Show Menu
ARGOMENTI×

Note sulla versione di Adobe Experience Cloud - febbraio 2020

Nuove funzioni e correzioni in Adobe Experience Cloud.
Iscriviti ad [Adobe Priority Product Update] per ricevere notifiche e-mail sulle prossime versioni. Le nuove informazioni pubblicate dopo il rilascio saranno contrassegnate dalla data di pubblicazione.
Data di rilascio: 20 febbraio 2020
Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2020
Cerchi la pagina iniziale della guida? Consulta la documentazione di Adobe Experience Cloud .

Stato del sistema di Adobe

Stato del sistema di Adobe fornisce informazioni dettagliate, aggiornamenti sullo stato e notifiche e-mail relative agli eventi di sospensione, interruzione e manutenzione di prodotti e servizi cloud di Adobe. Consulta status.adobe.com .
Novità
  • Utilizzando l’Adobe ID, puoi abbonarti e ricevere le notifiche relative agli eventi in base alle preferenze per prodotti, area geografica, eventi e lingua. Gli utenti che configurano le proprie preferenze di abbonamento ricevono le notifiche degli eventi relativi a problemi e manutenzione dei prodotti in concomitanza all’apertura, all’aggiornamento o alla chiusura degli stessi. Per iniziare, consulta status.adobe.com/subscriptions .
Nuove funzioni e miglioramenti disponibili oggi
Funzione
Descrizione
Maggiore consapevolezza degli eventi relativi al prodotto
  • Ricevi con 30 giorni di anticipo le informazioni sulla prossima manutenzione del servizio. Questa funzione fornisce un lead time maggiore per valutare il potenziale impatto sulle operazioni aziendali, consentendo di implementare un piano di mitigazione, se necessario.
  • Le notifiche avanzate sono disponibili via web/dispositivi mobili/tablet e tramite notifiche e-mail.
Personalizza la tua esperienza in base alla lingua preferita
  • Scegli una lingua preferita per le notifiche e-mail. La funzione di auto-abbonamento è ora disponibile in diciannove lingue.
Miglioramento dell'esperienza utente di abbonamento e notifica
  • Specifica con un solo clic le preferenze di regione ed evento di tutti i prodotti ai quali vuoi abbonarti.
  • Ricevi notifiche quando potenziali problemi vengono trasferiti allo stato di minori o gravi .
  • La pagina del browser si aggiorna automaticamente quando viene aggiornato lo stato di un prodotto o evento.

Interfaccia e servizi principali di Experience Cloud

Aggiornamento versione: 26 febbraio 2016
Nuove funzioni e problemi risolti nell’interfaccia Experience Cloud, tra cui gestione e servizi principali (attributi del cliente, pubblico, trigger, cookie e così via).
Funzione
Descrizione
Admin Tool - visualizza dettagli utente
Gli amministratori possono visualizzare un elenco ordinabile e filtrabile di tutti gli utenti Experience Cloud e dei relativi dettagli nel nuovo Admin Tool. I dettagli utente includono l’accesso ai prodotti, i ruoli e le informazioni sull’ultimo accesso. Consulta la guida Admin Tool di Experience Cloud per ulteriori dettagli.
Correzioni
  • Customer Attributes (Attributi del cliente) : l'interfaccia utente Customer Attributes (Attributi del cliente) adesso mostra nel target gli stati aggiuntivi di profili sincronizzati. (MCUI-10231)
  • Triggers servizio core: per mancanza di utilizzo, è stato rimosso il punteggio di propensione "Probabilità di tornare tra 30 giorni" durante la creazione di un trigger di tipo Abandonment (Abbandono). (MCUI-10056)

