione
Disponibilità generale - data di Target
Descrizione
Supporto per gli array di oggetti
18 giugno 2020
I clienti CJA ora possono creare rapporti sulle dimensioni e le metriche visualizzate negli array di oggetti all’interno dei loro schemi di set di dati di Adobe Experience Platform. Ulteriori informazioni...
Attribution IQ: attribuzione algoritmica
18 giugno 2020
Il modello attribuzione algoritmica di Analysis Workspace utilizza tecniche statistiche per determinare in modo dinamico l’allocazione ottimale del credito per la metrica selezionata. Disponibile per i clienti Adobe Analytics Ultimate. Ulteriori informazioni...
Attribution IQ: finestre di lookback personalizzate
18 giugno 2020
Ora puoi configurare qualsiasi modello di attribuzione in Attribution IQ in modo da includere punti di contatto risalenti a un massimo di 90 giorni prima del periodo di tempo di reporting. In genere, ciò aumenta la precisione dell’attribuzione per gli eventi che si verificano all’inizio del periodo di reporting tenendo conto delle interazioni avvenute nei mesi precedenti. Ulteriori informazioni...
Ruoli di progetto per progetti Workspace condivisi
18 giugno 2020
Ora quando condividi un progetto Workspace puoi assegnare ai destinatari uno dei tre ruoli di progetto, a seconda di come desideri che interagiscano con il progetto: Modifica, Duplica e Visualizza. Ulteriori informazioni...
Progetti Workspace solo visualizzazione
18 giugno 2020
I progetti Workspace possono essere condivisi con gli utenti solo con la modalità di accesso Può visualizzare . Quando un destinatario nel ruolo Visualizza apre il progetto condiviso, ottiene un’esperienza di progetto più restrittiva senza barra a sinistra e con interazioni limitate.  Ulteriori informazioni...
Possibilità di collaborare alla modifica dei progetti Workspace
18 giugno 2020
I destinatari aggiunti al ruolo Può modificare  possono salvare in sovrascrittura un progetto condiviso con loro.  Ulteriori informazioni...
Pannello Quick Insights (Approfondimenti rapidi) in Workspace
25 giugno 2020
Quick Insights fornisce indicazioni ai non analisti e ai nuovi utenti di Analysis Workspace per scoprire come rispondere alle domande aziendali in modo rapido e semplice. Ulteriori informazioni...
Pagina Informazioni su Workspace
18 giugno 2020
La pagina Informazioni su Workspace contiene informazioni sull’ambiente Analysis Workspace e sugli amministratori di Adobe Analytics (in caso tu abbia bisogno di supporto) e offre una modalità per fornire feedback all’interno del prodotto. È disponibile in Workspace > Aiuto > Informazioni su Workspace .

Nuove funzioni di Media Analytics

Aggiornato il 18 giugno 2020
Funzione
Disponibilità generale - data di Target
Descrizione
18 giugno 2020
L’estensione Media Launch con SDK di AEP ora supporta i seguenti dispositivi OTT:
  • Apple TV (tvOS)
  • Fire TV (Fire OS)
  • Android TV
29 maggio 2020
I clienti Media Analytics possono visualizzare le interazioni dei visualizzatori durante la riproduzione facendo uso di un set standard di variabili della soluzione per visualizzazione a schermo intero, sottotitoli, modalità muto, immagine nell’immagine e messa a fuoco. È inoltre possibile creare degli stati del lettore personalizzati. Le variabili di tracciamento dello stato del lettore sono ora disponibili per il reporting in Analysis Workspace. Questa funzione richiede uno dei seguenti elementi:
  • SDK di JavaScript Media 3.0 o versione successiva
  • Per l’utilizzo con l’SDK di Adobe Experience Platform (AEP):
  • Estensione Media Analytics (per il web): Adobe Media Analytics (3.x SDK) for Audio and Video v1.0 o versione successiva
  • Estensione Media Analytics (per dispositivi mobile): Adobe Media Analytics for Audio and Video v2.0 o versione successiva
  • Media Collection

