Show Menu
ARGOMENTI×

Attributi del cliente

Information about using enterprise customer data from Customer Relationship Management (CRM) databases for content targeting in Adobe Target by using customer attributes in the Adobe Enterprise Cloud People core service.
Enterprise customer data collected through multiple sources and stored inside CRM databases can be used in Target to strategically deliver the most relevant content to customers, specifically focusing on returning customers. Audiences and customer attributes in the People core service (formerly Profiles and Audiences) brings together data collection and analysis with testing and optimization, making data and insights actionable.

Customer attributes overview

Gli attributi del cliente nel People servizio di base fanno parte del Adobe Experience Cloud servizio e forniscono alle aziende uno strumento per inviare i dati dei clienti alla Experience Cloud piattaforma.
I dati inseriti nell'Experience Cloud sono disponibili per tutti i flussi di lavoro di Experience Cloud. Target utilizza questi dati per il targeting del cliente di ritorno in base agli attributi. Adobe Analytics utilizza questi attributi che possono essere utili per l'analisi e la segmentazione.
Considera le seguenti informazioni mentre lavori con gli attributi del cliente e Target:
  • There are some prerequisite requirements that you must meet before you can use the Customer attributes feature in the People core service. For more information, see "Prerequisites for uploading Customer Attributes" in Customer attributes in the Experience Cloud and Core Services Product documentation .
    at.js (qualsiasi versione) o mbox.js versione 58 o successiva.
  • Adobe does not guarantee that 100% of customer attribute (visitor profile) data from CRM databases will be onboarded to the Experience Cloud and, thus, be available for use for targeting in Target. Nel nostro attuale layout, c'è la possibilità che una piccola percentuale di dati non sia integrata.
  • The lifetime of customer attributes data imported from the Experience Cloud to Target depends on the lifetime of the visitor profile, which is 14 days by default. Per ulteriori informazioni, consulta Durata del profilo visitatore .
  • If the vst.* parameters are the only thing identifying the visitor, the existing "authenticated" profile will not be fetched as long as authState is UNAUTHENTICATED (0). The profile will come into play only if authState is changed to AUTHENTICATED (1).
    For example, if the vst.myDataSource.id parameter is used to identify the visitor (where myDataSource is the data source alias) and there is no MCID or third-party ID, using the parameter vst.myDataSource.authState=0 won't fetch the profile that might have been created through a Customer Attributes import. If the desired behavior is to fetch the authenticated profile, the vst.myDataSource.authState must have the value of 1 (AUTHENTICATED).
  • Non puoi inviare i seguenti caratteri in mbox3rdPartyID : segno più (+) e barra (/).

Accesso agli attributi del cliente nel servizio di base Persone

  1. Fate Adobe Experience Cloudclic sull'icona del menu (icona menu), quindi fate clic su Persone .
  2. Fare clic sulla scheda Attributi del cliente.

Customer attribute workflow for Target

Completa i passaggi seguenti per utilizzare i dati CRM in Target, come illustrato di seguito:
Detailed instructions for completing each of the following tasks can be found in Create a customer attribute source and upload the data file in the Experience Cloud and Core Services Product Documentation .
  1. Creazione di un file di dati.
    Esporta i dati dei clienti dal tuo CRM in formato CSV per creare un file .csv. In alternativa, puoi creare un file zip o gzip per il caricamento. Assicurati che la prima riga del file CSV sia l’intestazione e che tutte le righe (dati cliente) abbiano lo stesso numero di voci.
    L'illustrazione seguente mostra un esempio di file di dati del cliente aziendale:
    L'illustrazione seguente mostra un esempio di file .csv del cliente Enterprise:
  2. Creazione di una sorgente attributo e caricamento del file di dati.
    Specifica un nome e una descrizione dell'origine dati e l'ID dell'alias. L'ID alias è un ID univoco da utilizzare nel codice dell'attributo del cliente in VisitorAPI.js .
    Il nome dell’origine dati e il nome dell’attributo non possono contenere un punto.
    Il file di dati deve essere conforme ai requisiti di caricamento del file e non deve superare i 100 MB. Se il file è troppo grande o hai dei dati che dovranno essere caricati su base periodica, puoi invece inviare i tuoi file tramite FTP.
    • HTTPS: Puoi trascinare il file di dati .csv o fare clic su Sfoglia per caricarlo dal file system.
    • FTP: Fate clic sul collegamento FTP per caricare il file tramite FTP . Il primo passo è quello di fornire una password per il server FTP fornito da Adobe. Specify the password, then click Done .
    Ora puoi trasferire il file CSV/ZIP/GZIP al server FTP. Dopo il trasferimento del file, create un nuovo file con lo stesso nome ed estensione .fin. Trasferisci questo file vuoto al server. This indicates a End Of Transfer and the Experience Cloud starts to process the data file.
  3. Convalida dello schema.
    Il procedimento di convalida consente di mappare i nomi e le descrizioni visualizzati agli attributi caricati (stringhe, interi, numeri e così via). Mappa ogni attributo al tipo di dati corretto, al nome visualizzato e alla descrizione.
    Click Save after the schema validation is complete. Il tempo di upload dei file varia a seconda delle dimensioni.
  4. Configurazione delle sottoscrizioni e attivazione dell'origine attributo.
    Fai clic su Aggiungi sottoscrizione , quindi seleziona la soluzione per sottoscrivere questi attributi. Configura sottoscrizioni imposta il flusso di dati tra le soluzioni Experience Cloud e. Attivando l'origine attributo consenti la trasmissione dei dati alle soluzioni sottoscritte. I record cliente che hai caricato vengono fatti corrispondere ai segnali ID in ingresso provenienti dal sito Web o dall'applicazione.
    Durante l'esecuzione di questo passaggio, tieni presente le limitazioni seguenti:
    • La dimensione massima del file per ogni caricamento tramite il metodo HTTP è 100 MB.
    • La dimensione massima del file per ogni caricamento tramite il metodo FTP è 4 GB.
    • Il numero di attributi ammessi per la sottoscrizione: 5 per Target Standard e 200 per Target Premium.