Dominio di prodotto unificato

Adobe sta aggiornando l’intestazione del dominio e dell’interfaccia per unificare e migliorare la tua esperienza su tutte le applicazioni Experience Cloud. Si tratta di miglioramenti progettati per semplificare la tua esperienza grazie a dettagli piccoli, ma importanti, e che non modificheranno il tuo attuale flusso di lavoro.
Gli aggiornamenti includono:
  • Nuovi URL della soluzione: experience.adobe.com/<application name> :
    • Tutti i prodotti adotteranno questo pattern per i propri URL. Cerca i nuovi URL che diventeranno validi nel corso del mese.
    • Supporto browser: i browser supportati includono Microsoft Edge, Google Chrome, Firefox, Safari e Opera (versioni più recenti). Nota: sebbene l’interfaccia di Experience Cloud supporti questi browser, le singole soluzioni potrebbero non supportare tutti i browser. Ad esempio, Analytics non supporta Opera e Target non supporta Safari.
    • (Solo per Safari) La modifica del dominio potrebbe causare problemi di cookie in Safari. Deselezionando l’opzione Impedisci il tracciamento intersito nelle preferenze relative alla privacy di Safari, i cookie verranno abilitati per tutti i domini (e tutte le esperienze intersito), permettendo ad Experience Cloud di funzionare su questo nuovo dominio.
  • Un passaggio più semplice tra le organizzazioni o verso un’altra applicazione.
  • Guida di prodotto migliorata: Experience League è stato integrato nel prodotto, in modo tale che la ricerca nella guida includa anche i risultati dei forum e dei contenuti video della community. Questa modifica semplifica l’accesso a più contenuti e ti consente di ottenere il massimo da Experience Cloud. Fai clic inoltre su Guida  >  Feedback per segnalare i problemi o condividere le tue idee con Adobe.
  • Notifiche migliorate: Il menu a discesa Notifiche ora include due schede, una per le notifiche sui prodotti e una per gli annunci globali dei prodotti.
Nota: La pagina Feed verrà rimossa a gennaio 2020. Nel prodotto verrà visualizzato un avviso di funzione rimossa.
Per la documentazione sul prodotto, consulta Experience Cloud .

Experience Platform

Note sulla versione di Experience Platform, Experience Platform Launch, Servizio identità e bollettini sulla sicurezza.

Experience Platform Launch

Per le note sulla versione e la documentazione del prodotto, consulta Experience Platform Launch .

Journey Orchestration

Usando Adobe Experience Platform, coordina i percorsi dei singoli clienti su vasta scala attraverso i vari canali dell’esperienza, anticipando in modo intelligente e in tempo reale le esigenze di ciascuno di essi, ovunque li porti il loro percorso.

Mobile Services e Mobile SDK

4 febbraio 2020: versione 4.19.0
In questa versione è stato effettuato il seguente aggiornamento:
Ciclo di vita: aggiunta nuova API, pauseCollectingLifecycleData , per attenuare il problema relativo ai dati anormali della lunghezza di sessione segnalati da alcuni dispositivi iOS precedenti.

Analytics

Nuove funzioni e problemi risolti in Adobe Analytics:
Per la documentazione del prodotto, consulta l’ Aiuto di Adobe Analytics .

