Show Menu
ARGOMENTI×

Note sulla versione di Adobe Experience Cloud - aprile 2020

Nuove funzioni e correzioni in Adobe Experience Cloud.
Iscriviti ad [Adobe Priority Product Update] per ricevere notifiche e-mail sulle prossime versioni. Le nuove informazioni pubblicate dopo il rilascio saranno contrassegnate dalla data di pubblicazione.
Data di rilascio: aprile 2020
(Le date di rilascio specifiche potrebbero variare).
Cerchi la pagina iniziale della guida? Consulta la documentazione di Adobe Experience Cloud .

Stato del sistema di Adobe

Stato del sistema di Adobe fornisce informazioni dettagliate, aggiornamenti sullo stato e notifiche e-mail relative agli eventi di sospensione, interruzione e manutenzione di prodotti e servizi cloud di Adobe. Consulta status.adobe.com .
Novità
  • Utilizzando il tuo Adobe ID, puoi abbonarti alle notifiche degli eventi con maggiore granularità, fino al livello dell’offerta dei prodotti e dei componenti aggiuntivi. Inoltre, nell’ultima versione, nel processo di autoabbonamento viene ora consigliata una selezione di prodotti e servizi sulla base dei prodotti di cui attualmente disponi. Questo dovrebbe sia semplificare il processo di abbonamento riducendo il numero di decisioni o clic necessari, sia determinare l’invio di notifiche più rilevanti. Per iniziare, consulta status.adobe.com/subscriptions .
Nuove funzioni e miglioramenti disponibili oggi
Funzione
Descrizione
Abbonamenti personalizzati in base ai prodotti esistenti
  • Suggerimenti per abbonamenti preselezionati in base alle attuali adesioni DX dell’utente.
  • Gli abbonamenti consigliati sono evidenziati ed elencati per primi, per velocizzarne la visualizzazione.
  • Le notifiche e-mail ricevute sono pertinenti in base ai prodotti a cui l’utente ha diritto.
Gestione più semplice degli abbonamenti
  • Gestione abbonamenti offre una nuova esperienza utente per gestire gli abbonamenti a prodotti ed eventi.
  • Nuova opzione per visualizzare e modificare separatamente gli abbonamenti a prodotti e eventi.
  • L’opzione Elimina consente di annullare l’abbonamento a un prodotto o un evento.
  • L’opzione Annulla tutti gli abbonamenti con un solo clic è disponibile per gli abbonamenti dei prodotti.
  • Il supporto UX è disponibile per web, mobile e tablet, con localizzazione in 19 lingue.

Interfaccia di Experience Cloud

Nuove funzioni e correzioni nell’interfaccia di Experience Cloud:
  • La pagina Feed di Experience Cloud è stata dichiarata obsoleta. (EXC-8505)
  • La pagina di accesso di Experience Cloud è stata aggiornata con nuovi elementi di branding. (EXC-10747)
Per la documentazione sul prodotto consulta la guida all’interfaccia di Experience Cloud .

Dominio di prodotto unificato

Adobe sta aggiornando l’intestazione del dominio e dell’interfaccia per unificare e migliorare la tua esperienza su tutte le applicazioni Experience Cloud. Si tratta di miglioramenti progettati per semplificare la tua esperienza grazie a dettagli piccoli, ma importanti, e che non modificheranno il tuo attuale flusso di lavoro.
Gli aggiornamenti includono:
  • Nuovi URL dell’applicazione: experience.adobe.com/<application name> :
    • Tutti i prodotti adotteranno questo pattern per i propri URL. Cerca i nuovi URL che diventeranno validi nel corso del mese.
    • Supporto browser: i browser supportati includono Microsoft Edge, Google Chrome, Firefox, Safari e Opera (versioni più recenti). Nota: sebbene l’interfaccia di Experience Cloud supporti questi browser, le singole applicazioni potrebbero non supportare tutti i browser. Ad esempio, Analytics non supporta Opera e Target non supporta Safari.
    • (Solo per Safari) La modifica del dominio potrebbe causare problemi di cookie in Safari. Deselezionando l’opzione Impedisci il tracciamento intersito nelle preferenze relative alla privacy di Safari, i cookie verranno abilitati per tutti i domini (e tutte le esperienze intersito), permettendo ad Experience Cloud di funzionare su questo nuovo dominio.
  • Un passaggio più semplice tra le organizzazioni o verso un’altra applicazione.
  • Guida di prodotto migliorata: Experience League è stato integrato nel prodotto, in modo tale che la ricerca nella guida includa anche i risultati dei forum e dei contenuti video della community. Questa modifica semplifica l’accesso a più contenuti e ti consente di ottenere il massimo da Experience Cloud. Fai clic inoltre su Guida  >  Feedback per segnalare i problemi o condividere le tue idee con Adobe.