Problemi risolti in Adobe Analytics

  • È stato risolto un problema che causava la mancata corrispondenza dei segmenti con ricerche multibyte per determinate suite di rapporti. Ora corrispondono alle stringhe corrette. (AN-220043)
  • È stato risolto un problema a causa del quale il Filtro articolo in Reports &amp; Analytics non funzionava. (AN-206132)
  • È stato corretto il tempo di risposta lento nell’interfaccia Progetti pianificati. (AN-214837)
  • È stato risolto un problema con l’API 2.0 del reporting di Analytics che generava un errore nell’intervallo di date. (AN-215087)
  • È stato risolto un caso in cui istanza/visita/visitatore non venivano contati nel denominatore per le metriche tempo trascorso. Questo accadeva quando un hit senza valore per la dimensione (ad es. Pagename) seguiva nello stesso secondo. (AN-211074)
  • È stato corretto un problema a causa del quale gli utenti non potevano accedere ai progetti Workspace condivisi con loro. (AN-217561)
  • È stato corretto un problema a causa del quale le chiavi non venivano classificate dal generatore di regole di classificazione. (AN-221538)
  • È stato risolto un problema a causa del quale l’utilizzo delle chiamate server non segnalava i dati di utilizzo. (AN-210452)
  • Sono stati risolti problemi a causa dei quali in Audience Manager mancavano dati per i segmenti Adobe Analytics pubblicati. (AN-220208, AN-220659)
  • È stato risolto un problema a causa del quale venivano visualizzati i dati nei rapporti ma i registri dei Feed di dati indicavano “nessun dato di Data Warehouse”. (AN-220784, AN-220858)
  • Sono stati risolti i problemi che impedivano il lancio di Ad Hoc Analysis dal dominio experiencecloud.com . (AN-219680, AN-221629)
  • Sono stati risolti i problemi relativi all’utilizzo della combinazione “Ctrl (o Comando) + C”. (AN-221101, AN-221537)
  • È stato risolto un problema con la pagina di abilitazione Activity Map. (AN-222029, AN-221242)
  • È stato risolto un problema che impediva di aggiungere un punto di contatto nel mezzo di una visualizzazione Fallout. (AN-221648)

Ulteriori correzioni di Adobe Analytics

AN-218269; AN-218455; AN-218492; AN-219888; AN-220447; AN-220546; AN-220788; AN-220866; AN-221165; AN-221545; AN-221712; AN-221832; AN-221853; AN-222000; AN-222505; AN-222559