Nuove funzionalità, miglioramenti e problemi risolti in Adobe Analytics

  • Nuovo modello Workspace per le organizzazioni che utilizzano Cross-Device Analytics: questo modello mostra l’efficacia di CDA nell'unire le visite e nel fornire informazioni sulle dimensioni e metriche esclusive di CDA. È necessaria una suite di report che utilizza CDA. Per ulteriori informazioni, consulta Configurazione di Cross-Device Analytics .
  • La latenza di unione di CDA per le organizzazioni che utilizzano Private Graph è ridotta a un giorno: la funzionalità Private Graph è stata migliorata per ridurre la latenza di generazione del grafico ed è passata da un'elaborazione batch settimanale a un grafico aggiornato ogni giorno, consentendo ai clienti CDA di accedere a grafici di identità e collegamenti più aggiornati.
  • Labs (anteprime tecnologiche) : questa nuova funzione di Analytics consente di testare i nuovi prototipi di funzionalità in produzione e di fornire ad Adobe un feedback prezioso. Ulteriori informazioni...
  • Nuovi tasti di scelta rapida in Workspace:
    • Collapse/Expand All panels (Comprimi/espandi tutti i pannelli): alt + m
    • Collapse/Expand Active panel (Comprimi/espandi pannello attivo): alt + ctrl + m
    • Search left rail (Barra sinistra di ricerca): ctrl + /
    • Move to next panel (Passa al pannello successivo): alt + Right Key
    • Move to previous panel (Passa al pannello precedente): alt + Left Key
    Ulteriori informazioni...
  • Altri miglioramenti di Workspace:
    • Quando un pannello o una visualizzazione viene rilasciato in Workspace, la barra a sinistra passa automaticamente ai componenti, creando in tal modo un flusso di lavoro più semplice.
    • Adesso è possibile intervenire sui componenti del modello (ad esempio con tag, contrassegnandoli come preferiti e approvandoli).
    • Gli elenchi di metriche e segmenti filtrati permettono al pulsante + di aggiungere un nuovo componente, se non trovi ciò che ti occorre.
  • Il debugger di Workspace è stato aggiunto al menu Aiuto per consentirti di eseguire il debug delle richieste di Workspace in modo più semplice. Ulteriori informazioni...
  • Browser Microsoft Edge basato su Chromium : questa versione include le modifiche necessarie per riconoscere il browser Microsoft Edge basato su Chromium (versione 79 e successive) a scopo di reporting.

Correzioni

  • È stato risolto un problema relativo all'interfaccia utente Segment (Segmento), dove le dimensioni del canale marketing risultavano compatibili con Data Warehouse, quando in realtà non lo erano. In futuro, Segment Builder (Generatore di segmenti) non mostrerà più queste dimensioni come compatibili con Data Warehouse. (AN-202297)
  • È stato risolto un problema con il nome di un segmento pubblicato, il quale era stato aggiornato in Analytics ma la stessa cosa non avveniva poi in Audience Manager, nell'arco di 24 ore. (AN-199974)

Avvisi importanti per Analytics amministratori

Avviso
Data di aggiunta o aggiornamento
Descrizione
Nuovo dominio Adobe Analytics
18 dicembre 2019
A partire dal 16 gennaio 2020, Adobe Analytics ha iniziato a spostarsi su un nuovo dominio -  https://experience.adobe.com/analytics.
Nota:  questa modifica si applica a tutti gli utenti che accedono ad Analytics con il proprio Adobe ID o Enterprise ID.
  • La modifica del dominio potrebbe causare problemi con i cookie durante il caricamento di Analytics in Safari. Deselezionando l’opzione Impedisci il rilevamento intersito nelle preferenze relative alla privacy di Safari, i cookie verranno abilitati per tutti i domini (e tutte le esperienze intersito), permettendo ad Analytics di funzionare su questo nuovo dominio di Adobe Experience Cloud. Potrai utilizzare altri browser senza alcun problema, poiché questa modifica interessa solo gli utenti Safari.
  • La modifica del dominio potrebbe impedire il funzionamento di Activity Map per alcuni clienti in casi specifici .
Fine del ciclo di vita - Versioni precedenti delle API di Analytics
9 gennaio 2020
A partire da novembre 2020, i seguenti servizi appartenenti alle versioni precedenti delle API di Analytics termineranno il loro ciclo di vita e saranno chiusi. Le integrazioni esistenti create utilizzando questi servizi cesseranno di funzionare.
  • API di Analytics 1.3
  • API di Analytics SOAP 1.4
  • Autenticazione per la versione precedente di OAuth (OAuth e JWT)
Abbiamo messo a disposizione una FAQ per le versioni precedenti dell’API EOL per rispondere alle tue domande e fornire indicazioni su come procedere. Le integrazioni API che utilizzano questi servizi possono eseguire la migrazione alle API REST di Analytics 1.4 o alle API di Analytics 2.0 . I precedenti account OAuth possono migrare a un account di integrazione Adobe IO Analytics, che può essere utilizzato per accedere sia alle API di Analytics 1.4 che alle API di Analytics 2.0.
Fine del ciclo di vita dell’opzione  Visualizza archivio
30 ottobre 2019
Annuncio della data di fine del ciclo di vita, gennaio 2020, per l’opzione  Visualizza archivio  in Dashboard Manager ( Componenti > Dashboard ).
Fine del ciclo di vita dell’opzione  Enforce IP Login Restrictions
30 ottobre 2019
Announcing the January, 2020, end-of-life date for the IP Allowed List ( Enforce IP Login Restrictions ) functionality under the Admin > Company Settings > Security menu.
Fine del supporto per TLS 1.1
3 ottobre 2019
Entro il 31 marzo 2020, Adobe Analytics rimuoverà il supporto per TLS 1.1. Questo cambiamento fa parte del nostro impegno continuo per mantenere gli standard di sicurezza più elevati e promuovere la sicurezza dei dati dei clienti.
San Jose FTP Broker in scadenza per Londra e Singapore
Luglio 2020
Per i clienti di Londra e Singapore, non supporteremo più il brokering dei dati tra Londra o Singapore e il data center di San Jose ftp.omniture.com .
Modifiche imminenti relative createDate al campo per gli utenti di Analytics
30 agosto 2019
A ottobre o novembre 2019, il createDate campo per gli utenti di Analytics è stato aggiornato da Ora del Pacifico a un valore di data e ora formattato correttamente con le informazioni sul fuso orario.(AN-183468)