Uso degli attributi del cliente in Target

È possibile utilizzare gli attributi del cliente in Target nei modi seguenti:

Creazione di targeting di pubblico

In Target puoi selezionare un attributo del cliente dalla sezione Profilo visitatore al momento della creazione di un tipo di pubblico. Tutti gli attributi del cliente hanno il prefisso < data_source_name > nell’elenco. Per creare di tipi di pubblico combina questi attributi con altri attributi di dati.

Creazione di script di profilo tramite token

Gli attributi dei clienti possono essere referenziati negli script di profilo utilizzando il formato crs.get('<Datasource Name>.<Attribute name>') .
Questo script di profilo può essere utilizzato direttamente nelle offerte per la consegna degli attributi che appartengono al visitatore corrente.

Utilizzo di mbox3rdPartyID nel sito Web per una corretta implementazione e utilizzo

Pass mbox3rdPartyId as a parameter to the global mbox inside the targetPageParams() method. The value of mbox3rdPartyId should be set to the customer ID that was present in the CSV data file.
<script type="text/javascript">
            function targetPageParams() {
               return 'mbox3rdPartyId=2000578';
            }
</script>

Utilizzo del servizio Experience Cloud ID

Se utilizzi il servizio Experience Cloud ID, devi impostare un ID cliente e uno stato di autenticazione per utilizzare gli attributi del cliente nel targeting. For more information, see Customer IDs and Authentication State in the Experience Cloud Identity Service Help .
Per ulteriori informazioni sull'utilizzo degli attributi del cliente in Target, consulta le risorse seguenti:

Issues frequently encountered by customers

È possibile che si verifichino i seguenti problemi quando si utilizzano gli attributi del cliente e Target.
Le questioni 1 e 2 causano circa il 60 per cento dei problemi in questo settore. Il numero 3 causa circa il 30% dei problemi. Il numero 4 causa circa il 5% dei problemi. Il restante 5% è dovuto a questioni varie.

Problema 1: Gli attributi del cliente vengono rimossi perché il profilo è troppo grande

Non è presente alcun limite di carattere in un determinato campo nel profilo dell'utente, ma se il profilo diventa più grande di 64 K, viene troncato rimuovendo gli attributi meno recenti finché il profilo non è di nuovo inferiore a 64 K.

Issue 2: Attributes not listing in the Audience Library in Target, even after several days

Questo è di solito un problema di connessione della pipeline. Come risoluzione, chiedi al team degli Attributi dei clienti di ripubblicare il feed.

Problema 3: Consegna non funzionante in base all'attributo

Il profilo non è stato ancora aggiornato alla versione più recente. Come risoluzione, chiedi al team degli Attributi dei clienti di ripubblicare il feed.

Problema 4: Problemi di implementazione

Tieni conto dei seguenti problemi di implementazione:
  • L'ID del visitatore non è stato passato correttamente. The ID was passed in mboxMCGVID instead of setCustomerId .
  • L'ID del visitatore è stato passato correttamente, ma lo stato di autenticazione non è stato impostato su AUTENTICATO.
  • mbox3rdPartyId non è stato passato correttamente.

Numero 5: mboxUpdate non eseguito correttamente

mboxUpdate non è stato eseguito correttamente con mbox3rdPartyId .

Issue 6: Customer attributes are not being imported into Target

If you cannot find Customer Attributes data in Target, ensure that the import occurred within the last x days where x is the Target Visitor Profile Lifetime value (14 days by default).

Training video: Upload Offline Data using Customer Attributes

This video shows you how to import offline CRM, help desk, point-of-sale, and other marketing data into the Experience Cloud People service and associate it with visitors using their known IDs.