Avvisi importanti per Analytics amministratori

Avviso
Data di aggiunta o aggiornamento
Descrizione
Migrazione a un dominio di prodotto unificato
Data di validità: 28 maggio 2020
La migrazione a un dominio di prodotto unificato per Adobe Analytics, iniziata a gennaio 2020, è stata completata il 28 maggio 2020. Adobe Analytics si impegna a rimuovere dalla propria architettura tutti i riferimenti al dominio omniture.com , ma è importante inserire omniture.com nell’elenco Consentiti in quanto cookie di terze parti. A breve, quando verrà portata a termine la migrazione dell’architettura, riceverai una notifica tramite le note sulla versione e non sarà più necessario compiere questo passaggio. Qui puoi trovare un elenco completo degli indirizzi IP consigliati e dei domini che dovresti inserire nell’elenco dei consentiti.
Se l’organizzazione blocca i cookie di terze parti, contatta l’assistenza clienti per recuperare l’accesso ad Adobe Analytics.
Nuova pagina di destinazione predefinita di Adobe Analytics
Data di validità: 18 giugno 2020
Il 18 giugno 2020 la pagina di destinazione predefinita per Adobe Analytics passerà da Reports a Workspace. Questa modifica verrà applicata agli utenti che non hanno precedentemente impostato una pagina di destinazione personalizzata.
Elenco delle tecnologie di terze parti consentite
12 marzo 2020 (data effettiva)
Adobe Analytics ha iniziato a sfruttare tecnologie di terze parti per la gestione del rollout delle funzioni e per il supporto integrato nel prodotto. Gli URL seguenti devono essere aggiunti a eventuali elenchi di firewall di rete consentiti per assicurare l’accesso a tutte le funzioni:
  • Gainsight: https://esp.aptrinsic.com
  • LaunchDarkly: https://app.launchdarkly.com
Miglioramento della ridondanza per la disponibilità di Analysis Workspace
21 maggio 2020
Per assicurare la disponibilità di Analysis Workspace, verrà aggiunta una rete per la distribuzione di contenuti (CDN) secondaria per migliorare la ridondanza. Gli URL seguenti devono essere aggiunti a eventuali elenchi di firewall di rete consentiti:
  • https://aaui-879784980514.s3.us-east-2.amazonaws
  • https://d30ln29764hddd.cloudfront.net
  • https://awaascicdprodva7.blob.core.windows.net
  • https://aauicdnva7.azureedge.net
Modifica del metodo di calcolo di Entrate/Uscite in Workspace
7 aprile 2020
A partire da marzo 2020, in Analysis Workspace è stato modificato il modo in cui il valore None interagisce con Entrate/Uscite. Poiché ora in Analysis Workspace è possibile attivare e disattivare i valori None , viene applicato il valore None dopo l’entrata o l’uscita, mentre per le eVar veniva applicato prima dell’entrata o dell’uscita. Ad esempio, si supponga che il primo risultato di una visita non presenti alcun valore per le eVar, ma il secondo sì. In Reports &amp; Analytics il primo risultato verrà visualizzato come non specificato per l’Entrata, ma in Analysis Workspace verrà visualizzato come valore per il secondo risultato.
Fine del ciclo vita di Archivio dashboard
27 marzo 2020
L’impostazione Visualizza archivio nella sezione Gestione dashboard in Reports &amp; Analytics non sarà più disponibile da ottobre 2020.
Fine del ciclo di vita - Versioni precedenti delle API di Analytics
9 gennaio 2020
A partire da novembre 2020, i seguenti servizi appartenenti alle versioni precedenti delle API di Analytics termineranno il loro ciclo di vita e saranno chiusi. Le integrazioni esistenti create utilizzando questi servizi cesseranno di funzionare.
  • API di Analytics 1.3
  • API di Analytics SOAP 1.4
  • Autenticazione per la versione precedente di OAuth (OAuth e JWT)
Abbiamo messo a disposizione una FAQ per le versioni precedenti dell’API EOL per rispondere alle tue domande e fornire indicazioni su come procedere. Le integrazioni API che utilizzano questi servizi possono eseguire la migrazione alle API REST di Analytics 1.4 o alle API di Analytics 2.0 . I precedenti account OAuth possono migrare a un account di integrazione Adobe IO Analytics, che può essere utilizzato per accedere sia alle API di Analytics 1.4 che alle API di Analytics 2.0.
San Jose FTP Broker in scadenza per Londra e Singapore
Luglio 2020
Per i clienti di Londra e Singapore, non supporteremo più il brokering dei dati tra Londra o Singapore e il data center di San Jose ftp.omniture.com .
Fine del ciclo di vita di Ad Hoc Analysis
6 agosto 2018
Adobe ha annunciato l’intenzione di terminare Ad Hoc Analysis. Non appena disponibile, verrà comunicata la data di fine del ciclo di vita. Per ulteriori informazioni, visita Discover Workspace .

Nuovi corsi ed esercitazioni di Analytics

Nuovi corsi, esercitazioni video e articoli in Analytics e Customer Journey Analytics.
Contenuto
Tipo di contenuto
Descrizione
Corso
In questo corso scoprirai come utilizzare Customer Journey Analytics (CJA) per analizzare i dati provenienti da diverse origini. Scoprirai le differenze tra Adobe Analytics e Customer Journey Analytics e come vengono gestiti i dati in quest’ultimo. Dopo aver seguito questo corso sarai in grado di creare e personalizzare visualizzazioni tra canali per comprendere meglio i tuoi clienti.
Corso
Scopri come configurare e utilizzare Journey Orchestration. Questo corso descrive i concetti chiave e i passaggi di configurazione necessari per consentire l’orchestrazione di un percorso. Scoprirai come creare, pubblicare, analizzare e creare rapporti sui percorsi orchestrati.
Corso
In questo corso scoprirai i dati ricevuti da Customer Journey Analytics e il modo in cui influenzano i rapporti per l’analista. Questo corso ha lo scopo di integrare la conoscenza generale di Adobe Experience Platform.
Esercitazione video
Video introduttivo per gli amministratori di Customer Journey Analytics.
Corso
In questo corso imparerai a implementare Adobe Analytics, comprendere i concetti di Analytics, creare un piano e implementare Adobe Analytics tramite Experience Platform Launch.
Corso
In questo corso, scopri le nozioni base di Analytics e come Analysis Workspace può cambiare la tua attività. Scopri come ricavare informazioni con Adobe Sensei, ascolta le testimonianze dei clienti e guarda i momenti salienti riportati dagli esperti del settore al Summit 2019.
Corso
Scopri come iniziare a utilizzare Analysis Workspace. Crea il primo progetto, impara a definire gli intervalli di date, applica segmenti, collabora ai progetti e condividili.
Esercitazione video
In questo video, scopri come creare e condividere scorecard in Analysis Workspace da visualizzare nell’app mobile Adobe Analytics dashboards.
Esercitazione video
In questo video, scopri come utilizzare Adobe Analytics dashboards (app mobile) per accedere e visualizzare le scorecard create da o condivise con te.