AppMeasurement

Consulta AppMeasurement per le note sulla versione di JavaScript . La versione 2.19.0 è stata rilasciata il 21 febbraio 2020.

Audience Manager

Correzioni e funzioni aggiunte ad Audience Manager.

Nuove funzioni, miglioramenti e correzioni in Audience Manager

Funzione
Descrizione
Il Activity Usage Report (Report sull&#39;utilizzo dell&#39;attività) consente di visualizzare e monitorare l'uso dell'attività dell'istanza Audience Manager, fornendo un'idea chiara di come l'utilizzo dell'attività si confronta rispetto all'impegno contrattuale.
Abbiamo aggiornato Data Integration Library (DIL) alla versione 9.4. Questo aggiornamento favorisce la compatibilità con i cookie Google Chrome SameSite.

Correzioni e miglioramenti

  • È stato corretto un bug che portava il flusso di creazione della destinazione a interrompere l'interfaccia utente per la selezione di Integrated Accounts (Account integrati) (AAM-52414).
  • È stato corretto un bug che portava l'interruzione dell'interfaccia utente durante la navigazione, mediante il flusso di creazione dei modelli algoritmici (AAM-37942).
  • È stato corretto un bug a causa del quale la selezione dell'esportazione dei dati non veniva salvata durante il salvataggio dei controlli di esportazione dei dati per destinazioni nuove o esistenti, per clienti che utilizzavano l'integrazione insieme ad Adobe Experience Platform (AAM-52814).
  • È stato corretto un bug che causava il malfunzionamento delle raccomandazioni sulle caratteristiche di terze parti per i tratti che contengono caratteri di barra verticale ( | ) nel nome (AAM-51635).
  • Miglioramenti di accessibilità in tutta l’interfaccia utente.

Experience Manager

Nuove funzioni, problemi risolti e aggiornamenti di Adobe Experience Manager (AEM). Ai clienti con distribuzioni locali, Adobe consiglia di implementare le ultime patch in modo da garantire stabilità, sicurezza e prestazioni migliori.

Rilasci di prodotti

  • Cloud Manager 2020.2.0
    Cloud Manager 2020.2.0 semplifica la gestione self-service delle sandbox per Adobe Experience Manager come Cloud Service.
    Consulta le note sulla versione .