Experience Platform

Note sulla versione Experience Platform, che includono Experience Platform Launch, Journey Orchestration, Offerte, Persone, Places, Mobile Services e bollettini sulla sicurezza.

Journey Orchestration

Usando Adobe Experience Platform, coordina i percorsi dei singoli clienti su vasta scala attraverso i vari canali dell’esperienza, anticipando in modo intelligente e in tempo reale le esigenze di ciascuno di essi, ovunque li porti il loro percorso.

Mobile Services e Mobile SDK

Android 4.18.2 (3 aprile 2020):
  • Messaggi in-app: per motivi di sicurezza, WebViews creato dall’SDK ora imposta la proprietà setWhitelistingFileAccess su false .
iOS 4.19.2 (24 marzo 2020):
  • Generale: sono stati corretti alcuni problemi nel codice di Target.
Unity 4.19.0 (10 marzo 2020):
  • Il plug-in Unity è stato aggiornato per l’utilizzo delle versioni 4.19.0 di iOS e 4.18.0 di Android.
  • È stato esposto un nuovo metodo di acquisizione per Android per consentire l’elaborazione di un URL fornito dalle API referente Google Play.

Informazioni aggiuntive sulla versione di Experience Platform

Analytics

Il rilascio della versione di manutenzione di Adobe Analytics di aprile è stato spostato al 21 maggio 2020. Per informazioni sull’ultima versione di Analytics consulta le note sulla versione di marzo 2020.

Customer Journey Analytics

Funzione
Descrizione
Customer Journey Analytics: Recupero automatico del set di dati
Questa nuova opzione consente di importare tutti i dati storici per una connessione in Customer Journey Analytics. Ulteriori informazioni