AppMeasurement

Per gli ultimi aggiornamenti sulle versioni di AppMeasurement, fare riferimento alle note sulla versione di AppMeasurement per JavaScript .

Adobe Audience Manager

Nuove funzioni, correzioni, documentazione ed esercitazioni in Audience Manager.
Aggiornato il 10 giugno 2020

Aggiornamenti dell’interfaccia utente

Audience Manager sta aggiornando il dominio e la barra di intestazione per migliorare la tua esperienza e unificarla a quella offerta da altre applicazioni Experience Cloud.
  • Un passaggio più semplice tra le organizzazioni o verso un’altra applicazione.
  • È stata migliorata la Guida utente, inclusi gli articoli contenuti e i video pertinenti al contesto nel menu Guida.
  • Possibilità di fornire feedback su Experience Platform e ticket di supporto file.
  • Un nuovo pattern URL più semplice. Aggiorna i segnalibri nel nuovo URL: experience.adobe.com/audience-manager .
Questi aggiornamenti sono disponibili solo per gli utenti che accedono utilizzando l’Adobe ID. Per passare a un accesso Adobe ID, consulta Gestione di utenti e prodotti Experience Cloud .

Nuove funzioni e correzioni in Adobe Audience Manager

Funzione
Descrizione
In linea con l’attenzione di Adobe per la Privacy by Design, è previsto l’aggiornamento del plug-in Audience Manager per il TCF IAB al Transparency & Consent Framework (TCF) IAB versione 2.0 a partire dal 10 giugno 2020. I clienti che hanno implementato il plug-in Audience Manager per il TCF IAB devono effettuare l’aggiornamento alla versione 2.0 entro il 15 agosto 2020 per poter continuare a utilizzare la funzione. Dopo il 15 agosto 2020 la versione 1.1 diventerà obsoleta e non sarà più supportata.
Correzioni
  • Aggiornamento dei Termini e condizioni di Audience Marketplace per riflettere i requisiti legali in aree geografiche specifiche. (AAM-54518)
  • È stato risolto un problema che causava un errore 404 durante l’accesso alla pagina Tratti dai segnalibri. (AAM-54768)
  • È stato risolto un problema che causava il timeout dell’API di aggiornamento di destinazione durante il recupero dei modelli algoritmici. (AAM-54342)
  • Ora gli utenti possono vedere un indicatore di precisione della classificazione del modello per Smart Personas. (AAM-54847)
  • È stato risolto un problema a causa del quale premere Invio dopo aver aggiunto un’espressione di un tratto rimuoveva l’espressione invece di salvarla. (AAM-54210)
  • È stato risolto un problema che causava il fallimento delle chiamate al metodo GET dell’API di Tratti per gli utenti che non disponevano dell’autorizzazione VIEW_MODELS. (AAM-53104)
  • È stato risolto un problema che impediva agli utenti di eliminare i modelli algoritmici contenenti Tratti delle cartelle. (AAM-50192)
  • Ora le espressioni con tratto lungo si estendono su più righe. (AAM-54972)
  • È stato risolto un problema a causa del quale gli utenti con autorizzazioni di sola lettura vedevano il pulsante Crea nuovo nelle pagine dei modelli algoritmici. (AAM-54889)
  • È stato risolto un problema a causa del quale l’indicatore del caricamento dei report Generali e Tendenze continuava a ruotare dopo il completamento del download CSV. (AAM-54571)
  • È stato risolto un problema che impediva agli utenti di aggiungere tratti in blocco ai segmenti nel Segment Builder (generatore di segmenti). (AAM-55033)
  • Miglioramenti di accessibilità in tutta l’interfaccia. (AAM-47269, AAM-48966, AAM-48976, AAM-49369, AAM-49023, AAM-49042).