Aiuto e documentazione

Campaign

Adobe Campaign offre un modo intuitivo e automatico di inviare messaggi a singoli utenti tra canali di marketing online e offline. Ora è possibile prevedere cosa vogliono i clienti, mediante esperienze determinate dalle loro abitudini e preferenze.

Risorse aggiuntive

Advertising Cloud

Aggiornato il 10 febbraio 2020 per la versione dell’8 febbraio
Visualizzazione
Funzione
Portfolio
Ora puoi aggiungere campagne Yahoo Japan Display Network (YDN) ai portfolio per ottimizzare il budget delle campagne e le offerte dei gruppi di annunci. La stessa offerta viene applicata a tutti gli annunci di un gruppo di annunci. I dati per le campagne YDN sono inclusi nelle simulazioni per il portfolio.
Ricerca > Bulksheet
Ora puoi creare, modificare ed eliminare gli annunci adattabili alla rete di ricerca di Google (RSA, Responsive Search Ads) utilizzando i bulksheet. In precedenza, il supporto era disponibile solo tramite l’interfaccia standard di gestione campagne in Ricerca > Campagne
Ricerca > Campagne, Report
Le metriche di prominenza di Google Ads Impr. (Abs. Top) % e Impr. (Top) % sono ora disponibili in tutti i report semplici e in tutte le visualizzazioni di gestione campagne a livello di entità, eccetto per le campagne Shopping con i gruppi di prodotti, nei report Campaign Daily Impression Share (Quota impressioni campagna giornaliera) e Keyword Daily Impression Share (Quota impressioni parola chiave giornaliera), nelle visualizzazioni delle etichette e dei vincoli.

Magento

Per le note sulla versione, consulta:

Marketo

Marketo Engage è una soluzione completa per i responsabili della gestione dei lead e per gli esperti di marketing B2B che desiderano trasformare l’esperienza dei clienti seguendo tutte le fasi dei processi di acquisto più complessi.

Aggiornamenti principali di Marketo Engagement

Data di rilascio: 21 febbraio 2020
  • Azione di flusso Change Owner in Microsoft  di Microsoft Dynamics : cambia il proprietario di lead o contatti direttamente da Marketo Engage.
  • Miglioramenti alle chiamate API:
    • API per gestione utenti
    • API per schemi di oggetti personalizzati
    • API per le regole di reindirizzamento delle pagine di destinazione
  • Memorizzazione in cache di descrittori moduli: miglioramenti alle pagine di destinazione e ai moduli.
Consulta le note sulla versione Marketo di febbraio 2020 per ulteriori informazioni.

Funzionalità in arrivo

Nel corso del trimestre verranno presentate le seguenti funzionalità:
Funzione
Descrizione
Bizible
  • Nuova segmentazione basata sugli account
  • Possibilità di salvare filtri specifici per dashboard
  • Esportazione dashboard Bizible in formato PDF
Sales Connect
Aggiornamenti/miglioramenti relativi a finestre di composizione e centri di comando

Annunci

Success Center di Marketo Engage: lancio a febbraio 2020. Success Center è un centro di assistenza interno al prodotto che consente di effettuare ricerche nei documenti sui prodotti e nella community, avviare guide informative, accedere ai contenuti di adozione e altro ancora. Nota: questa funzionalità verrà lanciata come versione beta in Australia e Nuova Zelanda e verrà implementata nel Nord America in un secondo momento nel corso del trimestre.

Funzionalità deprecate

  • Parametro “_method” della risorsa API: dopo settembre 2020, Asset API Endpoints non accetterà più “_method” per passare i parametri di query nel corpo di un POST per disabilitare le limitazioni relative alla lunghezza degli URI.
  • Supporto in Internet Explorer: a partire dalla versione di luglio del 31 luglio 2020, Internet Explorer non supporterà più l’interfaccia utente di Marketo Engage.
Per leggere le note precedenti e complessive, consulta le note sulla versione Marketo .