Avvisi importanti per Analytics amministratori

Avviso
Data di aggiunta o aggiornamento
Descrizione
Modifica del metodo di calcolo di Entrate/Uscite in Workspace
7 aprile 2020
A partire da marzo 2020, in Analysis Workspace è stato modificato il modo in cui il valore None interagisce con Entrate/Uscite. Poiché ora in Analysis Workspace è possibile attivare e disattivare i valori None , viene applicato il valore None dopo l’entrata o l’uscita, mentre per le eVar veniva già applicato in precedenza. Ad esempio, si supponga che il primo risultato di una visita non presenti alcun valore per le eVar, mentre si verifica il contrario per il secondo. In Reports &amp; Analytics verrà visualizzato come Non specificato per l’entrata, ma in Analysis Workspace verrà visualizzato come valore per il secondo risultato.
Impostazione di fine del ciclo vita del Livello di conversione
3 marzo 2020
L’impostazione non funzionante del Livello di conversione in Strumenti di amministrazione  >  Suite di rapporti  >  Impostazioni account generali sarà rimossa dall’interfaccia utente il 12 marzo 2020.
Fine del ciclo vita di Archivio dashboard
27 marzo 2020
L’impostazione Visualizza archivio nella sezione Gestione dashboard in Reports &amp; Analytics non sarà più disponibile da ottobre 2020.
Fine del supporto per TLS 1.1
3 ottobre 2019
Entro il 31 marzo 2020, Adobe Analytics rimuoverà il supporto per TLS 1.1. Questo cambiamento fa parte del nostro impegno continuo per mantenere gli standard di sicurezza più elevati e promuovere la sicurezza dei dati dei clienti.
Nuovo dominio Adobe Analytics
18 dicembre 2019
A partire dal 16 gennaio 2020, Adobe Analytics ha iniziato a spostarsi su un nuovo dominio -  https://experience.adobe.com/analytics.
Nota:  questa modifica si applica a tutti gli utenti che accedono ad Analytics con il proprio Adobe ID o Enterprise ID.
  • La modifica del dominio potrebbe causare problemi con i cookie durante il caricamento di Analytics in Safari. Deselezionando l’opzione Impedisci il rilevamento intersito nelle preferenze relative alla privacy di Safari, i cookie verranno abilitati per tutti i domini (e tutte le esperienze intersito), permettendo ad Analytics di funzionare su questo nuovo dominio di Adobe Experience Cloud. Potrai utilizzare altri browser senza alcun problema, poiché questa modifica interessa solo gli utenti Safari.
  • La modifica del dominio potrebbe impedire il funzionamento di Activity Map per alcuni clienti in casi specifici .
Fine del ciclo di vita - Versioni precedenti delle API di Analytics
9 gennaio 2020
A partire da novembre 2020, i seguenti servizi appartenenti alle versioni precedenti delle API di Analytics termineranno il loro ciclo di vita e saranno chiusi. Le integrazioni esistenti create utilizzando questi servizi cesseranno di funzionare.
  • API di Analytics 1.3
  • API di Analytics SOAP 1.4
  • Autenticazione per la versione precedente di OAuth (OAuth e JWT)
Abbiamo messo a disposizione una FAQ per le versioni precedenti dell’API EOL per rispondere alle tue domande e fornire indicazioni su come procedere. Le integrazioni API che utilizzano questi servizi possono eseguire la migrazione alle API REST di Analytics 1.4 o alle API di Analytics 2.0 . I precedenti account OAuth possono migrare a un account di integrazione Adobe IO Analytics, che può essere utilizzato per accedere sia alle API di Analytics 1.4 che alle API di Analytics 2.0.
San Jose FTP Broker in scadenza per Londra e Singapore
Luglio 2020
Per i clienti di Londra e Singapore, non supporteremo più il brokering dei dati tra Londra o Singapore e il data center di San Jose ftp.omniture.com .
Fine del ciclo di vita di Ad Hoc Analysis
6 agosto 2018
Adobe ha annunciato l’intenzione di terminare Ad Hoc Analysis. Non appena disponibile, verrà comunicata la data di fine del ciclo di vita. Per ulteriori informazioni, visita Discover Workspace .

AppMeasurement

Consulta AppMeasurement per le note sulla versione di JavaScript . La versione 2.20.0 è stata rilasciata il 5 marzo 2020.

Nuove esercitazioni per Analytics

Contenuto
Descrizione
Adobe Labs (Anteprime tecnologiche) consente di interagire con le tecnologie emergenti, scoprire informazioni importanti e influenzare le priorità e lo sviluppo delle future funzioni di Analytics.
Sono stati apportati miglioramenti alla pubblicazione dei tipi di pubblico in Experience Cloud. Ora puoi pubblicare i tipi di pubblico (segmenti) e renderli disponibili fino a sei volte più rapidamente. Questo riduce il tempo di latenza da 48 ore a circa 8 ore, e possibilmente ancora meno, a seconda del traffico e della dimensione del segmento.
È possibile analizzare più suite di rapporti in un unico progetto Workspace selezionandole a livello di pannello. Questo consente di eseguire analisi in pannelli affiancati tra diversi set di dati.
Per la documentazione del prodotto, consulta la pagina Home dell’Aiuto di Adobe Analytics .