Nuovi corsi ed esercitazioni di Audience Manager

Contenuto
Tipo di contenuto
Descrizione
Corso
Questo corso illustra le nozioni base di Audience Manager e i problemi che consente di risolvere. Scopri i casi d’uso comuni e i termini e i concetti chiave di Audience Manager.
Esercitazione video
Scopri come Adobe Audience Manager gestisce l’identità, inclusi i profili interni, l’unione dei profili e la sincronizzazione degli ID con i partner.
Corso
Questo video illustra i concetti e i passaggi necessari per la creazione di una destinazione LinkedIn basata sulle persone. Integra i video e la documentazione aggiuntivi sulle destinazioni basate sulle persone.
Esercitazione video
Scopri come utilizzare Trait Builder (generatore di tratti) nell’interfaccia Audience Manager per creare un tratto basato sulla regola, che consente di registrare le attività in tempo reale nei profili Audience Manager.
Esercitazione video
Scopri come abilitare il plug-in di Audience Manager per il TCF IAB. Abilitare il plug-in è facile se usi Adobe Experience Platform Launch.
Esercitazione video
In questo video vedrai in che modo le scelte degli utenti IAB influenzano i cookie e i beacon del servizio ID e delle soluzioni di Experience Cloud.

Adobe Experience Manager

Nuove funzioni, problemi risolti e aggiornamenti di Adobe Experience Manager (AEM). Ai clienti con distribuzioni locali, Adobe consiglia di implementare le ultime patch in modo da garantire stabilità, sicurezza e prestazioni migliori.

Aggiornamenti dei prodotti

  • AEM 6.5.5.0
    AEM 6.5, Service Pack 5 (6.5.5.0 rilasciato il 4 giugno 2020) è un aggiornamento importante che include nuove funzionalità, miglioramenti chiave richiesti dai clienti e miglioramenti delle prestazioni, della stabilità e della sicurezza, rilasciato dopo la disponibilità generale di AEM 6.5 nell’aprile 2019.
  • AEM 6.4.8.1
    AEM 6.4, Service Pack 8, Cumulative Fix Pack (6.4.8.1 rilasciato il 4 giugno 2020) è un aggiornamento importante che include diverse correzioni interne e per i clienti avvenute dalla data di disponibilità generale di AEM 6.4, Service Pack 8 (6.4.8.0) nel marzo 2020.

Aiuto e documentazione

  • AEM as a Cloud Service
    Quali sono le novità di AEM as a Cloud Service?
    Gli highlight includono:
    • Framework di integrazione commerciale di AEM Sites.
    • Smart tag avanzati e nuove esperienze di formazione guidata nell’interfaccia utente.
    • Supporto di Adobe Asset Link per Adobe Xd.
    • Supporto 3D per Dynamic Media di AEM Assets.
    • I nuovi miglioramenti self service riducono le dipendenze da Adobe per le operazioni sandbox.
      • Il supporto migliorato per sandbox self service in Cloud Manager consente agli utenti autorizzati di eliminare tutti gli ambienti all’interno di una sandbox e ricevere crediti.
      • Gli ambienti sandbox con sospensione automatica “congelano” automaticamente le sandbox dopo un periodo di inattività. I clienti possono annullare attivamente la sospensione.
    • Strumenti di transizione per supportare l’accelerazione cloud.
    Con l’obiettivo di ridurre i tempi e i costi della transizione dal servizio on-premise al Cloud Service, questo mese sono stati lanciati due strumenti di transizione. Questi strumenti sono progettati per automatizzare alcune delle attività principali durante il processo di transizione e ridurre quindi lo sforzo complessivo.
    1. L’ utilizzo dello strumento di trasferimento del contenuto (disponibile su SD) semplifica l’attività di trasferimento dei contenuti e la rende scalabile. Grazie a un’interfaccia utente intuitiva, lo strumento è self service per clienti e partner esistenti (on-prem/AMS) che passano ad AEM as a Cloud Service.
    2. Strumento open-source Convertitore del Dispatcher AMS per automatizzare la conversione delle configurazioni del Dispatcher AMS in configurazioni del Dispatcher Cloud Service.
    Strumenti di transizione:
    https://github.com/adobe/aem-cloud-service-dispatcher-converter
    https://docs.adobe.com/content/help/it-IT/experience-manager-cloud-service/moving/cloud-migration/content-transfer-tool/using-content-transfer-tool.html
  • Componenti core
    Componenti core 2.9.0 introduce un’integrazione con Adobe Client Data Layer e un nuovo componente Barra di stato ed è ora disponibile insieme alla documentazione di authoring , ai dettagli per gli sviluppatori e al download del progetto su GitHub .
  • Passare ad AEM as a Cloud Service
    Il passaggio ad AEM as a Cloud Service descrive il percorso di transizione consigliato per un cliente AEM esistente che passa al Cloud Service. L’obiettivo di questa documentazione è quello di fornire ai clienti informazioni, indicazioni e best practice per aiutarli a prepararsi a questa transizione e rendere il percorso strutturato e prevedibile.
    È stato rilasciato uno degli strumenti di transizione cloud, lo strumento di trasferimento dei contenuti. Lo strumento di trasferimento dei contenuti è sviluppato da Adobe e può essere utilizzato per spostare il contenuto esistente da un’istanza di AEM di origine (on-premise o AMS) all’istanza di AEM Cloud Service di destinazione.
    È stato rilasciato uno degli strumenti di refactoring del codice, il convertitore del Dispatcher AEM. Il convertitore del Dispatcher AEM è uno strumento disponibile per la conversione delle configurazioni esistenti del Dispatcher AEM in configurazioni del Dispatcher AEM as a Cloud Service.
  • Accessibilità e linee guida WCAG 2.1
    Aggiornamenti relativi alle linee guida WCAG 2.1:
  • Newsletter di AEM
    La newsletter di AEM di Experience League è stata progettata per aiutarti a imparare a usare AEM in modo da poter iniziare a realizzare valore fin da subito. Ecco la newsletter più recente:
    • Volume 31 : Experience Manager è disponibile come servizio cloud.
    • Iscriviti alla newsletter Experience Insider.
    • Accedi agli archivi delle newsletter nella sezione Risorse AEM della pagina Informazioni e supporto di Adobe Experience Manager 6.5.

Community

  • Discussione della Community AEM
    Ora puoi consultare tutti gli annunci relativi ad AEM e interessanti riferimenti ai blogger interni ed esterni in un’unica posizione. Consulta la sezione Discussione della community AEM.