Audience Manager

Nuove funzioni e correzioni in Adobe Audience Manager:
Funzione
Descrizione
Abbiamo aggiunto una nuova sezione al portale della documentazione con le risposte alle domande più frequenti ricevute dal team di assistenza clienti.
  • È stato risolto un problema che causava la generazione di rapporti non accurati di Tipi di pubblico indirizzabili per i segmenti contenenti ID per dispositivo mobile. In seguito a questo aggiornamento, potrebbe verificarsi un aumento dei Tipi di pubblico indirizzabili .
  • È stato risolto un problema che impediva il funzionamento dei pulsanti Duplica test e Duplica modello di allocazione in Audience Lab. (AAM-53388)
  • È stato risolto un problema a causa del quale il Tasso di corrispondenza e i Tipi di pubblico indirizzabili per segmento venivano visualizzati come 0 quando una destinazione era configurata per l’esportazione di UUID. Ora Tasso di corrispondenza e Tipi di pubblico indirizzabili per segmento vengono visualizzati al 100%. (AAM-51615)
  • È stato risolto un problema a causa del quale i nomi delle caratteristiche contenenti caratteri speciali venivano codificati in HTML due volte. (AAM-54001)
  • È stato risolto un problema che impediva ad alcuni utenti di passare ad altre applicazioni di Adobe Experience Cloud dall’interfaccia utente di Audience Manager. (AAM-52917)
  • È stato risolto un problema che impediva ad alcuni utenti di creare un’origine dati SHA256 per le destinazioni basate su persone. (AAM-53525)
  • Miglioramenti di accessibilità in tutta l’interfaccia. (AAM-48986, AAM-49009, AAM-48984, AAM-48939, AAM-48940, AAM-48964, AAM-49032, AAM-49360)

Experience Manager

Nuove funzioni, problemi risolti e aggiornamenti di Adobe Experience Manager (AEM). Ai clienti con distribuzioni locali, Adobe consiglia di implementare le ultime patch in modo da garantire stabilità, sicurezza e prestazioni migliori.

Aiuto e documentazione

  • Newsletter di AEM
  • AEM as a Cloud Service - Configurazione di Dynamic Media Cloud Service
    È disponibile una nuova opzione per la configurazione di Dynamic Media Cloud Service:
    Pubblicazione selettiva : quando selezioni questa opzione, le risorse vengono pubblicate automaticamente solo per la visualizzazione in anteprima protetta e possono essere pubblicate in modo esplicito in AEM senza la pubblicazione su DMS7 per la distribuzione nel dominio pubblico.
  • Dynamic Media - Smart imaging
    L’intero argomento dell’Aiuto dedicato allo Smart imaging è stato aggiornato con nuove informazioni, inclusi esempi di risorse di immagini che illustrano la nuova ottimizzazione Smart imaging.
    Consulta Smart imaging .
  • Configurazione di Dynamic Media - Modalità Scene7
    La pagina Configurazione di Dynamic Media, disponibile da Strumenti > Servizi cloud , contiene la nuova opzione Sincronizza tutti i contenuti.
  • AEM Assets Brand Portal supporta AEM Assets as a Cloud Service
    Ora puoi pubblicare le risorse da AEM Assets as a Cloud Service ad AEM Assets Brand Portal.
  • Rilascio di Adobe Asset Link 2.0
    Adobe Asset Link 2.0 supporta l’utilizzo con più ambienti AEM nonché AEM as a Cloud Service. AEM supporta le esigenze degli esperti di marketing di configurare l’esecuzione automatica del flusso di lavoro per l’elaborazione delle risorse quando queste vengono caricate in una cartella tramite Adobe Asset Link.
    Consulta Adobe Asset Link .