Nuovi corsi ed esercitazioni di Experience Manager

Contenuto
Tipo di contenuto
Descrizione
Corso
In questo corso, scopri come utilizzare le funzioni e le potenzialità di Adobe Asset Link per arricchire il design creativo con il contenuto memorizzato in Adobe Experience Manager Assets. Il corso illustra tutte le procedure, compresi il lancio di Adobe Asset Link, le operazioni di base sulle risorse, le opzioni di ricerca e navigazione e la collaborazione efficace con altri utenti.
Corso
Scopri come iniziare a utilizzare AEM Assets per gli utenti aziendali. Scopri le basi di AEM Assets, le funzioni di collaborazione, la ricerca, l’organizzazione delle risorse, il download delle risorse e del rendering.
Corso
Scopri come utilizzare le funzionalità e le potenzialità di base di AEM Sites per la gestione delle pagine web della tua organizzazione. Il corso illustra tutte le procedure, compresi l’introduzione a AEM Sites, i concetti di base dell’authoring, funzioni di authoring avanzate e le funzionalità di gestione delle pagine.
Articolo
Descrive le modifiche necessarie ai progetti Maven di Adobe Experience Manager affinché siano compatibili con AEM Cloud Service.
Esercitazione video
Scopri come eseguire il debug dell’avvio rapido locale dell’SDK di AEM as a Cloud Service utilizzando la console web Sling Models.
Esercitazione video
Scopri come eseguire il debug dell’avvio rapido locale dell’SDK di AEM as a Cloud Service utilizzando la console web Components.
Esercitazione video
Scopri come eseguire il debug dell’avvio rapido locale dell’SDK di AEM as a Cloud Service utilizzando la console web Bundles.
Esercitazione video
Scopri il debug remoto di Java dall’IDE, che consente di analizzare l’esecuzione del codice in tempo reale in AEM per comprenderne meglio il flusso.
Esercitazione video
Istruzioni dettagliate per integrare Adobe Experience Manager (AEM) con Smart Content Service tramite Adobe I/O.
Articolo
Scopri come utilizzare l’API Batch per produrre più comunicazioni interattive da un modello.
Articolo
Scopri i passaggi necessari per creare una comunicazione interattiva per il canale di stampa.
Esercitazione video
Scopri come accedere ai contenuti memorizzati in Adobe Experience Manager Assets (AEM Assets) senza abbandonare le app desktop Creative Cloud che già conosci.
Esercitazione video
Adobe Asset Link consente ai creativi di sfogliare, cercare, estrarre e archiviare le risorse memorizzate in AEM Assets tramite il pannello in-app in InDesign, Photoshop e Illustrator. Scopri l’interfaccia utente e le funzionalità del pannello Adobe Asset Link.
Esercitazione video
Gli utenti creativi possono cercare risorse memorizzate in AEM Assets utilizzando le parole chiave o effettuare una ricerca in una posizione specifica.
Esercitazione video
Con il pannello Adobe Asset Link è possibile accedere ai dettagli dei file delle risorse in AEM Assets, come anteprime, metadati di base e versioni direttamente dal pannello.
Esercitazione video
Adobe Assets consente di estrarre AEM Assets direttamente dall’app creativa su cui stai lavorando e di iniziare immediatamente ad apportare modifiche.
Esercitazione video
Scopri come creare e utilizzare un rendering solo posizionamento (FPO) per AEM Assets.
Esercitazione video
Scopri come utilizzare le risorse da AEM Assets tramite l’operazione Inserisci copia.
Esercitazione video
Scopri come scaricare e caricare i file di risorse da e verso AEM Assets tramite il pannello Asset Link.
Esercitazione video
Scopri come accedere in modo rapido e semplice ai file e alle raccolte di AEM Assets dal pannello Asset Link.
Esercitazione video
Scopri come scaricare le risorse e i relativi rendering nel computer locale per utilizzarli e condividerli.

Adobe Campaign

Adobe Campaign offre un modo intuitivo e automatico di inviare messaggi a singoli utenti tra canali di marketing online e offline. Ora è possibile prevedere cosa vogliono i clienti, mediante esperienze determinate dalle loro abitudini e preferenze.

Nuove versioni del prodotto

Nuovi corsi ed esercitazioni per Campaign

Contenuto
Tipo di contenuto
Descrizione
Corso
Scopri come navigare nell’interfaccia, lavorare con le consegne e creare e gestire i dati dei destinatari.
Video
Scopri come scaricare e installare la console client di Adobe Campaign, creare e gestire le connessioni a più ambienti e verificare l’accesso alla console client di Adobe Campaign

Advertising Cloud

Nuove funzioni in Advertising Cloud DSP

Aggiornato il 23 giugno 2020
Funzione
Descrizione
Migrazione del dominio
Advertising Cloud DSP è migrato da https://www.tubemogul.com a https://advertising.adobe.com (rilascio del 22 giugno).
Integrazione di Adobe Analytics
DSP ora può eliminare facoltativamente la metrica dei costi AMO dai dati che invia ad Analytics (rilascio del 18 giugno). Per eliminare la metrica, contatta il tuo account manager Adobe.
Grafico dei dispositivi basato sulle persone
I clienti DSP self-service ora possono sfruttare un grafico dei dispositivi (Adobe Experience Cloud Device Co-op o LiveRamp) per il targeting basato sulle persone e la gestione delle frequenze in tutte le nuove campagne (rilascio del 22 giugno). In questo modo potrai raggiungere il pubblico in tutti i dispositivi e limitare l’esposizione agli annunci.
Rifiuto del CCPA
È ora possibile comunicare le richieste di rifiuto del CCPA ad Advertising Cloud utilizzando un nuovo segmento di rifiuto del CCPA, che è possibile creare da Audiences > Segmenti (rilascio del 22 giugno). È possibile inoltre recuperare rapporti mensili sugli ID inviati dai clienti per richieste di rifiuto per l’account a) da Audiences > Segmenti o b) tramite l’API di traffico di Advertising Cloud. Per ulteriori informazioni, consulta https://docs.adobe.com/content/help/en/advertising-cloud/all/privacy/ad-cloud-ccpa-opt-out-of-sale.html.
Authentic Brand Safety di DoubleVerify
Gli inserzionisti ora possono eseguire il targeting per un singolo ID segmento DoubleVerify pre-bid, con filtri completi per la sicurezza del brand per simulare le regole di blocco post-bid con DoubleVerify (rilascio del 22 giugno). Ora è possibile farlo nella sezione del targeting Media Quality nelle impostazioni dell’inserzionista in Impostazioni > Inserzionista. Per ulteriori informazioni sul servizio, contatta programmaticsales@doubleverify.com . Per questa funzione si applicano tariffe aggiuntive.
Ottimizzazione CPA/ROAS
I manager delle campagne non devono più limitare i nuovi posizionamenti all’interno dei pacchetti per evitare la sovrallocazione del budget (rilascio del 20 maggio). I posizionamenti ora ottengono un’allocazione dinamica del budget basata sul CPM o sulla performance CPA/ROAS.
Home di Campaign
Sono disponibili nuove metriche di valutazione a livello di campagna basate sul budget della campagna fornito e sul tempo trascorso (rilascio del 3 giugno).
Posizionamenti
I filtri Diversità del sito e Dimensione lettore sono stati rimossi per semplificare la configurazione del posizionamento (rilascio del 22 giugno).
Previsione del posizionamento
Per i posizionamenti CTV e video con ottimizzazione a livello di posizionamento, le impostazioni di posizionamento ora includono previsioni per lunghezze di annunci multipli, di 15 e 30 secondi (rilascio del 3 giugno). Includono inoltre previsioni per l’inventario VAST e VPAID.
Inventario
Un nuovo modulo ID offerta consente di impostare rapidamente un’offerta privata già negoziata (versione beta del 22 giugno).
Ora è disponibile il pre-roll interattivo per l’inventario VAST (versione beta del 22 giugno). Puoi impostare un solo annuncio pre-roll interattivo e un posizionamento, riducendo così il numero di annunci e posizionamenti.
Audience Lens ACTV
Audience Lens consente agli utenti di creare e applicare le letture delle audience secondarie ai loro flussi di lavoro di pianificazione, ordinamento e reporting (rilascio del 18 giugno). Questo consente loro di (1) acquisire informazioni rapide sulle audience secondarie, (2) poter negoziare con flessibilità sulle audience preferite e (3) misurare l’esecuzione di una campagna attraverso la “lente” di più audience.

Magento

Per le note sulla versione, consulta:

Marketo Engage

Marketo Engage è un’applicazione completa per lead management e marketer B2B che intendono trasformare le esperienze dei clienti impegnandosi in ogni fase dei percorsi d’acquisto complessi.

Aggiornamenti principali di Marketo Engage

Consulta le note sulla versione di Marketo per informazioni aggiornate.

Funzionalità in arrivo

Nel corso del trimestre verranno presentate le seguenti funzionalità:
Funzione
Descrizione
Bizible
  • Nuova segmentazione basata sugli account
  • Possibilità di salvare filtri specifici per dashboard
  • Esportazione dashboard Bizible in formato PDF
Sales Connect
Aggiornamenti/miglioramenti relativi a finestre di composizione e centri di comando

Annunci

Success Center di Marketo Engage: lancio a febbraio 2020. Success Center è un centro di assistenza interno al prodotto che consente di effettuare ricerche nei documenti sui prodotti e nella community, avviare guide informative, accedere ai contenuti di adozione e altro ancora. Nota: questa funzionalità verrà lanciata come versione beta in Australia e Nuova Zelanda e verrà implementata nel Nord America in un secondo momento nel corso del trimestre.

Funzionalità deprecate

  • Parametro “_method” di Asset API: dopo settembre 2020, gli endpoint di Asset API non accetteranno più _method per trasmettere i parametri di query nel corpo di un POST per aggirare le limitazioni relative alla lunghezza degli URI.
  • Supporto in Internet Explorer: a partire dalla versione di luglio del 31 luglio 2020, Internet Explorer non supporterà più l’interfaccia utente di Marketo Engage.
Per leggere le note precedenti e complessive, consulta le note sulla versione Marketo .