Nuove esercitazioni per Experience Manager

Contenuto
Descrizione
Scopri come semplificare la configurazione, la convalida e la simulazione locale di Dispatcher.
Lo sviluppo per Adobe Experience Manager (AEM) richiede l’installazione e la configurazione di un set minimo di strumenti di sviluppo nel computer dello sviluppatore. Questi strumenti supportano lo sviluppo e la creazione di progetti AEM.
Adobe Experience Manager (AEM) può essere eseguito localmente utilizzando QuickStart Jar dell’SDK di AEM as a Cloud Service. Questo consente agli sviluppatori di implementare e testare il codice personalizzato, la configurazione e i contenuti prima di passare al controllo del codice sorgente e di distribuirli in un ambiente AEM as a Cloud Service.
Scopri le nozioni di base per la navigazione in AEM Assets.
Scopri in che modo AEM crea e gestisce le versioni delle risorse.
Questo video illustra la configurazione dell’integrazione tra AEM e Magento.
L’archetipo del progetto CIF crea un progetto CIF minimo di Adobe Experience Manager (AEM) da usare come punto di partenza per i progetti dei clienti con componenti CIF di base.
Introduzione a OSGi, architettura modulare dinamica per le applicazioni Java alla base di Adobe Experience Manager.
Introduzione a Java Content Repository (JCR) utilizzato da Adobe Experience Manager.
Introduzione a Sling, framework web RESTful open-source che fa parte dello stack di tecnologia sottostante di Adobe Experience Manager.
Introduzione ai livelli Author e Publish, parte dell’architettura di Adobe Experience Manager.
Introduzione alle funzionalità di Dispatcher, parte dell’architettura di AEM.
Panoramica sullo sviluppo di componenti con Adobe Experience Manager Sites. Include un’introduzione a Finestre di dialogo, Modelli Sling, Script HTLe Librerie lato client.
Il progetto AEM contiene tutto il codice e le configurazioni necessari per un’implementazione. L’Archetipo del progetto AEM crea un progetto Adobe Experience Manager minimo basato su best practice, da usare come punto di partenza per i progetti AEM.
I componenti core di AEM sono set di componenti standard da utilizzare con Adobe Experience Manager.
Scopri come installare ed eseguire un’istanza locale di Adobe Experience Manager in pochi minuti con AEM Quickstart Jar.

Campaign

Adobe Campaign offre un modo intuitivo e automatico di inviare messaggi a singoli utenti tra canali di marketing online e offline. Ora è possibile prevedere cosa vogliono i clienti, mediante esperienze determinate dalle loro abitudini e preferenze.

Nuove esercitazioni per Campaign Standard

Contenuto
Descrizione
Verifica i messaggi e-mail utilizzando la funzione Sostituzione profilo.

Risorse aggiuntive per Campaign

Magento

Per le note sulla versione, consulta:

Marketo

Marketo Engage è un’applicazione completa per lead management e marketer B2B che intendono trasformare le esperienze dei clienti impegnandosi in ogni fase dei percorsi d’acquisto complessi.

Aggiornamenti principali di Marketo Engage

Per ulteriori informazioni, consulta le Note sulla versione di Marketo.

Funzionalità in arrivo

Nel corso del trimestre verranno presentate le seguenti funzionalità:
Funzione
Descrizione
Bizible
  • Nuova segmentazione basata sugli account
  • Possibilità di salvare filtri specifici per dashboard
  • Esportazione dashboard Bizible in formato PDF
Sales Connect
Aggiornamenti/miglioramenti relativi a finestre di composizione e centri di comando

Annunci

Success Center di Marketo Engage: lancio a febbraio 2020. Success Center è un centro di assistenza interno al prodotto che consente di effettuare ricerche nei documenti sui prodotti e nella community, avviare guide informative, accedere ai contenuti di adozione e altro ancora. Nota: questa funzionalità verrà lanciata come versione beta in Australia e Nuova Zelanda e verrà implementata nel Nord America in un secondo momento nel corso del trimestre.

Funzionalità deprecate

  • Parametro “_method” di Asset API: dopo settembre 2020, gli endpoint di Asset API non accetteranno più _method per trasmettere i parametri di query nel corpo di un POST per aggirare le limitazioni relative alla lunghezza degli URI.
  • Supporto in Internet Explorer: a partire dalla versione di luglio del 31 luglio 2020, Internet Explorer non supporterà più l’interfaccia utente di Marketo Engage.
Per leggere le note precedenti e complessive, consulta le note sulla versione Marketo .